21 October 2017

I primi trent’anni di Amadeus

[ 0 ]
amadeus, Francesca Benati,

Trent’anni e non sentirli. O meglio, sentirli tutti perché vissuti fino a fondo, stagione dopo stagione, nel segno dell’innovazione continua, necessaria, doverosa. Amadeus taglia il traguardo della terza decade e rinnova il suo impegno nei confronti del mercato. Da quando un manipolo di compagnie aeree, Air France, Iberia, Lh e Sas pensarono a un sistema di distribuzione globale che fosse indipendente e comprensibile in ogni angolo del mondo di acqua ne è passata tanta sotto i ponti e, i vettori che hanno dato i natali alla società sono ormai, uno dei tanti partner nonché clienti di Amadeus sì perché negli anni l’azienda è diventata un fornitore tecnologico per tutta la filiera, agenzie di viaggio, operatori, enti del turismo e chi più ne ha più ne metta.

«Siamo il più grande sito di ecommerce del mondo – afferma l’ad Italia, Francesca Benati -, abbiamo vissuto i primi trent’anni all’insegna dell’innovazione, in un settore che ha subito numerosi e sostanziali stravolgimenti ma che ha anche permesso al nostro approccio pioneristico di contraddistinguerci».
E di stare al passo con il mercato, se non quando guidarlo, sia in prima linea, sia come “eminenza grigia” del comparto, capace di investire in strategie di sviluppo 4,5 miliardi di euro annui e vedere un ritorno delle It solutions di 1 miliardo di euro. «I viaggi continueranno a crescere – aggiunge Benati -, ma cambierà il modo in cui vengono acquistati».
E Amadeus continuerà ad assecondare e guidare il mercato, con prodotti come Amadeus Selling Platform, Amadeus Direct, per semplificare ancor di più la vita alle agenzie di viaggio o ancora amadeus Travel Intelligence pensato per dmo e tour operator e si tratta solo dell’inizio, del prossimo trentennio di Amadeus.




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti