16 October 2018

Consegnata la Norwegian Bliss, prime crociere in Alaska da Seattle

[ 0 ]

Norwegian Cruise Line ha preso in consegna in Germania dai cantieri Meyer Werft la nuova Norwegian Bliss, che il giorno dopo, il 21 aprile, ha iniziato il suo primo viaggio transatlantico. Il 30 maggio la nave raggiungerà il suo homeport di Seattle, nello Stato di Washington, dove si svolgerà la cerimonia ufficiale di battesimo. Dopo una breve crociera, la nave tornerà in porto il 2 giugno per salpare per la sua prima crociera di sette giorni in Alaska.
La Norwegian Bliss, specificamente progettata per navigare in Alaska. Nella stagione autunnale invece, la nave offrirà  crociere alla volta della Riviera messicana partendo da Los Angeles, mentre in inverno salperà da Miami per i Caraibi. Durante la stagione autunno/inverno 2019 la Norwegian Bliss partirà da New York offrendo itinerari che faranno tappa in Florida, Bahamas e Caraibi.
I festeggiamenti per il lancio della Norwegian Bliss si estendono a tutta la flotta. Infatti Norwegian Cruise Line offre una Bonus Commission extra di 60 euro su tutte le crociere di 5 o più giorni prenotate dal 19 aprile al 17 maggio 2018 (ad esclusione della Norwegian Joy). La promozione si applica agli itinerari in navigazione nel 2018, 2019 e 2020 prenotati in formula Premium All Inclusive e Premium All Inclusive Plus. La promozione non si applica alla tariffa Just Cruise e non è combinabile con altre offerte Bonus Commission.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276275 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In vista della stagione estiva, una delegazione in arrivo da Barcellona ha illustrato ieri a Milano le novità legate all'accoglienza turistica della capitale della Catalogna nel corso dell'evento "Barcellona è molto di più", ospitato all'hotel Boscolo di corso Matteotti.  Posizionata stabilmente tra le principali destinazioni europee di turismo urbano, frequentatissima dagli italiani in ogni periodo dell'anno (il 55% circa la sceglie in periodi al di fuori della stagione estiva), Barcellona e la Catalogna in genere prevedono un nuovo incremento degli arrivi grazie ad alcune novità che si aggiungono alla già vastissima offerta di svaghi, sport, arte, eventi musicali, bellezze naturalistiche e cultura: l'apertura di FerrariLand, avvenuta lo scorso 7 aprile a PortAventura; l'arrivo di Costa Crociere a Tarragona; l'inaugurazione, prevista il prossimo novembre, di Casa Vincens, la prima casa privata di Antonio Gaudì. A presentare la città (insieme nella foto) sono intervenuti Gabriela Rivieccio (Barcelona Turisme), Francesc Vila Albet (Diputaciò Barcelona), Jordi William Carnes (direttore dell'ente del turismo di Barcellona) e Marta Teixidor (direttore per Italia e Israele del Catalan Tourism Board), concordi nel sottolineare come la capitale catalana abbia qualcosa da offrire ad ogni tipo di viaggiatore: le famiglie apprezzeranno l'offerta sole e mare delle sue spiagge e dei parchi di divertimento come PortAventura, i patiti dello shopping avranno l'imbarazzo della scelta tra oltre 35 mila negozi, gli amanti della cultura avranno di che incuriosirsi tra architetture moderniste e musei di importanza mondiale come il Museu Nacional d’Art de Catalunya. Fra i principali servizi gestiti da Turismo de Barcelona si trovano il Barcelona Bus Turístic (il miglior modo di conoscere la città attraverso tre itinerari, con fermate in tutti i monumenti e punti d’interesse), la Barcelona Card (tessera cittadina comprendente trasporti pubblici, musei gratuiti e oltre 85 sconti), il Mirador de Colom (dove si trova un nuovo spazio dedicato all’enoturismo e all’assaggio di vini), i Barcelona Walking Tours (quattro itinerari guidati a piedi: Gòtic, Picasso, Modernisme e Gourmet) o l’Articket (abbonamento per i sei principali musei della città), oltre alla promozione delle attrattive culturali e vitivinicole che si trovano a pochi chilometri dalla città. Turisme de Barcelona gestisce inoltre 23 punti d’informazione i cui addetti orientano i visitatori in 12 lingue e vanta una vasta offerta di servizi online con cui è possibile organizzare il proprio viaggio attraverso il web.   [post_title] => Barcellona scalda i motori in vista della stagione estiva [post_date] => 2017-04-21T15:07:29+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492787249000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276244 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si svolgerà il 27 aprile, all’Università Federico II di Napoli, la cerimonia di presentazione del premio Valeria Solesin. Il concorso, dedicato alla ricercatrice scomparsa nell’attentato del Bataclan di Parigi, rappresenta un’importante opportunità per gli studenti di tutte le università italiane che potranno effettuare stage e tirocini formativi. Realizzato con il patrocinio della Presidenza del Consiglio, il progetto è promosso dal Forum della Meritocrazia e da Allianz Global Assistance, insieme ad altre aziende sostenitrici quali Gruppo Cimbali, Metropolitana Milanese, Sanofi, illy, EY e il movimento globale 30% Club. Grazie al contributo fornito dalle associazioni e dalle aziende coinvolte nel progetto, sono previste per i vincitori premi e offerte di stage per un valore complessivo di 41.400 euro. Possono prendere parte al concorso tutti gli studenti che discuteranno la loro tesi entro il 31/07/2017 (e non prima del 01/01/2015) per il conseguimento di una Laurea Magistrale in Economia, Sociologia, Scienze Politiche e Giurisprudenza. Il Premio sarà presentato da Silvia Fontana, coordinatrice del comitato scientifico del Premio ed Ambasciatrice di Pace, mentre l’incontro sarà introdotto dal Magnifico Rettore, Prof. Gaetano Manfredie dal Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche, Prof. Marco Musella, alla presenza del Prof. Salvatore Strozza, Professore ordinario di Demografia dell'Università: un momento, aperto a tutti gli studenti dell’Università, che sarà occasione di riflessione sui temi delle pari opportunità e del divario di genere nella società e nel mondo del lavoro, purtroppo ancora molto attuali nel nostro Paese. Verranno inoltre illustrati i requisiti richiesti e le modalità di partecipazione al Premio, con una sessione conclusiva di domande che permetterà agli studenti di avere chiarimenti e approfondimenti. [post_title] => Allianz Global Assistance partner del premio Valeria Solesin [post_date] => 2017-04-21T12:43:22+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492778602000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276223 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Iberia ha presentato ufficialmente a Madrid il primo Airbus A340/600 configurato con la nuova Premium Economy. «Questo aeromobile dimostra come un grande progetto possa prendere forma - ha dichiarato Marco Sansavini, chief commercial officer di Iberia -. Siamo certi che in Europa, così come negli Stati Uniti, Colombia, Messico, Cile, Argentina e altri paesi, i nostri passeggeri saranno disposti a pagare un po' di più per avere maggior comfort». Le prime destinazioni che beneficieranno della nuova cabina Premium, a partire dal prossimo maggio, saranno quelle di Chiacago, New York e Bogotà; in giugno si uniranno i voli per il Messico, in luglio quelli tra Madrid e Miami e in agosto quelli per Boston. Entro la stagione estiva del 2018 la classe Premium Economy sarà disponibile su tutte le rotte lungo raggio operate da Iberia con gli Airbus A340-600, con gli A330-300s e con gli Airbus A350 che si uniranno alla flotta proprio a cominciare dal prossimo anno. La Premium economy prevede il 20% in più di spazio tra le file di poltrone (94 cm contro i 78,8 cm dell'economy); sedute più larghe (48 cm); poltrona reclinabile con un 40% in più di inclinazione; maggiore comfort per appoggiare la teste e riposare le gambe; migliore intrattenimento (schermi touch da 12" full HD, prese per connettere i device personali); servizio a bordo dedicato (welcome drink, menu speciale, tovaglietta di lino e toilet kit); maggiore franchigia bagaglio (due pezzi), oltre a check-in e imbarco prioritari. [gallery ids="276228,276229,276230"] [post_title] => Iberia: Premium Economy su tutto il long haul entro l'estate 2018 [post_date] => 2017-04-21T11:00:59+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492772459000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276092 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Creato nell'ottobre 2015 da sette soci fondatori allo scopo di riunire i migliori tre stelle del territorio svizzero, Best 3 Star Hotels raduna una serie di strutture indipendenti e, per la maggior parte, gestite direttamente dai proprietari. «Per essere ammessi nel club - spiega Fiorenzo Faessler, direttore dell'associazione - un hotel deve possedere valutazioni eccellenti da parte della clientela, ovvero 4,2 punti su una scala di 5, e soddisfare numerosi criteri di qualità. I controlli vengono effettuati da specialisti esterni e indipendenti prima che la richiesta di adesione venga accettata e, successivamente, avvengono a scadenze regolari. Gli alberghi membri hanno a disposizione un nuovo canale distributivo e servizi di revenue management, marketing online, formazione e riduzione dei costi grazie agli acquisti di gruppo». Best 3 Star Hotels si è ufficialmente presentata a Milano durante un evento al ristorante Nordic Grill al quale, oltre a Faessler, sono intervenuti i rappresentanti di tre strutture: l'Hotel Waldhaus am See di St. Moritz, l'hotel Florhof di Zurigo e l'Hotel International au Lac di Lugano. Come gli altri membri dell'associazione, tutti vantano una peculiarità che li rende unici: il Waldhaus possiede il più grande whisky bar del mondo, regolarmente registrato nel Guinness dei primati grazie alla presenza di 2.500 etichette; il Florhof, nella città vecchia di Zurigo a 10 minuti a piedi dalla Stazione Centrale, serve agli ospiti vini come il Crémant brut e rosé che, come pure la birra, vengono prodotti in Alsazia dalla famiglia della direttrice, Isabelle Zeyssolff; l'Hotel International au Lac di Lugano, nella centralissima via Nassa, vanta un museo interno che testimonia i cambiamenti epocali che hanno coinvolto l'albergo e ha realizzato l'anno scorso una camera Belle Epoque con tappezzerie in seta d'epoca, mobili d'antiquariato e stucchi originali. Altre strutture della collezione sono, fra gli altri, l'Hotel Ochsen & Lodge di Lenzburg, l'Hotel Spitzhorn di Saanen, l'Hotel Chesa Randolina, l'Hotel Restaurant Engel di Stans, l'Hotel Gasthaus Krone di La Punt, l'Hotel Ochsen & Lodge di Lenzburg e il Lofthotel di Murg, sul lago di Walenstadt.   [post_title] => Best 3 Star Hotels, ecco i migliori tre stelle della Svizzera [post_date] => 2017-04-20T14:07:10+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492697230000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276112 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_220540" align="alignright" width="300"] La Norwegian Epic[/caption] Norwegian Cruise Line inizierà a impiegare bagnini certificati in tutte le piscine per famiglie della flotta. I primi soccorritori riceveranno una formazione sulle tecniche di salvataggio, saranno certificati dalla Croce Rossa Americana e monitoreranno le piscine per famiglie durante gli orari di apertura previsti. I bagnini prenderanno servizio quest'estate sulle quattro navi più grandi della compagnia: Norwegian Escape, Norwegian Getaway, Norwegian Breakaway e Norwegian Epic. Sul resto della flotta, il servizio di assistenza bagnanti sarà introdotto entro l'inizio del 2018. «Dal 2015 abbiamo posizionato dei monitor nelle piscine sulle nostre navi più grandi e stiamo ora adottando ulteriori misure per garantire la sicurezza dei nostri ospiti più giovani attraverso l'impiego di bagnini certificati» ha affermato Andy Stuart, president and chief executive officer di Norwegian Cruise Line. «Anche se i genitori sono sempre in prima linea nella supervisione dei bambini in acqua, ritenevamo che fosse importante offrire quest'ulteriore misura di sicurezza». Oltre ai bagnini in divisa, Norwegian inizierà anche ad offrire giubbotti di salvataggio gratuiti per adulti e bambini sulle quattro navi più grandi della compagnia. I genitori potranno richiedere i giubbotti di salvataggio presso il punto di distribuzione asciugamani sul ponte piscina della nave durante le ore diurne. Norwegian Cruise Line offre agli ospiti la libertà e la flessibilità di esplorare il mondo seguendo i propri ritmi, scoprendo fino a 27 proposte ristorative, un programma di intrattenimento con spettacoli premiati a livello internazionale, servizio clienti premium e altre opzioni esclusive su tutte le 14 navi della compagnia. [post_title] => Bagnini certificati in arrivo sulle navi Norwegian Cruise Line [post_date] => 2017-04-20T12:01:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492689717000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276104 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Norwegian debutta sul mercato asiatico con il lancio di una nuova rotta lungo raggio, da Londra Gatwick a Singapore, per la prossima stagione invernale. Dal 28 settembre la compagnia opererà quattro voli a settimana, che diventeranno cinque nell'inverno verso il Changi Airport di Singapore: i collegamenti sono già in vendita con tariffe a partire da 179 sterline a tratta. Sulla rotta saranno impiegati i nuovi B787 Dreamliner, che capacità fino a 344 passeggeri, in classe economy e Premium; in quest'ultimo caso le tariffe partono da 699 sterline a tratta, prezzo che include l'accesso alla lounge di Gatwick, poltrone con oltre un metro di spazio per le gambe, servizio cataring incluso e bagaglio in stiva. Sempre da Londra Gatwick, Norwegian vola verso nove destinazioni negli Stati Uniti, tra cui le più recenti new entry di Seattle e Denver. «I nostri voli transatlantici hanno evidenziato una enorme domanda di viaggi lungo raggio a costi convenienti, perciò siamo entusiasti di entrare in un nuovo mercato come quello asiatico» ha commentato il ceo della compagnia Bjorn Kjos. [post_title] => Norwegian vola a Oriente: debutto a settembre con la Londra-Singapore [post_date] => 2017-04-20T11:03:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492686223000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276096 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates sta riducendo i voli per gli Stati Uniti, dopo un calo delle richieste provocate dalle restrizioni sui visti per alcuni Paesi a maggioranza musulmana decise dall'amministrazione Trump. Emirates ha reso noto che le riduzioni riguarderanno cinque delle dodici destinazioni negli Usa, a partire da maggio. I collegamenti passeranno quindi da 126 a 101. Da giugno quelli per Boston, Los Angeles e Seattle saranno ridotti ad uno al giorno, rispetto ai due attuali. Dal prossimo mese i voli quotidiani per Ft. Lauderdale e Orlando diventeranno cinque a settimana. Nessuna decisione in questo senso è stata presa invece dagli altri due vettori mediorientali, Qatar Airways ed Etihad Airways. [post_title] => Emirates riduce i voli verso gli Stati Uniti [post_date] => 2017-04-20T09:47:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492681672000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276080 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si cammina su una striscia di legno posata per terra, nell’ufficio Informazioni Accoglienza Turistica del Porto Antico, si indossa un visore per la realtà aumentata e come per magia il pavimento sparisce: si rimane in bilico sul pozzo della torre di Porta Soprana.  Questa magia tecnologica si chiama Exploracity. E’ una piattaforma digitale pensata per offrire nuovi servizi per la valorizzazione dei beni culturali, che tutte le potenzialità offerte dalle più avanzate tecnologie e dai più recenti canali media. Utilizzando strumenti di geolocalizzazione e di realtà virtuale e aumentata, offre una gestione veloce e innovativa di contenuti e funzionalità consentendo, ad esempio, pianificazione di itinerari e localizzazione outdoor e indoor. Il progetto nasce dall’esperienza di Ett Spa, industria digitale e creativa genovese specializzata in innovazione tecnologica ed experience design, e vede in Genova il contesto ideale per realizzare e dimostrare le potenzialità delle nuove tecnologie al servizio del Cultural Heritage. Prima dell’estate sarà possibile scaricare sul proprio smartphone anche l’app, disponibile sugli store Android e iOs, in modo da poter pianificare al meglio la visita della città e, una volta arrivati a destinazione, scoprire la storia dei monumenti e cosa si trova nei dintorni. «Exploracity è un nuovo modo di presentare la città, anche all’estero – sottolinea Carla Sibilla, assessore al turismo comune di Genova – al prossimo incontro in Russia lo porterò per far vivere Genova ai nostri partner. Per il momento le spiegazioni sono in italiano e in inglese, ma da maggio saranno in quattro lingue. E’ un sistema utilizzabile da tutti, anche dalle persone che non sono nativi digitali, e per ogni spiegazione e su come utilizzare gli “occhialoni” virtuali basta chiedere al personale dell’ufficio Iat». [post_title] => Genova, con Exploracity alla scoperta dei tesori della città [post_date] => 2017-04-19T15:51:10+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492617070000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276073 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con il nuovo servizio Amazon Pay, che arriva adesso in Italia, sarà possibile utilizzare il proprio account Amazon per pagare prodotti e servizi direttamente sui siti web dei merchant italiani aderenti come vueling.it ed europassistance.it. Al momento della finalizzazione dell’acquisto, tutti i possessori di un account Amazon possono semplicemente inserire username e password Amazon sul sito del merchant e la transazione verrà così completata, in totale sicurezza, utilizzando le informazioni di pagamento e spedizione collegate automaticamente all’account del cliente. Amazon Pay aiuta i clienti a ridurre il tempo necessario per il pagamento di prodotti e servizi online, eliminando il bisogno di ricordare tutte le proprie password e di perdere tempo ad inserire i propri dettagli di pagamento e spedizione su ogni sito su cui si acquista. A loro volta i merchant che offrono Amazon Pay come soluzione di pagamento, possono portare nei propri siti web la comodità, la sicurezza e la familiarità che caratterizzano l’esperienza di acquisto Amazon, riducendo, così notevolmente il tasso di abbandono del processo di acquisto e incrementando le vendite e la fiducia dei clienti. Il volume di pagamenti Amazon Pay è quasi raddoppiato nel 2016, grazie al’integrazione del servizio da parte di merchant di diversi settori come abbigliamento, viaggi, prodotti digitali, assicurazioni e intrattenimento. Maria Cardenal, Head of Product Development & Innovation di Vueling, conferma: «Siamo orgogliosi di essere la prima compagnia aerea in Europa a offrire Amazon Pay su tutte le nostre piattaforme di e-commerce: il sito web, il sito mobile e la nostra applicazione. Vueling è sempre stata in prima linea nel migliorare l'esperienza del cliente. Amazon Pay ci permette di fornire una proposta eccellente, per comodità ed affidabilità, e di rendere il processo di prenotazione online facile, sicuro e più smart possibile». E Valerio Chiaronzi, Chief Commercial Officer di Europ Assistance Italia, aggiunge: «Europ Assistance è la prima compagnia assicurativa in Italia e la seconda in Europa a rilasciare Amazon Pay proprio perché crediamo nell’efficacia di questo metodo di pagamento. Amazon Pay è stato inserito negli step più critici del nostro funnel e-commerce con l’obiettivo di migliorare la user experience, grazie ad una diminuzione sensibile del numero di click e dei tempi di acquisto». Per saperne di più su Amazon Pay: payments.amazon.it [post_title] => Pagamenti online con Amazon Pay per Vueling e Europ Assistance [post_date] => 2017-04-19T15:47:18+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492616838000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti