16 June 2019

SailPro, esce una nuova App per navigare a vela

[ 0 ]

SailProSailingTheWeb e Synthesis3  hanno appena lanciato SailPro, una nuova App dedicata al mondo della vela che oltre ad essere uno strumento di navigazione costituisce anche la prima SocialSailing Community grazie ad una chat dedicata a chi va in mare e desidera condividere le proprie esperienze con altri appassionati. SailPro mette a disposizione un diario di bordo in cui registrare le proprie rotte e le proprie fotografie, nonché le rade e gli ancoraggi preferiti, cosi che gli utenti possano sapere dove andare a farsi un bagno o passare la notte. L’applicazione SailPro è disponibile per iPhone, iPad e Android.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353854 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Msc Opera dice addio ai Caraibi e torna a navigare nel Mare Nostrum con due suggestivi itinerari. Si tratta di un riposizionamento, questo di Msc Opera, fortemente auspicato dagli agenti di viaggio, per via del successo riscosso negli scorsi anni dalle tratte invernali nel Mediterraneo. L’offerta invernale si amplierà infatti con due long cruises di 12 giorni a bordo di Msc Opera con partenza da Genova e Civitavecchia. Il primo itinerario toccherà Spagna con Malaga e le Isole Canarie, Portogallo con Funchal, il Marocco con Tangeri, la città bianca, e infine la Tunisia con Cartagine, prima di fare di nuovo rotta verso l’Italia. Il secondo ha come protagonisti i paesi del Mediterraneo Orientale, scoprendo i mari più belli e le culture di alcune delle più antiche civiltà di tutto il mondo. Si parte anche in questo caso da Genova e Civitavecchia e si naviga verso Katakolon nel Peloponneso, punto di partenza ideale dove poter esplorare la città di Olimpia. A seguire si raggiunge Creta, la più grande isola greca, per poi approdare ad Haifa ed immergersi nella cultura israeliana. L’itinerario continua poi con tappe a Cipro e a Rodi, prima di tornare in Italia, nella città di Messina e arrivare infine nei porti di Civitavecchia e Genova. In occasione di Natale e Capodanno verrà inoltre aggiunta una crociera di 13 giorni che si fermerà eccezionalmente due intere giornate in Israele, con visita in Terra Santa. Msc Crociere, infatti, propone un tour nei luoghi descritti nella Bibbia. Si potranno visitare città dal fascino unico come Betlemme, Nazareth, Cana o la stessa Gerusalemme.   [post_title] => Msc Opera torna nel Mediterraneo dal prossimo inverno [post_date] => 2019-05-31T10:41:07+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559299267000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353147 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prende il via l'accordo tra Tinaba, Alipay e Federalberghi, volto ad attivare un processo di semplificazione dedicato ai turisti cinesi in visita nel nostro paese. Protagonisti dell'intesa con l'Associazione degli albergatori italiani sono Tinaba, che tramite la partnership con Banca Profilo consente ai turisti cinesi di pagare in Italia con il proprio smartphone e il sistema Alipay, piattaforma leader nei pagamenti, società di Ant Financial Services Group, parte del Gruppo Alibaba. Tinaba e Alipay hanno messo a punto una soluzione che consente agli alberghi associati a Federalberghi di gestire agevolmente i pagamenti dei turisti cinesi usufruendo di un canale semplice da utilizzare, che annulla sia le barriere linguistiche sia le difficoltà legate all'uso del contante. «Sono oltre 3 milioni i cinesi che ogni anno visitano l'Italia - ha commentato il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, commentando l'accordo che coinvolge la sua federazione - Si tratta di numeri che rappresentano un potenziale inestimabile in termini di crescita per il nostro comparto. E’ un'opportunità che può essere colta al meglio, ma solo se si tengono ben presenti le esigenze dei viaggiatori cinesi, ormai abituati ad utilizzare strumenti di pagamento innovativi, e sempre più in cerca di una rete di servizi offerti nella loro lingua». L'iniziativa "chinese friendly" prevede specifiche modalità di diffusione e vantaggi per gli associati; tra queste una commissione a carico dell'albergo di sicuro interesse e condizioni vantaggiose per la fruizione di ulteriori servizi quali ad esempio un servizio di traduzione dei servizi disponibili negli alberghi direttamente in app. «Siamo molto orgogliosi di poter contribuire a dare alle strutture ricettive italiane una maggiore attrattività presso il pubblico cinese supportando, quindi, lo sviluppo del turismo del nostro Paese, settore che grazie alla sua contribuzione pari al 13% del Pil riveste una importanza strategica. Per Tinaba - ha concluso Matteo Arpe, fondatore e ad di Tinaba - è un ulteriore riconoscimento che la tecnologia proprietaria che abbiamo sviluppato è un unicum nel panorama internazionale e questo la rende apprezzata da Alipay, il più diffuso sistema di pagamento mobile al mondo, e da importanti soggetti istituzionali italiani».         [post_title] => Federalberghi, accordo "chinese friendly" con Tinaba e Alipay [post_date] => 2019-05-24T11:43:20+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558698200000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353110 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_353112" align="alignleft" width="300"] L'hotel Islazul Las Americas a Santiago de Cuba[/caption] Il gruppo alberghiero Islazul offre strutture per eventi in varie destinazioni del paese, con sale riunioni dotate di alta tecnologia, sale per celebrazioni, ristoranti specializzati, camere confortevoli e personale altamente qualificato. Secondo il tema del nuovo turismo a Cuba, lanciato a FitCuba2019 dal ministro del turismo cubano, Manuel Marrero Cruz, il target Mice è quello da perseguire per aumentare gli arrivi ne la Isla grande che ha nel turismo un grande settore economico. A L'Avana, spiccano gli hotel Tulipán e Panamericano. Il primo, si trova nel cuore di Nuevo Vedado a pochi minuti dal centro e dalle attrazioni come Plaza de la Revolution, Memorial José Martí e il Teatro Nazionale. Dispone di tre sale riunioni di piccolo e medio formato, per accogliere oltre 100 persone. Vicino alla città di Cojímar e a las Playas del Este, l'Hotel Panamericano può ospitare eventi sportivi grazie alla sua vicinanza allo stadio olimpico, al complesso di campi da tennis e piscine e al velodromo. Inoltre, ha sale riunioni per ospitare eventi professionali e specialistici. Sotto il marchio controllato Masnatura, sviluppato per il turismo sostenibile e dedicato alla natura, è particolarmente attraente il Pasacaballos, all'ingresso della baia di Cienfuegos, con tre sale per un massimo di 50 persone e un ampio spazio sociale. Da qui si raggiungono comodamente in escursione luoghi come la Sierra del Escambray, la cascata El Nicho, il Giardino Botanico di Cienfuegos. Appartenente agli hotel di Aldaba, caratteristici urbani, Islazul propone per questo segmento anche: Sierra Maestra, sulla caretera central, a Bayamo il Granma, Las Americas a Santiago de Cuba, Villa Los Laureles, a Sancti Spíritus; Hotel Ciego de Ávila, vicino ai cayos dei Jardines del Rey, Hotel Camagüey e Pernik, a Holguín. Tutti questi hotel della catena Islazul dispongono di posizioni privilegiate nei centri urbani. [post_title] => Islazul: proposte dedicate al Mice nelle città della Isla Grande [post_date] => 2019-05-24T10:05:00+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => fiereeventi ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Fiere&Eventi ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558692300000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352941 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’operatore Horca Myseria prosegue con le proposte estive e i corsi di vela. Nel periodo estivo Horca Myseria si trasferisce in Sardegna. All’interno del Villaggio Isuledda, presso la base Hm, vengono tenuti i corsi di tutti i livelli riservati agli adulti. Una proposta articolata e concreta come il tour operator che l’ha formulata, dove poter apprendere tutti i segreti della navigazione ma anche passare divertenti serate con nuovi amici e compagni di avventura. Una full immersion di vela nella terra sarda, in piena Costa Smeralda, presso la base Horca Myseria di Isuledda (Cannigione di Arzachena): una splendida struttura a 4 stelle, un villaggio tra i più apprezzati della Sardegna, immerso nel verde, con 3 chilometri di spiagge private lambite da acque cristalline, animazione, discoteca, self service, pizzeria e ristorante, centro benessere, market interno, bar. La didattica è suddivisa in tre livelli con durata dei corsi di una o più settimane, cumulabili. Alloggio in casette mobili a 4/5 posti o, per costi low cost, in tende attrezzate con lettini da campo. Tra le proposte: Vela e divertimento-derive, 2° livello: un corso di perfezionamento svolto a bordo di scafi entusiasmanti. Tra spruzzi e planate scoprirete l’emozione di volare sull’acqua. La vela allo stato puro. Corsi settimanali / periodo: da luglio a settembre. Quota: da 430 euro alloggio compreso. Vela e velocità Derive, 3° livello: Sette giorni di vela adrenalinica in cui planare, scuffiare e ingaggiare gli altri equipaggi imparando le regole di regata. Corsi settimanali / periodo: da luglio a settembre; Quota: da 430 euro, alloggio compreso [post_title] => Horca Myseria: scuola di vela per adulti in Costa Smeralda [post_date] => 2019-05-23T10:52:13+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558608733000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352233 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Wellness Refugium & Resort Hotel Alpin Royal di San Giovanni (Bolzano) presenta il nuovo centro benessere, ispirato dalla rivitalizzante natura alpina e caratterizzato dai trattamenti cosmetici selezionati secondo Piroche. Nel piccolo giardino dedicato agli ospiti, tra i quali le famiglie sono le benvenute, una sauna si integra perfettamente con l’ambiente dichiarando l’amore per questo luogo di chi ogni giorno dà il meglio per regalare esperienze indimenticabili. È il caso di Moreno Andreotti, maestro di sauna che fornisce tutte le indicazioni per una corretta fruizione dell’esperienza. Poi c’è Sabrina Innerhofer, anche lei, come Moreno, con il diploma di maestra delle gettate di vapore, che lei pratica con l’aiuto delle campane tibetane. Inoltre Sabrina è esperta di escursioni. Il legno è il materiale dominante in una struttura caratterizzata dalla formula ¾ a buffet con dolce e salato che conta 50 camere divise in 11 tipologie, da quella romantica con letto a baldacchino e stufa azzurra a quella con la sauna nel bagno, fino alla Suite Garden con salotto e giardino privato, che – nel totale rispetto della privacy – sembra però stabilire una connessione profonda con rose, prato, piscina e opere d’arte esposte all’esterno. La vista sui masi contadini conferma quella sensazione di vita all’aria aperta che si respira ascoltando Sabrina illustrare le proprietà delle erbe selvatiche e spiegare come le travi e la testiera del lettino di alcune camere siano ricavate dall’autentico legno delle malghe. È un tuffo in un’inedita dimensione agreste tipicamente altoatesina che può essere approfondita con escursioni verso i rifugi, approfittando della pista da slittino dietro l’albergo o noleggiando gratuitamente un’e-bike. Con la propria vicinanza al museo dei minerali, l’hotel riafferma infine una connessione con la natura e con il territorio che si rafforza grazie a una cucina impegnata a portare nel ristorante e nella stube tirolese specialità e prodotti regionali capaci di riflettere la ricchezza e l’originalità dell’Alto Adige. Sul piatto arrivano così il formaggio della Selva dei Molini, i prodotti caseari del caseificio di Brunico, le uova dell’agriturismo Martinshof a Tures, l’agnello dell’allevamento Hollechnerhof, il pesce di Campo Tures e le erbe squisite del Getzlechenhof.   [post_title] => Welness Resort Alpin Royal, escursioni e relax al nuovo Centro Benessere [post_date] => 2019-05-22T14:03:51+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558533831000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352862 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Secondo l’ultima ricerca di Cwt, la piattaforma di gestione dei viaggi b2b4e, i viaggiatori preferiscono gestire le prenotazioni per le proprie trasferte a livello digitale, tramite app o browser. Il 69% dei viaggiatori d'affari preferisce prenotare i propri voli con strumenti digitali piuttosto che tramite gli operatori. La percentuale è ancora più alta per le prenotazioni degli alberghi (78%), il trasporto via terra (71%) e il check-in dei voli (68%). I viaggiatori sono invece più propensi a rapportarsi direttamente con le persone nelle fasi di check-in (46%) e check-out (51%) presso le strutture alberghiere. «La tecnologia sta diventando sempre più dominante nel settore dei viaggi - ha dichiarato Andrew Jordan, chief product and technology officer di Cwt -. Le interazioni digitali stanno prendendo il sopravvento, perciò l'industria dei viaggi deve continuare a evolversi per soddisfare i desideri e le aspettative delle aziende e dei loro dipendenti». In generale, i viaggiatori dell'area Asia Pacifico tendono a privilegiare la tecnologia rispetto al contatto umano: il 73% preferisce prenotare i voli attraverso strumenti digitali, rispetto al 71% dei viaggiatori americani e al 61% degli europei. Per quanto riguarda gli hotel, arrivano addirittura all'84% i viaggiatori dell'Asia Pacifico che preferiscono fare ricorso a strumenti digitali per le prenotazioni, rispetto al 77% dei viaggiatori americani e al 70% di quelli europei. Per effettuare il check-in per i propri voli, i viaggiatori americani sono quelli maggiormente propensi a utilizzare la tecnologia rispetto al contatto umano. Il 73% dichiara infatti di preferire la tecnologia, rispetto al 66% degli europei e al 65% dei viaggiatori dell'Asia Pacifico.       [post_title] => Ricerca Cwt, per due terzi dei viaggiatori prenotazioni digital [post_date] => 2019-05-22T12:01:04+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558526464000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352825 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Finito l’inverno, inizia il periodo migliore dell'anno per esplorare le montagne del Principato di Andorra e scoprire i tesori naturali che esse nascondono. Questa perla dei Pirenei vanta circa 70 laghi e più di 80 vette alte oltre 2.000 metri, distribuite su tutto il territorio. La primavera e l'estate sono le stagioni migliori dell'anno per scoprire i numerosi percorsi che è possible fare sul territorio: tra questi, il suggesivo Coronallacs, un percorso escursionistico circolare che collega i quattro rifugi presenti ad Andorra. Con i suoi 92 km di paesaggi montani e panorami spettacolari suddivisi in cinque lunghe tappe, questo percorso escursionistico è stato pensato per trascorrere la notte in ognuno dei rifugi, per cui suggeriamo di non partire troppo carichi. Sant Antoni de la Grella, la Piràmide o Agulles d´Engolasters sono alcune delle aree ove poter praticare la scalata e godere di una vista mozzafiato. Inoltre, Andorra offre sei rocciodromi all’aria aperta sparsi su tutto il territorio per chi vuole esercitarsi seguendo il proprio ritmo. L’arrampicata del Roc del Quer è una delle più scoscese e suggestive poiché culmina nell'omonimo punto panoramico, da cui si possono ammirare le montagne della Vall d´Orient. Adatta sia ai bambini che agli adulti che iniziano a praticare questa disciplina, è invece l’arrampicata di Clots de l’Aspra, che raggiunge i 2.200 metri di altitudine. Scoprire il Paese in bicicletta è un'alternativa più che consigliata. Nel Principato sono presenti 21 passi di montagna segnalati, di diversi livelli di difficoltà. Alcuni di essi sono noti per essere stati tappa finale di competizioni sportive come il Tour de France o la Vuelta a España. I percorsi ciclabili della destinazione permettono di scoprire alcuni degli itinerari più rappresentativi di Andorra, in cui è presente lungo il percorso una segnaletica con informazioni dettagliate sui chilometri rimanenti per raggiungere il passo e la distanza, la difficoltà, l'altitudine attuale e finale e i dislivelli.   [post_title] => Estate ad Andorra, turismo attivo tra percorsi adrenalinici e cicloturismo [post_date] => 2019-05-22T10:05:23+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558519523000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352352 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Fra i fiori all’occhiello di una delle due strutture di punta della programmazione Azemar sull’arcipelago dell’Ocean indiano, è il water sport gestito da una delle migliori organizzazioni maldiviane, Extreme Maldive. Fra i vari sport che si possono praticare possiamo elencare l’adrenalinico “Fly board” la tavola sospita in alto da getti d’acqua, uno degli ultimi divertimenti acquatici, gite in barca veloce con snorkeling come punto forte, “kyte surf” il surf con l’aquilone che traina il surfista, moto d’acqua, sci nautico e tavola nautica, banana boat, wind surf, vela, canoa. Ma il pezzo forte alle Maldive è il diving. Ogni resort ha un diving per consentire un modo piano di vivere l’esperienza sportiva. Il centro gestito da Extreme Maldive, qui nella parte sud dell’atollo di Lhaviyani, mette a disposizione dei propri subacquei 3 istruttori e 3 dive master. «Il centro - spiega il responsabile Thoal - è attrezzato per venti subacquei in totale, gestito secondo la didattica Padi. Possiamo brevettare dall’open water in su fino al divemaster, sia con aria che Nitrox, la miscela arricchita di ossigeno. Per le uscite disponiamo di piccole “speedboat” per raggiungere i punti di immersione più lontani, o di un dhoni perfettamente attrezzato per i gruppi numerosi (20)». [caption id="attachment_352353" align="alignleft" width="225"] Thoal, divemaster del centro sport Cocoon Maldives[/caption] Sono circa venti i punti d’immersione localizzati nell’atollo su cui si trova il Cocoon principalmente situati nella parte sud orientale dell’atollo di Lhaviyani, tutti comunque nel raggio di 45 minuti di barca veloce dal resort, sul cui pontile è ospitato il centro immersioni. «Facciamo immersioni per ogni livello di allievi o subacquei – conclude Thoal – e con noi è possibile vedere squali, mante, razze, aquile di mare, barracuda che popolano queste acque, in tutta sicurezza, per lasciarvi uno splendido ricordo delle Maldive» Anche l’attrezzatura per la fotografia e i film subacquei è noleggiabile, come è consigliabile prenotare e prepagare i pacchetti di immersioni prima di partire, così da poter sfruttare al meglio e razionalizzare le attività. [gallery ids="352356,352357,352358,352359,352360,352361"] [post_title] => Cocoon Maldives (2): sport acquatici ma soprattutto diving “add on” [post_date] => 2019-05-17T14:17:02+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558102622000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352327 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Atollo di Lhaviyani si trova a 30 minuti di idrovolante a nord di Male. E’ qui che nella parte meridionale si trova il Cocoon Maldives, immerso in un ambiente naturale fuori dal comune, incontaminato nel bel mezzo dell’Oceano Indiano sull’Isola Ookolhufinolhu. Cocoon è il primo resort di design alle Maldive, fiore all'occhiello della programmazione Azemar e a questo primato ci tengono con molto orgoglio, qui, dove sono stati inseriti arredi contemporanei, appositamente disegnati in un contesto tipicamente tropicale, per un risultato incredibile, unico. Ookhulufinolhu è una delle 54 isole situate nella parte sud dell’atollo di Lhaviyani, a nord dall’aeroporto di Malé in una zona ancora poco battuta dalle rotte abituali. [caption id="attachment_352329" align="alignright" width="300"] La lobby del Cocoon[/caption] La prestigiosa azienda di design Lago (leader nel settore degli arredi d’interni, rigorosamente made in Italy!) ha progettato e concepito 145 camere, il cui fine è trasmettere gioia a chi le abita. Lo stock delle camere vede 50 beach villa, 5 family beach villa, 25 beach suite, 5 beach suite con piscina, 40 lagoon villa e 20 lagoon suite, tute incastonate nella vegetazione, con la peculiarità di mettere l’ospite in costante contatto con il paesaggio che li circonda. Le abitazioni sono tutte dotate di letti king size, poggiate su rialzi in vetro per un effetto “fluttuante nell’aria”, condizionatore, ventilatore a pale, asciugacapelli, telefono con linea diretta, minibar, cassetta di sicurezza, TV a schermo piatto, bollitore per the e caffè, veranda con lettini. Uno dei punti forti del resort è la ristorazione: 3 ristoranti e 2 bar immersi nella natura deliziano gli ospiti con cura e attenzione. Octopus è il ristorante principale a buffet aperto per colazione pranzo e cena dove un “community table di 20 metri by LAGO” abbatte le barriere culturali facilitando le relazioni tra gli ospiti internazionali. Manta è il ristorante à la carte, Palm Grill all’ombra delle palme offre gustare pesce e carne alla griglia, Lobi Lobi, bar principale e Kurumba bar vicino alla kids area completano il quadro. Volendo è possibile cenare nella privacy della propria camera. Il collegamento wi fi è veloce e copre tutta l’isola, ed è gratuito. L’intrattenimento è delicato e offre serate a tema con musica dal vivo, karaoke, crab race, Boduberu. Disponibile una libreria con anche CD e DVD, boutique, servizio lavanderia. La SPA Cocoon è poi il luogo ideale per rigenerare corpo e mente, posta nel rigoglioso giardino propone una vasta gamma di trattamenti tra cui massaggi detox e scrub; le suite private sono disponibili per trattamenti individuali e di coppia. Per i bambini Pupa Kid’s Club con staff sempre disponibile per rendere memorabile la vacanza di grandi e piccoli offre anche il servizio di baby sitting su richiesta a pagamento. Insomma Cocoon è il primo resort di design alle Maldive in un ambiente esclusivo dove ogni elemento, unico nel suo genere, è stato progettato per rendere il soggiorno indimenticabile. La cultura dell’eccellenza, la qualità della vita, i materiali autentici e i dettagli di design mostrano che nulla è stato lasciato al caso. La parola chiave, qui, è “Leggerezza”: leggerezza dei letti sospesi, la leggerezza delle altalene e dei divani in reception, la leggerezza del community table che ci inviterà a entrare in contatto con culture diverse dalla nostra, la leggerezza che il vostro spirito avrà dopo una vacanza rigenerante a Cocoon! [gallery ids="352333,352335,352334,352338,352337,352336,352339,352340,352341,352342,352343,352344,352345,352346,352347,352348,352349,352350"] [post_title] => Cocoon Maldives: fiore all’occhiello della programmazione Maldive di Azemar [post_date] => 2019-05-17T12:44:13+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558097053000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti