21 October 2017

Iata: crescita più lenta ad agosto

[ 0 ]

Iata ha registrato a consuntivo del mese di agosto una crescita della domanda, misurata in Rpk, del 4,6% rispetto allo stesso mese 2015, dato che rappresenta un rallentamento rispetto al +6,4% registrato a luglio. La capacità del mese di agosto, espressa in Ask (available seat kilometers) è aumentata del 5,8%, mentre il load factor è diminuito dello 0,9%, attestandosi all’83,8%. «La crescita nella domanda passeggeri è scesa al 4,6%. Benché si tratti di una performance deludente rispetto al mese precedente, è comunque un dato che attesta una certa salute – ha dichiarato Alexandre de Juniac, direttore generale e ceo Iata -. E sebbene gli attacchi terroristici in Europa abbiano avuto un effetto negativo sulla domanda, l’impatto è contenuto».  La domanda nel traffico internazionale è aumentata del 4,7%. Tutte le regioni hanno registrato aumenti ma la crescita è dominata dalle compagnie del Medio Oriente, che hanno registrato un aumento del 10,3%. Il traffico delle compagnie dell’Asia-Pacifico è aumentato del 5,6% rispetto ad agosto 2015. Le compagnie europee vedono la domanda del mese di agosto in salita del 3,3%. In Nord America la domanda è cresciuta dell’1,8%. Le compagnie dell’America Latina hanno registrato una crescita del 6,7% rispetto ad agosto 2015, dato influenzato naturalmente dall’aumento di traffico internazionale in concomitanza con i giochi olimpici in Brasile. Le compagnie africane hanno registrato un aumento di traffico dell’1,8%. Per quanto riguarda il traffico domestico, la domanda è salita del 4,3% rispetto ad agosto 2015. Tutti i mercati hanno registrato un aumento della domanda, eccetto Brasile e Russia, con Cina e India che hanno riportato una crescita a due cifre, rispettivamente con +12% e +23,2%.




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti