2 August 2021

**M5S: cala silenzio in contesa Grillo-Conte, Di Maio tenta ultima mediazione** (2)

(Adnkronos) - Nelle ultime ore si registra, nelle file delle truppe 'contiane', un certo raffreddamento circa l'ipotesi di confluire in un eventuale, nuovo partito guidato dall'ex presidente del Consiglio. Senza contare che per molti volti storici del M5S a partire dalla vicepresidente del Senato Paola Taverna, grillina della prima ora, lasciare il Movimento dopo una lunga militanza rappresenterebbe un passo difficile e doloroso. "Emerge anche la consapevolezza", spiegano fonti parlamentari, "che una larga fetta del consenso di cui oggi gode Conte è legato alla prospettiva di una sua leadership nel M5S. Ma fuori dal Movimento, Giuseppe, con un suo partito personale, otterrebbe lo stesso successo?".

Pesa inoltre il discorso economico: "Creare da zero un nuovo partito è complicatissimo. I soldi per lo staff, per il disbrigo delle pratiche legali, da dove li prendono?", si domandano le stesse fonti pentastellate. Da non sottovalutare, poi, il tema del simbolo: per costituire un gruppo autonomo al Senato occorre 'agganciarsi' al logo di un partito che ha partecipato a una precedente competizione elettorale. Gli ex grillini de 'L'alternativa c'è' hanno stretto un patto con l'ex pm Antonio Ingroia dando vita alla componente 'Lista del Popolo per la Costituzione'.

Un altro gruppetto di ex pentastellati (tra questi, Elio Lannutti) ha scelto di utilizzare il simbolo dell'Idv per dar vita alla propria formazione. Stando agli ultimi rumors, ai 'contiani' non resterebbe che avviare una collaborazione col Maie, ma si parla anche di un gruppo con Leu. Per tutte queste ragioni i parlamentari più vicini all'ex premier fanno il tifo per una riappacificazione con Grillo, che al momento appare complicata.

Fonte Adnkronos






Array ( )