17 December 2017

Brussels Airlines chiude il 2016 in profitto

[ 0 ]

Brussels AirlinesBrussels Airlines, malgrado gli attacchi terroristici del marzo 2016 e la forte competizione low cost, ha comunque chiuso l’esercizio in utile. La compagnia ha registrato una crescita di oltre il 3% del numero di passeggeri trasportati (7,7 milioni), un load factor appena sotto il 75%, raggiungendo un profitto netto di 15 milioni di euro, su ricavi stabili a quota 1,3 miliardi di euro. L’impatto diretto degli attacchi terroristici è stato stimato in oltre 100 milioni di euro. Nel frattempo il network intercontinentale della compagnia ha visto il debutto positivo dei collegamenti su Toronto e l’annuncio dell’apertura su Mumbai (fine marzo 2017); l’offerta posti europea è aumentata del 3% e il programma di rinnovo della flotta prosegue, insieme al lancio della nuova classe di servizio sul lungo raggio, Economy Privilege. «Senza le conseguenze degli attacchi di Bruxelles – ha dichiarato il ceo della ocmpagnia Bernard Gustin – il 2016 sarebbe stato per noi un anno record. In ogni caso, a dispetto di ciò e di condizioni di mercato particolarmente competitive, che hanno imposto una forte pressione sul livello delle tariffe, abbiamo raggiunto un risultato positivo». Intanto, i primi due mesi del 2017, «hanno segnato un’ulteriore crescita del numero di passeggeri. Anche se, chiaramente, ulteriori sforzi saranno necessari per stimolare il mercato incoming (turisti e viaggiatori d’affari)». Infine, il prossimo autunno, l’ottimizzazione della flotta sulle rotte europee vedrà l’uscita dell’ultimo Avro Rj100.

 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti