3 August 2021

Petrolio: Opec in stallo, domani nuovo vertice

Vienna, 4 lug. (Adnkronos) - Riflettori accesi sul vertice dell'Opec che si riunirà nuovamente lunedì pomeriggio. Venerdì sera i tredici paesi dell'Opec e i 10 alleati che tutti insieme costituiscono l'Opec + non sono riusciti a raggiungere un accordo e una strategia comune per quanto riguarda la produzione dei petrolio. Per far fronte alla prevista ripresa economica e ai rischi persistenti legati alla pandemia di coronavirus, l'Opec+ aveva pianificato di aumentare gradualmente la produzione da agosto fino alla fine dell'anno ma giovedì, nel corso della prima riunione, i paesi membri dell'organizzazione non sono stati in grado di accordarsi sui livelli di produzione di ciascun paese.

Gli Emirati Arabi Uniti (Eau) hanno chiesto limiti di produzione più elevati, affermando che la loro capacità produttiva è aumentata negli ultimi anni. Affinché la quantità complessiva di petrolio sul mercato non superi determinati limiti, alcuni analisti sostengono che l'Arabia Saudita potrebbe produrre di meno.

Intanto l'andamento del prezzo del petrolio è cresciuto nelle ultime settimane. Attualmente si attesta sopra i 75 dollari, il livello più alto registrato dall'ottobre del 2018. Con lo stop alle restrizioni legate al Covid, rileva il Credit Agricole in un report, "si registra una ripresa della domanda di petrolio nei paesi dell'Ocse. Anche la situazione nel settore del trasporto aereo sta migliorando". Il mercato petrolifero, in questo momento, osservano gli analisti della banca francese, "è confrontato a una domanda che si accelera e a un'offerta che resta controllata dall'Opec+. Questo sfasamento tra offerta e domanda provoca un aumento dell'andamento del prezzo del petrolio da aprile. Questa situazione dovrebbe continuare nel 2021 a meno che una nuova variante del Covid-19 provochi un ritorno delle restrizioni ai viaggi quest'autunno". Il Credit Agricole punta su un prezzo intorno ai 69 dollari al barile per il secondo semestre del 2021, 66 dollari al barile per il primo semestre del 2022 e 61 dollari per il secondo semestre del 2022.

Fonte Adnkronos






Array ( )