24 September 2017

Nasce easyJet Europe: sede in Austria. Primo colpo alla Brexit

[ 0 ]

EasyJet svela i progetti sul nuovo certificato di operatore aereo europeo, che le consentirà di continuare ad operare voli all’interno dell’Unione dopo che il Regno Unito avrà lasciato l’Ue. La compagnia spiega in una nota di aver fatto richiesta all’ “Austro Control” per l’ottenimento di un Coa e al Ministero Federale per i Trasporti, Innovazione e Technologia Austriaco (Bmvit) per una licenza di operatore aereo. Il processo di certificazione è ora nelle fasi finali e easyJet conta di ricevere il Coa e la licenza a breve. Tale certificazione permetterà ad easyJet di istituire una nuova compagnia aerea, easyJet Europe, la cui sede sarà a Vienna e che le permetterà di continuare a volare all’interno dell’Unione Europea, a prescindere dall’esito delle negoziazioni rispetto ad un futuro accordo Uk-Eu sui diritti di volo. Le persone e gli aeromobili che voleranno per easyJet Europe sono già assunti e basati in Paesi EU27.

La nota della compagnia precisa inoltre che con la creazione della nuova struttura societaria easyJet «diventa un gruppo  pan-europeo con tre compagnie aeree basate in Austria, Svizzera e Regno Unito. Tutte e tre saranno di easyJet plc, già a controllo di maggioranza europeo, quotata alla Borsa di Londra (London Stock Exchange) e basata nel Regno Unito». Sono circa 100 aeromobili e 4.000 persone basati in Paesi dell’Unione europea che costituiranno easyJet Europe, che creerà alcuni nuovi posti di lavoro in Austria, ma nessuno sarà spostato dal Regno Unito all’Austria. Tutte le persone di easyJet in Regno Unito continueranno ad essere basate come oggi a Londra Luton e presso le altre 11 basi inglesi. La compagnia segnala inoltre come «i criteri di selezione sono stati orientati a trovare il regolatore più adatto ad easyJet. Austro Control ha un rigoroso approccio alla regolamentazione sulla safety e contribuisce attivamente all’impegno di Easa (European Aviation Safety Agency) per modellare una regolamentazione sulla safety con un’enfasi sulle performance». EasyJet opera in Austria da 11 anni e ha trasportato più di un milione di passeggeri da e per l’Austria nel 2017. L’anno scorso easyJet ha aumentato il numero di tali passeggeri del 60%.

Infine, nonostante la nuova struttura proteggerà tutti gli attuali diritti di volo di easyJet all’interno dell’Unione europea, «il vettore continua ad essere promotore del raggiungimento di un accordo sui diritti di volo tra Regno Unito e Unione europea che, come minimo, permetta di operare i voli tra Regno Unito e Unione Europea».

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti