26 May 2019

Palmanova Outlet Village: mix ideale fra shopping, territorio e trade

[ 0 ]

Land of FashionUna perfetta sintesi di integrazione con il territorio: il Palmanova Outlet Village – come le altre quattro realtà “gemelle” presenti in Italia e raggruppate sotto il brand Land of Fashion – è a tutti gli effetti espressione di un’identità forte e glocal che ne fa una vera e propria destinazione da cui partire alla scoperta delle eccellenze del patrimonio storico, paesaggistico ed enogastromonico. Questo “paradiso dello shopping” esprime dunque forte vocazione al turismo – soprattutto quello slow e di qualità – messa bene in risalto dall’ultimo press tour che la scorsa settimana ha coinvolto il Village friulano e alcuni dei suoi partner più prestigiosi: da PromoTurismo FVG a YesTour, dal Trieste Airport all’amministrazione comunale di Palmanova e Aquileia, fino alla Regione con la presenza di Sergio Bini, assessore regionale al turismo. Quest’ultimo ha sottolineato quanto sia importante «vedere imprenditori che si adoperano per far conoscere le bellezze della nostra Regione» e come «il turismo sia un asset fondamentale per la crescita economica dei prossimi anni».

Inaugurato nel 2008 – con una superficie di 22.000 mq e oltre 90 negozi di marca che offrono tutto l’anno sconti fino al 70% – «il Palmanova Outlet Village richiama circa 2,3 milioni di visitatori all’anno – sottolinea la marketing manager Giada Marangone -, di cui un’ampia percentuale proveniente da oltre confine (44%) visto il posizionamento geografico a ridosso di Austria (oltre il 10%), Slovenia (circa il 23%) e Croazia (quasi il 25% del totale degli stranieri)». Ma numerosi sono anche gli italiani e coloro che in generale soggiornando a Trieste oppure sulla costa scelgono di visitare l’outlet grazie ad una escursione in giornata.

Da osservare come nel 2018 sono stati oltre «900 i pullman organizzati che hanno raggiunto l’outlet e di questi il 93,35% proveniva da paesi stranieri». E sono oltre 100 le partnership siglate in tre anni con operatori turistici nazionali e internazionali di rilievo. «In pratica dalla collaborazione con Enit a quelle con tour operator e agenzie di viaggio per la realizzazione di pacchetti che includono visita e sosta al Village. Oltre alla partecipazione alle principali fiere estere di settore». Proprio la sinergia con il trade rappresenta un segmento su cui puntare sempre più attentamente: per le agenzie si tratta di un’alternativa di grande appeal per la costruzione di escursioni e brevi tour, magari anche per piccoli gruppi: «All’inizio non è stato facile, ma abbiamo seminato molto: adesso cominciamo a vedere i risultati». Presto anche a Palmanova – come già accade nei Village a Mantova e in Puglia – alle agenzie che fanno tappa nell’outlet verrà proposta gratuitamente una guida turistica ufficiale per due ore di visita delle città.

Numerosissime poi le partnership sul territorio che oltre a quelle citate includono ad esempio «Fondazione Aquileia, le Grotte di Villanova e Gigante, i Castelli di Spessa e San Giusto, Aquasplash». Senza dimenticare la comunità locale: «Abbiamo deciso di evitare promozioni che ricadessero a pioggia un po’ ovunque e un po’ per tutti, a favore di iniziative forti di una progettualità che tocca da vicino la comunità, a cominciare ad esempio dalle scuole».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti