16 October 2018

Epifania in Oman con Originaltour

[ 0 ]

“Speciale Epifania Incantevole Oman”, con partenza il 2 gennaio e rientro il 7 gennaio 2018, è l’ultima proposta firmata da Originaltour. Si visita la capitale, Muscat e si parte poi per Birkat Al Mouz, con visita dell’oasi e pranzo in una casa omanita, prima di raggiungere Nizwa, conosciuta anche come la perla dell’Islam. Il giorno seguente si prosegue per Manah, Jabrin, Bahla Al Hamra con la sua oasi e le case costruite in fango e il tradizionale villaggio montano di Misfat Al Abriyyn con i caratteristici aflaj, i canali per il trasporto dell’acqua. Un giorno intero è dedicato al binomio wadi e deserto. Si inizia con il mercato del bestiame a Nizwa per proseguire per la bella oasi di Wadi Bani Khalid e poi per Al Wasil, alle porte del deserto di Wahiba. Escursione in jeep nel deserto con stop per ammirare il tramonto e pernottamento in campo tendato. Il giorno successivo si parte per Sur, città sul mare dove si costruiscono ancora i dhow, le imbarcazioni tipiche. Si visita anche Biman Sinkhole, con il profondo cratere dove si trova un laghetto di acqua dolce. Rientro a Muscat e sistemazione in hotel. L’ultimo giorno si parte alla volta del forte di Nakhal e per Thawarah, dove si trova la sorgente termale e una piccola wadi. Prima di raggiungere l’aeroporto, escursione serale per visitare l’Opera Galleria e le moschee di notte. Quote da mille 350 euro a persona.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275892 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La bicicletta elettrica sarà ancora protagonista dal 12 al 14 maggio di Bike-Up il primo festival europeo interamente dedicato alla bicicletta a pedalata assistita. Il calendario si presenta molto ricco e la manifestazione sarà un’occasione unica per appassionati, sportivi e famiglie per “toccare con mano” e sperimentare, attraverso test ride e prove, cosa significhi utilizzare una bicicletta a pedalata assistita. TrailUP e-powered by Bosch L’obiettivo è dare a tutti la possibilità di esplorare il territorio, visitare aree d’interesse culturale e paesaggistico senza eccessivo sforzo grazie all’utilizzo delle biciclette elettriche. Escursioni di mezza giornata guidate alla scoperta del territorio sia dal punto di vista culturale e paesaggistico che enogastronomico: sabato e domenica con due partenze (ore 10.30 e ore 14.30). Up-E cicloraduno elettrico Organizzato UP-E il cicloraduno elettrico che invita tutti i proprietari di biciclette a pedalata assistita a partecipare. Un’escursione in compagnia sulle rive del Lago di Como, domenica mattina alle ore 10. RideUP lesson by Gravity School Durante BikeUP saranno realizzati anche dei corsi di e-mtb (per imparare a sfruttare le potenzialità delle mtb elettriche). Si svolgerà su percorsi con salite scorrevoli e tecniche e discese non impegnative ma complete. Ogni corso ha la durata di 3 ore con un massimo di 15 persone e 2 Coach: sabato e domenica, ore 10 e 15 WOW “Woman on Wheels” è nuovo format di eventi pensato appositamente per le biker e per tutte le donne che vogliono avvicinarsi al mondo della bicicletta. L’appuntamento pensato durante Bike Up prevede un tour in bicicletta che porterà il gruppo, sino a Malgrate, dove nella suggestiva location del boutique design hotel “Casa sull’albero”, ci si rilasserà nella spa dell’hotel, gustando un (meritato!) aperitivo, sabato mattina alle ore 10. [gallery ids="275894,275895,275896,275897,275899,275900,275901,275903,275904"]     [post_title] => Lecco: Bike Up dal 12 al 14 maggio [post_date] => 2017-04-18T14:21:49+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492525309000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275788 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lombard Gate propone l'Oman con partenze garantire dal 28 aprile al 12 maggio. L'itinerario programmato, della durata di sette giorni/cinque notti, prevede visita della capitale Muscat, del deserto di Wahiba fino alla riserva marina di Ras Al Hadd. I voli sono realizzati in collaborazione con British Airways via Londra. La quota richiesta a persona per un minimo di due partecipanti parte da mille 785 euro. [post_title] => Lombard Gate in Oman a fine aprile [post_date] => 2017-04-14T10:19:10+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492165150000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275683 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_275689" align="alignleft" width="300"] Gaetano Stea[/caption] Nicolaus ha confermato la rotazione charter Verona-Lamezia Terme, attiva tra la metà di giugno e la fine di settembre. I voli saranno operati ogni sabato dal 17 giugno al 16 settembre da Air Dolomiti con aeromobili Embraer 195 (da 120 posti). Con la nuova tratta aumenta di ulteriori mille 600 posti a/r l'offerta volo di Nicolaus che arriva a superare i 41 mila posti sedile acquistati per consentire ai clienti di raggiungere i Nicolaus Club in Puglia, Basilicata, Calabria, Sardegna, Sicilia, Grecia e Spagna, con più di 4 mila camere a settimana e le altre strutture programmate in Italia e nel Mediterraneo. A questa nuova facilitazione si aggiungono oltre 10 mila "pacchetti nave" famiglia, proposti sul mercato con un importante sconto nella formula Promo Nave, che ne azzera quasi totalmente il costo. Le partenze sono previste da Genova, Livorno e Civitavecchia per la Sardegna e da Napoli e Civitavecchia per la Sicilia. «Gli investimenti sul trasporto aereo sono essenziali per poter fornire un prodotto completo. Lo sforzo economico dell'azienda è stato molto importante da questo punto di vista, ma ci sta consentendo una forte penetrazione commerciale nei bacini di traffico provenienti dalle principali aree del Nord Italia; l'aeroporto di Verona e la sinergia con Air Dolomiti sono elementi chiave per la nostra crescita nella zona. Gli andamenti di mercato confermano la tendenza a preferire gli operatori che forniscono un pacchetto tutto incluso e i primi tre mesi dell'anno stanno rispettando le nostre aspettative con una crescita di fatturato generale del 30%, di cui oltre il 70% proviene da vendite di pacchetti inclusivi di volo o nave» commenta Luca Epifani,  direttore operativo di Nicolaus.  «Abbiamo scelto di collaborare con uno dei migliori vettori mondiali, recentemente inserito al secondo posto nella classifica delle migliori compagnie al mondo per i servizi offerti stilata da AirHelp Score. Continuiamo a privilegiare partner di assoluto livello, sia per il comparto alberghiero che per le società di trasporti delle quali ci avvaliamo e la scelta di Air Dolomiti conferma questa volontà. Anche per i voli su Lamezia, unici collegamenti aerei diretti per questo aeroporto da Verona, voleremo nel week-end (di sabato), così come avviene per tutta la nostra programmazione del volato» conclude Gaetano Stea, direttore commerciale e trasporti. [post_title] => Nicolaus conferma i charter Verona-Lamezia Terme [post_date] => 2017-04-13T11:52:18+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492084338000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275474 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair paladina d'Europa. La low cost è stata promotrice di una tavola rotonda presso il Parlamento Europeo sull’allineamento dei programmi politici relativi al turismo e all'aviazione, in cui ha annunciato il suo sostegno all’iniziativa “Capitale europea del turismo”, dedicata alla promozione del turismo in tutto il continente. L'evento è stato supportato dai parlamentari europei Istvan Ujhelyi (S&D, Ungheria), Salvo Pogliese (Partito Popolare Europeo, Italia) e Claudia Ţapardel (S&D, Romania) e moderato da Kenny Jacobs, chief marketing officer di Ryanair, il quale ha evidenziato come il trasporto aereo low cost sia un fattore chiave della crescita del turismo regionale e dei posti di lavoro. Jacobs ha inoltre sottolineato quanto un marketing dinamico e innovativo nell’aviazione possa sostenere la diversificazione del turismo. «Oltre 130 milioni di persone voleranno con Ryanair in tutto il continente quest'anno - ha dichiarato Jacobs - e abbiamo assistito in prima persona alla crescita del turismo e alla creazione di posti di lavoro supportati dall'aviazione low cost, soprattutto per i giovani europei. Siamo lieti di avere l'opportunità di lavorare a stretto contatto con i membri del Parlamento europeo e con la Commissione Ue sul progetto Capitale europea del turismo e non vediamo l'ora di poter avere un ruolo chiave per il suo sviluppo nei prossimi anni». David O'Brien, cco di Ryanair, ha sottolineato l’impatto positivo generato dalle compagnie aeree low cost su turismo, occupazione e mobilità sociale nei viaggi tra le regioni europee, e come al contrario i regimi di monopolio degli aeroporti e le tasse governative sui passeggeri alterino il mercato a svantaggio delle regioni. Amar Breckenridge di Frontier Economics ha invece dimostrato l'enorme impatto potenziale della Brexit sul turismo in quanto i viaggi verso il Regno Unito rappresentano tra il 10% e il 40% del totale dei viaggi nell’Ue degli stati membri. È stata quindi evidenziata l'urgente necessità di fare chiarezza sull’accesso aereo a seguito della Brexit. All'iniziativa “Capitale europea del turismo”, che segue il successo del concetto di “Capitale europea della cultura”, è stato stanziato un budget di 2,5 milioni di euro per i prossimi tre anni, e per il quale città e regioni si potranno candidare presentando alla Commissione europea piani di sviluppo turistico innovativi e all’avanguardia. [post_title] => Ryanair sostiene l'iniziativa “Capitale europea del turismo” [post_date] => 2017-04-12T09:02:55+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491987775000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275444 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non solo Mediterraneo nell'estate a partenze garantite di Volonline: dopo Grecia, Malta, Spagna e Portogallo è ora la volta di Thailandia, Zanzibar, Repubblica Dominicana e le immancabili Maldive, da sempre tra i punti di forza del tour operator. «Sul lungo raggio le richieste sono per la maggior parte legate al tailor made di alto livello – dichiara Luca Gregorio (nella foto), area manager Lombardia – tuttavia abbiamo predisposto anche un contingente di posti che ci permette di offrire alle agenzie di viaggio un prodotto ancora più competitivo. Sulla Thailandia, in particolare, proponiamo una formula che combina la convenienza delle partenze a date fisse con la massima flessibilità nella costruzione del viaggio». Si comincia proprio dalla Thailandia, con tre partenze in agosto abbinate a programmi di 9, 11 e 13 notti: l’itinerario include sempre un soggiorno a Bangkok, seguito dalla possibilità di scegliere tra un tour nel Triangolo d’oro e una o più estensioni mare a Koh Samui, Koh Phangan e Koh Tao. Da segnalare anche i pacchetti da 379 euro a persona che comprendono il volo intercontinentale su Bangkok e due notti in hotel con prima colazione, seguite da un soggiorno libero da personalizzare con un tour o una vacanza mare. Alle Maldive il tour operator moltiplica le date di partenza e potenzia l’offerta alberghiera: il risultato sono sei partenze da Milano e Roma ad agosto e una ricca gamma di resort, tutti disponibili in pensione completa o in all inclusive. Si spazia dall’accogliente semplicità del Biyadhoo, 3 stelle già apprezzato dalla clientela italiana, alla ricercatezza dell’Hakuraa Huraa sull’atollo di Muli, che offre splendide camere sulla spiaggia o su palafitta, un centro benessere e un lounge bar su palafitta. «Oltre alle strutture più conosciute dal mercato italiano – prosegue Gregorio – proponiamo soluzioni meno note di qualità molto elevata, che ci stanno regalando grandi soddisfazioni quali l’Huravali». Chiudono la programmazione “Mondi Lontani” Zanzibar, con tre partenze da Milano Malpensa in collaborazione con Oman Air, e la Repubblica Dominicana, disponibile anche da Roma, in collaborazione con Swiss Air. [post_title] => Partenze garantite Volonline sul lungo raggio [post_date] => 2017-04-11T16:13:38+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491927218000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275370 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Periodicamente l’Osservatorio Astoi fornirà le rilevazioni sui comportamenti e le tendenze dei consumatori italiani nei confronti del turismo organizzato.  Prenotazioni decisamente positive sono state registrate da numerosi associati, alcuni dei quali con tutto esaurito. Varie le coordinate: chi ha approfittato delle promozioni early booking (dato in crescita), chi, pensando a destinazioni intercontinentali, ha unito Pasqua e 25 Aprile. Alcuni hanno scelto la crociera per la prima volta nella loro vita per celebrare questa Pasqua. La spesa media pro capite, in incremento rispetto agli anni passati, varia in funzione di destinazioni e tipologia di viaggio e va da 1.150 a 3.000 euro.  Se i croceristi, in incremento rispetto allo scorso anno, prediligono il Mediterraneo, i viaggiatori mostrano un forte interesse per gli Emirati Arabi  e mete cosiddette a lungo raggio. Le più gettonate sono Giappone, Oceano Indiano e Caraibi. Un discorso a parte merita il Mar Rosso, che negli ultimi mesi sta riconquistando le preferenze degli italiani. Marsa Alam, Sharm El Sheikh e Hurgada sono mete apprezzate per la vicinanza con l’Italia, per il clima costantemente caldo e per l'ottimo rapporto qualità-prezzo. Sono aumentati i collegamenti aerei, sintomo di rinnovata fiducia da parte dei vettori, e i tour operator hanno ripreso le regolari programmazioni. Traspare una ritrovata serenità, sintomo di un’auspicabile continuità nei flussi.  «Siamo reduci da un inverno in cui gli operatori hanno avuto buone marginalità - ha commentato il presidente di Astoi Nardo Filippetti -, anche se a fronte di numeri non eclatanti, dovuti alla non brillante performance dei Caraibi, compensata da un buon andamento di Oman, Kenya e Zanzibar. Le prenotazioni per i ponti festivi, soprattutto per la Pasqua, sono positive, registriamo, infatti, un incremento del 5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Possiamo dirci cautamente ottimisti per l’estate: assistiamo infatti alla ripresa dei consumi anche per quanto riguarda i viaggi, le prenotazioni sono partite in anticipo rispetto ai dati storici. Nonostante il clima fluido sul fronte dell’economia nazionale e rispetto al generale contesto socio politico, gli italiani manifestano, con rinnovato entusiasmo, la propria propensione a viaggiare. È confortante constatare che molti di loro decidano di affidarsi a Tour Operator, garanti di viaggi "senza sorprese spiacevoli" e unici professionisti che si assumono la responsabilità per tutti i servizi offerti al cliente. Possiamo essere ricettivi verso ogni target, in grado di intercettare le esigenze della famiglia con bambini piccoli, dei clienti che cercano il soggiorno mare low cost o della coppia che sogna il viaggio esperienziale in luoghi esotici e lontani”. [post_title] => Osservatorio Astoi: prenotazioni di Pasqua in segno positivo [post_date] => 2017-04-11T12:24:43+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491913483000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275056 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Manca un mese alla pausa estiva dei viaggi in Oman per Originaltour, operatore turistico specializzato nella destinazione che programma dal 1998 e unico tour operator italiano a disporre di un Dmc di proprietà a Muscat. «In estate il caldo in Oman diventa impossibile, con temperature altissime e una forte umidità soprattutto in giugno e luglio, con una attenuazione in agosto, quando il monsone rende le temperature più sopportabili. Per questo sospendiamo le partenze dei tour dal 1° maggio al 7 agosto: per il caldo eccessivo e anche perché questo periodo coincide con il Ramadan – conferma Loredana Arcangeli, direttore generale dell’operatore -. La nostra programmazione riparte ad agosto 2017, sia per i tour con partenze garantite, sia per quelli privati». La stagione che chiude in aprile è stata estremamente positiva per Originaltour, che ha raddoppiato sia il numero dei passeggeri sia il fatturato. «È stata una sorpresa anche per noi, che siamo comunque abituati a grandi risultati sulla destinazione. Evidentemente il nostro know how sul Paese – siamo prossimi a festeggiare i 18 anni di programmazione di Oman –  il servizio molto curato in ogni dettaglio e il riconoscimento da parte delle agenzie di viaggi, di poter contare su un partner affidabile e riconosciuto sul mercato, sono sicuramente alla base del nostro successo» precisa Arcangeli. Tra le partenze della prossima stagione, segnaliamo il “Grand Adventure Tour” di 16 giorni, tutto in fuoristrada e con pernottamenti i campi tendati fissi e campi tendati mobili in tre deserti omaniti: Rub Al Khali, Woddland e Wahiba Sands, oltre a forti, Wadi, oasi, villaggi, mercati artigianali e tipici souq, montagne, lagune. In alternativa, “Il fascino dell’avventura” di 10 giorni, sempre in fuoristrada 4x4, con due pernottamenti in campo tendato mobile nel deserto. E poi c’è sempre “Oman Classico” di 7 giorni, il tour di gruppo in fuoristrada con guida italiana che consente di visitare la regioni centrali del Sultanato in originali percorsi off road, attraverso montagne e Wadi; Muscat, Sur, Ras Al Jinz e la spiaggia delle tartarughe, il deserto di Wahiba Sands, villaggi tradizionali, mercati tipici, salendo fino a Jabal Akdar, per terminare con la crociera a Bandar Al Kayran; quote da € 1.550 a persona, voli inclusi. La programmazione dell’operatore è comunque molto vasta e comprende Giappone, Indocina, India, Sri Lanka, Uzbekistan.   [post_title] => Originaltour raddoppia passeggeri e fatturato sull'Oman [post_date] => 2017-04-06T14:26:24+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491488784000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 274977 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_274978" align="alignleft" width="300"] Carlo Schiavon, sales & marketing director Italia, e Massimo Brancaleoni, president worldwide sales[/caption] In occasione dell'evento "Protagonisti del Mare", Costa Crociere ha presentato il nuovo catalogo 2017/18, con 12 mesi di vacanze, da novembre 2017 a novembre 2018. Tutti i dettagli dei singoli itinerari saranno illustrati nel corso dell'anno in quattro singole brochure monografiche, complementari del catalogo principale: una brochure sarà dedicata al Nord Europa; una al Mediterraneo; un’altra alle destinazioni esotiche - Caraibi, Oceano Indiano e Maldive, Dubai, Oman e Emirati Arabi; un’altra ancora ai Giri del Mondo e Transatlantiche. La novità della stagione estiva 2018 è “Suggestioni Metropolitane”  che toccherà con Costa Mediterranea i porti di Amsterdam, Parigi, Londra, Bruges, Brema e Amburgo in una settimana di navigazione. Al momento fuori catalogo, ma nei piani aziendali, ci sono anche due itinerari in Giappone, a bordo di Costa Neoromantica, con partenze da Tokyo e Fukuoka dall'autunno 2017 . La stessa ammiraglia, dopo il aver navigato lungo le coste del Paese del Sol Levante, sarà poi posizionata in Thailandia, Malesia e Singapore nel 2018/19. [post_title] => Protagonisti del Mare: Costa presenta il catalogo 2017-2018 [post_date] => 2017-04-06T13:37:29+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => catalogo [1] => costa-crociere ) [post_tag_name] => Array ( [0] => catalogo [1] => costa crociere ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491485849000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 274882 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_274883" align="alignleft" width="300"] Un momento della presentazione della ricerca sul turismo LGBT in BIT[/caption] Sonders & Beach, in collaborazione con l’Associazione Italiana Turismo Gay & Lesbian, ha presentato una ricerca sul turismo LGTB con indicazioni attente ai parametri comportamentali di questo segmento di mercato I turisti LGTB internazionali e italiani sono persone con forte propensione a viaggiare, lo fanno più volte l’anno e hanno un reddito che permette loro di partire. Essi amano la tecnologia, sono social addicted e, in quanto trend setter, non possono non fare abbondante uso degli strumenti che la “sharing economy” offre loro. Il turista LGTB internazionale spesso ha una laurea specialistica nel 42% dei casi o triennale nel 41%, occupa una posizione dirigenziale, soprattutto all’estero (16% contro un 9% degli italiani). Gli stranieri guadagnano molto più degli italiani, mentre gli italiani LGBT in media hanno un reddito più elevato del resto della popolazione. Il segmento LGTB usa strumenti tecnologici evoluti oltre ai servizi delle piattaforme digitali che consentono la condivisione di beni e dunque un’economia sostenibile, all’estero più che in Italia. Il 61% fa uso di car sharing (contro il 26% degli italiani), il 45% per cento almeno una volta si è rivolto a un host sharing (tipo AirBnb), il 40% fa uso di app con oggetto viaggi e vacanze. Un altro aspetto è l’estrema propensione a socializzare on line: il 93% degli stranieri e il 91% degli italiani LGBT fa uso di almeno un social network. Facebook regna sovrano incontrastato nell’85% dei casi, seguito a distanza da Twitter (45% degli stranieri 39% degli italiani). Whatsapp è proprio il “nostro” social con l’87% delle preferenze contro il 43% riscontrato all’estero. [post_title] => La profilazione del turismo LGBT: dalla ricerca la soluzione [post_date] => 2017-04-05T12:33:57+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491395637000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti