25 May 2018

Careddu, Sardegna: «Proroga continuità è d’obbligo»

[ 0 ]
Careddu, Sardegna

La Regione Sardegna chiederà una nuova proroga della continuità territoriale aerea al ministro dei Trasporti «che è già allertato e pronto a intervenire in tempi brevissimi». Così l’assessore dei Trasporti, Carlo Careddu, ripreso dall’Ansa, nel giorno in cui le associazioni degli imprenditori lanciano un appello alla Regione per arrivare alla nuova gara sulle tratte agevolate da e per la Sardegna non prima della fine della stagione aeronautica estiva. «E’ una strada obbligata che consentirà di evitare qualunque interruzione del servizio e anche di programmare – sottolinea Careddu (nella foto) -. Nel frattempo si lavora con la Commissione europea, che aveva già bocciato la vecchia gara, per superare le censure avanzate da Bruxelles: è quasi certa l’eliminazione della tariffa unica che non faceva differenze tra sardi e non residenti, che invece potranno beneficiare, invece, di una tariffa calmierata. Previsto, invece, un incremento del numero dei collegamenti. Ben consapevoli delle esigenze di mobilità della Sardegna e dei sardi stiamo lavorando in emergenza da mesi, con un impegno costante e straordinario, al fine di giungere a un accordo definitivo con la Commissione Europea e quindi al nuovo bando della continuità territoriale aerea. L’ultimo incontro si è tenuto a Roma il 19 dicembre scorso ed è previsto un altro vertice speriamo risolutivo entro il mese. Tutto ciò per evitare sorprese e sanzioni ex post e per poter finalmente far decollare un sistema migliore del precedente. Chiuso il confronto con Bruxelles convocheremo la conferenza dei servizi e il giorno dopo chiederemo la proroga».

Con una nota congiunta, le rappresentanze sarde di Confcommercio, Confesercenti, Confapi e Confindustria hanno chiesto infatti alla Regione l’adozione di una proroga del decreto ministeriale, che disciplina il regime di continuità aerea attualmente in vigore, fino al termine della stagione estiva, cioè sino almeno al 28 ottobre 2018. Nella lettera si manifesta la «forte preoccupazione degli operatori riguardo alla previsione di attivazione della nuova CT1 a stagione estiva già abbondantemente iniziata in conseguenza dei tempi di procedura necessari per rendere effettivamente operativo il nuovo bando con l’affidamento dei collegamenti in continuità territoriale dai tre aeroporti della Sardegna». La proroga dell’attuale regime, in attesa del nuovo bando, infatti, scade ai 9 giugno di quest’anno.




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti