24 February 2018

Fiavet, direttiva Ue: «Abbiamo difeso le agenzie»

[ 0 ]
Fiavet, fiscalità, direttiva pacchetti,

«Nel testo finale di recepimento della Direttiva UE sui pacchetti turistici, insieme alle altre associazioni, siamo riusciti a volgere in difesa delle imprese del turismo tutti i punti critici e controversi della nuova normativa»: non c’è ancora nulla di ufficiale ma Matteo Fortunati, il segretario generale della Favet, ha anticipato la buona notizia a margine del breve incontro sulla “Agenzie di viaggi e fiscalità”, tenuto dalla Federazione al Melia Hotel di Milano nel corso di Travel Open Village Evolution, il Fuori di Fiera di Gruppo Travel.

Dove il vice presidente Ivana Jelinic ha fatto il punto sui risultati ottenuti dalla Fiavet nel corso del 2017: «Il successo del fondo FOGAR di garanzia contro insolvenza e fallimento Fogar, primo in Italia per numero di adesioni e forse il più adeguato ai nuovi requisiti europei». Ma c’è stato anche l’impegno importante della Fiavet in soccorso dell’Egitto e del Mar Rosso, meta essenziale alla distribuzione che comincia a ritrovarsi.

E naturalmente la questione fiscale, fenomeno mutevole e complesso che impegna le aziende per almeno un adempimento al mese, ma anche molti di più. Ne ha parlato Giulio Benvenuti, responsabile del servizio fiscale della Federazione, che ha ripercorso le iniziative del 2017, « non solo al fianco degli associati – ha sottolineato – perché molti dei nostri interventi sull’agenzia delle Entrate hanno ottenuto risultati positivi per tutte le agenzie». Tra le innovazioni del 2017, oltre la serie delle circolari che annunciano e spiegano ogni novità, c’è la pagina di FAQ fiscali sul sito Fiavet: «Sono le domande più frequenti – ha spiegato Benvenuti – tra le circa 150 che riceviamo ogni mese. Alcune molto complesse, alle quali cerchiamo di dare una possibilmente esaustiva. Ora che l’Agenzia ci vuole sempre più digitali e tracciabili: niente più contanti, niente più espedienti come la scheda carburante per abbattere i’imposizione».

Così sul sito di Fiavet si spiega tutto sullo stop al contante per le retribuzioni dei dipendenti dal 1° luglio prossimo, e la fine della scheda carburante dalla stessa data. Ma ci sono anche il calendario dettagliato delle scadenze fiscali, si parla dei nuovi Bonus pubblici per digitalizzazione e pubblicità – « quasi vanificati da un finanziamento insufficiente» – e si risponde a domande come: quando deve essere consegnata la fattura al cliente? quando va messa la marca da bollo sulla fattura? commissioni per il pagamento con pos? Iva su commissioni, fee, diritti. O ancora c’è la risposta complessa a una domanda solo apparentemente semplice a proposito di ‘fatturazione delle crociere’.




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti