6 July 2020

La protesta degli “agenti indipendenti”: il comitato spontaneo si amplia

[ 0 ]

Erminio Di Cioccio

Tutto è partito dalla manifestazione di Roma, organizzata autonomamente, in maniera spontanea, da un altrettanto spontaneo comitato formato da tre adv: Erminio Di Cioccio, abruzzese, Stefania Caliciotti e Vanessa  Costantini di Roma.

«La cosa era iniziata per far sentire la nostra voce al ministero in quella manifestazione di inizio mese – spiega Di Cioccio – e devo dire che la coscienza professionale delle agenzie e dei partner, come NCC e guide ha fatto sì che le nostre fila si ingrossassero. Fondamentalmente quello che chiediamo è un po’ di equità per tutti, misure efficaci, almeno per non gravarci di obbligazioni che riteniamo inique, come ad esempio essere equiparati nella responsabilità ai to inadempienti, tanto per fare un esempio, oppure una serie di provvedimenti che tutelino il nostro lavoro che è sempre più a rischio, almeno con la stessa attenzione dedicata a dipendenti e assimilati».

Una piccola vis critica verso le associazioni di categoria.

«Non andiamo contro nessuno e nulla, posso affermare anche a nome delle colleghe – prosegue Di Cioccio – ma, se la protesta nasce spontanea al di fuori delle sigle associative che tutti conosciamo è perché queste non ci convincono totalmente, non riteniamo possano rappresentare il nostro tipo di petizione e abbiamo deciso di fare qualcosa in prima persona, non contro ma a fianco di esse. Forse è per questa tipicità di azione che abbiamo notato che non appena ci siamo affacciati con le nostre idee abbiamo raccolto molte adesioni ed oggi vi sono comitati spontanei attivissimi in Calabria, Lazio, Liguria, Abruzzo, Sicilia, Sardegna, Puglia e Basilicata, che cerchiamo di coordinare per dare un peso alla nostra voce che non ha sponsor o lobby alle spalle, ma semplicemente il desiderio di far udire un settore troppo spesso dimenticato. E non ultimo esprimiamo la necessità di essere coinvolti nelle decisioni che verranno prese e che ci riguarderanno».

Vi sono molte iniziative in ballo. Travel Quotidiano seguirà gli eventi per voi.

 

Massimo Terracina




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353690 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tour 2000 in collaborazione con Latam presenta alle agenzie di viaggio le novità per l’estate 2019. Il tour operator specializzato nei viaggi verso il Sud e Centro America amplia la programmazione degli “Imperdibili”, pacchetti comprensivi di volo per un minimo di due persone con la possibilità di conferma immediata. «Gli “Imperdibili” sono il nostro punto di forza - ha dichiarato Bruno Normanno, direttore commerciale di Tour 2000 -. Abbiamo reso competitiva l’offerta non solo in alta stagione, ma 365 giorni l’anno, trasformando destinazioni come Argentina e Perù». Parlando di aspettative future, il direttore ha aggiunto: «Nei primi mesi del 2019 abbiamo registrato un aumento del 25%. L’Argentina è tornata ad essere il prodotto principe, seguita da Perù, Cuba, Cile e Colombia».   [post_title] => Tour 2000 presenta la programmazione in Sud e Centro America [post_date] => 2019-05-30T11:33:13+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559215993000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353549 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal prossimo 30 maggio torna il collegamento Db-Öbb sulla tratta Monaco-Rimini-Monaco, che sarà operativo per l’estate 2019 fino all’8 settembre.Sono tre i collegamenti settimanali che, per il quarto anno consecutivo, faciliteranno l’arrivo di turisti sulle coste romagnole. I treni Db-Öbb EuroCity, che viaggiano tra la Germania e l’Italia su questa tratta, collegheranno tutti i giovedì, venerdì e sabato, Monaco a Rimini. L’EC 85 con partenza alle 8.51 da Monaco e con fermate a Bologna e Cesena, permetterà così agli amanti dei weekend lunghi di fermarsi in Emilia-Romagna. Il rientro da Rimini con il primo EC84 operativo dal 31 maggio sarà tutti i venerdì sabato e domenica, alle 10.35. Rimini si conferma un’importante destinazione per Db Bahn Italia confermando la rilevanza che il mercato italiano ha per l’azienda il cui obiettivo è da sempre aumentare i servizi per chi preferisce abbandonare l’auto e viaggiare comodamente in treno. Utilizzando questi collegamenti ferroviari i turisti potranno soggiornare in Romagna e godere dell’ampia proposta di vacanza di questa Destinazione turistica, dalla ricca offerta balneare all’enogastronomia d’eccellenza, dalla straordinaria offerta di parchi tematici a un ricco cartellone di eventi e opportunità di divertimento. Tutto questo unito al fascino dell’entroterra con i suoi castelli, pievi e borghi ricchi di storia e cultura. [post_title] => Db-Öbb: riparte il 30 maggio il collegamento estivo tra Monaco e Rimini [post_date] => 2019-05-28T15:38:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559057933000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353516 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono 831 mila gli italiani che hanno scelto di fare un viaggio in crociera nel 2018. Lo rivela l'ultimo Europe Market Report realizzato dall'associazione internazionale dell'industria crocieristica (Clia), che sottolinea come la Penisola continui a registrare buoni ritmi di crescita della domanda: +8% sul 2017 e +11% sul 2016. Un incremento, sottolinea il rapporto, che proietta a breve il raggiungimento di quota un milione di passeggeri. L’Italia resta quindi il terzo mercato di provenienza in Europa (12%), preceduto dalla Germania (31%) e dal Regno Unito (27%), ma con tassi di incremento più che doppi rispetto a questi ultimi. A livello globale, il Vecchio continente, con i suoi 7,170 milioni di passeggeri, è oggi il secondo bacino di domanda mondiale, preceduto dal Nord America (12,240 milioni) ma seguito dall'area Asia-Pacifico (5,701 milioni) e dal Sud America (930 mila). In totale i crocieristi nel 2018 sono stati 28,5 milioni (+6,7%). Infine, un curiosità: con un'età media di 43 anni, gli italiani sono i crocieristi più giovani d'Europa. In Spagna si sale infatti a 46 anni, in Germania a 49 e nel Regno Unito addirittura a 57. [post_title] => Clia: crocieristi italiani in rotta verso quota un milione [post_date] => 2019-05-28T13:31:18+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => clia [1] => crociere [2] => in-evidenza [3] => italia ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Clia [1] => crociere [2] => In evidenza [3] => italia ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559050278000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353500 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => È a Siena la nuova affiliazione Best Western. Il Best Western Hotel San Marco è situato nella zona ovest della città a brevissima distanza dal centro storico di Siena. Un ingresso strategico per il brand che presidia così un’area di notevole importanza. «L’affiliazione a un brand internazionale è lo step che ci mancava per completare il processo di sviluppo della nostra struttura – afferma Tullio Bruno, amministratore del Best Western Hotel San Marco –. Negli ultimi anni abbiamo investito su design e restyling per l’albergo. Con l’ingresso in Best Western puntiamo a incrementare ulteriormente visibilità e vendite». La struttura ha infatti subìto di recente un significativo rinnovamento, risultato della collaborazione con alcuni dei più importanti designer italiani. Obiettivo del progetto era dare nuova luce all’albergo, rendere spazi e camere ancora più confortevoli e dotarle di servizi innovativi con uno stile minimal ricercato. L’albergo dispone anche di una sala meeting modulabile, che può ospitare eventi fino a 90 persone. Grazie a pareti mobili e modulari lo spazio può essere suddiviso in diverse aree indipendenti, capaci di accogliere fino a 30 persone ciascuno. La zona dispone di una hall per l'accredito e l'accoglienza degli ospiti e su richiesta, è possibile organizzare coffee-break e rinfreschi. Con il restyling, l’albergo si è arricchito anche del San Marco Wellness, il centro benessere.     [post_title] => L'Hotel San Marco di Siena è la nuova affiliazione Best Western [post_date] => 2019-05-28T12:32:17+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559046737000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353135 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A Bruges per un viaggio attraverso la storia, dall'epoca borgognona alla reinvenzione neogotica della città nel XIX secolo: questa la promessa dell'eterogeneo circuito museale della città patrimonio mondiale Unesco. Il percorso parte dal nuovo Museo Gruuthuse, che il 25 maggio riapre le porte al pubblico dopo cinque anni di restauro, e prosegue con il Museo Groeninge e il Sint-Janshospitaal-Memling Museum. Queste le tappe imperdibili per un'immersione completa nella storia di Bruges, grazie alle architetture e alle opere di alcuni tra i nomi più altisonanti del Rinascimento Fiammingo tra cui Jan Van Eyck e Hans Memling. [post_title] => Riapre a Bruges dopo il rinnovo il museo Gruuthuse [post_date] => 2019-05-24T12:43:36+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558701816000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353187 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un aumento di volumi e fatturato del 20% a parità di perimetro. Sono gli effetti più che lusinghieri, generati nei primi tre mesi dal nuovo format Bravo Club lanciato a fine febbraio. Lo ha rivelato, a margine dell'evento sardo del Voi Tanka Resort  per la presentazione dell'ultimo singolo di Giusy Ferreri, il brand manager del marchio di villaggi all inclusive Alpitour, Gianmaria Patti: «I feedback sono stati da subito molto positivi e ci confortano sulla bontà della nostra strategia incentrata sulla creazione di un prodotto a maggior valore aggiunto, per liberarci dalla necessità di competere esclusivamente sulla leva del prezzo». Il brand, che ha chiuso l'anno fiscale novembre 2017 - ottobre 2018 con un fatturato complessivo di 155 milioni di euro, generato da 19 villaggi complessivi, presenta anche per questa stagione un portfolio stabile: 11 resort per la stagione invernale, che salgono a 19 per l'estate. «Il nostro obiettivo è quello di crescere con moderazione, perché vogliamo preservare la promessa del marchio - prosegue Patti -. Per l'anno prossimo posso però già annunciare l'apertura di un nuovo Bravo Club a Kao Lack in Thailandia. Abbiamo infatti chiuso con la proprietà un contratto di commercializzazione, che come sempre punta a instaurare un rapporto di lungo periodo. Anche perché, per portare a regime i nostri villaggi, per far sì in altre parole che tutto il personale sia in grado di interpretare al meglio il nostro format, occorrono almeno due anni. Quando non gestiamo direttamente le strutture, sigliamo perciò sempre accordi di almeno 3 + 3 anni se non 5 + 5». [post_title] => Bravo Club: il nuovo format funziona. In arrivo un resort in Thailandia [post_date] => 2019-05-24T12:28:33+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => bravo-club [1] => gianmaria-patti [2] => in-evidenza [3] => kaolack [4] => thailandia ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Bravo Club [1] => Gianmaria Patti [2] => In evidenza [3] => Kaolack [4] => thailandia ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558700913000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353169 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Apertura di Air Italy a un possibile accordo con Alitalia sulla condivisione della continuità territoriale da Olbia. Dopo la querelle delle ultime settimana, secondo quanto pubblicato dall'Ansa, sarebbe arrivato un ok di massima alla proposta della Regione Sardegna: l'accettazione definitiva dovrà però aspettare il via libera del cda della compagnia che si svolgerà oggi. Nella lettera inviata alla Regione Sardegna, Air Italy avrebbe sottoposto una sua controproposta che prevede, rispetto alle indicazioni date precedentemente al tavolo regionale, una diversa suddivisione delle rotte tra le due compagnie. Sempre secondo quanto ripreso dall'Ansa, le rotte offerte ad Alitalia passerebbero da una a due. Una decisione che sarebbe legata al numero di aeromobili attualmente a disposizione di Air Italy. Nel caso di accettazione dell'offerta Air Italy dovrà capire se sia possibile, in poco più di una settimana, riproteggere sui propri voli i passeggeri che hanno già prenotato con Alitalia dall'1 giugno in poi. L'ex compagnia di bandiera ha dichiarato di aver già venduto sino a fine 2019 circa 70mila biglietti tra Olbia-Roma e Olbia-Milano. «Nel dettaglio - spiega l'Ansa - la proposta conferma l'esclusività delle tratte in continuità ad Air Italy sino al 31 dicembre 2019 o sino all'entrata in vigore del nuovo regime di voli agevolati che la Regione sta predisponendo dopo i rilievi arrivati da Bruxelles. Ad Alitalia, che al momento è la sola compagnia a volare in regime di continuità territoriale senza compensazioni economiche, viene offerto un volo aggiuntivo nella fascia oraria centrale della giornata per il solo periodo estivo, dall'1 giugno al 31 agosto di quest'anno. [post_title] => Apertura di Air Italy a un accordo con Alitalia sulla continuità da Olbia [post_date] => 2019-05-24T11:26:54+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558697214000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353096 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Il Gruppo Toto non ha avanzato nessuna proposta per entrare nel capitale di Alitalia»: la dichiarazione arriva da una lettera aperta al Sole 24 Ore da parte di Pasquale Galante, direttore rapporti istituzionali e comunicazione Toto Holding Spa, nella quale viene precisato che «non sono state avanzate proposte di piani» e che, in riferimento a quanto pubblicato recentemente dal quotidiano economico, non è chiaro come «possano esserci reazioni davanti ad una non richiesta. Ad un fatto che semplicemente non è accaduto». Sempre in riferimento all'articolo del Sole, il Gruppo tiene a precisare che sia stata fatta «una ricostruzione della storia e dell'esperienza aeronautica del gruppo ricorrendo a cifre parziali e interpretazioni fuorvianti». Immediata la risposta del quotidiano che spiega come «la proposta di intervento in Alitalia» sia stata ripresa «diffusamente dalla fine di aprile da tutti i giornali» e come i dati finanziari siano quelli «confermati dalle analisi dell'area studi di Mediobanca. I debiti del gruppo Toto citati sono quelli pubblicati nel bilancio consolidato 2017».   [post_title] => Il Gruppo Toto smentisce l'interesse per Alitalia [post_date] => 2019-05-23T15:54:17+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558626857000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352856 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Promuovere in sinergia e con strumenti innovativi i territori dell'alto Mediterraneo sui mercati più performanti, grazie alla costruzione di una rete unica transfrontaliera. È questo l'obiettivo di SIS.T.IN.A, il progetto presentato a Roma presso la sede dell'Enit, che vede la cooperazione tra i due territori di Italia e Francia e si inserisce nell'ambito del Programma europeo Marittimo 2014-2020. «Servizio, disponibilità, integrazione e lavoro comune - esordisce il senatore Massimo Mallegni, assessore ai Beni, Attività culturali e Turismo del comune di Pietrasanta -, sono queste le premesse del progetto, che saprà avviare iniziative diversificate, permettere un dialogo costruttivo tra i territori e andare a parlare ai mercati più interessati ai nostri prodotti». Tra gli obiettivi principali di SIS.T.IN.A, la diversificazione integrata dell'offerta e una promozione altamente innovativa, che, nei piani delle realtà coinvolte, andranno a facilitare la destagionalizzazione dei flussi in arrivo e la crescita della permanenza del soggiorno, grazie all'effetto moltiplicatore della rete unica transfrontaliera che si andrà a costituire. Tra gli strumenti, la costruzione di un catalogo di pacchetti turistici transfrontalieri specializzati sulle linee di prodotto diporto, bike, enogastronomia e wellbeing; la stipula di accordi di promo-commercializzazione;  la realizzazione di video promozionali dei 5 territori protagonisti e l'organizzazione di eventi e di workshop locali. Tutta l'offerta disponibile, sarà proposta attraverso un sito web di promozione turistica. «Il portale è operativo a partire da oggi - spiega Stefano Landi, presidente di SL&A , l'azienda che si occupa dello sviluppo marketing del progetto -  all'indirizzo http://www.grandtourupmed.eu e sarà presto disponibile in più lingue». Gli utenti potranno acquistare i pacchetti e contattare gli operatori tra due settimane, dopo l'evento di presentazione dell'offerta che si terrà a La Spezia il 7 e l'8 giugno, in una due giorni d'affari con i buyer. «Ci stiamo occupando dell'invito dei buyer - spiega Daniela Battaglioni, direttore di Travel Open Day, che ha vinto la gara lanciata da Blue Hub per l'organizzazione della Borsa del Turismo dell'alto Mediterraneo -. Li abbiamo selezionati tra i più importanti  in Italia e all'estero, registrando ottimi riscontri, sia riguardo alla proposta dei pacchetti, sia sulla partecipazione all'evento».  Sul sito web saranno disponibili 14 pacchetti di viaggio, organizzati da 9 tour operator e charter nautici del territorio «ma saranno presenti anche operatori  singoli  - aggiunge Ilario Agata, direttore di Blue Hub - per permettere agli utenti che non sono interessati ai pacchetti, di entrare in contatto con i player e fare una auto-composizione del proprio viaggio». Largo spazio sarà dato al turismo esperienziale, con l'offerta di cooking class, degustazioni nei siti di produzione, trekking in luoghi particolari, veleggiate in aree di elevato interesse naturalistico e così via.  «Iniziative come questa sono molto importanti - commenta Gianni Bastianelli, direttore Enit - perché ci permettono di andare sul mercato con azioni sinergiche, efficienti e coordinati». Tra le esigenze del turista di oggi, evidenziate dal direttore, alcuni dei focus presenti nell'offerta di SIS.T.IN.A: «Natura, sostenibilità, vacanza attiva e un livello di servizi sempre più alto».      [post_title] => Una rete unica transfrontaliera: il progetto SIS.T.IN.A presentato all'Enit [post_date] => 2019-05-23T08:00:53+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558598453000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti