24 April 2019

Trenitalia firma l’intesa con Ctrip e incentiva i flussi turistici dalla Cina

[ 0 ]

Trenitalia ha siglato un accordo con Ctrip Group, la principale agenzia di viaggio online in Cina. Una partnership fondamentale per aumentare la conoscenza dei prodotti Trenitalia, sviluppare il turismo dall’estero e intercettare i flussi internazionali in arrivo nei principali aeroporti italiani. L’accordo è stato sottoscritto da Serafino Lo Piano, responsabile vendite long haul di Trenitalia e Jane Jie Sun, chief executive officer e founder di Ctrip Group. La firma rientra fra le attività previste durante la visita ufficiale in Italia del Presidente della Repubblica popolare cinese Xi Jinping.

L’intesa permette la promozione e l’acquisto dei biglietti e dei prodotti di Trenitalia sulla piattaforma Ctrip, che conta circa 300 milioni di utenti registrati. In generale, nel 2018 i turisti stranieri sui treni di Trenitalia sono aumentati di circa il 20%, una percentuale maggiore rispetto agli arrivi complessivi in Italia.

L’accordo con Ctrip rientra fra le tante iniziative di Trenitalia per attirare e soddisfare le esigenze dei turisti cinesi e di tutti coloro che scelgono il treno per motivi di svago e turismo. Sono già presenti, infatti, informazioni in lingua cinese su monitor a bordo treno, flyer e volantini e alla pagina dedicata sul sito web trenitalia.com, insieme alla possibilità di acquistare cibo tipico su richiesta. Servizi che hanno permesso alla società di avere la certificazione Welcome Chinese da parte di Select Holding, incaricato dal Ministero della Cultura e del Turismo Cinese, ricevendo inoltre nel 2018 a Shangai l’upgrade di qualità a gold e puntando ora al livello superiore.

Trenitalia ha un ruolo fondamentale nello sviluppo turistico del Paese, anche in previsione dell’arrivo di 550 milioni di nuovi turisti in Europa. Tutte le società del Gruppo FS Italiane sono impegnate nello sviluppo di un sistema integrato di offerta che crei un trasporto intermodale e le condizioni di accessibilità allo sviluppo turistico del Paese, contribuendo alla redistribuzione dei flussi tradizionalmente concentrati solo nelle grandi città d’arte e nei periodi di alta stagione.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti