24 June 2021

**Filosofi: è morto Hermann Schmitz, fondatore della Nuova Fenomenologia**

Berlino, 8 mag. - (Adnkronos) - Il filosofo tedesco Hermann Schmitz, fondatore della Nuova Fenomenologia, è morto a Kiel all'età di 92 anni. L'annuncio della scomparsa, avvenuta il 5 maggio, è stato dato dall'Università di Kiel, di cui era professore emerito e dove ha insegnato dal 1958 al 1993. Era nato a Lipsia 16 maggio 1928 e si laureò in filosofia all'Università di Bonn, dove fu allievo di Erich Rothacker.

Autore di un imponente "Sistema di filosofia" (10 volumi pubblicati tra il 1964 e il 1980) e di molti studi successivi, orientati a superare lo iato nella nostra cultura tra l'esperienza involontaria della vita e la tendenza all'oggettivazione e al riduzionismo naturalistico, Schmitz è stato forse il più influente filosofo vivente della corporeità, dello spazio vissuto e dei sentimenti suscitati dalle atmosfere. Una sintesi del suo pensiero è raccolto nel saggio "Nuova Fenomenologia" (Marinotti, 2011).

La Nuova Fenomenologia cerca, nelle intenzioni di Schmitz, in un articolato "alfabeto" della corporeità vissuta il fondamento sia dei processi di pensiero sia di quella vita in gran parte immediata di cui facciamo veramente esperienza: "una vita fatta anche di gesti e sguardi, di reazioni incontrollabili e di suggestioni emozionali, di significati pregnanti ancorché inanalizzabili a causa della loro pervasività e caoticità. Fatta, in sintesi, di quelle sfumature che il riduzionismo dominante ha colpevolmente tralasciato e infine del tutto obliato".

Fonte Adnkronos






Array ( )