25 November 2017

Travelport: «I viaggiatori italiani? Mai senza mobile»

[ 0 ]
Travelport, Damiano Sabatino,

Laura Capasa e Damiano Sabatino

I viaggiatori italiani sono più dipendenti dagli strumenti digitali di tutta Europa. L’affermazione può non stupire ma ci sono i numeri a sancire questo dato.

Il tutto arriva da una ricerca globale voluta da Travelport e condotta su 19 mercati per un totale di 11mila viaggiatori intervistati. «Abbiamo preso in analisi le quattro fasi dell’esperienza di viaggio – commenta Damiano Sabatino, vice president & managing director southern Europe and North Africa di Travelport -, ovvero pianificazione, booking, in journey e in destination e sono emersi dati che magari non stupiscono ma anzi, per certi versi confermano le nostre ipotesi».
Le recensioni di destinazioni, hotel e quant’altro sono un must per il 93% degli italiani durante la pianificazione, mentre in fase di prenotazione il 58% degli intervistati prenota un hotel solo se dispongono di wi fi gratuito o ancora, durante il viaggio il 69% del campione ritiene che le carte d’imbarco digitali rendono tutto molto più semplice e infine, all’arrivo, il 42% vuole servizi di concierge sul proprio smartphone.
«Quando si parla di digital si pensa sempre ai millennial – prosegue Sabatino -, la nostra ricerca rivela invece che il 25% degli over 55 usa il mobile per prenotare. Ma la tecnologia e in particolare i dispositivi mobile non sono nemici, fortunatamente, del contatto umano. Basti pensare che il 75% dei viaggiatori intervistati almeno una volta, almeno in una fase del viaggio, non intende rinunciare al confronto con un professionista del travel».

L’invito di Travelport alla distribuzione tradizionale e agli altri attori della filiera turistica è quello di lavorare in sinergia con il mondo digitale. «Un’app può servire alle agenzie per rendere più efficienti le proprie funzionalità – conclude il manager -, non usare le tecnologie attuali sarebbe come, se venti o trent’anni fa, un agente di viaggio decidesse di non avere un apparecchio telefonico. Non è cambiato niente, solo la modalità di comunicare».




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti