21 October 2019

Mappamondo in Bit con l’Indonesia

[ 0 ]

Anche per l’edizione 2019 Mappamondo parteciperà alla Bit all’interno dello stand Indonesia. L’operazione riconferma il ruolo strategico che questo Paese ricopre nella programmazione Oriente di Mappamondo, specializzato da oltre 40 anni sulla destinazione, nonché la sempre più stretta collaborazione con le massime istituzioni del turismo indonesiano. Rinnovati i contratti diretti con una selezione di alberghi a Bali, Lombok Gili Meno, Gili Trawangan e Karimunjawa, grazie ai quali Mappamondo continua a offrire ai propri clienti plus esclusivi a condizioni molto competitive.  Tra le principali novità, l’isola di Nusa Lembongan, situata ad appena 30 minuti di barca da Bali, è il luogo perfetto per chi desidera una vacanza al mare lontano dai grandi flussi turistici. Qui Mappamondo ha selezionato il Mahagiri Resort, un ottimo albergo che si affaccia su una spiaggia di sabbia bianca. Aumentata l’offerta di tour guidati che, oltre a Bali e Java, si arricchiscono di itinerari in zone meno conosciute, per offrire ai clienti esperienze sempre più autentiche. Prosegue, infine, la partnership con i velieri Star Clippers, che da giugno a settembre navigano nelle acque delle isole della Sonda, per vivere emozioni nuove e assaporare il viaggio da un’altra prospettiva. Per l’altissima stagione estiva, l’operatore ha studiato due partenze speciali il 5 e il 19 agosto, con voli Singapore Airlines da Milano e Roma, che oltre alla crociera prevedono un soggiorno a Bali.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353759 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Clima mite tutto l’anno, offerta enogastronomica invitante, lunghe distese di sabbia e imponenti faraglioni: queste sono solo alcune delle meraviglie che il Portogallo regala, anche per una vacanza a misura di bambino. Ci sono moltissimi motivi per cui vale la pena organizzare una vacanza in Portogallo con la famiglia al completo. Ecco 5 idee alternative per scoprire il fascino portoghese insieme ai più piccoli. In Portogallo non è necessario recarsi al mare per trascorrere delle ore in acqua: in questo meraviglioso paese è possibile svagarsi nei numerosi parci acquatici sparsi su tutto il territorio e vivere esperienze mozzafiato su scivoli acquatici. L’Algarve ospita i parchi acquatici più popolari, come Slide & Splash e Aqualand Big One. Lo Zoomarine di Albufeira, sempre in Algarve, è, invece, un parco acquatico dove, tra uno scivolo e l’altro, delfini, leoni marini e foche intrattengono i turisti con spettacoli scenografici. Capitale cosmopolita, Lisbona rappresenta una meta che offre numerose attività capaci di soddisfare i turisti di ogni età. E' una città tutta da scoprire, a piedi o, perché no, in tram. Uno dei modi più autentici per visitare i quartieri tipici è, infatti, il tram numero 28, che percorre su e giù le vie più caratteristiche della città in vero stile portoghese. Al di fuori dei centri urbani, la bellezza di questo paese si rivela in tutta la sua varietà e un modo alternativo per visitare luoghi lontano dai classici circuiti turistici è organizzare un tour in bici.  Si possono percorrere diversi itinerari, ma l’Ecovia do Litoral è, senza dubbio, uno dei migliori percorsi che attraversa l’Algarve. Le Azzorre non sono solo sinonimo di relax e natura incontaminata, sono anche uno dei maggiori santuari al mondo di balene. Le loro acque, infatti, sono popolate da oltre 24 tipi diversi di cetacei ed esistono delle basi, sparse nelle 9 isole che compongono l’arcipelago. In Portogallo il surf è un tema serio.  Le località più note sono, senza dubbio, Nazaré, luogo ricercato dai surfisti più audaci e dove è stata cavalcata l’onda più alta in assoluto – 35 metri di altezza - ma anche Carcavelos, Ericeira o Peniche. Proprio qui, si trova un camp per impavidi bambini e ragazzi che vogliono imparare a sfidare le onde dell’Oceano. Non sarà difficile capire come il surf in Portogallo non è semplicemente uno sport, ma un vero e proprio stile di vita e i turisti che, anche solo per un giorno, abbracciano questo sport si sentiranno parte di questa popolazione solare.  [post_title] => Portogallo a misura di bambino, dai parchi ai bike tour fino al surf [post_date] => 2019-05-31T09:58:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559296689000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353456 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Thailandia, Indonesia, Iran, Perù, Colombia, Bolivia e Cuba si confermano le destinazioni top dell’estate 2019 di Mappamondo, che propone numerose partenze garantite tra il 3 e il 22 agosto, con voli di linea da Milano, Roma, Venezia, Firenze, Pisa e Napoli. L'operatore ha deciso di offrire alle adv un prodotto in allotment sia sui voli sia sui servizi a terra, nel mese di altissima stagione, da proporre ai propri clienti con la sicurezza della conferma immediata e garantita. Sono numerosissime, infatti, le date di partenza proposte dal to per il mese di agosto con un’ampia gamma di destinazioni lungo raggio tra cui scegliere. Thailandia, Indonesia Perù e Cuba sono in particolare le mete con il maggior numero di opportunità di partenze. A ciò si aggiunge una data secca per Colombia (10 agosto) e Iran (11 agosto), mentre sulla Bolivia si può scegliere tra l’8 e il 22 agosto. «Anche quest'anno - dichiara il direttore commerciale Francesco Maio - abbiamo lavorato moltissimo per aumentare il prodotto a conferma immediata a disposizione delle agenzie nel periodo di altissima stagione: una strategia che negli anni ci ha portato a essere identificati e riconosciuti come punto di riferimento proprio sulle destinazioni coinvolte nel nostro allotment estivo».     [post_title] => Mappamondo rafforza gli allotment su voli e alberghi [post_date] => 2019-05-28T12:06:17+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559045177000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353440 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_353441" align="alignright" width="300"] Un momento dell'inizio dei lavori[/caption] La catena di alberghi di proprietà di Sir Richard Branson, Virgin Hotels, ha iniziato i lavori per la costruzione della sua settima struttura, il Virgin Hotel New Orleans, la cui inaugurazione è prevista per il 2021. Alla cerimonia svoltasi ieri nella città del jazz, il fondatore del Virgin Group ha confermato che la proprietà, che proporrà 200 stanze, avrà oltre che la firma ormai inconfondibile di “Virgin” anche un sapore tipicamente di New Orleans. «E’ una città speciale New Orleans ed anche un crogiuolo di culture e tradizioni - ha detto Branson -. Il nostro intento è quello di fare in modo che si possa celebrare la principale caratteristica locale, “The Big Easy”, attraverso la gestione del nostro albergo, del quale non vedo l’ora del completamento». Il Virgin hotel No sorgerà nel Warehouse District, esattamente al centro di un quartiere dove stanno nascendo un certo numero di ristoranti, gallerie e negozi, e per aumentare l’offerta proporrà diversi punti di ristorazione e drink incluso il Commons Club, punta di diamante del marchio, e il recentemente annunciato Funny Library Coffee Shop, un bar sul tetto con piscina, lounge, e anche una palestra con spazi dedicati a meeting ed eventi. Non è da poco che New Orleans è nel mirino della compagnia, e Virgin Hotels ha finalmente fatto il grande passo. Questa “prima pietra” arriva immediatamente a seguire l’inaugurazione del nuovo Virgin Hotels San Francisco, la seconda proprietà del gruppo, avvenuta all’inizio del 2019. Il primo hotel del marchio aprì a Chicago nel 2015, poi, in coda, vi sono nuove aperture a raffica: Virgin Hotel Dallas, Virgin Hotel Nashville, Virgin Hotel New York, Virgin Hotel Las Vegas e Virgin Hotel Edinburgo, tutti in costruzione. [post_title] => Virgin Hotels: al via la costruzione del settimo, a New Orleans [post_date] => 2019-05-28T09:39:39+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559036379000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353149 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Affaire Atlantide. Appaiono sempre meno chiari i contorni della vicenda relativa all'acquisizione (vera o presunta?) del ramo d'azienda de I Viaggi di Atlantide da parte di Arkus. Dopo un primo annuncio dato per certo dal network Arkus, durante la scorsa edizione della Bmt, sono seguiti una serie di prese di posizioni e passi indietro delle realtà coinvolte nella vicenda. Dalla nota di Enac che annuncia di aver ricevuto ricevuto da parte di Neos una comunicazione relativa alla decisione della compagnia di non proseguire i servizi charter per Partours, al contrattacco di Arkus fino alla recente posizione di Aiav secondo la quale I Viaggi di Atlantide avrebbe operato senza copertura assicurativa. Tanto è stato detto fino ad oggi che il to di Brescia ha deciso di mette nero su bianco, chiarendo la propria versione sui fatti: «Il tour operator bresciano ha, fino ad oggi, onorato tutti i propri impegni verso le agenzie e verso i clienti garantendo agli stessi tutte le partenze charter previste fino alla metà di maggio e, allo stesso modo, per i principi sopra enunciati, per le prenotazioni relative ai viaggi su misura – circa 40 -  sta provvedendo a garantire i servizi coperti dagli acconti versati dalle agenzie e a rimborsare invece le agenzie che hanno versato gli acconti ma alle quali non sono stati, ad esempio, emessi i biglietti aerei. Al di là di ogni dietrologia, questa decisione è maturata a seguito di una situazione di immobilità operativa, dovuta ad inadempienze non certo imputabili a I Viaggi di Altantide ma semmai a chi, tuttora utilizza a seconda dei propri vantaggi, il nome dello stesso come di sua proprietà laddove faccia comodo – leggasi conferenza stampa del 09 Maggio relativa alla presentazione dell’acquisto di un noto club calcistico ndr – mentre si distacca da situazioni più meramente operative. Si riconferma, per correttezza di informazioni, che non è stato formalizzato alcun atto finale di acquisizione di ramo di azienda, ma il preliminare sottoscritto è vincolante con efficacia operativa a partire dai primi giorni di aprile, tanto più che Partours, contrariamente a quanto dichiaro, ha emesso estratti conto recanti la propria ragione sociale ed ha incassato dei pagamenti da parte di alcune agenzie di viaggio. Cosi come risulta siano stati siglati dei contratti con alcune strutture alberghiere. Allo stesso modo, va chiarito che la sospensione dei voli a Partours è derivata dal fatto che la compagnia aerea Neos aveva sottoscritto con Partours il contratto charter per i voli di aprile e maggio e le obbligazioni in esso previste non sono state onorate dalla medesima società e non certo da I Viaggi di Atlantide. Il quale ha, piuttosto, dovuto garantire le partenze stesse alla compagnia che, a quanto risulta, non ha mai in alcuna sede dichiarato che la sospensione dei voli fosse dovuta ad inadempienze di Viaggi di Atlantide, anche perché non avrebbe potuto farlo, bensì sono dichiarazioni di terzi e/o interpretazioni degli organi di stampa i quali, sulla base di “fonti di mercato” non meglio precisate, sono unilateralmente giunti a quella conclusione. Il comparto del turismo che, potrebbe in un futuro non lontano perdere I Viaggi di Atlantide, dovrebbe, in determinati segmenti, forse essere rivisto e ridisegnato se oggi si assiste ad una messa alla gogna di un Tour Operator che nel corso di tutta la sua attività (oltre ad aver portato qualche novità in termini di prodotto e di approccio al mercato) ha svolto il proprio lavoro nel pieno rispetto delle regole vigenti ma, soprattutto, con correttezza, serietà e dedizione, valori che negli anni hanno soddisfatto migliaia di agenzie di viaggio e centinaia di migliaia di clienti.. In merito a quanto dichiarato dal sig. Avataneo, a capo dell’associazione degli agenti di viaggio, che l’azienda aveva già avuto occasione di incrociare qualche anno fa, si precisa che, come accaduto in quell’occasione, lo stesso avrebbe potuto senza alcun problema prendere contatto con i vertici di Viaggi di Atlantide e gli stessi sarebbero stati più che disponibili a fornire ogni qualsivoglia informazione e, apprese le stesse – tutte quante supportate da relative documentazione – avrebbe sicuramente capito e compreso la situazione in maniera adeguata, probabilmente rivedendo alcune considerazioni". [post_title] => Arkus: la versione di Atlantide [post_date] => 2019-05-24T11:31:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558697468000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352741 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ctrip, l'agente di viaggi più grande dell'Asia, e Cotri (China Outbound Tourism Research Institute) hanno presentato congiuntamente il nuovo rapporto di viaggi alla fiera commerciale Itb China del 2019 a Shanghai. Il rapporto esamina le tendenze dei viaggiatori cinesi in partenza che optano per un viaggio personalizzato di fascia alta. Per venire incontro alle richieste sempre maggiori di viaggi personalizzati da parte dei viaggiatori cinesi, nel mese di gennaio del 2016 è stata istituita l'unità Viaggi personalizzati di Ctrip con una studiata appositamente per le persone con reddito netto elevato lanciata nel mese di marzo 2019. La piattaforma si rivolge ai clienti cinesi di fascia alta che sono sempre più interessati a servizi di alta qualità e all'uso esclusivo di risorse rare. In quanto viaggiatori esperti che considerano il viaggio un'attività di svago importante, sono attivamente alla ricerca di servizi, risorse ed esperienze di alta qualità, unici e di nicchia. Flessibili per quanto riguarda il loro tempo e non vincolati da problemi di costo, questi clienti apprezzano molto l'esclusività e la privacy durante le loro esperienze di viaggio. Secondo il rapporto, donne, coppie e gruppi di età compresa tra i 31-40 anni sono probabilmente, a livello demografico, i più propensi ad acquistare pacchetti di viaggio all'estero personalizzati di fascia alta. Le cinque destinazioni più richieste sono Tailandia, Giappone, Indonesia, Maldive e Usa. Nel 2018, il numero di ordini ha registrato un aumento del 180% rispetto al 2017. Sebbene Shanghai, Pechino e Guangzhou siano i tre mercati principali con maggiore richiesta, la crescita da città di altro livello ha superato quella delle città di primo livello. I dati di Ctrip indicano che la spesa media per persona su un pacchetto di viaggio personalizzato di fascia alta era di RMB 23.800 (3.410 dollari). La richiesta di attività uniche, ristoranti raffinati, la partecipazione a eventi sportivi speciali e l'organizzazione di alloggi di alto livello riflette il costante interesse per esperienze di viaggio più esclusive e personalizzate.   [post_title] => Itb China, il turista cinese di fascia alta cerca esperienze di nicchia [post_date] => 2019-05-22T09:31:04+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558517464000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352613 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352614" align="alignleft" width="225"] Mike Kupier al dive briefing[/caption] Nel nuovissimo resort di Azemar, nell’atollo di Raa il diving, come del resto in tutte le Maldive, è una cosa seria. Il centro di immersione è affidato alle cure di Mike Kupier, olandese, conoscitore dell’area con più di 10 anni di esperienza in queste acque. «Gli sport acquatici - spiega Kupier  - sono tutti presenti al centro nautico, mentre per la subacquea ce ne occupiamo noi di Emperor Divers, azienda con sede in UK, con una buona presenza anche in Egitto in tre località del mar Rosso. Il centro offre la didattica Padi, e rilascia tutti i brevetti a disposizione partendo dall’open water fino al massimo livello, incluso il Nitrox. Disponiamo di 20 set completi per vestire i nostri ospiti che non avessero portato la propria attrezzatura, tutto materiale di prima qualità (Scubapro) e soprattutto nuovissimo. Per le uscite disponiamo di un dhoni da 14 posti con il quale spesso facciamo immersioni doppie, e speedboat per dive privati o per gli sport nautici». L’atollo è ancora abbastanza “unspoiled” e per questo è difficilissimo incontrare altri gruppi di subacquei, ma soprattutto si stanno cercano altri interessanti punti di immersione oltre ai 18 già individuati. Fra questi spiccano 3 spot dedicati all’osservazione delle maestose mante e, proprio in uno di questi abbiamo provato questa emozionante esperienza di persona. «Il sito di Madi Gaa dista solo 5 km dallo You & Me - precisa Mike - circa 20 minuti di dhoni, poi ci si immerge e come per incanto vi troverete circondati da mante che qui vengono a pulirsi l’apparato attraverso il quale ingeriscono il plancton ed aquile di mare, oltre ad una quantità enorme di pesci multicolori». E così è stato, in un’immersione non profonda (massimo 17 metri) con 67 minuti di dive a 12 metri, 55 dei quali nel bel mezzo di un gruppo di mante, talmente tranquille ed a loro agio che pareva eseguissero la loro lenta e maestosa danza solo per noi osservatori, aggrappati al fondale. Mike ha mantenuto la promessa e, se con una sola immersione questo è ciò che abbiamo potuto ammirare, pensate con un’intera settimana a disposizione cosa si potrà incontrare. I diving spot sono molteplici come Broken Rock, un sito che va da 5 a 35 metri in cui si possono ammirare squali grigi del reef, barracuda, razze, o Nino Tila, dove la fanno da padrone piccole cavità ed un canyon che la taglia in due popolato di corallo soffice, oppure Lunboahanoo un po’ più a nord, circa un’ora di barca, che riunisce le caratteristiche dei precedenti. «Potrete immergervi con tre istruttori - conclude Kupier - che vi guideranno in inglese, cinese, russo, olandese, tedesco e, presto, speriamo anche in italiano». Le prossime tappe di sviluppo di Emperor Divers saranno: Emperor Raa, 5 stelle  adults only resort e Emperor Explorer  previsto per l'agosto 2019, ambedue alle Maldive e l' Emperor Harmoni che aprirà nel luglio 2020 in Indonesia. [gallery ids="352626,352625,352624,352623,352622,352621,352620,352619,352618"] [post_title] => Azemar: allo You & Me by Cocoon, il diving alle Maldive secondo Emperor Divers [post_date] => 2019-05-22T08:45:41+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558514741000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352508 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sacbo, società di gestione dell’Aeroporto di Milano Bergamo, e la controllata società di handling BGY International Services hanno consegnato sei Borse di studio dell’Associazione Intercultura  ad altrettanti giovani studenti bergamaschi, selezionati tra il centinaio di partecipanti al Progetto  Alternanza Scuola Lavoro 2017-2018 svolto in ambito aeroportuale da fine maggio a metà settembre 2018 e imperniato sull'attività di accoglienza dei passeggeri. I sei studenti trascorreranno un periodo di quattro settimane, dal 21 luglio al 16 agosto, a Dublino in Irlanda ed effettueranno una visita al quartiere generale della Ryanair. Le borse di studio sono state assegnate a Davide Bonafini e Veronica Marenzi, studenti dell’Istituto Commerciale e Turistico Vittorio Emanuele II di Bergamo, Beatrice Damiani del Liceo Scientifico Opera Sant’Alessandro, Daniele Campese del liceo linguistico Falcone, Eleonora Mauro del liceo Secco Suardo e Davide Gagliardi dell’Istituto Aeronautico Maxwell di Milano. Alla cerimonia di consegna delle borse di studio, tre messe a disposizione da SACBO e tre da BIS, svoltasi nell’auditorium degli uffici direzionali di SACBO a Grassobbio, sono intervenuti: Emilio Bellingradi, Direttore Generale Sacbo, Amelia Corti, Amministratore Delegato Bis, Mietta Denti Rodeschini della Fondazione Intercultura, Patrizia Crippa in rappresentanza di Patrizia Graziani, Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo, e Sara Pavesi in rappresentanza Confindustria Bergamo. [post_title] => Sacbo e Bis, sei studenti premiati con borse di studio Intercultura per Irlanda [post_date] => 2019-05-20T13:30:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558359043000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352522 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prende di nuovo il via il progetto integrato ideato dall’Agenzia PR & Go Up Communication Partners per l’agenzia del turismo della Corsica, in collaborazione con Atout France con l’obiettivo di rilanciare l’isola francese come bio-vacanza. «"Bio vacanza? Naturalmente Corsica!" è, infatti, il claim della campagna che identifica l’Ile de Beauté come meta estiva "green", la scelta naturale per gli amanti del verde e per chi cerca una vacanza pura, a contatto con la natura» commenta Albert Redusa Levy, coo dell’agenzia. Cuore del progetto è il blog Corsicavivilaadesso.it, un diario di viaggio aggiornato in tempo reale con testi, fotografie e video creati da blogger che si passeranno il testimone lungo diversi itinerari pensati per tutti i tipi di viaggiatori. Il progetto è supportato da una massiccia campagna video e affissioni nelle principali città italiane. Il piano prevede inoltre l’integrazione sinergica di attività web che utilizzano gli strumenti chiave del digital e social adv. [post_title] => Bio Vacanza? Naturalmente Corsica: un progetto promuove e racconta l'isola [post_date] => 2019-05-20T13:00:56+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558357256000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352253 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Successo annunciato e ora confermato alla grande per la ‘geo-intelligence’ di Costa Crociere, il sistema che combina big data di molte provenienze – sociodemografici, dalle carte di credito e altre fonti sul territorio – con i database della compagnia. E poi coinvolge le agenzie nella ricerca, finalmente miratissima, di nuovi clienti culturalmente e commercialmente pronti per partire in crociera, scovati dall’avanzatissimo sistema nei luoghi in cui vivono, lavorano, spendono e si divertono. Lo aveva annunciato un anno fa Massimo Brancaleoni, senior vice president world wide sales di Costa Crociere. Ne ha parlato oggi Daniel Caprile, direttore commerciale Italia di Costa Crociere, accogliendo le agenzie ospiti di Costa Favolosa per I protagonisti del Mare 2019, l’evento che ogni anno festeggia i top seller della compagnia, alla 26esima edizione. Da gennaio sono partite 160 attività di marketing strutturate e mirate in base ai dati forniti dalla geo-intelligence di Costa Crociere. «Chi se ne è servito – ha annunciato orgogliosamente Caprile – ha fatto crescere i ricavi su Costa del 168% in media». Il dato fa colpo, e promette sviluppi importanti. Del sistema ha approfittato ad esempio Antonio Tedesco con la sua Andirivieni Travel a Corigliano Calabro, uno dei primi premiati de I Protagonisti del Mare 2019, che nella foto sopra ritira il premio ‘geo-intelligence’ da Daniel Caprile.   [post_title] => Costa Crociere geo-intelligence: ricavi più che raddoppiati in agenzia [post_date] => 2019-05-16T14:55:48+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558018548000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti