26 November 2022

Cercasi 1 profilo amministrativo Part-Time

Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email: marianna@aviorviaggi.it
Provincia: • 
Comune: • 

Settore:
Mansione: • 


Testo dell'annuncio

Tour Operator/agenzia di viaggio ricerca 1 profilo amministrativo Part-Time con comprovata esperienza ed ottima conoscenza degli strumenti informatici (World – Excel).

Il profilo da inserirsi nell’ufficio amministrativo prevede:

– Operazione Co.Ge. – IVA
– Gestione amministrativa fornitori e clienti
– Pagamenti – note spese
– Gestione fatturazione attiva e passiva (emissione fatture e note di variazione)
– Verifica e registrazione degli incassi e pagamenti, riconciliazione mastrini
– Gestione della tesoreria
– Bilanci
– Conoscenza approfondita di SIAP ( ATLANTE PLUS – AS400)

Sede lavoro: Milano
inviare curriculum: marianna@aviorviaggi.it
tel: 02 6688407 – 327772371


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434858 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lab Travel Group, operatore della distribuzione turistica che si avvale della collaborazione di oltre 150 agenti di viaggio sul territorio nazionale,  aderisce Museo del Turismo realizzando una sala dedicata alla storia delle compagnie aeree nella propria filiale di Torino, in via del Carmine. Il Museo del Turismo è un’iniziativa senza scopo di lucro ideata dallo spagnolo Alberto Bosque Coello che ha l’intento di promuovere la storia del turismo in tutto il mondo. L’Italia fa parte dei 7 paesi che ospitano le quasi 100 sale tematiche ricche di oggetti, tra cui dépliant, gadget, cartoline, timbri, biglietti e souvenir raccolti dai privati nei loro viaggi.   [gallery ids="434862,434863,434864,434865,434866,434867,434868,434869,434870,434871,434872,434873,434874,434875"] La nuova sala, la numero 73, è aperta al pubblico su prenotazione ed è stata allestita con cura e attenzione da Rita La Torre e Paolo Destefanis, agenti di viaggio Lab Travel Group e testimoni diretti della rivoluzione generata da internet nel settore del trasporto aereo, culminata con l’avvento di nuovi sistemi automatizzati per la distribuzione e il calcolo delle tariffe e il successo del modello low-cost. Il risultato è un percorso dedicato ai nostalgici dei viaggi d’antan, ma anche ai più giovani appassionati di turismo tra cimeli, memorabilia, aneddoti e oggetti vintage dal fascino senza tempo, come l’apribottiglie in omaggio ai passeggeri del Concorde che volava tra Parigi e New York negli anni ’80, caratterizzato da una forma stilizzata ispirata al profilo dello stesso Concorde e della Tour Eiffel. E ancora, le copie dei menù in First Class di Pan Am, i modellini degli aeromobili del passato, borsette portadocumenti e kit da viaggio. Da segnalare anche la sezione dedicata ai libretti degli orari, semplicemente inimmaginabili per i nativi digitali, che comprende anche una rara testimonianza dell’orario ufficiale di tutte le compagnie del mondo, raggruppato in due libroni, aggiornati e spediti alle agenzie di viaggio ogni 3 mesi. Tra i percorsi tematici più curiosi, una menzione speciale va sicuramente a quello incentrato sulla storia della biglietteria. All’interno della sala si possono trovare biglietti di ogni tipo e i manuali delle diverse compagnie per il calcolo delle tariffe in base alle miglia. Prima degli anni ’80, un agente di viaggio esperto impiegava circa quindici minuti per calcolare la tariffa di un volo diretto Milano – New York, ma poteva volerci fino a un’ora di tempo per le tratte più complesse comprensive di uno o più scali. Una volta calcolato l’importo e verificata la disponibilità, il biglietto veniva emesso con macchine speciali, che le agenzie abilitate ricevevano direttamente dalla IATA (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo) per poi essere etichettato con una targhettatrice che apponeva su di esso il marchio dell’agenzia e il logo della compagnia aerea, rendendolo valido per l’imbarco. Con l’avvento dei primi automatismi basati sui GDS (Global Distribution System), negli anni ’80 il modo di emettere i biglietti cambia completamente: la mostra ripercorre questa evoluzione arrivando fino agli “E-ticket” di oggi. Paolo Destefanis, agente di viaggio Lab Travel Group e curatore della Sala, dichiara: “Questa sala è il risultato di un grande lavoro di recupero della memoria storica e offre una retrospettiva completa sull’evoluzione delle compagnie aeree e, conseguentemente, del lavoro degli agenti di viaggio nel corso del Novecento. Molti degli oggetti esposti sono ricordi personali dei colleghi di Lab Travel Group, ma ci siamo avvalsi anche della collaborazione di altri agenti di viaggio e di ex dipendenti delle stesse compagnie, che hanno aperto i loro archivi per noi (un ringraziamento particolare va in questo senso al signor Mimmo Cristofaro, titolare dell’agenzia Contur Srl) e di affezionati e storici clienti, che hanno voluto condividere i loro ricordi di viaggio. In linea con la filosofia che anima il Museo del Turismo, intendiamo tener vivo il passato di una professione profondamente cambiata in seguito all’evoluzione tecnologica, affinché tanto gli appassionati, quanto gli addetti ai lavori di oggi possano comprendere l’impegno e il valore che da sempre caratterizza il mestiere dell’agente di viaggio”. Per visitare la sala è sufficiente fissare un appuntamento presso la filiale di Lab Travel Group di via del Carmine 28 a Torino. www.themuseumoftourism.org https://www.facebook.com/ILMUSEODELTURISMO/ https://www.instagram.com/ilmuseodelturismo/ [post_title] => Museo del Turismo: nuova sala a Torino presso Lab Travel Group [post_date] => 2022-11-25T17:31:03+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669397463000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434845 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Pare arrivare finalmente la parola fine sulla lunga vicenda di Moby da ormai più di due anni impegnata in una difficile trattativa con i creditori. Il tribunale di Milano ha infatti approvato il piano di concordato preventivo presentato dalla stessa Moby, insieme alla controllata Cin, del gruppo Onorato. L'approvazione rappresenta un passaggio fondamentale per avviare il processo di ristrutturazione finanziaria della compagnia. "Con il decreto di omologa, il tribunale ha rigettato l’unica opposizione promossa dalla Grimaldi Euromed, condannandola al pagamento delle spese", si legge in una nota ufficiale di Moby. Ora si attende l’avvio del piano di salvataggio, che dovrebbe concludersi entro il 2025. Nel frattempo, però, si sa già che il debito di Cin nei confronti della ex Tirrenia verrà risolto con la formula del saldo e stralcio per una somma complessiva di 82 milioni di euro. [post_title] => Moby: omologato il concordato della compagnia dal tribunale di Milano [post_date] => 2022-11-25T12:53:54+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669380834000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434821 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_434823" align="alignleft" width="300"] Alberto Gutierrez[/caption] Civitatis azienda di attività ed escursioni, si concentrerà sull'Italia come mercato principale per la crescita degli utenti nel 2023, secondo il suo fondatore e amministratore delegato, Alberto Gutiérrez. La piattaforma ha scelto l'Italia come mercato principale per l’anno 2023, secondo solo alla Spagna, Paese d’origine dell’azienda. L’obiettivo è quello di aumentare in maniera importante il numero di clienti presenti in Italia; “Attualmente, i clienti italiani rappresentano circa il 5 % dell’attività di Civitatis, e l’obiettivo è quello di raggiungere una quota dell’8 % nel 2023” commenta Gutiérrez. "Non lo vediamo facile, ma accessibile. Siamo a conoscenza di come funziona il mercato italiano, molto simile a quello spagnolo. Oltre alla vendita diretta al cliente, grazie al lavoro del nostro dipartimento di B2B, abbiamo il piacere di collaborare con le principali agenzie di viaggi italiane e questo ci sta permettendo di ampliare in modo rapido ed efficace il nostro network in Italia”. Oltre a questo, tra i suoi obiettivi c'è quello di aumentare il valore del marchio, ottenere più traffico e vendere di più. Per rendere tutto questo reale, Civitatis può contare su un vastissimo network di agenzie in Italia, cresciuto del 27 % rispetto al 2021, che conta ad oggi più di 5.000 agenzie di viaggi.  La piattaforma offre attualmente 75.000 attività in 3.350 destinazioni, un catalogo che è quasi triplicato dall'inizio di Covid-19, ha dichiarato Gutiérrez. "Durante la pandemia abbiamo continuato a lavorare allo stesso ritmo, ma con vendite pari a zero, quindi siamo cresciuti in termini di destinazioni e attività", ha detto il fondatore dell’azienda.  Solo il catalogo delle attività presenti in Italia nelle cinque lingue disponibili è aumentato del 150 % dopo la pandemia, mentre il catalogo delle attività in italiano presenti in tutto il mondo è aumentato del 239 %. Questo ha permesso a Civitatis di aumentare in modo significativo il numero di clienti italiani, con una crescita attuale del 273,8 % rispetto al 2019 e del 327,8 % rispetto al 2021.  [post_title] => Civitatis: Italia sarà il principale mercato di crescita nel 2023 [post_date] => 2022-11-25T10:46:45+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669373205000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434671 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non solo vacanze in tutti gli angoli del mondo, ma anche un viaggio indietro nel tempo, alla scoperta del passato dell’aviazione civile: è l’ultima proposta di Lab Travel Group, operatore leader nel settore della distribuzione turistica, che si avvale della collaborazione di oltre 150 agenti di viaggio sul territorio nazionale. Lab Travel Group ha scelto di aderire al Museo del turismo realizzando una sala dedicata alla storia delle compagnie aeree nella propria filiale di Torino, in via del Carmine. Il Museo del turismo è un’iniziativa senza scopo di lucro ideata dallo spagnolo Alberto Bosque Coello che ha l’intento di promuovere la storia del turismo in tutto il mondo. L’Italia fa parte dei 7 paesi che ospitano le quasi 100 sale tematiche ricche di oggetti, tra cui dépliant, gadget, cartoline, timbri, biglietti e souvenir raccolti dai privati nei loro viaggi. La nuova sala, la numero 73, è aperta al pubblico su prenotazione ed è stata allestita con cura e attenzione da Rita La Torre e Paolo Destefanis, agenti di viaggio Lab Travel Group e testimoni diretti della rivoluzione generata da internet nel settore del trasporto aereo, culminata con l’avvento di nuovi sistemi automatizzati per la distribuzione e il calcolo delle tariffe e il successo del modello low-cost. Il risultato è un percorso dedicato ai nostalgici dei viaggi d’antan, ma anche ai più giovani appassionati di turismo tra cimeli, memorabilia, aneddoti e oggetti vintage dal fascino senza tempo, come l’apribottiglie in omaggio ai passeggeri del Concorde che volava tra Parigi e New York negli anni ’80, caratterizzato da una forma stilizzata ispirata al profilo dello stesso Concorde e della Tour Eiffel. E ancora, le copie dei menù in First Class di Pan Am, i modellini degli aeromobili del passato, borsette portadocumenti e kit da viaggio. Da segnalare anche la sezione dedicata ai libretti degli orari, semplicemente inimmaginabili per i nativi digitali, che comprende anche una rara testimonianza dell’orario ufficiale di tutte le compagnie del mondo, raggruppato in due libroni, aggiornati e spediti alle agenzie di viaggio ogni 3 mesi. Tra i percorsi tematici più curiosi, una menzione speciale va sicuramente a quello incentrato sulla storia della biglietteria. All’interno della sala si possono trovare biglietti di ogni tipo e i manuali delle diverse compagnie per il calcolo delle tariffe in base alle miglia. Prima degli anni ’80, un agente di viaggio esperto impiegava circa quindici minuti per calcolare la tariffa di un volo diretto Milano – New York, ma poteva volerci fino a un’ora di tempo per le tratte più complesse comprensive di uno o più scali. Una volta calcolato l’importo e verificata la disponibilità, il biglietto veniva emesso con macchine speciali, che le agenzie abilitate ricevevano direttamente dalla IATA (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo) per poi essere etichettato con una targhettatrice che apponeva su di esso il marchio dell’agenzia e il logo della compagnia aerea, rendendolo valido per l’imbarco. Con l’avvento dei primi automatismi basati sui GDS (Global Distribution System), negli anni ’80 il modo di emettere i biglietti cambia completamente: la mostra ripercorre questa evoluzione arrivando fino agli “E-ticket” di oggi. Paolo Destefanis, agente di viaggio Lab Travel Group e curatore della Sala, dichiara: “Questa sala è il risultato di un grande lavoro di recupero della memoria storica e offre una retrospettiva completa sull’evoluzione delle compagnie aeree e, conseguentemente, del lavoro degli agenti di viaggio nel corso del Novecento. Molti degli oggetti esposti sono ricordi personali dei colleghi di Lab Travel Group, ma ci siamo avvalsi anche della collaborazione di altri agenti di viaggio e di ex dipendenti delle stesse compagnie, che hanno aperto i loro archivi per noi (un ringraziamento particolare va in questo senso al signor Mimmo Cristofaro, titolare dell’agenzia Contur Srl) e di affezionati e storici clienti, che hanno voluto condividere i loro ricordi di viaggio. In linea con la filosofia che anima il Museo del Turismo, intendiamo tener vivo il passato di una professione profondamente cambiata in seguito all’evoluzione tecnologica, affinché tanto gli appassionati, quanto gli addetti ai lavori di oggi possano comprendere l’impegno e il valore che da sempre caratterizza il mestiere dell’agente di viaggio”. [post_title] => Lab Travel Group apre una sala nel Museo del turismo [post_date] => 2022-11-24T10:05:21+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669284321000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434594 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Francia traccia un bilancio positivo della campagna 2022 #ExploreFrance, lanciata lo scorso aprile su 10 mercati europei grazie alla collaborazione di Atout France, 13 organismi regionali del turismo metropolitano e 30 aziende del settore turistico. "Per questa seconda edizione della campagna - ha commentato Caroline Leboucher, direttrice generale di Atout France -, abbiamo voluto ridefinire il posizionamento della destinazione Francia, distinguerci dalle destinazioni europee concorrenti e creare un forte legame emozionale con il nostro pubblico. Le aspirazioni dei clienti europei sono molto cambiate nel loro rapporto con il viaggio, non sono più le stesse dopo le crisi sanitarie, climatiche e geopolitiche vissute negli ultimi tempi. Era quindi importante raccontare una storia più coinvolgente e rappresentare l'esperienza di viaggio in un modo diverso, fuori dai sentieri battuti. Da lì è emersa una campagna di comunicazione incentrata sulla condivisione, il piacere  e i veri punti di differenziazione della Francia". Sono già in corso colloqui con i partner che desiderano rinnovare la partnership per una terza edizione nel 2023, visto che questa campagna ha permesso di offrire grande visibilità alla Destinazione Francia e di posizionarla come destinazione di riferimento per il turismo sostenibile. Al fine di favorire una migliore distribuzione nel tempo dei flussi turistici, gli investimenti hanno in particolare cercato di incoraggiare partenze per la Francia in primavera e in autunno rispettivamente con il 23% e il 27% del budget totale investito, mentre il 13% del budget è stato destinato a contenuti « per tutte le stagioni » (il 36% viene investito nella stagione estiva). La campagna prosegue sino alla fine dell'anno per incoraggiare le partenze nell'ultimo trimestre. Anche le previsioni per le prossime settimane si prospettano positive, con intenzioni di viaggi leisure entro 6 mesi, e tutte le destinazioni insieme sono in aumento rispetto al 2021. In particolare (come rilevato dal barometro delle intenzioni di partenza dei clienti internazionali TCI per Atout France, novembre 2022) per i mercati britannico (87%, +4 punti), tedesco (82%, +7 punti ), olandese (66%, +6 punti) e americano (90%, +6 punti). [post_title] => Francia: verso una terza edizione della campagna #ExploreFrance per il 2023 [post_date] => 2022-11-24T09:07:16+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669280836000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434564 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ogni mercoledì fino al 9 dicembre, i viaggiatori che hanno scelto Originaltour per scoprire l'Oman saranno ospiti di una festa con tanto di torta nel campo tendato Desert Night Camp: 5 stelle del Wahiba Sands, una vallata circondata da sabbia dorata. Proprio il prossimo 9 dicembre l'operatore compie infatti 33 anni di attività. E ha deciso di festeggiare sul campo. Originaltour è stato fondato da Loredana Arcangeli e Luciano Paparelli nel lontano 1989, proponendo viaggi in Medio ed Estremo Oriente, in Australia e Pacifico. Nel 1999 ha iniziato per primo in Italia a programmare viaggi di gruppo e individuali in Oman, meta sconosciuta agli più, e oggi è uno degli operatori riconosciuti come specialista della destinazione, con tanto di ufficio a Muscat, la capitale del Sultanato. Con Originaltour sia gli individuali, sia i gruppi visitano il paese a bordo di fuoristrada, mezzo ideale per raggiungere i luoghi più remoti e segreti del Sultanato. Con il tempo, la programmazione si è arricchita di numerose mete, concentrate in Estremo Oriente, oceano Indiano, Medio Oriente, Australia & Pacifico e Asia centrale. A metà degli anni Novanta il to ha lanciato anche una linea di viaggi per subacquei ed è stato tra i primi a proporre il mar Rosso e a portare gli italiani appassionati di immersione da Sipadan a Layang Layang in Malesia, a Manado e Derawan in Indonesia. “Da allora il mercato è profondamente cambiato - commenta Loredana Arcangeli, direttore generale dell’operatore -: oggi c’è molta più concorrenza e soprattutto notiamo un appiattimento da parte dei competitor delle proposte per l’Oman, che è il Paese per il quale siamo riconosciuti come specialisti. Sia per l’Oman, ma lo stesso vale anche per altre mete che proponiamo, come per esempio gli Emirati Arabi, l’Uzbekistan, le isole del Pacifico, l’Indonesia e la Malesia, abbiamo sempre cercato di proporre non tanto il meglio, ma quello che secondo noi può piacere alle mutate esigenze di chi viaggia. Oggi il valore di un viaggio è dato dalle esperienze che si possono fare sul posto; quelle vere che consentono di entrare in contatto con le persone, emozionarsi sotto le stelle nel deserto, nel silenzio più completo. Non è un caso se i tour che sono tra i più richiesti in Oman siano quelli della linea Adventure, dove si dorme in campi mobili e fissi nel deserto, si viaggia soltanto in fuoristrada e alcuni pasti sono al sacco: chi viaggia vuole emozionarsi e noi offriamo l’opportunità di farlo ma con la sicurezza e la garanzia di un operatore che conosce la destinazione nei minimi dettagli”. [post_title] => Originaltour compie 33 anni e li festeggia in Oman con una festa nel Desert Night Camp [post_date] => 2022-11-22T12:04:42+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669118682000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434526 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un'accademia interna dedicata al reclutamento e alla formazione di nuovo personale da assumere nelle sue proprietà italiane. Riparte il programma di formazione Belmond Academy in collaborazione con l’istituto dei Mestieri d’eccellenza Lvmh: un progetto fortemente voluto dal gruppo e inaugurato con un’edizione beta nel 2022, per cercare di dare risposta alla sistematica carenza che sta sperimentando un settore trainante dell’economia del nostro Paese.  Da fine gennaio 2023 ricomincia quindi il ciclo di attività della durata di 600 ore aperto a tutti i giovani dai 18 ai 28 anni, italiani e stranieri con italiano fluente, con diploma di scuola media superiore, non occupati e non inseriti in altri programmi di supporto alla disoccupazione. Gli allievi saranno ospitati da Belmond per tutta la durata del programma. Sono 30 i posti disponibili in questa edizione per candidati, anche privi di esperienza che, dopo aver superato l’esame di ammissione, potranno acquisire competenze altamente specializzate attraverso un percorso diviso tra 300 ore di didattica in aula e 300 ore di pratica e stage formativo in hotel. Una fase introduttiva teorica comune, guidata da docenti e professionisti del gruppo, permetterà di entrare in contatto immediato con il mondo turistico e alberghiero a 5 stelle per poi passare a uno dei due percorsi di specializzazione disponibili: food & beverage e front office. Un esame conclusivo assegnerà l’attestato di formazione e permetterà di individuare quei profili a cui sarà offerta un’assunzione stagionale della durata di sei mesi presso uno degli hotel di Belmond in Italia. “Sono estremamente entusiasta di annunciare il ritorno della collaborazione con l’istituto dei Mestieri d’eccellenza Lvmh per il progetto Belmond Academy - sottolinea Robert Koren, senior vice president della divisione Emea del gruppo -, Dopo un periodo di grande difficoltà, il nostro settore ha vissuto nel 2022 una stagione davvero straordinaria, di cui le nostre proprietà italiane sono state protagoniste con performance eccezionali. Il che ci spinge ancora di più a guardare al futuro, con nuovi investimenti, aperture ed esperienze. E’ quindi più che mai il momento di pensare ai giovani, continuando a cercare e formare i futuri professionisti alberghieri da portare nei nostri team”. Per poter accedere al primo ciclo in partenza a gennaio 2023 le candidature andranno inviate a luca.marinelli@belmond.com. [post_title] => Belmond rilancia la Academy italiana: 600 ore di corso in partenza a gennaio, 30 posti disponibili [post_date] => 2022-11-22T10:11:40+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669111900000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434513 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lufthansa si appresta ad assumere 20.000 nuovi dipendenti: la compagnia tedesca ha dato il via ad una vasta campagna di reclutamento in Germania, ponendo così fine al periodo della pandemia segnato da numerosi tagli ai posti di lavoro e dopo aver già assunto quest'anno diverse migliaia di persone. Si cercano "persone in aree orientate al prodotto e ai servizi nelle sedi di Francoforte, Monaco, Zurigo, Vienna e Bruxelles, nonché presso la base tecnologica di Amburgo e presso le sedi del gruppo Eurowings”. In particolare, l'attenzione è rivolta a tecnici, specialisti It, avvocati, piloti e assistenti di volo. "Stiamo dimostrando chiaramente che il Gruppo Lufthansa guarda al futuro con ambizione - ha dichiarato Michael Niggemann, chief human resources officer di Lufthansa -. Per essere ai vertici del settore, abbiamo bisogno di dipendenti impegnati e motivati per affrontare compiti e sfide diverse". Swiss, in particolare, stima di assumere per il prossimo anno quasi 1.000 assistenti di volo; inoltre, si cercano 80 piloti e diverse centinaia di personale di terra. In totale sono previste circa 1500 nuovi ingressi. I dati tengono conto delle fluttuazioni, ovvero della naturale uscita dei dipendenti per pensionamento o licenziamento. Alla fine di settembre il Gruppo Lufthansa contava 107.000 dipendenti. Il ceo del Gruppo, Carsten Spohr, ha recentemente fatto riferimento alla forte domanda post-pandemia che richiederà investimenti per miliardi in nuovi aeromobili, attrezzature e tecnologie informatiche.   [post_title] => Lufthansa vara una mega campagna per 20.000 nuove assunzioni [post_date] => 2022-11-22T09:06:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669107969000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434459 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Risposta negativa dal Tar Lazio al ricorso presentato da Ryanair contro l'Enac in materia di standard di sicurezza e diritto dei passeggeri. Come si legge da una nota dell'Ente nazionale dell'aviazione civile, la controversia riguardava la richiesta della low cost di richiedere il pagamento per l'assegnazione di un posto accanto al passeggero minore o con mobilità ridotta. Il giudice amministrativo ha aderito alla tesi Enac secondo cui la richiesta del vettore "configura inadempimento del vettore alla regolamentazione europea (Reg. UE 965/2012 e AMC1 CAT.OP.MPA.155), e rappresenta un impedimento concreto per l'utente passeggero alla realizzazione dei suoi diritti". Il Tar del Lazio aveva già rigettato, in sede cautelare, il ricorso presentato dalla compagnia irlandese, contro il provvedimento adottato il 16 luglio 2021 dal direttore generale dell’Enac Alessio Quaranta, d’intesa con il presidente Pierluigi Di Palma, con cui l'Enac disponeva, a tutela delle categorie di passeggeri più fragili del trasporto aereo, l'assegnazione gratuita dei posti a sedere a minori e a persone a mobilità ridotta vicino ai loro genitori e/o accompagnatori. "Nella pronuncia il Tar ha ribadito i poteri regolatori di Enac, nell’ambito delle facoltà riconosciute dalla normativa comunitaria alle autorità nazionali per l’aviazione civile, ed evidenziando come l’adempimento di norme volte alla sicurezza (safety) del trasporto aereo non possono essere riconducibili a pratiche commerciali". [post_title] => Il Tar del Lazio boccia il ricorso Ryanair contro Enac sull'assegnazione dei posti a pagamento per minori e disabili [post_date] => 2022-11-21T10:26:45+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669026405000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "cercasi 1 profilo amministrativo part time" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":64,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":640,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434858","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Lab Travel Group, operatore della distribuzione turistica che si avvale della collaborazione di oltre 150 agenti di viaggio sul territorio nazionale,  aderisce Museo del Turismo realizzando una sala dedicata alla storia delle compagnie aeree nella propria filiale di Torino, in via del Carmine.\r\n\r\nIl Museo del Turismo è un’iniziativa senza scopo di lucro ideata dallo spagnolo Alberto Bosque Coello che ha l’intento di promuovere la storia del turismo in tutto il mondo. L’Italia fa parte dei 7 paesi che ospitano le quasi 100 sale tematiche ricche di oggetti, tra cui dépliant, gadget, cartoline, timbri, biglietti e souvenir raccolti dai privati nei loro viaggi.\r\n\r\n \r\n\r\n[gallery ids=\"434862,434863,434864,434865,434866,434867,434868,434869,434870,434871,434872,434873,434874,434875\"]\r\n\r\nLa nuova sala, la numero 73, è aperta al pubblico su prenotazione ed è stata allestita con cura e attenzione da Rita La Torre e Paolo Destefanis, agenti di viaggio Lab Travel Group e testimoni diretti della rivoluzione generata da internet nel settore del trasporto aereo, culminata con l’avvento di nuovi sistemi automatizzati per la distribuzione e il calcolo delle tariffe e il successo del modello low-cost.\r\n\r\nIl risultato è un percorso dedicato ai nostalgici dei viaggi d’antan, ma anche ai più giovani appassionati di turismo tra cimeli, memorabilia, aneddoti e oggetti vintage dal fascino senza tempo, come l’apribottiglie in omaggio ai passeggeri del Concorde che volava tra Parigi e New York negli anni ’80, caratterizzato da una forma stilizzata ispirata al profilo dello stesso Concorde e della Tour Eiffel. E ancora, le copie dei menù in First Class di Pan Am, i modellini degli aeromobili del passato, borsette portadocumenti e kit da viaggio. Da segnalare anche la sezione dedicata ai libretti degli orari, semplicemente inimmaginabili per i nativi digitali, che comprende anche una rara testimonianza dell’orario ufficiale di tutte le compagnie del mondo, raggruppato in due libroni, aggiornati e spediti alle agenzie di viaggio ogni 3 mesi.\r\n\r\nTra i percorsi tematici più curiosi, una menzione speciale va sicuramente a quello incentrato sulla storia della biglietteria. All’interno della sala si possono trovare biglietti di ogni tipo e i manuali delle diverse compagnie per il calcolo delle tariffe in base alle miglia. Prima degli anni ’80, un agente di viaggio esperto impiegava circa quindici minuti per calcolare la tariffa di un volo diretto Milano – New York, ma poteva volerci fino a un’ora di tempo per le tratte più complesse comprensive di uno o più scali. Una volta calcolato l’importo e verificata la disponibilità, il biglietto veniva emesso con macchine speciali, che le agenzie abilitate ricevevano direttamente dalla IATA (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo) per poi essere etichettato con una targhettatrice che apponeva su di esso il marchio dell’agenzia e il logo della compagnia aerea, rendendolo valido per l’imbarco. Con l’avvento dei primi automatismi basati sui GDS (Global Distribution System), negli anni ’80 il modo di emettere i biglietti cambia completamente: la mostra ripercorre questa evoluzione arrivando fino agli “E-ticket” di oggi.\r\n\r\nPaolo Destefanis, agente di viaggio Lab Travel Group e curatore della Sala, dichiara: “Questa sala è il risultato di un grande lavoro di recupero della memoria storica e offre una retrospettiva completa sull’evoluzione delle compagnie aeree e, conseguentemente, del lavoro degli agenti di viaggio nel corso del Novecento. Molti degli oggetti esposti sono ricordi personali dei colleghi di Lab Travel Group, ma ci siamo avvalsi anche della collaborazione di altri agenti di viaggio e di ex dipendenti delle stesse compagnie, che hanno aperto i loro archivi per noi (un ringraziamento particolare va in questo senso al signor Mimmo Cristofaro, titolare dell’agenzia Contur Srl) e di affezionati e storici clienti, che hanno voluto condividere i loro ricordi di viaggio. In linea con la filosofia che anima il Museo del Turismo, intendiamo tener vivo il passato di una professione profondamente cambiata in seguito all’evoluzione tecnologica, affinché tanto gli appassionati, quanto gli addetti ai lavori di oggi possano comprendere l’impegno e il valore che da sempre caratterizza il mestiere dell’agente di viaggio”.\r\n\r\nPer visitare la sala è sufficiente fissare un appuntamento presso la filiale di Lab Travel Group di via del Carmine 28 a Torino.\r\n\r\nwww.themuseumoftourism.org\r\n\r\nhttps://www.facebook.com/ILMUSEODELTURISMO/\r\n\r\nhttps://www.instagram.com/ilmuseodelturismo/","post_title":"Museo del Turismo: nuova sala a Torino presso Lab Travel Group","post_date":"2022-11-25T17:31:03+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1669397463000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434845","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Pare arrivare finalmente la parola fine sulla lunga vicenda di Moby da ormai più di due anni impegnata in una difficile trattativa con i creditori. Il tribunale di Milano ha infatti approvato il piano di concordato preventivo presentato dalla stessa Moby, insieme alla controllata Cin, del gruppo Onorato. L'approvazione rappresenta un passaggio fondamentale per avviare il processo di ristrutturazione finanziaria della compagnia. \"Con il decreto di omologa, il tribunale ha rigettato l’unica opposizione promossa dalla Grimaldi Euromed, condannandola al pagamento delle spese\", si legge in una nota ufficiale di Moby.\r\n\r\nOra si attende l’avvio del piano di salvataggio, che dovrebbe concludersi entro il 2025. Nel frattempo, però, si sa già che il debito di Cin nei confronti della ex Tirrenia verrà risolto con la formula del saldo e stralcio per una somma complessiva di 82 milioni di euro.","post_title":"Moby: omologato il concordato della compagnia dal tribunale di Milano","post_date":"2022-11-25T12:53:54+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1669380834000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434821","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_434823\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Alberto Gutierrez[/caption]\r\n\r\nCivitatis azienda di attività ed escursioni, si concentrerà sull'Italia come mercato principale per la crescita degli utenti nel 2023, secondo il suo fondatore e amministratore delegato, Alberto Gutiérrez.\r\n\r\nLa piattaforma ha scelto l'Italia come mercato principale per l’anno 2023, secondo solo alla Spagna, Paese d’origine dell’azienda. L’obiettivo è quello di aumentare in maniera importante il numero di clienti presenti in Italia; “Attualmente, i clienti italiani rappresentano circa il 5 % dell’attività di Civitatis, e l’obiettivo è quello di raggiungere una quota dell’8 % nel 2023” commenta Gutiérrez. \"Non lo vediamo facile, ma accessibile. Siamo a conoscenza di come funziona il mercato italiano, molto simile a quello spagnolo. Oltre alla vendita diretta al cliente, grazie al lavoro del nostro dipartimento di B2B, abbiamo il piacere di collaborare con le principali agenzie di viaggi italiane e questo ci sta permettendo di ampliare in modo rapido ed efficace il nostro network in Italia”.\r\n\r\nOltre a questo, tra i suoi obiettivi c'è quello di aumentare il valore del marchio, ottenere più traffico e vendere di più. Per rendere tutto questo reale, Civitatis può contare su un vastissimo network di agenzie in Italia, cresciuto del 27 % rispetto al 2021, che conta ad oggi più di 5.000 agenzie di viaggi. \r\n\r\nLa piattaforma offre attualmente 75.000 attività in 3.350 destinazioni, un catalogo che è quasi triplicato dall'inizio di Covid-19, ha dichiarato Gutiérrez. \"Durante la pandemia abbiamo continuato a lavorare allo stesso ritmo, ma con vendite pari a zero, quindi siamo cresciuti in termini di destinazioni e attività\", ha detto il fondatore dell’azienda. \r\n\r\nSolo il catalogo delle attività presenti in Italia nelle cinque lingue disponibili è aumentato del 150 % dopo la pandemia, mentre il catalogo delle attività in italiano presenti in tutto il mondo è aumentato del 239 %. Questo ha permesso a Civitatis di aumentare in modo significativo il numero di clienti italiani, con una crescita attuale del 273,8 % rispetto al 2019 e del 327,8 % rispetto al 2021. ","post_title":"Civitatis: Italia sarà il principale mercato di crescita nel 2023","post_date":"2022-11-25T10:46:45+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1669373205000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434671","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Non solo vacanze in tutti gli angoli del mondo, ma anche un viaggio indietro nel tempo, alla scoperta del passato dell’aviazione civile: è l’ultima proposta di Lab Travel Group, operatore leader nel settore della distribuzione turistica, che si avvale della collaborazione di oltre 150 agenti di viaggio sul territorio nazionale.\r\n\r\nLab Travel Group ha scelto di aderire al Museo del turismo realizzando una sala dedicata alla storia delle compagnie aeree nella propria filiale di Torino, in via del Carmine.\r\n\r\nIl Museo del turismo è un’iniziativa senza scopo di lucro ideata dallo spagnolo Alberto Bosque Coello che ha l’intento di promuovere la storia del turismo in tutto il mondo. L’Italia fa parte dei 7 paesi che ospitano le quasi 100 sale tematiche ricche di oggetti, tra cui dépliant, gadget, cartoline, timbri, biglietti e souvenir raccolti dai privati nei loro viaggi.\r\n\r\nLa nuova sala, la numero 73, è aperta al pubblico su prenotazione ed è stata allestita con cura e attenzione da Rita La Torre e Paolo Destefanis, agenti di viaggio Lab Travel Group e testimoni diretti della rivoluzione generata da internet nel settore del trasporto aereo, culminata con l’avvento di nuovi sistemi automatizzati per la distribuzione e il calcolo delle tariffe e il successo del modello low-cost.\r\n\r\nIl risultato è un percorso dedicato ai nostalgici dei viaggi d’antan, ma anche ai più giovani appassionati di turismo tra cimeli, memorabilia, aneddoti e oggetti vintage dal fascino senza tempo, come l’apribottiglie in omaggio ai passeggeri del Concorde che volava tra Parigi e New York negli anni ’80, caratterizzato da una forma stilizzata ispirata al profilo dello stesso Concorde e della Tour Eiffel. E ancora, le copie dei menù in First Class di Pan Am, i modellini degli aeromobili del passato, borsette portadocumenti e kit da viaggio. Da segnalare anche la sezione dedicata ai libretti degli orari, semplicemente inimmaginabili per i nativi digitali, che comprende anche una rara testimonianza dell’orario ufficiale di tutte le compagnie del mondo, raggruppato in due libroni, aggiornati e spediti alle agenzie di viaggio ogni 3 mesi.\r\n\r\nTra i percorsi tematici più curiosi, una menzione speciale va sicuramente a quello incentrato sulla storia della biglietteria. All’interno della sala si possono trovare biglietti di ogni tipo e i manuali delle diverse compagnie per il calcolo delle tariffe in base alle miglia. Prima degli anni ’80, un agente di viaggio esperto impiegava circa quindici minuti per calcolare la tariffa di un volo diretto Milano – New York, ma poteva volerci fino a un’ora di tempo per le tratte più complesse comprensive di uno o più scali. Una volta calcolato l’importo e verificata la disponibilità, il biglietto veniva emesso con macchine speciali, che le agenzie abilitate ricevevano direttamente dalla IATA (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo) per poi essere etichettato con una targhettatrice che apponeva su di esso il marchio dell’agenzia e il logo della compagnia aerea, rendendolo valido per l’imbarco. Con l’avvento dei primi automatismi basati sui GDS (Global Distribution System), negli anni ’80 il modo di emettere i biglietti cambia completamente: la mostra ripercorre questa evoluzione arrivando fino agli “E-ticket” di oggi.\r\n\r\nPaolo Destefanis, agente di viaggio Lab Travel Group e curatore della Sala, dichiara: “Questa sala è il risultato di un grande lavoro di recupero della memoria storica e offre una retrospettiva completa sull’evoluzione delle compagnie aeree e, conseguentemente, del lavoro degli agenti di viaggio nel corso del Novecento. Molti degli oggetti esposti sono ricordi personali dei colleghi di Lab Travel Group, ma ci siamo avvalsi anche della collaborazione di altri agenti di viaggio e di ex dipendenti delle stesse compagnie, che hanno aperto i loro archivi per noi (un ringraziamento particolare va in questo senso al signor Mimmo Cristofaro, titolare dell’agenzia Contur Srl) e di affezionati e storici clienti, che hanno voluto condividere i loro ricordi di viaggio. In linea con la filosofia che anima il Museo del Turismo, intendiamo tener vivo il passato di una professione profondamente cambiata in seguito all’evoluzione tecnologica, affinché tanto gli appassionati, quanto gli addetti ai lavori di oggi possano comprendere l’impegno e il valore che da sempre caratterizza il mestiere dell’agente di viaggio”.","post_title":"Lab Travel Group apre una sala nel Museo del turismo","post_date":"2022-11-24T10:05:21+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1669284321000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434594","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Francia traccia un bilancio positivo della campagna 2022 #ExploreFrance, lanciata lo scorso aprile su 10 mercati europei grazie alla collaborazione di Atout France, 13 organismi regionali del turismo metropolitano e 30 aziende del settore turistico.\r\n\r\n\"Per questa seconda edizione della campagna - ha commentato Caroline Leboucher, direttrice generale di Atout France -, abbiamo voluto ridefinire il posizionamento della destinazione Francia, distinguerci dalle destinazioni europee concorrenti e creare un forte legame emozionale con il nostro pubblico. Le aspirazioni dei clienti europei sono molto cambiate nel loro rapporto con il viaggio, non sono più le stesse dopo le crisi sanitarie, climatiche e geopolitiche vissute negli ultimi tempi. Era quindi importante raccontare una storia più coinvolgente e rappresentare l'esperienza di viaggio in un modo diverso, fuori dai sentieri battuti. Da lì è emersa una campagna di comunicazione incentrata sulla condivisione, il piacere  e i veri punti di differenziazione della Francia\".\r\n\r\nSono già in corso colloqui con i partner che desiderano rinnovare la partnership per una terza edizione nel 2023, visto che questa campagna ha permesso di offrire grande visibilità alla Destinazione Francia e di posizionarla come destinazione di riferimento per il turismo sostenibile.\r\n\r\nAl fine di favorire una migliore distribuzione nel tempo dei flussi turistici, gli investimenti hanno in particolare cercato di incoraggiare partenze per la Francia in primavera e in autunno rispettivamente con il 23% e il 27% del budget totale investito, mentre il 13% del budget è stato destinato a contenuti « per tutte le stagioni » (il 36% viene investito nella stagione estiva).\r\n\r\nLa campagna prosegue sino alla fine dell'anno per incoraggiare le partenze nell'ultimo trimestre. Anche le previsioni per le prossime settimane si prospettano positive, con intenzioni di viaggi leisure entro 6 mesi, e tutte le destinazioni insieme sono in aumento rispetto al 2021. In particolare (come rilevato dal barometro delle intenzioni di partenza dei clienti internazionali TCI per Atout France, novembre 2022) per i mercati britannico (87%, +4 punti), tedesco (82%, +7 punti ), olandese (66%, +6 punti) e americano (90%, +6 punti).","post_title":"Francia: verso una terza edizione della campagna #ExploreFrance per il 2023","post_date":"2022-11-24T09:07:16+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1669280836000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434564","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ogni mercoledì fino al 9 dicembre, i viaggiatori che hanno scelto Originaltour per scoprire l'Oman saranno ospiti di una festa con tanto di torta nel campo tendato Desert Night Camp: 5 stelle del Wahiba Sands, una vallata circondata da sabbia dorata. Proprio il prossimo 9 dicembre l'operatore compie infatti 33 anni di attività. E ha deciso di festeggiare sul campo. Originaltour è stato fondato da Loredana Arcangeli e Luciano Paparelli nel lontano 1989, proponendo viaggi in Medio ed Estremo Oriente, in Australia e Pacifico. Nel 1999 ha iniziato per primo in Italia a programmare viaggi di gruppo e individuali in Oman, meta sconosciuta agli più, e oggi è uno degli operatori riconosciuti come specialista della destinazione, con tanto di ufficio a Muscat, la capitale del Sultanato.\r\n\r\nCon Originaltour sia gli individuali, sia i gruppi visitano il paese a bordo di fuoristrada, mezzo ideale per raggiungere i luoghi più remoti e segreti del Sultanato. Con il tempo, la programmazione si è arricchita di numerose mete, concentrate in Estremo Oriente, oceano Indiano, Medio Oriente, Australia & Pacifico e Asia centrale. A metà degli anni Novanta il to ha lanciato anche una linea di viaggi per subacquei ed è stato tra i primi a proporre il mar Rosso e a portare gli italiani appassionati di immersione da Sipadan a Layang Layang in Malesia, a Manado e Derawan in Indonesia.\r\n\r\n“Da allora il mercato è profondamente cambiato - commenta Loredana Arcangeli, direttore generale dell’operatore -: oggi c’è molta più concorrenza e soprattutto notiamo un appiattimento da parte dei competitor delle proposte per l’Oman, che è il Paese per il quale siamo riconosciuti come specialisti. Sia per l’Oman, ma lo stesso vale anche per altre mete che proponiamo, come per esempio gli Emirati Arabi, l’Uzbekistan, le isole del Pacifico, l’Indonesia e la Malesia, abbiamo sempre cercato di proporre non tanto il meglio, ma quello che secondo noi può piacere alle mutate esigenze di chi viaggia. Oggi il valore di un viaggio è dato dalle esperienze che si possono fare sul posto; quelle vere che consentono di entrare in contatto con le persone, emozionarsi sotto le stelle nel deserto, nel silenzio più completo. Non è un caso se i tour che sono tra i più richiesti in Oman siano quelli della linea Adventure, dove si dorme in campi mobili e fissi nel deserto, si viaggia soltanto in fuoristrada e alcuni pasti sono al sacco: chi viaggia vuole emozionarsi e noi offriamo l’opportunità di farlo ma con la sicurezza e la garanzia di un operatore che conosce la destinazione nei minimi dettagli”.","post_title":"Originaltour compie 33 anni e li festeggia in Oman con una festa nel Desert Night Camp","post_date":"2022-11-22T12:04:42+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1669118682000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434526","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un'accademia interna dedicata al reclutamento e alla formazione di nuovo personale da assumere nelle sue proprietà italiane. Riparte il programma di formazione Belmond Academy in collaborazione con l’istituto dei Mestieri d’eccellenza Lvmh: un progetto fortemente voluto dal gruppo e inaugurato con un’edizione beta nel 2022, per cercare di dare risposta alla sistematica carenza che sta sperimentando un settore trainante dell’economia del nostro Paese. \r\n\r\nDa fine gennaio 2023 ricomincia quindi il ciclo di attività della durata di 600 ore aperto a tutti i giovani dai 18 ai 28 anni, italiani e stranieri con italiano fluente, con diploma di scuola media superiore, non occupati e non inseriti in altri programmi di supporto alla disoccupazione. Gli allievi saranno ospitati da Belmond per tutta la durata del programma. Sono 30 i posti disponibili in questa edizione per candidati, anche privi di esperienza che, dopo aver superato l’esame di ammissione, potranno acquisire competenze altamente specializzate attraverso un percorso diviso tra 300 ore di didattica in aula e 300 ore di pratica e stage formativo in hotel. Una fase introduttiva teorica comune, guidata da docenti e professionisti del gruppo, permetterà di entrare in contatto immediato con il mondo turistico e alberghiero a 5 stelle per poi passare a uno dei due percorsi di specializzazione disponibili: food & beverage e front office. Un esame conclusivo assegnerà l’attestato di formazione e permetterà di individuare quei profili a cui sarà offerta un’assunzione stagionale della durata di sei mesi presso uno degli hotel di Belmond in Italia.\r\n\r\n“Sono estremamente entusiasta di annunciare il ritorno della collaborazione con l’istituto dei Mestieri d’eccellenza Lvmh per il progetto Belmond Academy - sottolinea Robert Koren, senior vice president della divisione Emea del gruppo -, Dopo un periodo di grande difficoltà, il nostro settore ha vissuto nel 2022 una stagione davvero straordinaria, di cui le nostre proprietà italiane sono state protagoniste con performance eccezionali. Il che ci spinge ancora di più a guardare al futuro, con nuovi investimenti, aperture ed esperienze. E’ quindi più che mai il momento di pensare ai giovani, continuando a cercare e formare i futuri professionisti alberghieri da portare nei nostri team”. Per poter accedere al primo ciclo in partenza a gennaio 2023 le candidature andranno inviate a luca.marinelli@belmond.com. ","post_title":"Belmond rilancia la Academy italiana: 600 ore di corso in partenza a gennaio, 30 posti disponibili","post_date":"2022-11-22T10:11:40+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1669111900000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434513","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Lufthansa si appresta ad assumere 20.000 nuovi dipendenti: la compagnia tedesca ha dato il via ad una vasta campagna di reclutamento in Germania, ponendo così fine al periodo della pandemia segnato da numerosi tagli ai posti di lavoro e dopo aver già assunto quest'anno diverse migliaia di persone. Si cercano \"persone in aree orientate al prodotto e ai servizi nelle sedi di Francoforte, Monaco, Zurigo, Vienna e Bruxelles, nonché presso la base tecnologica di Amburgo e presso le sedi del gruppo Eurowings”. In particolare, l'attenzione è rivolta a tecnici, specialisti It, avvocati, piloti e assistenti di volo.\r\n\r\n\"Stiamo dimostrando chiaramente che il Gruppo Lufthansa guarda al futuro con ambizione - ha dichiarato Michael Niggemann, chief human resources officer di Lufthansa -. Per essere ai vertici del settore, abbiamo bisogno di dipendenti impegnati e motivati per affrontare compiti e sfide diverse\".\r\n\r\nSwiss, in particolare, stima di assumere per il prossimo anno quasi 1.000 assistenti di volo; inoltre, si cercano 80 piloti e diverse centinaia di personale di terra. In totale sono previste circa 1500 nuovi ingressi. I dati tengono conto delle fluttuazioni, ovvero della naturale uscita dei dipendenti per pensionamento o licenziamento. Alla fine di settembre il Gruppo Lufthansa contava 107.000 dipendenti. Il ceo del Gruppo, Carsten Spohr, ha recentemente fatto riferimento alla forte domanda post-pandemia che richiederà investimenti per miliardi in nuovi aeromobili, attrezzature e tecnologie informatiche.\r\n\r\n ","post_title":"Lufthansa vara una mega campagna per 20.000 nuove assunzioni","post_date":"2022-11-22T09:06:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669107969000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434459","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Risposta negativa dal Tar Lazio al ricorso presentato da Ryanair contro l'Enac in materia di standard di sicurezza e diritto dei passeggeri. Come si legge da una nota dell'Ente nazionale dell'aviazione civile, la controversia riguardava la richiesta della low cost di richiedere il pagamento per l'assegnazione di un posto accanto al passeggero minore o con mobilità ridotta. Il giudice amministrativo ha aderito alla tesi Enac secondo cui la richiesta del vettore \"configura inadempimento del vettore alla regolamentazione europea (Reg. UE 965/2012 e AMC1 CAT.OP.MPA.155), e rappresenta un impedimento concreto per l'utente passeggero alla realizzazione dei suoi diritti\".\r\n\r\nIl Tar del Lazio aveva già rigettato, in sede cautelare, il ricorso presentato dalla compagnia irlandese, contro il provvedimento adottato il 16 luglio 2021 dal direttore generale dell’Enac Alessio Quaranta, d’intesa con il presidente Pierluigi Di Palma, con cui l'Enac disponeva, a tutela delle categorie di passeggeri più fragili del trasporto aereo, l'assegnazione gratuita dei posti a sedere a minori e a persone a mobilità ridotta vicino ai loro genitori e/o accompagnatori.\r\n\"Nella pronuncia il Tar ha ribadito i poteri regolatori di Enac, nell’ambito delle facoltà riconosciute dalla normativa comunitaria alle autorità nazionali per l’aviazione civile, ed evidenziando come l’adempimento di norme volte alla sicurezza (safety) del trasporto aereo non possono essere riconducibili a pratiche commerciali\".","post_title":"Il Tar del Lazio boccia il ricorso Ryanair contro Enac sull'assegnazione dei posti a pagamento per minori e disabili","post_date":"2022-11-21T10:26:45+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669026405000]}]}}