1 August 2021

**M5S: Borrè, 'capo politico non esiste, Grillo può convocare voto su Rousseau'**

Roma, 2 lug. (Adnkronos) - Il rischio che sul voto per il Comitato direttivo M5S si abbatta una pioggia di ricorsi "è elevato, anzi elevatissimo", spiega all'Adnkronos Lorenzo Borrè, l'avvocato 'spina nel fianco' dei 5 Stelle. Oggi il reggente Vito Crimi ha indetto la consultazione per eleggere l'organo collegiale sulla nuova piattaforma e non su Rousseau, come chiesto da Beppe Grillo. Inoltre, l'annuncio è stato pubblicato sul nuovo sito, movimento5stelle.eu. "Già il concetto di sito internet del Movimento è problematico", osserva il legale, "in quanto la pubblicazione dell'avviso su questo sito, per avere valore informativo, postula la conoscenza del sito stesso da parte degli iscritti, che allo stato di fatto conoscono solo quello mediante il quale hanno effettuato l'iscrizione. In buona sostanza: come fanno gli iscritti a sapere che quello è davvero il nuovo sito del M5S?".

"Il secondo inciampo", secondo Borrè, "è che l'indizione è stata fatta da un organo inesistente, il capo politico, quando avrebbe dovuto farla il garante. Quella di Crimi sostanzialmente è una non indizione. Terzo problema è quello della verifica della abilitazione al voto, poiché lo statuto attuale prevede che questa sia effettuata tramite la piattaforma Rousseau e non è neanche dato comprendere se l'abilitazione al voto da parte di un organismo diverso debba essere effettuata ex novo dal gestore, con conseguenti tempi biblici". Per l'avvocato degli espulsi M5S, "si rischia inoltre una divaricazione delle consultazioni con conseguente costituzione di un comitato di papi e di un comitato di antipapi, visto che Grillo potrebbe a questo punto indire le consultazioni sul sito Rousseau utilizzando il regolamento a suo tempo promulgato dal Comitato di garanzia".

Fonte Adnkronos






Array ( )