24 June 2021

Scrittori: addio a Al Young, il poeta che portò il ritmo del blues nella poesia

Los Angeles, 25 apr. - (Adnkronos) - Lo scrittore statunitense Al Young, romanziere, saggista e docente che nel 2005 l'allora governatore Arnold Schwarzenegger nominò 'poeta laureato' della California, è morto all'età di 81 anni in seguito alle conseguenze di un ictus che lo aveva colpito nel 2019.

Nato Albert James Young il 31 maggio 1939 a Ocean Springs, nello stato del Mississippi, da tempo era residente a Berkeley, città dove si era laureato all'Università della California nel 1969 e dove ha poi insegnato scrittura creativa, letteratura inglese e poesia. E' stato docente anche alla Stanford University. E' stato un protagonista del rinnovamento della letteratura afromericana negli anni '70, con romanzi come "Chi è Angelina?" (1983) e "Parla Sitting Pretty" (1985), entrambi pubblicati in italiano dalla casa editrice milanese Jaca Book.

Per Young, poesia e musica, in particolare jazz e blues, erano intrecciate. "Ha sposato la poesia e la musica insieme. Ha portato il ritmo della musica nella poesia in un modo molto integrale", ha detto Sharon Coleman, poetessa e insegnante al Berkeley City College. Con la sua prima raccolta "Dancing: Poems" (1969) vinse il Joseph Henry Jackson Award. Tra gli oltre venti libri pubblicati anche "The Song Turning Back into Itself" (1971), "The Blues Don't Change: New and Selected Poems" (1982), "Heaven: Collected Poems 1956–1990" (1992), "The Sound of Dreams Remembered: Poems 1990–2000" (2001). La sua autobiografia "Bodies and Soul: Musical Memoirs" nel 1981 vinse l'American Book Award.

Fonte Adnkronos






Array ( )