23 June 2021

Infortuni: sindacati, 'ottava vittima in un mese in Lombardia, azioni concrete'

Milano, 31 mag. (Adnkronos) - Nel giorno del presidio regionale indetto da Cgil Cisl Uil per la sicurezza sul lavoro, in Lombardia c'è stato un nuovo infortunio mortale: un operaio di 50 anni ha perso la vita alla Fonderia di Torbole Casaglia, nel bresciano, ed è l’ottava vittima sul lavoro solo nell’ultimo mese in Lombardia. Lo fanno notare i sindacati, in una nota unitaria, dopo che circa trecento sindacalisti di Cgil, Cisl e Uil arrivati da tutta la Regione, erano scesi in piazza sotto Palazzo Lombardia per "chiedere con forza a Regione Lombardia, alle associazioni datoriali e alle aziende un’azione concreta e condivisa di prevenzione degli infortuni e delle morti sul lavoro".

Per Alessandro Pagano, segretario generale Cgil Lombardia, "serve volontà politica per garantire la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Le risorse ci sono, le dichiarazioni anche, ma i ritardi si accumulano e continuiamo a contare i morti. Ugo Duci, segretario generale della Cisl Lombardia, ha sottolineato che "ormai assistiamo ad una strage quotidiana. Questa Regione deve smetterla di prendere impegni, di fare promesse e non realizzare niente di quel che servirebbe per evitare questa strage. Servono 800 ispettori, professionisti della prevenzione e dei controlli". Per Danilo Margaritella, segretario generale Uil Lombardia, "è doveroso dire basta a tutto questo. Insieme a vere politiche di equità per i lavoratori si devono mettere in atto tutte le tutele per la loro salvaguardia".

Fonte Adnkronos






Array ( )