26 April 2019

L’African Village a Rimini: parla l’ideatrice Lidia Martinuzzi

[ 0 ]

Lidia Martinuzzi

Lidia Martinuzzi è una figura di riferimento per l’Africa. Sudafricana di nascita, rappresentante di catene alberghiere e grande professionista del settore, ha una passione innata e la volontà di promuovere il continente nero, e per questo durante il TTG Incontri 2018 ha lanciato una iniziativa di grande interesse.
«L’Africa ha bisogno di essere presente e promossa; quale miglior piattaforma per il mercato italiano se non il TTG Travel Experience? Per la prima volta l’Africa ha un padiglione dedicato solo ad essa, (Pad. C2 Africa   stand  020/053 African Village) in linea con le fiere straniere di primaria importanza come WTM e ITB – spiega Martinuzzi, titolare di  3Sixty luxury marketing – L’Africa è un continente così affascinante e unico che non può essere ignorato. Richiama molti turisti Italiani che si inquadrano in un settore, che è uno dei più promettenti e importanti per il continente, in termini di sviluppo futuro. Il potenziale del turismo africano rimane in gran parte inutilizzato, ma sono convinta che se curato e sviluppato in modo efficace, promosso in maniera solidale e pragmatica, abbia il potenziale per accelerare la crescita economica e la creazione di posti di lavoro innalzando il benessere di molti paesi».

L’Africa, secondo la UNWTO( United Nations World Travel Organization), è stata una delle regioni turistiche in più rapida crescita del mondo, partendo dai 14,7 milioni di visitatori nel 1990, divenuti 26 milioni di turisti internazionali nel 2000 e addirittura più che raddoppiati, con 56 milioni, nel 2014.

«L’Africa è un continente cosi importante perché ha sempre esercitato il suo forte “fascino” e interesse sul mercato Italiano – conclude Martinuzzi – E’ un continente cosi incredibile e ricco di paesaggi che offre una vastissima scelta di proposte/itinerari per soddisfare tutte le esigenze dei clienti dai viaggi di nozze, alle famiglie, da chi è sportivo, avventuroso, amante del trekking, della natura selvaggia, sia in gruppi, individuali, mice. Un fattore importante è l’alta percentuale di “repeater” soprattutto per l’indiscusso appeal della “wildlife”,  il contatto con la natura e animali, oggi più che mai un’esigenza molto forte e desiderata da molti».
A proprio favore l’Africa può anche vantare infrastrutture di altissima gamma, una scelta per soddisfare ogni esigenza con ottimi servizi, fornire un’esperienza culturale, unica per ogni paese, con chiare tradizioni, lingue, usanze, un’accoglienza e cortesia molto apprezzata con un buon rapporto prezzo/qualità per l’esperienza che si sceglierà di fare.
«Per aiutare la diffusione della destinazione – conclude Martinuzzi – sono in vista incrementi degli operativi voli da parte delle compagnie aree principali (proprio in questi giorni Turkish Airlines ha comunicato il nuovo operativo per Lusaka – Zambia e Virgin Airlines per Harare – Zimbabwe) e il fuso orario praticamente non esiste».
All’interno del “village” saranno presenti African Explorer, Il Diamante, Controvento, The Call-Action by Controvento, Corat, Joy’co, The Mantis Collection, Springbok Atlas, Sun International, Thompsons Africa, Wilderness Safaris.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti