24 April 2019

Adria Ferries punta su servizi, sicurezza e tecnologia

[ 0 ]

«In pochi anni siamo diventati la compagnia leader di mercato nel settore merci e passeggeri dei collegamenti sulla bisettrice italo-albanese – sottolinea l’armatore Alberto Rossi, presidente di Adria Ferries -. Con la nostra flotta di navi roro-pax colleghiamo giornalmente il porto di Durazzo con i tre importanti Porti commerciali italiani di Trieste, Ancona e Bari, contribuendo allo sviluppo del mercato e delle relazioni tra i due Paesi. La sicurezza delle nostre navi, unita alla professionalità del personale e alla qualità dei servizi erogati a bordo, rende i viaggi dei nostri passeggeri estremamente confortevoli e rilassanti».

Il settore passeggeri Adria Ferries, è composto da un efficiente customer-service che assiste i clienti costantemente e utilizza tutti i canali a disposizione per garantire un servizio continuo (call-center, social network, whatsapp). Cortesia, professionalità e cura degli ospiti sono le priorità del nostro personale, che permettono ai passeggeri di sentirsi a casa in ogni momento. E se da un lato le attività di intrattenimento pensate per accompagnare i passeggeri durante tutta la durata del viaggio sono numerose (area bimbi, gelateria, american snack bar, free wi-fi), al ristorante i nostri chef preparano ogni giorno piatti di qualità e tradizione “Made in Italy”, risultato di una scelta accurata delle materie prime».

Adria Ferries assicura costantemente la sicurezza e la protezione dei passeggeri: la compagnia garantisce servizi sempre più innovativi e integrati per semplificare e migliorare l’esperienza di viaggio in tutte le sue fasi. Nei porti di imbarco sono presenti uffici attrezzati e presidiati da personale qualificato per assistere i passeggeri in tutte le procedure di check-in e imbarco; mentre negli uffici della stazione marittima del porto di Ancona, è stato installato un ledwall di oltre 20 metri che informa in tempo reale i passeggeri sullo stato delle partenze. Una tecnologia all’avanguardia che, per la prima volta in Italia, viene impiegata in un’area portuale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti