24 May 2019

Costa Crociere ai Protagonisti: «C’è tanto lavoro da fare, dobbiamo farlo bene tutti»

[ 0 ]

Mille 800 agenzie in arrivo da 32 Paesi, oltre 450 nomination e 262 premiati: è l’edizione numero 26 de I Protagonisti del Mare, da oggi su Costa Favolosa in navigazione verso Marsiglia e Barcellona. È l’evento che festeggia i top seller di Costa Crociere, consueta occasione per fare il punto su tendenze, strategia, e innovazione. Oggi con Carlo Schiavon, country manager Italia e Daniel Caprile, direttore commerciale Italia. Edizione dichiaratamente “Extra-Ordinary”, ha detto Schiavon, «perché stavolta offre a voi, gente straordinaria, un saggio del nuovo entertainment che sta rivoluzionando l’offerta di bordo», grazie alla struttura ripensata delle nuove navi e per servire anzitutto il pubblico italiano – il più giovane in Europa con una media di 42 anni – «che è e sarà sempre il primo mercato – ha sottolineato Schiavon – per le nostre navi che battono tutte bandiera italiana».

Ecco qualche notizia da Costa Favolosa, a partire dal dato base: Costa Crociere è saldamente leader di mercato con una quota del 59% sul totale di 830mila crocieristi italiani, più 8% dal 2017. Ma solo l’1,4% dei vacanzieri italiani va in crociera, «quindi c’è ancora moltissimo lavoro da fare – ha detto Schiavon – e dobbiamo farlo bene tutti». Anche perché dopo la partenza in anticipo fortissimo il 2019 sconta la frenata di Pasqua alta con ponti a ripetizione in primavera.

A far bene Costa pensa in molti modi. Ad esempio offrendo quest’anno il 30% in più di cabine disponibili in agosto per il mercato italiano – applauso dalla platea – dove intanto l’anticipo medio di booking à 138 giorni, record storico.

Costa fa molto bene con l’impegno massiccio e diffuso per sostenibilità sociale e ambientale: Costa Foundation dal 2015 ha dedicato oltre 4 milioni di euro a 27 progetti nel mondo e in Italia, da ultimo anche per la ricostruzione del Ponte Morandi di Genova. E poi ci sono operazioni come For Good Food he redistribuisce il cibo in eccesso sulle navi; il taglio della plastica a bordo, risparmio energetico e operazioni di salvaguardia e educazione ambientale come I Guardiani della Costa che ora coinvolge anche le agenzie di viaggi.

Soddisfazione del cliente, intanto, a quota NPS 71 – di fatto l’eccellenza – per chi acquista Passepartout, a partire da un superlativo NPS 50 con l’All Inclusive, che per inciso sarà presto in TV per otto settimane con quota base a 799 euro. La notizia è che presto con Passepartout sarà possibile scegliere in anticipo cinque escursioni. Novità anche sul wi-fi, che si annuncia presto sei volte più veloce, inserito in Costa Extra e commissionabile.

Benissimo Costa Next, che ha raggiunto il 56% di agenzie in più con i suoi servizi su misura, l’anno scorso per un valore di oltre un milione di euro: tra l’altro 700 agenzie formate in aula con 21 corsi, la metà anche su ‘Digital & social’, e 500mila gadget distribuiti su 500 corner Costa. Ora arriva Costa Nex Joy, il programma fedeltà con punti che conquistano premi di grandi marchi.

Molto bene farà alle agenzie e al mercato l’espansione della flotta: a fine marzo è arrivata Costa Venezia, a ottobre Costa Smeralda, nel 2020 sarà la volta di Costa Firenze, gemella di Costa Venezia, e nel 2021 di una gemella di Smeralda. In tutto il gruppo con i suoi marchi conta su 28 navi, e oltre 85mila posti.

Pronto il catalogo 2020, con 14 navi, 500 crociere verso quasi 100 Paesi e 250 porti, con 70mila posti volo bloccati, dei quali 56.000 in charter: «Un impegno da quasi 50 milioni di euro – ha detto Caprile – garantiti da noi per i vostri clienti».

Premiate infine le 32 agenzie che hanno superato tutti e cinque i run di Segui-C nel 2018: per tutte l’ormai celebre Vespa gialla. Ma quella sul palco alla fine è stata sorteggiata: e l’ha vinta Videf di Savona, nella foto sopra.

 

 

 

 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti