20 June 2021

**Scrittori: Saint-Exupery, accordo tra eredi permette pubblicazione lettere d'amore** (2)

(Adnkronos) - Antoine e Consuelo non si staccano mai dal loro patto di fedeltà coniugale anche se appaiono soggetti a polarità contraddittorie. L'amore li riunirà nei momenti più difficili, fino a New York dove lo scrittore visse tra il 1941 e il 1943. E la promessa reciproca dell'amore incondizionato permise loro di resistere, non senza sofferenza, lontananza e ansia fino alla tragica fine del pilota in mare nel luglio 1944.

La prima lettera dell'aviatore, a Buenos Aires, dove si innamorato della giovane salvadoregna sembra il preambolo di quello che diventerà "Il Piccolo Principe": "C'era una volta un bambino che aveva scoperto un tesoro. Ma questo tesoro era troppo bello per un bambino che non poteva capirlo con gli occhi e le cui braccia potevano non contenerlo. Poi il bambino divenne malinconico".

Saint-Exupéry non ha assistito al successo del suo capolavoro, "Il Piccolo Principe", pubblicato per la prima volta nel 1943 a New York, ma Consuelo. Nel 1947 un accordo risolse il problema della successione ereditaria dello scrittore, che era morto senza discendenti né testamento: Consuelo era responsabile della metà dei diritti d'autore e la famiglia di Saint-Exupéry dell'altra metà. Quando morì nel 1979, Consuelo lasciò in eredità i suoi diritti al suo segretario, lo spagnolo José Martínez Fructuoso. Poco dopo scoppio la guerra legale: il ramo di famiglia della sorella di Saint-Exupéry, Gabrielle d'Agay, portò la questione in tribunale.

Fonte Adnkronos






Array ( )