19 November 2018

Milano in lizza per ospitare la convention Iglta 2020

[ 0 ]

Milano si candida a ospitare la 37esima convention Iglta, l’associazione internazionale del turismo Gay & Lesbian, in programma nel 2020, che coinvolgerà oltre 400 operatori turistici internazionali; il board di Iglta dovrà individuare la città vincitrice entro il 15 dicembre scegliendo tra Milano, Londra, Bruxelles, Tel Aviv, Bogotà e Sydney. Per portare avanti la candidatura del capoluogo lombardo, si sono uniti Enit, Comune di Milano e Aitgl: tra i principali impegni assunti ci sono la sponsorizzazione del gala dinner di chiusura della convention 2019 a New York e dell’opening cocktail reception nel 2020 a Milano. La location selezionata per ospitare il congresso è l’AtaHotel Expo Fiera.

«Per Milano – ha detto l’assessore al Turismo Roberta Guaineri – si tratta di un’iniziativa che conferma il carattere aperto e cosmopolita della città, da sempre in prima linea per l’affermazione dei diritti. Allo stesso tempo, promuovere il capoluogo lombardo anche come destinazione gay friendly fa parte di una strategia di sostegno alle attività di internazionalizzazione e del posizionamento di Milano nel mercato turistico globale». E il presidente del Local Committee, Alessio Virgili, ha aggiunto: «Milano ha compreso subito l’importanza di questo mercato, stimato in 2,7 miliardi e con 35 milioni di arrivi internazionali in un anno nel mondo. Da non sottovalutare poi l’ingresso a maggio di Enit come membro Iglta: un messaggio che rafforza l’immagine gay friendly del Paese contro quella conservatrice che fa sì che l’Italia, pur essendo la prima meta desiderata, scenda poi al quinto posto tra quelle scelte dal viaggiatore Lgbt».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276304 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Qatar Tourism Authority prenderà parte all’Arabian Travel Market in programma dal 24 al 27 aprile 2017 a Dubai, con una delegazione di 38 partner fra hotel, tour operator e altri operatori dell’industria turistica, il 26% in più rispetto allo scorso anno. Principale piattaforma del Medio Oriente per gli operatori dell’industria del turismo, l’Arabian Travel Market è un’opportunità unica per il Qatar per evidenziare i suoi più recenti sviluppi turistici e l’offerta di nuovi prodotti e ospitalità. Allo stand i visitatori potranno scoprire le ricchezze del Paese attraverso attività esperienziali e ampliare la conoscenza sulle migliori strutture alberghiere di lusso, attrazioni culturali, intrattenimento per le famiglie, eventi e festival. Inoltre l'ente e Qatar Airways annunceranno una nuova iniziativa per attrarre un numero sempre maggiore di passeggeri in stop-over e agevolare il loro soggiorno nel Paese. Hassan Al Ibrahim, chief tourism development officer di Qta, ha affermato: «Il 2016 è stato un anno di importanti sviluppi, anche per la semplificazione delle procedure per l’ottenimento del visto e siamo lieti di condividere le opportunità create dall’accesso facilitato alla destinazione con i visitatori e i partner durante questo importante evento. Siamo molto soddisfatti che una delegazione così ampia del settore privato voglia mostrare l’unicità e la diversità dei prodotti turistici del Qatar».  Il Paese si prepara intanto ad ospitare l'Unwto World Tourism Day sul tema “Sustainable Tourism - A Tool for Development”, che si terrà a Doha in settembre. [post_title] => Il Qatar partecipa all'Arabian Travel Market di Dubai [post_date] => 2017-04-21T15:58:21+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492790301000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276233 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => AccorHotels aprirà a Dubai la più grande struttura al mondo a marchio Mercure. Il gruppo ha infatti ampliato e trasformato un’esistente struttura di sua proprietà in Sheikh Zayed Road - una delle strade più scenografiche di Dubai – nel Mercure Dubai Barsha Heights Hotel Suites & Apartments. L'apertura è prevista il 19 maggio 2017. Sono state rinnovate 120 esistenti camere che saranno adattate agli standard del marchio e uniranno il design classico a un’estetica moderna e contemporanea. La seconda fase dell'intervento prevede il miglioramento di camere e servizi aggiuntivi per soddisfare gli standard internazionali di AccorHotels, portando la categoria dell’hotel da 4 a 5 stelle per le suite. I lavori di trasformazione e rinnovamento saranno completati entro la fine del 2018, quando l'hotel conterà 1.015 camere. «Con questa operazione di rebranding miriamo a rivitalizzare una proprietà simbolo negli Emirati, grazie ai rigorosi standard qualitativi del marchio Mercure - ha spiegato Olivier Granet, managing director & coo di AccorHotels Medio Oriente e Africa -. Questo è indice dell’impegno del gruppo nell’espandere la propria presenza in ogni segmento mercato, così da soddisfare le aspettative degli ospiti. Con il Mercure Dubai Barsha Heights Hotel Suites & Apartments speriamo di colmare il vuoto nel mercato dell’ospitalità che si registra specialmente negli Eau, anche in vista del loro obiettivo di attrarre 20 milioni di visitatori entro il 2020». Ad oggi AccorHotels conta 38 strutture negli Emirati Arabi, a cui se ne aggiungono 22 in fase di sviluppo. In Medio Oriente il gruppo è presente con 94 hotel per un totale di 28.500 camere in strutture che vanno dal lusso al segmento economy. Il network regionale del gruppo è destinato a raddoppiare con l’aggiunta di altre 26.800 camere circa. [post_title] => AccorHotels apre a Dubai il più grande Mercure del mondo [post_date] => 2017-04-21T11:24:02+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492773842000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275993 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_275994" align="alignleft" width="300"] Jean Claude Ghiotti, presidente e ad di B&B Hotels Italia[/caption] Sono salite a 25, con l’acquisizione di Trento, le strutture in Italia gestite direttamente da B&B Hotels, il gruppo francese di proprietà al 95% del private equity fund Pai Partners. Jean Claude Ghiotti, presidente e ad di B&B Hotels Italia, spiega: «Siamo un gruppo in espansione e ci vogliamo posizionare su un segmento dedicato a quella clientela che preferisce un servizio senza fronzoli, pragmatico e comunque personalizzato. Siamo in Italia da sette anni, ma vogliamo crescere con un ritmo tale da farci arrivare a 50 strutture entro il 2020». B&B Hotels è presente in Triveneto, Emilia-Romagna, Lazio, Abruzzo, Campania, Lombardia, Piemonte e Toscana, e ha un costo medio camera di 58 euro, iva compresa, tutti i servizi inclusi, tranne la colazione (7,20 euro, prodotti di alta gamma) ma con wi-fi a 100 mega e Sky, il che garantisce un’ottima redeem da parte degli ospiti, che hanno attribuito alla catena un voto medio di “8” su tutti i portali di comparazione e ranking alberghiero. Il fatturato Italia, terzo mercato dopo Francia e Germania, è di 35 milioni di euro, con 2.400 camere, 600.000 notti e un incremento del 6% sul 2015, con un tasso di occupazione medio del 70,7%. «Un punto importante è che ci sono pochissimi hotel in franchising, forse il 10%, perché per noi è importante l’omogeneità del modello di business, che tale deve rimanere». [post_title] => B&B Hotels Italia: 25 strutture oggi, 50 previste per il 2020 [post_date] => 2017-04-21T09:03:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492765416000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276057 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tra i numerosi eventi primaverili in programma in Germania, l'ente del turismo tedesco segnala la mostra sulla storia della bicicletta, inventata nel 1817 a Mannheim dal nobile tedesco Karl von Drais, in programma al Technoseum di Mannheim fino al 25 giugno. Tra gli altri musei che custodiscono i primi modelli di bici, le cosidette draisine, spiccano il Verkehrsmuseum di Karlsruhe, anch'esso nel Baden-Württemberg, e il Deutsches Fahrradmuseum di Bad Brückenau, in Baviera. Inoltre la città di Kassel si appresta a ospitare la 14.ma edizione di Documenta, la mostra internazionale d'arte contemporanea più importante del mondo che si tiene ogni 5 anni e anticipa le tendenze in atto, preceduta per la prima volta da un prologo ad Atene. La rassegna di Kassel si terrà dal 10 giugno al 17 settembre con esposizioni e un migliaio di eventi in vari luoghi, dai parchi del centro storico al museo Fridericianum. Infine un'altro anniversario: 30 anni fa il centro storico di Lubecca veniva inserito nel patrimonio culturale dell'Unesco. Per celebrare l'evento, la città anseatica fondata nel 1143 propone manifestazioni e speciali offerte per i trentenni. Durante il 2017, tutti i nati nel 1987 entreranno gratis nei maggiori musei della città, tra cui la Casa dei Buddenbrooks e l'Europäisches Hansemuseum, e potranno usufruire di pernottamenti a prezzi speciali. Ma anche per gli altri visitatori sono previsti festival, eventi culturali e tour di scoperta. [post_title] => Mostre ed eventi di primavera in Germania [post_date] => 2017-04-20T16:01:33+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492704093000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276013 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_276017" align="alignright" width="300"] Da sinistra, Otmar Michaeler, Erich Falkensteiner e Andreas Falkensteiner[/caption] Falkensteiner Hotels & Residences ha celebrato i suoi primi 60 anni di attività. Il gruppo alberghiero (Falkensteiner Michaeler Tourism Group, Fmtg) nato in Alto Adige conta oggi 32 strutture in sei Paesi, con un'offerta tipicamente Premium - 4 e 5 stelle -: un fatturato di 170 milioni di eurpo, 29 alberghi e 3 residences & camping, per un totale di 4.584 camere e 1.771.000 pernottamenti. Il piano di sviluppo al 2022 prevede una crescita del fatturato a quota 350 milioni di euro, un totale di 55 strutture, grande aumento di capacità occupazionale rispetto agli hotel esistenti, l’estensione dell’attività nell’ambito camping,  “roll out” della Premium Living by Falkensteiner. Si arriverà a 10.000 camere in 10 stati in Europa per 3,5 milioni di pernottamenti. «Ciascuna delle strutture a 4 e 5 stelle - sottolinea una nota del gruppo - ha una propria personalità e una propria identità e si integra armonicamente nella rispettiva regione sotto l'aspetto architettonico, gastronomico e programmatico. Ciononostante, l’azienda è rimasta sempre fedele agli standard, ai requisiti e ai valori fondamentali che rendono Falkensteiner un marchio forte e riconoscibile. Questi valori sono validi oggi proprio come lo erano un tempo: sulle spiagge più belle del Mediterraneo. Nel castello sul Wörthersee. Nelle migliori destinazioni per il golf, lo sci e le vacanze in Alto Adige, Austria, Italia e Croazia. A Vienna, Praga, Belgrado e Bratislava. In hotel e resort perfetti per vacanze da sogno. E negli hotel a cinque stelle della Premium Collection». [post_title] => Falkensteiner Hotels & Residences: ecco la vision al 2022 [post_date] => 2017-04-19T12:29:14+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492604954000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275949 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Appuntamento nella cornice del ristorante panoramico Le Roof by Chef Gaetano Costa del Grand Hotel Ritz di Roma (via Chelini 41), per un evento all'insegna della cucina vegana. Domenica 14 maggio alle ore 20 verrà infatti presentato il libro edito da Rizzoli "Sano vegano italiano", realizzato da Red Canzian, nome storico dei Pooh,  insieme alla figlia Chiara. La speciale serata consentirà di scoprire il valore di una scelta etica e della qualità di una cucina sana e naturale. E' prevista la partecipazione degli autori, che doneranno una copia del libro con dedica ai partecipanti. Per informazioni e prenotazioni: tel. 06 802291 - 06 802292973; info@grandhotelritzroma.com   [post_title] => Al Grand Hotel Ritz di Roma serata vegana con Red Canzian [post_date] => 2017-04-19T08:00:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492588836000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275871 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A tre mesi dalla sua prima uscita ufficiale, Maxyma Viaggi tour operator invita gli agenti di viaggio a bordo di Msc Fantasia e presenta la nuova programmazione. «Abbiamo deciso di organizzare questa convention perché avevamo importanti novità da comunicare al trade» ha dichiarato il general manager, Massimiliano Romano. Il tour operator è cresciuto e dopo aver ampliato la propria programmazione su Indonesia, Brasile, Stati Uniti, Caraibi e Hawaii, grazie all’inserimento nello staff di nuove risorse ha aperto anche a due importanti macroaree come l’Africa (Africa australe, East Africa e oceano Indiano) e l’oceano Pacifico. «Si tratta di due professioniste di indiscussa competenza, con numerosi anni di esperienza nel settore che, abbracciando a pieno la nostra filosofia e il nostro pensiero, hanno deciso di unirsi a noi. Questo ampliamento dell’organico ci ha consentito di proporre al mercato nuove destinazioni che vanno ad accrescere e a rendere più completa la nostra offerta».   [post_title] => Maxyma Viaggi in convention con gli adv [post_date] => 2017-04-18T11:32:53+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492515173000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275804 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Principato di Monaco conferma il suo buon posizionamento sul turismo d’affari, dopo gli ottimi risultati registrati nel 2016 e lancia per il 2017 una nuova campagna corporate che riprende il fil rouge di quella precedente. Una campagna moderna per mercati in continua evoluzione, che evidenzia i punti forti del Convention Bureau attraverso giochi di parole che capovolgono in tono umoristico i luoghi comuni della destinazione. Expertise, servizio, talento, su misura, sono le key words tradotte in immagini e slogan incentrati sulla nozione di accoglienza e creatività. Il payoff non cambia e si pone come perfetta continuazione del precedente: "Your event needs Monaco", "Scegliere Monaco significa avvalersi di un expertise che farà del vostro evento un successo".   La nuova campagna presentata in occasione del salone Heavent Meeting di Cannes il 19 e 20 aprile 2017, seguito da Imex a Francoforte, in calendario dal 16 al 18 maggio 2017. Per maggiori informazioni: www.monaconventionbureau.com [post_title] => Al via la campagna corporate "Your event needs Monaco" [post_date] => 2017-04-14T10:45:29+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492166729000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275789 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lavori in corso per la nuova, Meridiana dopo il via libera dell'Antitrust europeo all'acquisizione da parte di Qatar Airways. Secondo quanto anticipato da La Nuova Sardegna, i piani futuri puntano alla costituzione di una compagnia che «consoliderà il ruolo da vettore leader in Sardegna». Una compagnia che oggi vale 80 milioni di euro, ma che fra fra cinque anni potrà disporre di una flotta composta da 25 nuovi aeromobili, di cui 18 Boeing 737-800 e 7 Boeing 767-300 (dalla flotta usciranno quindi gli Md80); che arriverà all'utile di bilancio già nel 2018 (10 milioni di euro circa per arrivare a oltre 36 milioni nel 2021). Il tutto con un investimento da parte dei soci di 2,9 miliardi di euro per i 25 velivoli, un numero che il piano, una volta operativo, dovrebbe portare a 50. Meridiana è oggi interamente controllata da Aqa holding, società di cui l’Aga Khan detiene il 51% e Qatar Airways - come impone l’Unione europea alle compagnia extra europee - il 49%. L’Aga Khan ha già messo i suoi 40 milioni 750 mila euro (di fatto, il capitale di Meridiana). Qatar Airways dovrà versare, entro il 30 giugno, i restanti 39 milioni 200 mila euro.   [post_title] => La nuova Meridiana: dal potenziamento della flotta all'utile nel 2018 [post_date] => 2017-04-14T10:24:42+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492165482000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti