23 September 2018

Iag: decolla da Barcellona il progetto lungo raggio low cost

[ 0 ]

Decolleranno da Barcellona i progetti low cost lungo raggio di Iag. E questo segmento di mercato diverrà «una parte significativa del business Iag»: Willie Walsh, a margine della conferenza di Airlines for Europe svoltasi un paio di giorni fa a Bruxelles, ha svelato i piani del gruppo che prevedono «senza dubbio» l’apertura di voli lungo raggio a basso costo non solo da Barcellona ma anche da altri scali in Europa. «Bisogna iniziare da qualche parte e Barcellona è il posto giusto per cominciare». Alla fine del 2016 Iag aveva anticipato progetti per costituire una nuova compagnia legata a Vueling, a Barcellona El Prat, per iniziare ad operare da giugno, su rotte per il Nord e Sud America, o addirittura in Asia. Walsh ha confermato che i biglietti saranno «presto in vendita» ma non ha precisato se ci sarà un nuovo brand oppure ne sarà utilizzato uno già esistente all’interno del gruppo: nel caso, non si tratterà comunque di Vueling: «Vueling alimenterà i voli in partenza da Barcellona ma non credo che sia adeguata ad operare sul lungo raggio. Vueling va bene così e continueremo a focalizzarci su questo». Quanto alla candidatura di Aer Lingus, Walsh ha sottolineato che «benché goda di un buon posizionamento del brand sia negli Stati Uniti sia in Irlanda, non è detto che possa funzionare altrettanto bene a Barcellona». Sulle rotte saranno impiegati Airbus A330s. E se la decisione di Norwegian di aprire voli proprio da Barcellona quest’anno abbia influito sulla decisione di Iag, il ceo ha commentato: «Risponderemo in modo competitivo alle iniziative di Norwegian».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 267662 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non più una città dormitorio satellite di Roma, ma una vera e propria meta turistica con un grande potenziale attrattivo. E' il ritratto di Pomezia che esce dai dati relativi alla prima rivelazione dell'Osservatorio per il turismo. «I risultati dell'Osservatorio turistico, dimostrano che Pomezia è una città dalle grandi potenzialità attrattive - ha detto il sindaco di Pomezia Fabio Fucci -. Puntiamo molto sul turismo: le risorse paesaggistiche e naturalistiche di cui Pomezia è ricca sono al centro del nuovo piano regolatore che stiamo per approvare. La nostra amministrazione ha in questi anni lavorato per far crescere il turismo: pulizia e decoro urbano, riqualificazione del litorale, parcheggi e infrastrutture, collaborazione virtuosa con le strutture ricettive, efficienza dei trasporti, rilancio del Museo Lavinium e apertura dell'area archeologica». A fargli eco Stefano Landi, presidente della SL&A, società incaricata dello studio, che ha dichiarato: «L’Osservatorio, ha evidenziato che la città ha tutte le carte in regola per diventare destinazione turistica. Negli ultimi 10 anni le strutture ricettive sono cresciute del 47%, mentre la media italiana è a valore negativo, mentre quella regionale cresce solo del 16%. Pomezia non è più comune satellite di Roma, e questo è confermato dall’indagine svolta sui turisti, che per oltre il 60% arrivano per motivi di lavoro/meeting generati dal territorio. Solo il 18% invece pernotta a Pomezia dovendo poi andare a Roma per lavoro. Le potenzialità da sfruttare sono tante: i segmenti di target sul territorio di Pomezia sono diversi: le famiglie a Zoomarine, il turismo culturale nel centro storico ed il Museo Archeologico Lavinium. Per non parlare di risorse come Torvajanica e il Borgo di Pratica di Mare. E’ importante sottolineare come quasi il 60% dei turisti sono repeater, un altissimo grado di fedeltà, un patrimonio ancora tutto da sfruttare con proposte diverse anche per stagioni differenti». [post_title] => Pomezia: segnali positivi dai dati dell'Osservatorio [post_date] => 2017-01-26T14:51:27+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => no-fascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => no fascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1485442287000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 267669 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Fairmont Hotels & Resorts, operatore dell’hôtellerie di lusso e parte del gruppo AccorHotels ha annunciato insieme a Next Century Associates, affiliata della società di sviluppo immobiliare Woodridge Capital, la firma ufficiale dell’accordo relativo alla ristrutturazione e alla gestione dello storico Century Plaza Hotel situato nel cuore del quartiere Century City di Los Angeles. Dalla sua apertura nel 1966 l’emblematica struttura ha accolto molte generazioni di celebrità di Hollywood, personalità internazionali e presidenti statunitensi. Attualmente chiuso per ristrutturazione, l’hotel riaprirà nel 2018 con il nome di Fairmont Century Plaza, Los Angeles. L'ingresso di questo hotel nel portafoglio Fairmont segna un’ulteriore tappa nella strategia di sviluppo di AccorHotels nel segmento lusso. La firma dell’accordo fa seguito all’acquisizione nel 2016 da parte del gruppo francese di Fairmont Hotels & Resorts che, insieme ai marchi consociati Raffles e Swissôtel, hanno ampliato l’offerta del gruppo nel mercato del lusso nel Nord America. Il progetto di sviluppo di circa 2,5 miliardi di dollari comprende il rifacimento di 394 camere e 63 residenze private nella torre storica, così come la costruzione di due nuove torri residenziali di 46 piani con 290 residenze di lusso, circa 100.000 mq di boutique di alta gamma e parcheggio. L'albergo rafforza la presenza del marchio Fairmont in California, dove già conta una collazione senza pari di sette hotel e resort. [post_title] => Il Century Plaza di Los Angeles nell'orbita Fairmont Hotels [post_date] => 2017-01-26T14:37:26+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1485441446000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 267667 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Eurowings ha inaugurato a inizio anno la nuova base di Salisburgo, che segue di pochi mesi il lancio di Vienna. Dalla seconda base austriaca la compagnia low cost del gruppo Lufthansa offrirà, già col primo anno di attività, 480.000 posti. Eurowings ha iniziato ad operare dall’aeroporto sul Salzach con un Airbus A320 e ha creato 35 nuovi posti di lavoro in loco. Già con l’orario estivo 2017 l’offerta da Salisburgo prevede 30 collegamenti settimanali verso 10 destinazioni fra cui Olbia (le atre nove sono: Amburgo. Düsseldorf, Colonia/Bonn, Bruxelles, Parigi, Palma di Maiorca, Split, Dubrovnik e Salonicco). I voli sono già prenotabili. «Siamo attivi già dallo scorso giugno a Vienna e adesso iniziamo ad operare da Salisburgo, prima di ampliare ulteriormente l’offerta dalla capitale austriaca - ha dichiarato Michael Knitter, amministratore delegato del vettore -. Considerati entrambi gli aeroporti, i nostri passeggeri hanno accesso a 38 destinazioni con oltre 130 voli alla settimana. Con questa operazione abbiamo creato 200 nuovi posti di lavoro in un contesto molto interessante». Eurowings ha iniziato ad operare da Vienna dal giugno 2016 con licenza austriaca con 3 Airbus A320. Nello scorso anno ha effettuato più di 3000 voli da questa base, trasportando oltre 400.000 passeggeri con un'altissima percentuale di occupazione e un’elevata puntualità. [post_title] => Eurowings apre a Salisburgo la seconda base austriaca [post_date] => 2017-01-26T14:30:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1485441026000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 260128 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Vueling propone una programmazione speciale dedicata alle vacanze natalizie con 10 nuove rotte e più di 13.700 posti disponibili extra in partenza dagli aeroporti di Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Firenze, Verona, Brindisi e Genova per raggiungere tutta Europa. In particolare, grazie a questi voli extra, i passeggeri in partenza da Roma Fiumicino potranno raggiungere Dubrovnik grazie ai voli extra ed un’offerta di 720 posti aggiuntivi. I passeggeri in partenza da Milano Malpensa, invece, potranno approfittare dei collegamenti con  Alicante, Malaga, Valencia e Bilbao che saranno raggiungibili grazie a 6.400 posti extra, permettendo ai viaggiatori di passare delle vacanze meravigliose in Spagna. Infine, anche i passeggeri in partenza da Firenze potranno approfittare dei voli speciali di Natale grazie ai collegamenti con Praga e Valencia, con 1.800 posti aggiuntivi. Inoltre, il collegamento operato con Barcellona El Prat, principale hub della compagnia aerea, oltre che da Roma Fiumicino, verrà effettuato regolarmente da Milano e Firenze e, in via eccezionale per le feste natalizie, dagli aeroporti di Verona, Brindisi e Genova, con un’offerta  di più di 4.500 posti extra disponibili. Grazie a questo collegamento, i passeggeri potranno sfruttare l’esclusivo servizio Vueling-to-Vueling dei voli in connessione presso l’aeroporto El Prat, che permette di fare un unico check-in all’aeroporto di partenza e di ritirare i bagagli all’arrivo. In questo modo, i passeggeri potranno raggiungere più di 100 destinazioni servite dalla compagnia in tutta Europa, Africa e Medio Oriente. [post_title] => Vueling, dieci nuove rotte per festeggiare il Natale [post_date] => 2016-10-26T14:39:22+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1477492762000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 257485 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Secondo Airport IT Trends Survey, l’analisi sulle tendenze di investimento dell’industria aeroportuale condotta da Sita in collaborazione con Aci - Airport Council International, il 50% degli scali di tutto il mondo ha la security come priorità per gli investimenti tecnologici, contro il 37% dello scorso anno. Nel dettaglio, le tecnologie per i servizi ai passeggeri mantengono la prima posizione, ma passano dal 73% del 2015 al 59% del 2016, proprio in seguito all’aumento degli stanziamenti per la security. Ne consegue che sia alta l’attenzione degli aeroporti sulla tecnologia biometrica, che supporta l’identificazione veloce e sicura dei passeggeri. Più di un terzo investirà in progetti per la creazione di un singolo “token” biometrico durante il viaggio nei prossimi cinque anni; saranno il 52% nei prossimi dieci anni. L’ambiente aeroportuale è self-service e mobile: il report di Sita mostra come per la prima volta la maggior parte degli aeroporti in tutto il mondo offra opzioni self-service per il check-in sia dei passeggeri che dei bagagli. E anche in futuro il self-service continuerà a dominare, con due terzi degli scali che pianificano importanti investimenti in questo settore. Altrettanto evidente è la crescente influenza del mobile: nove aeroporti su dieci hanno in piano di realizzare importanti programmi o progetti pilota per i servizi mobile; il 74% intende sperimentare o avviare soluzioni tecnologiche context-aware e location-based nei prossimi cinque anni. «Le tendenze di investimento degli aeroporti riflettono il mondo che cambia - commenta Dave Bakker, presidente Sita Europa (nella foto) -: crescono gli investimenti per la sicurezza di passeggeri e aeroporti e, allo stesso tempo, si va incontro alle crescenti esigenze del viaggiatore connesso, che richiede opzioni self-service e servizi mobile. Quest’anno abbiamo registrato un ulteriore cambiamento: gli aeroporti guardano alla tecnologia anche come a una possibile fonte di ricavi non aeronautici. Entro il 2019, l’84% degli scali desidera creare fatturato autorizzando l’acquisto di servizi aeroportuali tramite proprie app per smartphone o tablet. Si delinea inoltre la chiara tendenza a limitare il wi-fi gratuito. Entro i prossimi tre anni la percentuale di aeroporti che intendono offrire wi-fi gratuito illimitato scenderà dal 74% al 54%: un cambiamento guidato dagli scali in Nord America e Medio Oriente». Se oggi sono poco numerosi gli scali che hanno installato chioschi che consentono ai passeggeri in attesa di imbarcarsi il download di contenuti digitali, come gli ultimi successi cinematografici, entro il 2019 ha in piano di adottarli il 30% degli aeroporti. Inoltre entro il prossimo triennio il 42% degli intervistati intende dotarsi di chioschi che consentono operazioni di vendita. Il 13° Sita Airport IT Trends raccoglie le informazioni relative a 225 aeroporti che complessivamente gestiscono il 36% del traffico globale e 2,3 miliardi di passeggeri; il 50% dei professionisti intervistati proviene da aeroporti inseriti nella Top 100 degli scali in termini di fatturato. [post_title] => Sita: gli aeroporti aumentano gli investimenti in sicurezza [post_date] => 2016-09-26T14:53:17+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1474901597000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 257474 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Jet Airways potenzia i collegamenti dall'Europa con un nuovo operativo da Parigi. La compagnia aerea indiana offrirà un collegamento tra Mumbai e l’Italia via Parigi, come da nuovo programma invernale, grazie alla partnership con Air France. Operativo dal 30 ottobre 2016, il volo 9W 124 da Mumbai a Parigi partirà alle 02:50 IST e arriverà alle 08:20 (ora locale), mentre il volo di ritorno 9W 123 partirà da Parigi alle 11:30 (ora locale) e atterrerà a Mumbai alle 00:45 IST il giorno seguente. Grazie ai nuovi orari, i passeggeri potranno ora partire da sette città italiane volando su Parigi: Milano Linate, Roma Fiumicino, Venezia, Bologna, Torino, Firenze e Genova. Su questa rotta, Jet Airways opererà un Airbus A330-200, con 18 posti in Premiere che si possono reclinare fino a 180° per diventare comodi letti e 236 economy seats ergonomici che offriranno agli ospiti il massimo comfort. I passeggeri in volo per Parigi potranno sperimentare il rinomato servizio di bordo della compagnia, il pluripremiato sistema di intrattenimento in volo, menù ideati ad hoc con un’ampia scelta di piatti indiani e internazionali, oltre alla calorosa accoglienza tipica della compagnia stessa. [post_title] => Jet Airways, nuovo volo da Parigi in partnership con Air France [post_date] => 2016-09-26T14:32:46+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1474900366000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 257425 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_108371" align="alignleft" width="300"] Quirino Falessi[/caption] Novità in casa "I Viaggi del Turchese": dal 1° ottobre 2016 l'intera programmazione avrà il marchio Tui Italia - Viaggi del Turchese. Pur mantenendo la struttura e le professionalità, sia i cataloghi sia le intestazioni avranno il brand Tui. «L'ingresso di Tui - spiega Quirino Falessi, direttore commerciale - è per noi garanzia di solidità e ampliamento dell'offerta a livello internazionale. La nuova programmazione 2016/2017  sarà sempre incentrata su qualità e prezzo vantaggioso, mettendo al centro delle future strategie il cliente e le sue esigenze. Vera star del prossimo inverno sarà la new entry "Capo Verde": dal 28 dicembre, solo per il mercato italiano, con volo esclusivo diretto da Bergamo operato da Small Planet Airlines ogni mercoledì ,  sarà possibile soggiornare presso l'Hotel Paradise Oasis Belorizonte con assistenza in loco in italiano». Mantengono un trend alto la struttura Shoni Bay a Marsa Alam e le destinazioni classiche, mentre l'offerta lungo raggio si rafforza con offerte su Thailandia e Sri Lanka. Restano confermate le tre tipologie di quote di catalogo "Plati, Gold e Lampo", mentre viene rafforzata la Polizza Integrativa "Plus" con diversi vantaggi per il cliente, tra cui l'annullamento senza motivazione, fino a 20 giorni dalla partenza. Oltre alle novità sulla programmazione, il gruppo sta investendo su innovazioni tecnologiche e ampliamento della rete commerciale sull'intero territorio italiano che dalle 5 unità passa a 10 nella stagione 2016/2017. [post_title] => I viaggi del Turchese presenta le novità 2017 [post_date] => 2016-09-26T14:10:14+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => i-viaggi-del-turchese [1] => nofascione [2] => novita [3] => tour-operator-3 [4] => tui [5] => tui-italia [6] => viaggi ) [post_tag_name] => Array ( [0] => I Viaggi del Turchese [1] => nofascione [2] => novità [3] => tour operator [4] => tui [5] => Tui Italia [6] => viaggi ) ) [sort] => Array ( [0] => 1474899014000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti