21 October 2019

Ponzo: «Integrazione vincente per il gruppo Kuoni»

[ 0 ]

«Kuoni ha compiuto un importante passo in direzione di una sinergia operativa sempre più stretta fra brand del gruppo». E’ l’amministratore delegato di Kuoni Italia, Daniel Ponzo, a commentare la nuova struttura che il gruppo ha assunto recentemente. «Rientrando nella divisione Style, verremo accomunati ai marchi di livello elevato, con i quali cooperare condividendo strategie e piani di sviluppo a medio termine». Intanto, Kuoni Italia continua, seppure in modo più lento rispetto a due mesi fa, il trend di crescita, che si attesta sul 15% rispetto al 2006.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353902 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Chiusura di bilancio superiore alle attese e nuovi investimenti per Robintur Travel Group: la redditività generata nel 2018 dal gruppo ha permesso di trasferire circa 2 milioni di euro di risparmi ai consumatori e ai soci Coop e determinato un risultato netto di oltre un milione di euro, superiore agli obiettivi, dopo aver erogato Il premio di risultato ai 380 dipendenti del gruppo. Il gruppo turistico di proprietà di Coop Alleanza 3.0, con le insegne Robintur e Viaggi Coop, detiene la più grande rete italiana di agenzie di viaggio dirette. Nel 2018 ha generato un volume d’affari diretto di 265 milioni di euro, in crescita di 15 milioni sul 2017, e di oltre 500 milioni di volume d’affari indiretto, attraverso la rete integrata di 300 agenzie in tutta Italia. Forte di questi risultati, Robintur Travel Group prosegue lo sviluppo e ha appena acquisito una delle agenzie di viaggi più grandi dell’Emilia-Romagna: la Cherry for Fun di Vignola, nel Modenese, con un volume di affari di circa 6 milioni di euro. «I risultati di bilancio sono andati oltre le attese anche grazie all’importante contributo della nostra rete affiliata, e ci danno ulteriore spinta – sottolinea il presidente di Robintur Travel Group, Stefano Dall’Ara - Proseguiamo una strategia di crescita con acquisizioni mirate di realtà con competenze elevate e alta qualità dei servizi, condizioni fondamentali per competere nel mercato turistico di oggi». «Puntare al rilancio ed allo sviluppo della rete diretta si è dimostrata una strategia vincente e distintiva, efficace e sostenibile – aggiunge il direttore generale di Robintur Travel Group, Claudio Passuti –. Ora acceleriamo la fase di espansione, con acquisizioni coerenti e mirate, per arrivare a una copertura territoriale più completa, soprattutto nelle aree, come Vignola, dove i punti vendita Coop e i suoi soci sono più presenti». La Cherry for Fun si rivolge a un bacino di circa 60 mila abitanti nella cittadina emiliana e nei comuni limitrofi, 20 mila dei quali sono soci Coop; a questi ultimi Robintur Travel Group offre promozioni, sconti, cataloghi e prodotti esclusivi a proprio marchio. Da pochi giorni, il Gruppo ha aperto inoltre la nuova agenzia di Firenze Coverciano, e a dicembre aveva inaugurato la prima Viaggi Coop della Lombardia, a Brescia. Oltre che nel segmento leisure, Robintur Travel Group è attivo con volumi importanti anche nel turismo organizzato e nel business travel con la società BTExpert. Nel nuovo Piano poliennale 2019-2022, in elaborazione, Robintur Travel group punta a una collaborazione ancora più stretta con il mondo Coop ed all’ampliamento della rete. [post_title] => Robintur: bilancio oltre le apettative. Acquisita l'adv Cherry for Fun di Vignola [post_date] => 2019-05-31T14:35:51+00:00 [category] => Array ( [0] => senza-categoria ) [category_name] => Array ( [0] => Senza categoria ) [post_tag] => Array ( [0] => coop [1] => coop-viaggi [2] => robintour ) [post_tag_name] => Array ( [0] => coop [1] => coop viaggi [2] => robintour ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559313351000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353867 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => #dimmiperché. È questo l’hashtag scelto da Uvet Personal Travel Specialist per la sua nuova campagna social che partirà su Facebook dal 3 giugno. Saranno direttamente i Personal travel specialist, attraverso dei brevi video informativi, a condurre la campagna di “social reality”. I Personal travel specialist sono cento professionisti presenti su tutto il territorio nazionale che offrono un servizio e un’assistenza di vendita personalizzata per viaggi e vacanze leisure. Ogni Personal travel specialist racconterà in una breve clip quali sono i “Tre buoni motivi” per scegliere di acquistare viaggi e vacanze con questo tipo di servizio evidenziando quello che i loro clienti hanno indicato e percepito come un vero valore distintivo. «Si tratta di una positiva e semplice operazione di storytelling animato - ha detto Glauco Auteri, responsabile Personal travel specialist -. Un live realizzato da persone che fanno questo lavoro e raccontano cose vere. Gli utenti di Facebook dimostrano sempre di apprezzare molto questo genere di contenuti. Un certo tipo di animazione sui social produce sempre dati positivi in termini di visibilità. I Personal Travel Specialist così diventano protagonisti e si lavora per un interessante obiettivo di ‘client engagement’». [post_title] => Uvet lancia #dimmiperché, la campagna social per i Personal travel specialist [post_date] => 2019-05-31T10:20:55+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => glauco-auteri [1] => personal-tarvel-specialist [2] => uvet ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Glauco Auteri [1] => Personal tarvel specialist [2] => Uvet ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559298055000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353704 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Arrivano le proposte per il Capodanno 2020 firmate Idee per viaggiare. Tante le destinazioni dove festeggiare l’inizio del “Twenty-Twenty”, approfittando anche del calendario particolarmente favorevole. Tutte le offerte sono “a conferma immediata” e possono essere consultate a partire dal sito dell’operatore, dove per ora si trovano già le prime promozioni per Maldive, Messico, Stati Uniti e Caraibi. Nei prossimi giorni saranno disponibili le ulteriori destinazioni selezionate dal to. «La trentennale esperienza ci consente di essere sempre più dinamici e precisi nella definizione di ogni dettaglio. La programmazione di Capodanno dimostra quanto siamo cresciuti e come sia vincente la strutturazione aziendale che stiamo portando a compimento», ha dichiarato Roberto Maccari, socio fondatore di  Idee per viaggiare. La tipicità di Idee per Viaggiare, operatore tailor-made, riguarda anche le proposte di viaggio realizzate per Capodanno 2020, che possono essere personalizzate secondo i desideri dei viaggiatori. [post_title] => Arrivano le proposte per il Capodanno 2020 firmate Idee per Viaggiare [post_date] => 2019-05-30T10:51:01+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559213461000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353319 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => È Pr & Go Up Communication a realizzare la comunicazione di Corsica Sardinia Ferries per il lancio della nuova rotta che collega la Sicilia alla Provenza e Costa Azzurra: 100 viaggi programmati fino al 3 novembre 2019, a bordo di moderni e confortevoli Mega Express. "Bedda Nave" e "Amuninni in Provenza" sono i due i soggetti della campagna integratache invita in modo ironico e distintivo ad approfittare della nuova offerta firmata Navi Gialle. «Il piano – commenta Albert Redusa Levy, coo di Pr & Go Up Communication Partners  - prevede l’integrazione sinergica di adv offline con affissioni e campagne stampa, supportata da un’intensa attività online di programmatic display advertising, dem e social network». [post_title] => Corsica Ferries, dalla Provenza alla Sicilia con la nuova campagna di PR&Go Up [post_date] => 2019-05-27T10:55:45+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558954545000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352946 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352951" align="alignleft" width="225"] Alessandro Azzola[/caption] Lusso, servizio, haute cusine, ospitalità, butler, overwater, mare cristallino, romanticismo, honeymoon, sono tutte parole che ben si sposano ad un resort maldiviano. Ce ne sono più di 120 che occupano isole più o meno piccole in una area enorme dell’Oceano Indiano, ormai divenuta un sogno ad occhi aperti, fatta di grandi distanze e atolli da non crederci. E allora come fare a differenziarsi? Lo ha capito Azemar e lo ha capito la mente imprenditoriale della famiglia Azzola, della quale, Alessandro, rappresenta il motore dell’accoglienza alle Maldive. Cocoon è un resort situato sull’isola di Ookolhufinolhu, atollo di Lhaviyani. Fa parte dell’ampia programmazione Azemar sull’arcipelago (50 resort in commercializzazione più due in comproprietà, Cocoon, appunto e You & Me by Cocoon aperto il 1° marzo). Ci sono delle menti creative che hanno concettualizzato il primo hotel di design delle Maldive. Si tratta di Daniele Lago, Simona Fabini, Tomaso Schiaffino e Gian Luca Innocenzi, insieme a Vito Di Bari, il “core” di designer coinvolti nella formazione e nella costituzione di Cocoon. [caption id="attachment_352952" align="alignright" width="225"] Un particolare del doppio lavabo con fondo in vetro[/caption] «Cocoon Maldives è il frutto di uno sforzo collaborativo - spiega Alessandro Azzola, managing director di Cocoon Maldives – fra Daniele Lago, ceo e chief designer della principale società di design italiana, Lago e me. Il nostro incontro è stato foriero di un concetto che oggi rappresenta un successo imprenditoriale innegabile. Leader creativo, inventivo e innovativo, Daniele Lago ha lanciato il successo del marchio Lago sin dal suo esordio ed oggi è molto affermato e riconosciuto in tutto il mondo, in particolare nel settore del mobile. Il marchio ha anche una forte presenza sui social media, con un milione e mezzo di followers». L'alleanza di Cocoon con un'azienda di design come Lago ha portato ad un connubio vincente, un rapporto “win win” dove Lago ha interpretato l'immagine di Cocoon come un marchio di sostenibilità, leggerezza, ospitalità ed empatia con l'ambiente circostante. «Ogni mobile è selezionato per allinearsi al concetto dell'azienda; letti sospesi su lastre di vetro che danno l’effetto “fluttuante”, lavabi con il sistema di scarico contemporaneo di legno antico con il fondo di vetro, appositamente creati, autentici tavoli in ceramica siciliana dipinta a mano e altalene nelle camere e nelle parti comuni, fanno parte di questo concept - spiega ancora Azzola – Ma c’è anche altro...». [post_title] => Cocoon by Azemar: il primo resort di design alle Maldive. Ma cosa c’è dietro? [post_date] => 2019-05-25T09:15:21+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558775721000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353059 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea ha centrato un utile operativo record (ebit) di 13,6 milioni di euro nel 2018 con una crescita del 63% rispetto all'anno precedente; il fatturato ha superato i 396,1 milioni di euro, in crescita di 89 milioni (+29%) rispetto ai 307,5 del 2017. I ricavi relativi alla vendita dei biglietti hanno raggiunto 258,4 milioni di euro (+28% sul 2017), mentre quelli ancillari sono pari a 137,7 milioni di euro (+31% rispetto 2017) e rappresentano il 35% del totale del fatturato. «Siamo molto felici dei nostri risultati finanziari, che testimoniano la nostra crescita, forte e costante - ha dichiarato Carlos Muñoz, presidente e fondatore di Volotea -. Questa è la riprova di quanto sia vincente la nostra strategia di collegare tra di loro città di medie e piccole dimensioni in Europa, con voli diretti e senza scali in grandi hub. L'aggiunta di ulteriori Airbus A319, infine, ci consente di aumentare la nostra capacità di trasporto con velivoli più competitivi in termini di costi e che, anno dopo anno, aumenteranno la nostra redditività». Nel 2018, Volotea ha operato 53.400 voli (+20%) e trasportato 6,57 milioni di passeggeri (+36%), totalizzando un load factor del 93,1% (7,7 punti base in più rispetto all’anno precedente). Quattro nuovi Airbus A319 sono stati aggiunti alla flotta lo scorso anno, per un totale di 30 aeromobili totali. Infine, nel 2018, l'organico medio di Volotea è stato di 888 dipendenti (in aumento di 230 risorse rispetto al 2017), raggiungendo un totale di 1.078 dipendenti durante l’alta stagione.   Nel 2017, Volotea ha adottato l’Ifrs 16 per l'emissione del Consolidated Annual Accounts, diventando una delle prime società in Spagna e nel settore delle compagnie aeree europee ad utilizzare questo principio contabile. Anche i risultati 2018 sono stati presentati seguendo i principi contabili Ifrs 16. [post_title] => Volotea archivia il 2018 con un utile operativo record, in crescita del 63% [post_date] => 2019-05-23T12:25:19+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558614319000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352856 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Promuovere in sinergia e con strumenti innovativi i territori dell'alto Mediterraneo sui mercati più performanti, grazie alla costruzione di una rete unica transfrontaliera. È questo l'obiettivo di SIS.T.IN.A, il progetto presentato a Roma presso la sede dell'Enit, che vede la cooperazione tra i due territori di Italia e Francia e si inserisce nell'ambito del Programma europeo Marittimo 2014-2020. «Servizio, disponibilità, integrazione e lavoro comune - esordisce il senatore Massimo Mallegni, assessore ai Beni, Attività culturali e Turismo del comune di Pietrasanta -, sono queste le premesse del progetto, che saprà avviare iniziative diversificate, permettere un dialogo costruttivo tra i territori e andare a parlare ai mercati più interessati ai nostri prodotti». Tra gli obiettivi principali di SIS.T.IN.A, la diversificazione integrata dell'offerta e una promozione altamente innovativa, che, nei piani delle realtà coinvolte, andranno a facilitare la destagionalizzazione dei flussi in arrivo e la crescita della permanenza del soggiorno, grazie all'effetto moltiplicatore della rete unica transfrontaliera che si andrà a costituire. Tra gli strumenti, la costruzione di un catalogo di pacchetti turistici transfrontalieri specializzati sulle linee di prodotto diporto, bike, enogastronomia e wellbeing; la stipula di accordi di promo-commercializzazione;  la realizzazione di video promozionali dei 5 territori protagonisti e l'organizzazione di eventi e di workshop locali. Tutta l'offerta disponibile, sarà proposta attraverso un sito web di promozione turistica. «Il portale è operativo a partire da oggi - spiega Stefano Landi, presidente di SL&A , l'azienda che si occupa dello sviluppo marketing del progetto -  all'indirizzo http://www.grandtourupmed.eu e sarà presto disponibile in più lingue». Gli utenti potranno acquistare i pacchetti e contattare gli operatori tra due settimane, dopo l'evento di presentazione dell'offerta che si terrà a La Spezia il 7 e l'8 giugno, in una due giorni d'affari con i buyer. «Ci stiamo occupando dell'invito dei buyer - spiega Daniela Battaglioni, direttore di Travel Open Day, che ha vinto la gara lanciata da Blue Hub per l'organizzazione della Borsa del Turismo dell'alto Mediterraneo -. Li abbiamo selezionati tra i più importanti  in Italia e all'estero, registrando ottimi riscontri, sia riguardo alla proposta dei pacchetti, sia sulla partecipazione all'evento».  Sul sito web saranno disponibili 14 pacchetti di viaggio, organizzati da 9 tour operator e charter nautici del territorio «ma saranno presenti anche operatori  singoli  - aggiunge Ilario Agata, direttore di Blue Hub - per permettere agli utenti che non sono interessati ai pacchetti, di entrare in contatto con i player e fare una auto-composizione del proprio viaggio». Largo spazio sarà dato al turismo esperienziale, con l'offerta di cooking class, degustazioni nei siti di produzione, trekking in luoghi particolari, veleggiate in aree di elevato interesse naturalistico e così via.  «Iniziative come questa sono molto importanti - commenta Gianni Bastianelli, direttore Enit - perché ci permettono di andare sul mercato con azioni sinergiche, efficienti e coordinati». Tra le esigenze del turista di oggi, evidenziate dal direttore, alcuni dei focus presenti nell'offerta di SIS.T.IN.A: «Natura, sostenibilità, vacanza attiva e un livello di servizi sempre più alto».      [post_title] => Una rete unica transfrontaliera: il progetto SIS.T.IN.A presentato all'Enit [post_date] => 2019-05-23T08:00:53+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558598453000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352764 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_224573" align="alignright" width="300"] La Spezia[/caption] Bilancio positivo per la provincia della Spezia che registra numeri ancora in crescita nel primo trimestre 2019. «La Regione Liguria ha reso noti i dati sugli afflussi turistici dei primi 3 mesi dell’anno - commenta Paolo Asti assessore al turismo alla Spezia - in Liguria e La Spezia è la  provincia che registra incrementi sempre significativi segnando, anche in questo primo trimestre, un + 2.4% riferito alle presenze e un +12,67 %  riferito a turisti che arrivano alla Spezia». Un trend positivo  a riprova che la strada intrapresa soprattutto sulla destagionalizzazione dell’offerta turistica elaborata anche con le associazioni di categoria  sia quella giusta. «Quanto emerge fin dall’inizio del nostro mandato amministrativo dimostra che la nostra volontà di trasformare quella che in ambito turistico era pura improvvisazione in programmazione – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – si sta confermando con il ripetuto e significativo incremento turistico. E a  questi dati vanno aggiunti gli arrivi delle navi da crociera, che non sono compresi. La nostra amministrazione esercita e deve esercitare fra i Comuni del Golfo un ruolo di capofila così che il turismo assuma sempre più i valori di un’economia capace di generare ricchezza per il territorio». «Ora – conclude l’assessore al turismo -  analizzeremo con attenzione ogni singolo dato capire meglio le dinamiche e  strutturare una offerta turistica sempre più all’altezza. Un’offerta globale che sarà vincente solo se avremo la capacità di superare i   confini comunali e sfruttare al meglio tutte quelle opportunità che il turismo  può offrire».   [post_title] => La Spezia, flussi turistici in crescita da gennaio a marzo 2019 [post_date] => 2019-05-22T11:29:51+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558524591000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352681 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E’ andata in scena ieri pomeriggio a Milano, presso il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci, la conferenza dedicata al turismo e alla cultura fra Cina e Italia. Tanti i rappresentanti che si sono alternati sul palco a sottolineare l’amicizia e l’ammirazione reciproca tra i due Paesi e tante le iniziative frutto di un attività congiunta ampia e strategica. Gemellaggi tra le regioni, scambi di esposizioni e la Nuova via della Seta sono solo alcuni tra i progetti per promuovere gli scambi in vista del 2020, anno culturale del turismo Italia-Cina. Lo scorso anno 149 milioni 120 mila cinesi si sono mossi verso l’estero, posizionando l’Italia al dodicesimo posto tra le destinazioni scelte. Milano è una delle case più grandi della comunità cinese e si presenta come città aperta da scoprire intimamente, simbolo di integrazione oltre che capitale della moda, del design, del business e dello sport. Se da una parte i turisti cinesi nel nostro Paese sono più esigenti con una spesa media a persona di 1213 euro nel 2018, dall’altra la Cina accoglie la sfida di proporre turismo esperienziale agli abitanti dello Stivale per farli allontanare dagli itinerari più classici. [post_title] => Cina chiama Italia: nuovo slancio ai rapporti turistici tra i due paesi [post_date] => 2019-05-21T11:57:41+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558439861000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti