17 April 2021

Palazzo Castriota di Corigliano Calabro si trasforma in relais

[ 1 ]

Grazie al contributo della Comunità europea il Palazzo Castriota di Corigliano Calabro è oggi una struttura ricettiva: aprirà infatti il prossimo 19 settembre 2009 con la nuova veste di Relais Hotel Palazzo Castriota (4 stelle). Il relais si sviluppa su un edificio arroccato sulla cinta muraria di Corigliano, su oltre 750 metri quadrati ed è dotato di camere con vista sul golfo.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353800 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Gruppo Franco-Olandese Air France-KLM ha celebrato, con un flash mob, insieme ai propri clienti il primo anno dall’avvio del rinnovato programma Flying Blue dedicato agli affezionati globetrotter che scelgono di volare ogni anno con le flotte Air France – KLM.  Lo spettacolare flash mob si è svolto all’aeroporto di Venezia Marco Polo Tessera con la partecipazione di 8 danzatrici trasformate in splendide farfalle blu che hanno scaldato l’atmosfera nell’area dedicata ai check-in delle due compagnie aeree, esibendosi in una magica danza che ha saputo coinvolgere tutto il pubblico presente.  Un piacevolissimo omaggio è stato consegnato a tutti i presenti: una graziosa confezione brandizzata Air France-KLM con, all’interno, due squisiti e sfiziosi macarones blu. Lo staff del gruppo, infine, ha assistito tutti i presenti, rispondendo alle curiosità e alle domande inerenti il programma Flying Blue la cui iscrizione, gratuita, consente accesso diretto a un mondo di opportunità per rendere indimenticabile qualsiasi viaggio. L’appuntamento di Venezia è stato il secondo, dopo Malpensa, di una serie di altri e coinvolgenti appuntamenti in diversi aeroporti italiani che seguiranno a breve. [post_title] => Air France, un flash mob nel primo anniversario di Flying Blue For Me [post_date] => 2019-05-31T08:45:20+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559292320000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353585 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mostre, concerti, fuochi d’artificio, musica in piazza e visite nei palazzi istituzionali. Così la Liguria celebra la festa della Repubblica. Il 2 giugno torna a Genova Palazzi svelati, l’apertura al pubblico, con molte novità, di ventotto sedi istituzionali normalmente chiuse al pubblico.  Grande attesa per l’apprezzatissima apertura del Palazzo della Regione Liguria, che quest’anno oltre alla collezione tradizionale, ospita due antiche copie del Caravaggio, una inedita e di eccezionale valore artistico, l’altra un capolavoro del grande pittore seicentesco Bernardo Strozzi. In tutta la città numerose le possibilità di entrare in luoghi di solito riservati agli addetti ai lavori come il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Forte San Giuliano, i depositi di Palazzo Bianco. Una grande giornata di festa che si concluderà nel cuore cittadino, nella suggestiva cornice di Piazza de Ferrari, dove a partire dalle 18.30 si brinderà con vino e focaccia, al ritmo di Radio Babboleo.  La giornata verrà coronata dai tradizionali e spettacolari fuochi d’artificio che alle 21.30 illumineranno il cielo di Genova. Tra i Palazzi aperti la Capitaneria di Porto (Via Magazzini Generali - Apertura dalle 9.00 alle 12.30); Complesso Monumentale Sant'Ignazio (Via S. Chiara, 28 r - Apertura dalle 10.00 alle 19.00 con visite guidate al Complesso Monumentale (ore 10,12,14,16,18) ed illustrazione di tecniche di restauro su documenti); Istituto Idrografico della Marina Militare (Passo dell’Osservatorio, 4 - Apertura dalle 9.30 alle 12.30 con visite guidate); Palazzo della Borsa (Via XX Settembre, 44 - Apertura dalle 15.00 alle 22.00). [post_title] => Genova, il 2 giugno Festa della Repubblica torna Palazzi Svelati [post_date] => 2019-05-29T12:42:23+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559133743000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353413 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il movimento Life Beyond Tourism sarà presente per la prima volta alla Fiera del commercio di Pechino Ciftis, - la terza per importanza e dimensioni dopo Canton e Shanghai, organizzata dal ministero del commercio della Repubblica popolare cinese e dalla municipalità di Pechino, - insieme ai propri affiliati che avranno la grande opportunità di presentare le eccellenze toscane e le loro attività, aprendosi al più grande mercato del mondo, quello cinese. Un’opportunità di grande valore culturale e commerciale che grazie alla forza del movimento Life Beyond Tourism le aziende aderenti, le associazioni, gli artigiani, gli artisti ecc, hanno colto per presentare la loro storia e la loro attività aprendo le porte al mercato internazionale e instaurando relazioni e contatti nell’ampia rete Life Beyond Tourism costituita da oltre 500 istituzioni in 111 Paesi. Due location d’eccezione nel polo espositivo che si divide in China national conference center e Olympic sports center celebration square dove il Movimento Life Beyond Tourism avrà a disposizione due stand da destinare alla visibilità delle aziende affiliate che esporranno le tipicità del territorio e porteranno un angolo di Toscana a Pechino, in uno dei più grandi mercati al mondo. I nuovi orizzonti culturali e la nuova frontiera commerciale proposta alle aziende affiliate al movimento Life Beyond Tourism trovano fondamento nella Fondazione Romualdo Del Bianco che dal 1991 si occupa di promuovere il viaggio dei valori oltre il turismo dei beni di consumo e saranno supportati dalla presenza in fiera degli esponenti dell’Istituto Life Beyond Tourism e del centro congressi al Duomo anch’essi promotori delle espressioni culturali del territorio e punti di riferimento mondiale per gli scambi interculturali.  Nell’ambito della manifestazione, durante le conferenze in cui le realtà italiane aderenti al movimento Life Beyond Tourism si presenteranno alle istituzioni, ai media e ai possibili buyers, sarà sancito l’accordo ufficiale tra Scpc (Search for culture power committee) e Life Beyond Tourism per il lancio ufficiale del programma China meets Europe in Florence. Ovvero Firenze diventa centro strategico europeo per l’internazionalizzazione attraverso la rete mondiale Life Beyond Tourism e l’utilizzo del centro studi di Palazzo Coppini e dello spazio Iclab, elette a polo nevralgico per incontri con interlocutori dell’intera Europa. La Fiera di Pechino non sarà quindi solo un’opportunità di visibilità commerciale e di penetrazione nel mercato cinese ma soprattutto utile per lo sviluppo di una rete di scambi Italia/Cina e per la valorizzazione delle realtà culturali toscane e del made in Italy nel panorama mondiale. [post_title] => Life Beyond Tourism, le eccellenze italiane in Cina a CIFTIS [post_date] => 2019-05-27T15:52:05+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558972325000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353261 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Vola con Gully ha debuttato a Genova in occasione di una serata dedicata alle agenzie di viaggio. In realtà l'operatore nasce nel 1991 come agenzia dettagliante, Il Tempo Ritrovato, e poi nel 2005 si trasforma in tour operator. Di recente l’operatore è stato acquisito da Sirius Ship Management (gruppo d’Amico, società di navigazione) con l’obiettivo di dare rilievo all’operatore, e quindi ampliare l’operativo e rafforzare la struttura commerciale con un marchio nuovo: Vola con Gully. «Nel 2014 l'operatore decise di staccarsi dall'agenzia e di proseguire con i programmi di punta - commenta Franco Travini prima titolare de Il Tempo Ritrovato e ora responsabile commerciale e sviluppo to per la Liguria di Vola con Gully – che includono le Antille Francesi, le Isole Cook e le Seychelles e che proponiamo ormai da diversi anni grazie allo spirito organizzativo che ha sempre contraddistinto tutto il team». In autunno saranno organizzati altri eventi, anche in collaborazione con Gattinoni, per far conoscere il marchio. L’operatore punta a rafforzare la programmazione mantenendo le tre destinazioni Antille Francesi, le Isole Cook e le Seychelles, allo scopo di essere identificati dalle agenzie per una consulenza e assistenza specifiche. «L'obiettivo è quello di mantenere lo stesso approccio - aggiunge Francesca Manzi, direttore generale Sirius Ship Management - puntando sempre su un servizio personalizzato. Perchèé i rapporti personali, in questo caso con le agenzie di viaggio, fanno la differenza». Il team molto affiatato de Il Tempo Ritrovato è stato confermato ed è stato aggiunto Piero Spina, proveniente da un'esperienza di 18 anni in Air France. [post_title] => Debutta il brand Vola con Gully e punta su Antille Francesi, Isole Cook e Seychelles [post_date] => 2019-05-27T10:53:31+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558954411000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353235 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’isola di Djerba è un piccolo “paradiso mediterraneo” con le sue spiagge di sabbia fine, il mare dalle acque tiepide e dal clima mite, sia in estate che in inverno. In questi giorni, Djerba vive il ritmo del pellegrinaggio annuale della Ghriba che riunisce i fedeli di tutte le età provenienti da tutto il mondo per celebrare il Lag Ba’Omer, festa che si tiene 33 giorni dopo la Pasqua ebraica, in un’atmosfera festosa ed ecumenica. Situata nel villaggio ebraico di Hara Seghira (attualmente conosciuto come Er-Riadh), la Ghriba è la sinagoga più antica della Tunisia ed è il centro della vita ebraica dell’isola. Quest’anno il pellegrinaggio è stato eccezionale poiché è coinciso con il mese sacro del Ramadan. Le comunità ebraica e musulmana si sono riunite per uno scambio interreligioso che conferma la natura secolare della tolleranza religiosa e della coesistenza pacifica dell’isola di Djerba. Non è un’utopia o idealismo, ma una realtà concreta e immutabile. Quest’anno erano previsti circa 5000 partecipanti all’appuntamento religioso che si trasforma per alcuni in un pellegrinaggio commemorativo per ritrovare le proprie radici e conoscere le proprie origini. In questa occasione si è tenuto, nella mattinata di mercoledì 22 maggio 2019, un convegno internazionale sul tema “Le Bien Vivre Ensemble” (Il Buon Vivere Insieme) con la presenza di René Trabelsi, Ministro del Turismo e dell’Artigianato, e ulteriormente arricchito dagli interventi di Moshé Lewin, vice-presidente della Conferenza dei Rabbini europei, Dominique Jarrassé, specialista del patrimonio ebraico francese e storico dell’arte e la Signora Afef Mbarek, Professoressa all’Università di Manouba. [post_title] => Isola di Djerba, oltre 5 mila partecipanti al pellegrinaggio della Ghriba [post_date] => 2019-05-27T09:26:58+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558949218000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353139 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio e Laurus al Duomo si preparano ad accogliere i viaggiatori desiderosi di scoprire anche il lato divertente di Firenze che ospiterà numerosi eventi nell’arco del mese di giugno. Si parte con il Firenze Rocks, il famoso festival in grado di attrarre le più grandi stelle della musica rock. Quest’anno il festival si terrà dal 13 al 16 giugno sempre presso il Parco delle Cascine di Firenze e vedrà altrettanti artisti internazionali esibirsi sul palco: Smashing Pumpkins, Eddie Vedder, Ed Sheeran, The Cure, Snow Patrol sono solo alcuni. Alla musica rock del festival più atteso dell’anno seguirà il magnifico spettacolo pirotecnico con i tradizionali “fohi d’artificio” che ogni anno, in occasione della Festa di San Giovanni il 24 giugno, colorano il cielo sopra Firenze e si riflettono nell’Arno. Una giornata ricca di eventi in città che inizierà con il tradizionale corteo storico per la consegna dei Ceri e delle Croci al Sindaco della città di Firenze e all’Arcivescovo della città di Firenze, seguito dalla Santa Messa. La stessa giornata a Firenze si svolgerà anche la finalissima del Calcio Storico che si disputerà tra Rossi e Verdi con appuntamento alle 17.00 nello scenario di piazza Santa Croce per assistere all'ultima partita dell'antico gioco fiorentino. Sempre il 24 Giugno la città darà il via a numerose altre iniziative: dall’apertura della Torre di San Nicolò a cui seguiranno nei giorni successivi le aperture della Torre della Zecca, della Fortezza da Basso e della Torre di Palazzo Vecchio; concerti di musica sacra in cattedrale, feste e maratona musicale nella più grande arena per spettacoli all'aperto della città. Per il mese di giugno si può soggiornare approfittando delle seguenti proposte: Hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio : quote a partire da 219 € per camera doppia per notte inclusa colazione. Hotel Laurus al Duomo: quote a partire da 229 € per camera doppia per notte inclusa colazione. [post_title] => Firenze, i pacchetti estivi del Pitti Palace e del Laurus al Duomo [post_date] => 2019-05-24T11:11:24+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558696284000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353075 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Helvetia & Bristol Firenze – Starhotels collezione, aperto nel 1883, riapre le porte dopo la ristrutturazione che, grazie al contributo di maestri artigiani italiani, ha reso all’albergo il suo autentico splendore arricchito dal lusso e dai comfort contemporanei. Le 64 camere di differenti categorie sono state tutte rinnovate e finemente arredate con oggetti di pregio e gli ambienti ripensati ispirandosi alle atmosfere che hanno affascinato i viaggiatori all’epoca del Grand Tour. Anche il Winter Garden, coperto dal soffitto in vetro in stile Liberty novecentesco, è stato ridisegnato per accogliere quello che diventerà un indirizzo di riferimento per gli appassionati di fine dining in città. La location si affaccia sul Tinello, firmato da Riccardo Barthel che ospita il buffet delle colazioni, show cooking ed eventi. La prima parte della ristrutturazione coinvolge infine le facciate del palazzo, la lobby ed il bar, che verranno ultimate in giugno. I lavori nel corpo centrale stanno volgendo al termine, la conclusione dell'intero progetto è attesa per novembre 2019 quando l'annessione dell'edificio adiacente - che precedentemente ospitava il Banco di Roma - arricchirà l'hotel con 25 nuove camere e suite, una spa e spazi per eventi. [post_title] => L'Helvetia & Bristol Firenze torna ad accogliere i suoi ospiti dopo il rinnovo [post_date] => 2019-05-23T15:34:27+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558625667000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352938 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un Castello incantato, di proprietà della famiglia Zanardi-Landi, che si affaccia sul fiume Trebbia. Il Castello di Rivalta, che fa parte dell’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, ha organizzato tre mostre, aperte fino al 14 giugno, per aprire al pubblico alcune collezioni e aree del Palazzo. Mostra di vedute ottiche “Viaggio in Europa”: solo in occasione della mostra è possibile ammirare ambienti solitamente inaccessibili, in particolare, nella stanza della musica, troverete una collezione davvero molto interessante, esposta per la seconda volta volta: 104 vedute ottiche originali del 1700. Mostra “Le tavole di un ‘antica famiglia piacentina”: Ritorna a gran richiesta, anche per il 2019, la straordinaria mostra di “mise en place”, curata personalmente dal Conte Orazio Zanardi Landi per consentire a ogni visitatore di poter fare esperienza diretta dello stile di vita di una famiglia nobile dei secoli passati. Nelle scorse edizioni migliaia sono stati i visitatori, provenienti dall’Italia e dall’estero (appassionati di antiquariato, storici dell’arte, collezionisti e semplici turisti), che sono giunti a Rivalta per ammirare qualcosa che ha il profondo sapore del “vissuto”. Mostra “Costumi di Artemio Cabassi”: Storie di passioni e duelli, di delitti e amori proibiti, in bilico tra storiografia e romanzo, in tempi remoti di cui ci resta il sapore di nobili gesta raccontate in pagine ingiallite e vecchi ritratti. Storie lontane che avrebbero potuto spegnersi lungo i secoli, ma che sono giunte fino a noi ritrovando, nello spirito che anima l’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, una nuova veste, tra le mura dei manieri medievali. Il Castello di Rivalta è uno dei gioielli del territorio Destinazione Turistica Emilia: www.visitemilia.com. [post_title] => Castello di Rivalta, tre mostre per scoprire la storia e le tradizioni [post_date] => 2019-05-23T12:23:26+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558614206000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352905 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Diventare azionisti di Amavido per contribuire alla rigenerazione dei borghi italiani: è questo l’obiettivo della campagna di crowdinvesting lanciata da Amavido, startup italo-tedesca che si occupa di aggregare e promuovere l’offerta turistica, ricettiva ed esperienziale dei piccoli comuni italiani. Con la campagna iniziata il 17 maggio sul portale della società BacktoWork24, infatti, Amavido compie un passo fondamentale per la propria crescita, ma al contempo dà uno straordinario impulso all’innovazione del mercato turistico italiano e al “Rinascimento” in atto in territori per troppo tempo abbandonati a se stessi e al rischio di spopolamento e perdita di identità. «Io sono nato in Germania - spiega  l’amministratore delegato Dominik Calzone - ma mio padre è originario di un paesino in Calabria. Quando mia sorella e io eravamo piccoli andavamo sempre in quel borgo, ed eravamo innamorati dell’atmosfera che si viveva. Poi, crescendo, ci siamo resi conto anche dei problemi che c’erano, con la mancanza di lavoro e l’abbandono delle case: un fenomeno stranissimo ai nostri occhi, perché sappiamo quante persone sono interessate a vivere esperienze in questi luoghi». Così, unendo le caratteristiche di una innovativa piattaforma on line con il calore umano e l’attenzione al cliente di un’agenzia di viaggio, questa startup da quattro anni si occupa di portare turisti tedeschi a visitare, o meglio a entrare in contatto con lo sterminato patrimonio di questi piccoli Comuni attraverso proposte personalizzate e calibrate sui desideri degli stessi viaggiatori. Il turismo di Amavido: “rendere visibile l’invisibile” Sostenibile, responsabile, esperienziale: sono queste le caratteristiche del turismo contemporaneo, e lo saranno sempre di più nei prossimi anni. Amavido ha intuito già dal 2015 lo straordinario potenziale del turismo “trasformativo” insito nei borghi italiani e lo ha fatto proprio, nel totale rispetto delle tendenze del mercato e soprattutto della cultura di questi posti. È quindi piuttosto facile prevedere che nei prossimi anni il fenomeno del ritorno ai borghi assumerà dimensioni via via maggiori, compiendo il Rinascimento contemporaneo che tanti italiani auspicano per questi territori, così importanti nella storia del nostro Paese. Una rigenerazione urbana in piena regola, che è alla base della visione con cui è nata e cresciuta amavido. Il momento perfetto per investire in amavido: il turismo del futuro A completare il quadro a tinte rinascimentali di cui sono oggi protagonisti i borghi italiani, c’è anche il settore economico in cui opera Amavido: quello del turismo digitale. [post_title] => Amavido, come diventare azionisti del rinascimento 4.0 dei borghi italiani [post_date] => 2019-05-23T09:39:34+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558604374000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti