16 December 2017

Utour e Neos: «Porteremo più turisti cinesi in Italia ed Europa»

[ 0 ]

Chunfeng Wang«Grazie a questa operazione consolidiamo la nostra posizione sul mercato europeo»: Wang Chunfeng, vice presidente del Gruppo Utour, spiega così la collaborazione tra il tour operator cinese e Neos, in occasione della presentazione dei nuovi voli del vettore da Milano Malpensa per Nanchino, Tientsin, Shenyang e Jinan. Utour è il partner commerciale scelto da Alpitour e Neos per la distribuzione del prodotto. «In Cina oggi disponiamo di 46 sedi, 100 negozi e lavoriamo con circa 3.000 agenzie di viaggio. Movimentiamo 1,5 milione di passeggeri all’anno, dalla Cina al resto del mondo». Complessivamente, i numeri di turisti cinesi, parlano di «oltre 6,67 milioni arrivi in Europa grazie a tour operator cinesi nel 2016, pari ad un incremento del 6% rispetto all’anno precedente: ma il trend di crescita negli ultimi anni registra un rallentamento. Quindi, poter disporre di un volo diretto, più comodo quindi per il mercato cinese, rappresenta un punto chiave per attrarre nuovamente in Europa i turisti cinesi provenienti dalle regioni orientali e settentrionali del Paese. Questi potranno visitare non solo l’Italia ma anche la Francia, l’Austria, la Germania e altre destinazioni dell’Europa orientale». Come dire: Neos potrebbe non solo portare in Italia i turisti cinesi, ma anche oltre: «Portiamo i clienti dove vogliono andare» commenta Carlo Stradiotti, ad del vettore: cioè, potenzialmente, anche beyond… Intanto, a sottolineare l’importanza della collaborazione tra Utour e Neos, la prossima settimana si svolgeranno a Nanchino e Tianjin incontri con la stampa cinese per illustrare la partnership e promuovere i nuovi voli. Infine, Neos dovrebbe ultimare entro aprile l’iter di registrazione per aprire il proprio ufficio di rappresentanza in Cina.




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti