26 June 2017

Alitalia tra sciopero e incontro al Mise con i sindacati

[ 0 ]

Alitalia si appresta ad affrontare una nuova settimana nel segno delle difficoltà: convocazione insieme ai sindacati questo pomeriggio al ministero dello Sviluppo economico: il ministro Carlo Calenda, insieme ai colleghi Giuliano Poletti (Lavoro) e Graziano Delrio (Trasporti) analizzeranno il nuovo piano industriale della compagnia, che prevede 2.037 esuberi e per il quale i sindacati hanno annunciato uno sciopero per il prossimo 15 aprile. «Ogni licenziamento è una sofferenza. Questa è la base da cui partiamo – ha detto Delrio -. Dobbiamo vedere bene il piano industriale vero e proprio – ha aggiunto – noi puntiamo al rilancio industriale. Abbiamo sempre detto che di esuberi si parla solo dopo aver dato un giudizio sul piano industriale di sviluppo». Il piano, che garantirà 163 milioni di tagli sul costo del lavoro, prevede 2.037 esuberi solo nel personale di terra, di cui 1.338 dipendenti a tempo indeterminato, 588 a tempo determinato e 141 addetti agli uffici esteri, a cui dovrebbero aggiungersi oltre 400 naviganti (100 piloti e 300 assistenti di volo) per i quali ad agosto scadrà la solidarietà. Prima di parlare di esuberi, però, l’esecutivo vuole capire come l’Alitalia intende rilanciare la compagnia. La convocazione arriva in un giorno difficile, in cui è in programma un’agitazione dei controllori di volo: Alitalia ha già dovuto cancellare il 40% dei voli previsti e attivato i programmi di riprotezione dei viaggiatori.




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti