19 May 2019

Shopping, l’Italia domina la classifica delle vendite tax free

[ 0 ]

L’Italia ha dominato la classifica delle vendite tax free durante tutto il 2018, soprattutto per quanto riguarda il settore lusso e moda. Nel solo mese di dicembre, anche a seguito delle tensioni sociali in Francia, la Penisola è riuscita ad attrarre il 5% in più di turisti internazionali rispetto all’anno precedente e ad incrementare il proprio volume di vendite esentasse e lo scontrino medio rispettivamente del 12% e dell’8%. Valori eccezionali che hanno permesso al paese di chiudere l’anno con un + 7% nelle vendite tax free, +4% nella transazione media e +6% negli arrivi. Panorama dominato da cinesi e americani, che detengono rispettivamente il 32% e il 12% delle vendite tax free realizzate durante l’anno. L’inizio del 2019 ha portato con sé una leggera flessione del valore medio per singola transazione (-3% vs. 2018) ma il volume delle vendite esentasse a gennaio ha comunque registrato un incremento del 6%, facendo prevedere uno scenario positivo anche per l’anno in corso. Da una parte all’interno dei distretti esclusivi del lusso cittadino – fra cui spicca su tutti il Quadrilatero della Moda milanese, cha da solo detiene oltre il 34% di market share – dall’altra nelle grandi realtà dei mall di alta gamma che contano per il 9% del mercato tax free italiano. Con una spesa media pari a 1490 €, il valore degli acquisti da parte dei turisti internazionali nel fashion luxury district del capoluogo lombardo supera però di gran lunga la spesa negli outlet, che raggiunge una media di 490 € a scontrino. «Nonostante la leggera flessione del valore della transazione media, i dati relativi all’anno appena trascorso testimoniano il costante favore che Milano riscuote presso il pubblico internazionale, in quanto capitale indiscussa della moda nel mondo – commenta Sara Bernabè, General Manager di Planet in Italia – Il 2019 rappresenterà per il capoluogo lombardo una grande opportunità migliorare le vendite, poiché continueranno ad aumentare gli arrivi dei viaggiatori internazionali, con potere di spesa sempre più alto. Gli introiti generati dai turisti in visita, in particolare da quelli extra-europei, sono vitali per numerose realtà del segmento lusso».

 

 

 

 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti