24 June 2021

Lavoro: Draghi, 'sogno Ue nessuno indietro, ma disuguaglianze dicono altro'

Porto, 7 mag. (Adnkronos) - "Da tempo l’UE ha fatto del suo modello sociale un punto di orgoglio. Il sogno europeo è di garantire che nessuno venga lasciato indietro. Ma, già prima della pandemia, le nostre società e i nostri mercati del lavoro erano frammentati. Disuguaglianze generazionali, disuguaglianze di genere e disuguaglianze regionali". Così il premier Mario Draghi, intervenendo al panel sul tema 'Employment e Jobs' al Social Summit di Porto.

"Nell'UE - ha proseguito -, un giovane su sette non è occupato, né frequenta un corso di istruzione o di formazione. In Italia siamo vicini a uno su quattro. Il divario nel tasso di occupazione tra uomini e donne nell'UE si attesta a 11,3 punti percentuali. In Italia è quasi il doppio. Un terzo della popolazione italiana vive nelle regioni del Sud, ma la sua quota di occupazione totale è solo di un quarto. Questa non è l'Italia come dovrebbe essere, né l'Europa come dovrebbe essere".

Fonte Adnkronos






Array ( )