23 October 2017

Travelexpo celebra l’edizione 2018 nell’anno d’oro di Palermo

[ 0 ]

Fervono i preparativi per Travelexpo 2018, in programma dal 6 all’8 aprile alla Fiera del Mediterraneo di Palermo. Alla vigilia della ventesima edizione, la manifestazione continua il suo percorso di rinnovamento avviato nel 2017, quando ha assunto la dizione di Borsa Globale del Turismo. Una scelta strategica maturata nell’ambito della Logos srl Comunicazione e Immagine, la società che organizza Travelexpo, fondata nel 1973 e retta ininterrottamente dal 1983 dall’attuale amministratore unico, Toti  Piscopo. «Stiamo lavorando per realizzare un programma realmente innovativo che prenda spunto dalla positività della stagione turistica che sta continuando – annuncia Piscopo – considerando anche che, per consolidare questo andamento positivo, servono nuovi interventi rispetto al passato, anche per intercettare nuovi flussi».

In calendario una serie di eventi che costituiranno una grande vetrina per la Sicilia, un mercato da 5 milioni di abitanti particolarmente appetibile per l’intero mondo turistico internazionale di cui Travelexpo, come Borsa Globale del Turismo, si conferma struttura di riferimento per gli operatori pubblici e privati. E nel 2018 si avvia a essere centro propulsore di idee e progetti innovativi, oltre che sede naturale per le azioni di commercializzazione dell’intero prodotto turistico, valorizzando l’intera filiera anche attraverso il sistema distributivo delle agenzie di viaggio. Per conseguire tale obiettivo Logos si avvarrà di un Comitato d’onore, già individuato e di prossimo insediamento, a cui parteciperanno “I magnifici sette del turismo siciliano” designati durante Travelexpo 2017, ovvero Leoluca Orlando, Francesco Italia, Matteo Rizzo, Antonio Presti, Antonio Mangia, Giuseppe Cassarà, Andrea e Florinda Bartoli. Inoltre, non si esclude che possa essere istituto un Comitato tecnico-scientifico di alto profilo professionale, in grado di interpretare e dare nuovi input al mercato turistico, in evoluzione e trasformazione,  finalmente in positivo. Del resto, Travelexpo ha da sempre anticipato le tendenze del mercato turistico grazie a un know how riconosciuto dall’assessorato regionale al Turismo, che l’ha inserito nel Piano Strategico di Sviluppo Turistico 2014-2020, analogamente a quanto manifestato dal Comune di Palermo.

Travelexpo, infatti, nasce nel capoluogo, cresce a Terrasini come Salone del Turismo posizionandosi come sede d’incontro della domanda e dell’offerta per il mercato outgoing, e tre anni fa torna a Palermo, anche per volontà dell’amministrazione comunale, dove contribuisce significativamente alla riapertura della Fiera del Mediterraneo, e dove amplia la sfera d’interesse verso il settore dell’incoming siciliano. Un tassello di una strategia complessiva su cui poggia il rilancio turistico dell’intera città. Palermo già da due anni vive una nuova “primavera turistica” e nel 2018 si prepara ad affrontare due momenti significativi: sarà Capitale italiana della cultura, e poi – subito dopo Travelexpo – ospiterà Manifesta, la biennale europea itinerante di arte contemporanea (16 giugno – 4 novembre) che promette di portare nel capoluogo siciliano migliaia di turisti ed esperti di arte, come nell’edizione di San Pietroburgo, quando Manifesta ha fatto registrare oltre un milione di visitatori.




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti