4 August 2021

Usa: Renzi, 'scandalo incontri Servizi e ministro Giustizia perchè avrei falsato elezioni'

Roma, 8 lug. (Adnkronos) - "Trovo ridicolo che si debba perdere del tempo a spiegare che non fabbrico risultati elettorali falsi in giro per il mondo. Ma che ci siano state due riunioni con i vertici dell’intelligence italiana e il ministro della Giustizia americano su questo tema è per me uno scandalo". Lo scrive Matteo Renzi nel suo ultimo libro "Controcorrente“, a proposito delle accuse secondo le quali sarebbe stato parte di un piano per influenzare le elezioni americane contro Trump.

"Io non so -esordisce il leader di Italia viva- perché Conte impieghi così tanto tempo prima di condannare –con toni soft – gli incidenti gravissimi di Washington. So però che nelle stesse ore dell’assalto al Campidoglio alcuni profili trumpiani mi avevano accusato di aver orchestrato –in combutta con Barack Obama e attraverso la complicità di un militare italiano, il bravissimo generale Graziano, già capo di stato maggiore della Difesa– campagne contro Trump. Siamo alla follia totale".

"I responsabili di queste menzogne ci avevano già provato qualche anno prima, rispetto alle elezioni americane 2016, e poi avevano ricevuto il pardon –una sorta di grazia– da Trump qualche settimana fa. Sto ancora cercando con i miei avvocati di chiedere comunque di portare questi signori davanti alla giustizia italiana. Ma quello che tornano a dire di me è folle: ci mancava giusto che mi accusassero di complotti internazionali. L’accusa ovviamente è ridicola prima ancora che falsa. Di fatto avrei organizzato un’associazione a delinquere con Obama per falsificare i risultati delle Presidenziali del 2016 e di quelle del 2020".

Fonte Adnkronos






Array ( )