23 May 2019

Enac chiede alla Commissione europea garanzie per servizi minimi

[ 0 ]

Enac«Tutte le compagnie devono garantire i servizi essenziali a tutela della qualità del viaggio e della dignità del passeggero» afferma Alessio Quaranta, dg dell’Enac.

I direttori generali delle autorità per l’aviazione civile di Italia, Francia, Germania e Spagna hanno inviato una richiesta alla Commissione Europea, volta a colmare un attuale gap normativo, per individuare alcuni servizi minimi che le compagnie aeree devono includere nel prezzo del biglietto aereo.

 La richiesta nasce da iniziative e pratiche commerciali di alcune compagnie aeree, soprattutto low cost, come pagamenti aggiuntivi per bagagli o assegnazione dei posti.

Secondo i firmatari della lettera si tratta di questioni che vanno oltre la protezione dei diritti del passeggero prevista dagli attuali regolamenti europei, ma che rientrano nei servizi minimi da garantire con l’acquisto del biglietto, tra cui: bagaglio a mano e da stiva incluso nel prezzo del biglietto; larghezza e passo minimi tra i sedili; assegnazione obbligatoria e gratuita del posto adiacente a un minore o a una persona con mobilità ridotta con cui si viaggia.

«Si tratta di temi importanti all’attenzione anche degli Stati Uniti che hanno di recente approvato un regolamento che disciplina, per la prima volta, alcune delle questioni sopra citate stabilendo, ad esempio, una larghezza minima del sedile o la distanza minima tra sedili» – evidenzia il direttore generale Quaranta.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti