16 October 2018

Lufthansa-Airberlin: via libera dall’Antitrust all’accordo di leasing

[ 0 ]

L’Antitrust tedesco ha dato il via libera all’accordo tra Lufthansa ed Airberlin che prevede il leasing da parte della compagnia di Francoforte di 38 aeromobili più personale della seconda compagnia aerea tedesca in crisi, partecipata da Etihad Airways. Lufthansa, da parte sua, prevede ulteriori progetti di cooperazione con Etihad i cui dettagli, secondo quanto riporta la Dpa, sarano resi noti mercoledì in una conferenza ad Abu Dhabi. Ma il numero uno di Lufthansa, Carsten Spohr, in un’intervista rilasciata al quotidiano Waz, ha respinto speculazioni su un ingresso di Eithad nel capitale della compagnia tedesca. Nel frattempo il vettore di Francoforte aumenta la pressione sui piloti con i quali è in trattativa da lungo tempo e minaccia una riduzione di investimenti se l’accordo tariffario dovesse essere troppo oneroso per l’azienda.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276093 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Alitalia ce la può fare», migliorando l'accordo raggiunto per il quale «non vedo alternative». Ma serve una «forte discontinuità» a partire dal management: così il presidente designato della compagnia Luigi Gubitosi in un'intervista al Messaggero.«Se il referendum sul pre-accordo siglato tra azienda e sindacati nei giorni scorsi vedrà prevalere il sì vi sarà un aumento di capitale di circa 2 miliardi, di cui oltre 900 di nuova finanza per far ripartire la compagnia e assumerò i pieni poteri. Non voglio pensare all'alternativa. E poi aggiungo che la cura giusta, già sollecitata dal presidente uscente Luca Cordero di Montezemolo che si è molto impegnato su questo fronte, richiede forte discontinuità per cambiare rotta». L'alternativa all'accordo, secondo Gubitosi «non c'è, non esiste. O meglio c'è: un accompagnamento verso la liquidazione dell'azienda, il fallimento». Per il rilancio della compagnia «bisogna accelerare con l'apertura di nuove rotte a lungo raggio e con l'arrivo di nuovi aerei per servirle». Necessario anche un intervento sul management. Se da una parte «nei quadri intermedi e tecnici ho trovato grande competenza e attaccamento all'azienda e incontrato piloti e assistenti di volo di grandissima competenza, per quanto riguarda il top management ci sono luci e ombre». Alla domanda se siano in arrivo sostituzioni, Gubitosi risponde «penso proprio di sì. E' normale che ci possano essere degli avvicendamenti, bisogna aspettarsi una forte discontinuità». Intanto, i dipendenti chiamati a decidere sul pre-accordo da questa mattina si stanno recando alle urne aperte a Fiumicino, Linate e Malpensa. Al termine della consultazione, nella notte di domenica, ci sarà una conta dei voti, senza quorum. [post_title] => Gubitosi: «Alitalia ce la può fare. Ma serve forte discontinuità» [post_date] => 2017-04-20T09:40:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492681249000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276024 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Grazie al volo diretto operato da Neos, Grand Bahama Island sarà raggiungibile dall'Italia a partire dal 15 giugno. Il collegamento si rivolge agli ospiti del Viva Wyndham Fortuna Beach, struttura esclusiva per l'Italia di Alpitour con il brand Villaggi Bravo. Il volo, con frequenza settimanale, sarà operativo fino al 6 settembre. Neos è la compagnia aerea del Gruppo Alpitour, che in estate ha l’esclusiva per l’Italia del Viva Wyndham Fortuna Beach, inserito nella programmazione di Villaggi Bravo col nome di Bravo Viva Fortuna Beach. Villaggi Bravo commercializzerà un centinaio delle 276 camere del Viva Wyndham Fortuna Beach. L’accordo comporta una personalizzazione per la clientela italiana, con l’inserimento di staff Bravo. Una componente di rilievo sarà la figura della biologa marina, presente nel resort per tutta l’estate, che settimanalmente organizzerà un appuntamento serale per illustrare il delicato ecosistema delle Bahamas. Viva Wyndham Fortuna Beach sorge direttamente sul mare, sulla costa meridionale di Grand Bahama Island, in una tenuta di 26 acri, affacciato su una spiaggia ampia di sabbia chiara. Oggetto di profondo restyling nel biennio 2015/16 (costato 7 milioni di dollari), la struttura si compone di 4 ristoranti (internazionale a buffet, italiano, asiatico e fusion à la carte), tre bar e piscina vista mare. Fanno parte del resort teatro, discoteca, sala meeting, mini club e altre infrastrutture. Offre esperienze emozionanti, in primis le immersioni con gli squali; gli sportivi apprezzeranno il trapezio regolamentare e la vicinanza ai tre campi da golf presenti sull’isola. Nel mese di giugno, quote per persona per combinazioni 9 giorni/7 notti all inclusive, comprensive di voli e trasferimenti, a partire da 1.375 a persona (tasse aeroportuali escluse). [post_title] => Neos con Viva Wyndham: volo diretto per Grand Bahama [post_date] => 2017-04-19T13:44:12+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492609452000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275863 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_275869" align="alignleft" width="300"] Federico Gallo[/caption] Settemari lancia “Cuba, libera la tua voglia di vacanza”, promozione dedicata al pubblico e attiva fino al 31 maggio 2017. Per lo sviluppo dell’operazione, la divisione marketing guidata da Chantal Bernini ha collaborato già dalla fase progettuale con l’ente del turismo di Cuba e con la catena alberghiera Iberostar. La stagione estiva sta producendo buoni numeri e il to ha deciso di creare un’azione b2c per dare un ulteriore impulso alle vendite. «Siamo molto soddisfatti dell'andamento della destinazione. Da Natale alla data corrente abbiamo registrato oltre 2 mila passeggeri e un volume di fatturato che sfiora i 3 milioni di euro. Un altro dato interessante sono gli ottimi indici di gradimento de nostri SettemariClub: l’ammiraglio Iberostar Tainos evidenzia una percentuale complessiva del 90%, con un apprezzamento particolare per la spiaggia, il cuoco italiano e i giardini. L’esotico e informale Iberostar Daiquiri supera l’80% con indici elevati per la spiaggia, l’animazione e i giardini. Ultra-apprezzati anche i SettemariStar, hotel di eccellenza, rispettivamente, in ciascun polo. Fa inoltre piacere constatare dai questionari dei clienti che ben il 65% ha viaggiato per la prima volta con noi e il 97% dichiara che certamente “viaggerà ancora con Settemari”. Il soggiorno a Cuba firmato Settemari si dimostra un’esperienza fidelizzante. Anche alla luce di questi indicatori, la partnership con Iberostar e Blue Panorma esprime un grande gioco di squadra con la soddisfazione del cliente al centro» commenta Federico Gallo, direttore prodotto Settemari. Ancora una volta, Settemari ha privilegiato web e social media con un piano che associa differenti canali. Punto di forza della formula è la combinazione tra immagini coinvolgenti, caratterizzate da interventi grafici accattivanti e l’entità dello sconto di 300 euro a camera. «Ancora una volta ci rivolgiamo al pubblico e ci impegniamo per portarlo in agenzia. Il potenziamento degli strumenti di vendita a disposizione delle adv con promozioni b2c studiate ad hoc è imprescindibile per conquistare nuove fette di mercato e per questo abbiamo studiato una campagna specifica legata all’estate. Siamo soddisfatti di questa operazione perché è frutto di una collaborazione tra Settemari e due partner importanti come l’ente del turismo di Cuba e la catena alberghiera Iberostar, proprietaria dei nostri SettemariClub Iberostar Daiquiri e Tainos» commenta Chantal Bernini, marketing manager Settemari. [post_title] => Settemari in pista con "Cuba, libera la tua voglia di vacanza" [post_date] => 2017-04-18T11:24:06+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492514646000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275858 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La compagnia aerea privata messicana Aeromar ha scelto Amoreps Italy come suo gsa in Italia. Il gsa si occuperà di tutte le attività di sales & marketing, delle prenotazioni e delle emissioni di biglietteria per conto del vettore, che ha breve sarà presente nel Bsp Italia e in tutti i sistemi di distribuzione gds con piastrina VW. Con una flotta di 15 Atr 42 e due ATR 72, il vettore ha di recente intrapreso un'operazione di rinnovamento del suo parco macchine, grazie all'acquisizione di altri 8 aeromobili Atr (sei Atr 72-600 e due Atr 42-600), con l'opzione per altri sei. Questi aeromobili serviranno a potenziare ulteriormente la rete di collegamenti regionali della compagnia, tra cui il nuovo volo che Aeromar inizierà ad operare dal prossimo 8 giugno tra Cancun e Mérida. Oltre al nuovo collegamento, il network di Aeromar comprende tutte le più importanti destinazioni messicane, con voli da Mexico City alla volta di mete balneari (Acapulco, Veracruz, Manzanillo, Puerto Escondido, Ixtapa/Zihuatanejo, Mazatlan), siti coloniali (Merida, Puebla, Morelia, Oaxaca, Guadalajara, Villahermosa, San Luis Potosì, Tuxtla Gutierrez) e centri urbani (Reynosa, Hermosillo, Los Mochis). La compagnia raggiunge poi in esclusiva Tepic, Jalapa, Colima, Poza Roca, Piedras Negras, Ciudad Victoria, Lazaro Cardenas, oltre a due destinazioni internazionali come McAllen e Tucson. Aeromar può vantare partnership con più di 14 vettori internazionali e un accordo di codesharing con United Airlines. Dall’Italia, per i passeggeri di Aeromar sono previsti accordi di avvicinamento con Alitalia, Lufthansa e United. «L'arrivo sul mercato italiano di una compagnia in rapida espansione come Aeromar rappresenta un'opportunità per tutti gli operatori specializzati sul Messico, a maggior ragione dopo che dall'8 giugno verrà inaugurato il collegamento tra Cancun e Merida -. ha sottolineato Daniele Gaggianesi, managing director di Amoreps Italy -. Inoltre, il recente investimento che il vettore ha effettuato acquistando nuovi aeromobili dimostra la volontà di allargare ulteriormente il proprio network regionale, migliorando allo stesso tempo gli standard di qualità e di sicurezza per i passeggeri». In attesa di entrare nel Bsp Italia, tutti i voli operati da Aeromar sono acquistabili chiamando il call center di Amoreps Gsa o scrivendo a italia@aeromar.com.mx [post_title] => La messicana Aeromar si affida ad Amoreps Italy [post_date] => 2017-04-18T10:06:51+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492510011000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275789 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lavori in corso per la nuova, Meridiana dopo il via libera dell'Antitrust europeo all'acquisizione da parte di Qatar Airways. Secondo quanto anticipato da La Nuova Sardegna, i piani futuri puntano alla costituzione di una compagnia che «consoliderà il ruolo da vettore leader in Sardegna». Una compagnia che oggi vale 80 milioni di euro, ma che fra fra cinque anni potrà disporre di una flotta composta da 25 nuovi aeromobili, di cui 18 Boeing 737-800 e 7 Boeing 767-300 (dalla flotta usciranno quindi gli Md80); che arriverà all'utile di bilancio già nel 2018 (10 milioni di euro circa per arrivare a oltre 36 milioni nel 2021). Il tutto con un investimento da parte dei soci di 2,9 miliardi di euro per i 25 velivoli, un numero che il piano, una volta operativo, dovrebbe portare a 50. Meridiana è oggi interamente controllata da Aqa holding, società di cui l’Aga Khan detiene il 51% e Qatar Airways - come impone l’Unione europea alle compagnia extra europee - il 49%. L’Aga Khan ha già messo i suoi 40 milioni 750 mila euro (di fatto, il capitale di Meridiana). Qatar Airways dovrà versare, entro il 30 giugno, i restanti 39 milioni 200 mila euro.   [post_title] => La nuova Meridiana: dal potenziamento della flotta all'utile nel 2018 [post_date] => 2017-04-14T10:24:42+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492165482000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275666 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I Viaggi di Maurizio Levi invita alla scoperta del Qinghai, provincia remota e poco conosciuta della Repubblica Popolare Cinese, al confine nord-orientale del Tibet. Al momento Viaggi Levi è l’unico operatore italiano a proporre questo speciale itinerario, che prevede una data unica di partenza il 14 luglio, in via di conferma (quota da 4 mila 150 con accompagnatore italiano). La provincia del Qinghai, area più vasta di qualsiasi paese europeo, occupa un ampio tratto del settore nord-orientale dell’altopiano tibetano. Territorio sconfinato, selvaggio, punteggiato da monasteri, immense praterie di alta quota dove pascolano centinaia di yak, imponenti montagne rosse, accampamenti nomadi.  Il viaggio in questa remota provincia proposto da Viaggi Levi comprende la partecipazione a due importanti feste tradizionali: il festival degli sciamani di Tongren e il festival dei cavalli di Yushu. Il festival degli sciamani, o festa di Lurol, ha inizio ogni anno nel 21° giorno del sesto mese lunare. In occasione del festival gli appartenenti ai gruppi etnici tibetano e tu mostrano la loro devozione e gratitudine alle divinità locali sottoponendosi a dolorosi rituali. I devoti si preparano spiritualmente con preghiere e danze prima di compiere i cosiddetti atti di penitenza che consistono nel trafiggersi le guance con spilloni metallici. Oltre a questi rituali, il festival offre l’opportunità di osservare la popolazione locale vestita a festa con meravigliosi costumi ricamati e straordinarie acconciature. La tradizionale festa dei cavalli a Yushu è uno spettacolare evento di più giorni che cade ogni anno alla fine di luglio e che prevede una serie di competizioni: dalle corse di cavalli e di yak alla lotta libera tibetana, dal tiro con l’arco al tiro al bersaglio. Migliaia di nomadi tibetani, provenienti dalle regioni limitrofe montano le loro tende colorate nella periferia della città. Danze folcloristiche, canti e sfilate di moda esprimono l’orgoglio delle popolazioni nomadi di questi altipiani. [post_title] => Viaggi Levi alla scoperta del Qinghai, Cina [post_date] => 2017-04-13T11:17:52+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492082272000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275512 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo smalto per il VOI Grand Hotel Mazzarò Sea Palace, che riapre dopo cinque mesi di lavori forte di un totale rinnovo degli ambienti interni e nell’arredamento. Già caratterizzato da uno standard estremamente elevato, il resort parte della catena alberghiera del Gruppo Alpitour, è stato impreziosito da un’opera di riqualificazione al fine di rinfrescarne l’immagine classica e raffinata in chiave più moderna. I progetti sono stati curati da esperti architetti specializzati nel settore alberghiero che hanno saputo valorizzarne l’anima, accostando dettagli eleganti a materiali di grande pregio. Oltre al restyling, l’hotel ha inoltre innalzato ulteriormente il livello di servizio per offrire ai propri clienti molteplici soluzioni di soggiorno: un investimento per andare incontro al segmento leisure, al settore wedding e a quello sempre più proficuo del mercato Mice. Questi interventi vanno a sommarsi agli altri elementi che hanno confermato questo hotel anche sul mercato straniero: l’affascinante posizione sulla Baia di Mazzarò, la spiaggia privata, la breve distanza dal centro di Taormina, lo charme della struttura unita all’ospitalità tipica della Sicilia, la ricca selezione di vini e il menù gourmet dello chef del ristornate “Il Gattopardo”. Lo stesso connubio vincente che si ritrova anche al VOI Grand Hotel Atlantis Bay, l’altro resort di Taormina in lizza per il premio Italy's Leading Lifestyle Hotel ai World Travel Awards 2017 e anch’esso sottoposto a piccoli interventi che termineranno in questi giorni. Entrambe le strutture fanno parte, insieme al Donna Camilla Savelli di Roma, del progetto Lifestyle VOIhotels: la collezione, appena inaugurata, attualmente raccoglie i tre resort accomunati da lusso, raffinato design e da un format di accoglienza innovativo, ideale anche per la clientela straniera. [post_title] => Riapre dopo il restyling il VOI Grand Hotel Mazzarò Sea Palace [post_date] => 2017-04-12T12:07:35+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491998855000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275444 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non solo Mediterraneo nell'estate a partenze garantite di Volonline: dopo Grecia, Malta, Spagna e Portogallo è ora la volta di Thailandia, Zanzibar, Repubblica Dominicana e le immancabili Maldive, da sempre tra i punti di forza del tour operator. «Sul lungo raggio le richieste sono per la maggior parte legate al tailor made di alto livello – dichiara Luca Gregorio (nella foto), area manager Lombardia – tuttavia abbiamo predisposto anche un contingente di posti che ci permette di offrire alle agenzie di viaggio un prodotto ancora più competitivo. Sulla Thailandia, in particolare, proponiamo una formula che combina la convenienza delle partenze a date fisse con la massima flessibilità nella costruzione del viaggio». Si comincia proprio dalla Thailandia, con tre partenze in agosto abbinate a programmi di 9, 11 e 13 notti: l’itinerario include sempre un soggiorno a Bangkok, seguito dalla possibilità di scegliere tra un tour nel Triangolo d’oro e una o più estensioni mare a Koh Samui, Koh Phangan e Koh Tao. Da segnalare anche i pacchetti da 379 euro a persona che comprendono il volo intercontinentale su Bangkok e due notti in hotel con prima colazione, seguite da un soggiorno libero da personalizzare con un tour o una vacanza mare. Alle Maldive il tour operator moltiplica le date di partenza e potenzia l’offerta alberghiera: il risultato sono sei partenze da Milano e Roma ad agosto e una ricca gamma di resort, tutti disponibili in pensione completa o in all inclusive. Si spazia dall’accogliente semplicità del Biyadhoo, 3 stelle già apprezzato dalla clientela italiana, alla ricercatezza dell’Hakuraa Huraa sull’atollo di Muli, che offre splendide camere sulla spiaggia o su palafitta, un centro benessere e un lounge bar su palafitta. «Oltre alle strutture più conosciute dal mercato italiano – prosegue Gregorio – proponiamo soluzioni meno note di qualità molto elevata, che ci stanno regalando grandi soddisfazioni quali l’Huravali». Chiudono la programmazione “Mondi Lontani” Zanzibar, con tre partenze da Milano Malpensa in collaborazione con Oman Air, e la Repubblica Dominicana, disponibile anche da Roma, in collaborazione con Swiss Air. [post_title] => Partenze garantite Volonline sul lungo raggio [post_date] => 2017-04-11T16:13:38+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491927218000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275385 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A meno di due giorni dalla scadenza del 13 aprile, il termine ultimo fissato dal governo per trovare un accordo tra Alitalia e sindacati e dare il via alla ricapitalizzazione della compagnia, il percorso appare ancora irto di ostacoli. Come riportato oggi da Il Sole 24 Ore, ieri in serata è arrivato il "no" all'utilizzo del Fondo del trasporto aereo per gli esodi volontari: l'operazione è stata infatti giudicata insostenibile, mentre ci sarebbe la possibilità di utilizzare il medesimo Fondo per integrare i due anni di cassa integrazione straordinaria, destinata a 1.338 dipendenti tra il personale di terra, parte dei 2.037 esuberi previsti dal piano industriale. Oggi, al tavolo di confronto in corso al Mise, all'esame ci sono i risparmi del costo del lavoro tra il personale di terra e quello navigante. I soci si sono detti disponibili ad impegnarsi nella ricapitalizzazione di Alitalia: ma la condizione imprescindibile rimane l'accordo con i sindacati. Non resta che attendere. [post_title] => Alitalia: corsa a ostacoli verso il 13 aprile [post_date] => 2017-04-11T14:06:03+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491919563000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti