19 December 2018

Christian Vieri inaugura il Gardaland Magic Winter

[ 0 ]

Manca ormai poco alla festività dell’Immacolata che darà il via all’accensione delle luci di Gardaland Magic WinterOspite d’eccezione per la giornata inaugurale dell’evento sarà Christian Vieri

Per il primo giorno d’apertura, sabato 8 dicembre, Gardaland ha pensato anche ad un regalo: tutti gli ospiti che si presenteranno interamente vestiti da Babbo Natale potranno entrare nel Parco con 15 euro!

 Durante Gardaland Magic Winter, che avrà inizio l’8 dicembre e proseguirà fino al 6 gennaio 2019, il Parco sarà avvolto dall’atmosfera natalizia. 

La novità di questa edizione di Gardaland Magic Winter sarà poi il Magico Villaggio di Babbo Natale posizionato nel cuore del Parco, in piazza Valle dei Re. ll villaggio permetterà di vivere un viaggio interattivo nel mondo del Natale attraverso le cinque stanze tematizzate che lo compongono: il Minimondo, dove si potrà godere della stessa vista privilegiata di Babbo Natale quando viaggia sulla sua slitta; la Foresta di Ghiaccio, illuminata e ricca di tanti personaggi fantastici; il Laboratorio degli Elfi, dove i bambini potranno provare i dolcetti circondati dai giocattoli appena creati; l’Ufficio Postale di Babbo Natale e  la sua Casa del Polo Nord, dove i più piccoli potranno incontrare dal vivo Santa Claus.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276290 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il grande nord della Danimarca è un'oasi di pace e tranquillità, immersa in una luce magica. VisitDenmark suggerisce in particolare Skagen, la città più a nord del Paese, vanta il maggior numero di ore di luce della Danimarca. Immersa in un fascino artistico bohémien, tra spiagge incontaminate e natura selvaggia, Skagen ha ospitato nell'Ottocento numerosi artisti internazionali e impressionisti danesi, attratti soprattutto da una luce in costante cambiamento e da un paesaggio indimenticabile. Lo Skagens Museum espone oltre 1800 opere di artisti danesi e internazionali relative al periodo tra 1870 agli anni '30, con opere di PS Krøyer e Anna Ancher. La primavera e l’estate sono ideali per visitare questa città della luce, godendo dei colori della natura e dei numerosi eventi, tra attività all’aperto, passeggiate a piedi o in bici o in moutain bike. Uno dei luoghi più iconici della Danimarca si trova proprio a Skagen ed è la penisola sabbiosa di Greenen, dove si incontrano il Mare del Nord e il Mar Baltico. Qui lo Skagarrak (Baltico) e il Kattegat (Mare del Nord) si incontrano ma non si mescolano, producendo un suggestivo effetto cromatico assolutamente naturale. Råbjerg Mile invece è la più grande duna in movimento del Nord Europa, che viaggia ben 15 metri all'anno. Altro posto da non perdere la Chiesa Insabbiata, costruita nella seconda metà del XIV secolo, di cui ora è visibile solo la torre. Ma Skagen è conosciuta anche per i suoi ottimi ristoranti di pesce e per le sue specialità gastronomiche nei piccoli locali sul porto, ideali per godere splendidi tramonti, soprattutto in estate. Il pittoresco centro storico invece è caratterizzato da casette gialle, costellato da bellissime gallerie d’arte e da caratteristici negozi di artigianato locale. Tra gli eventi si segnala Sankt Hans ( 23 giugno), quando i danesi si riuniscono con amici e famiglia intorno ai falò sulla spiaggia, intonando la canzone della notte di mezza estate, scritta nel 1885 dal poeta nazionale Holger Drachmann, mentre le fiamme si riflettono sul mare calmo e l’aria mite della sera comincia a rinfrescarsi. A Skagen si festeggia Sankt Hans sulla spiaggia Sønderstrand al Vippefyret – il primo faro di Skagen, costruito nel 1626, dal quale si ammira una splendida vista su Skagen e la costa. Da non perdere inoltre il festival di Skagen, dal 29 giugno al 2 luglio, dedicato alla musica popolare e folk, e lo Skagen Food & Design Market (25 e 26 agosto), dove produttori e artisti locali presentano il meglio della gastronomia e dell’artigianato. [post_title] => Danimarca, itinerario a Skagen tra le spiagge del nord [post_date] => 2017-04-21T15:30:53+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492788653000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276286 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Torna il Miami Museum Month, che come ogni anno si svolgerà nel mese di maggio. Quest’anno l’iniziativa sarà arricchita dall’inaugurazione di un nuovo museo, il Phillip and Patricia Frost Museum of Science, ma anche da promozioni come "Paghi un biglietto, entri in due": sul sito MiamiMuseumMonth.com si possono scaricare i buoni sconto che consentiranno di esplorare le più famose collezioni d'arte di Miami and The Beaches. Lo sponsor Citibank offrirà il 10% di sconto ai titolari delle sue carte che effettueranno acquisti nei negozi dei musei che aderiscono al programma. Il Phillip and Patricia Frost Museum of Science (nella foto) aprirà al Museum Park di Downtown Miami l'8 maggio e sarà uno dei pochi istituti al mondo a vantare un museo di scienze, un planetario e un acquario in un unico spazio da 250 mila metri quadrati. Il museo sorge su quattro acri di terreno che si affacciano sulla baia di Biscayne, circondato dallo spettacolare skyline di Downtown Miami. «Quest’anno celebriamo un’edizione davvero speciale del Miami Museum Month grazie alla tanto attesa inaugurazione del Phillip and Patricia Frost Museum of Science e alla riapertura dell'American Museum of the Cuban Diaspora nella sua nuova sede al 1200 di Coral Way» afferma il presidente e ceo di Gmcvb, William D. Talbert. «Miami and The Beaches continua a crescere come destinazione offrendo mostre ed esposizioni di interesse mondiale e vibranti esperienze. Non esiste momento migliore del mese di maggio per intraprendere un viaggio culturale alla scoperta della nostra comunità approfittando di straordinarie promozioni». [post_title] => Miami inaugura il "Phillip and Patricia Frost Museum of Science" [post_date] => 2017-04-21T15:09:25+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492787365000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276108 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una destinazione ideale per i viaggi di nozze sono i Paesi del Centro America, che offrono l'imbarazzo della scelta tra scenari e panorami meravigliosi, foreste, città coloniali, siti archeologici e mare da favola. Le spiagge che si affacciano sul Pacifico del Costa Rica, Nicaragua, Panamá e El Salvador sono davvero spettacolari, mentre Panamá, le Isole della Bahia in Honduras, Belize, con i suoi cayos che si affacciano sul mar dei Caraibi, sono ideali per un matrimonio all'aperto. Il contatto con la natura è assicurato perché sono possibili tante attività legate alla biodiversità delle coste, come per esempio, assistere alla schiusa delle uova delle tartarughe sulle spiagge. Se poi gli sposi sono sportivi, possono approfittare delle numerose occasioni per attività sportive come surf e immersioni. Per una luna di miele o un matrimonio in un'atmosfera d'altri tempi, La Antigua Guatemala, la vecchia capitale coloniale del Paese, è ideale per passeggiare nelle strade, ammirando le belle case e palazzi, circondati dalla magia dei vulcani. Ma non sono da meno altre città coloniali come Santa Rose de Copan in Honduras, Suchitoto nel Salvador, le città di Leon e Granada in Nicaragua, Cartago in Costa Rica e il Casco Antiguo a Panamá. E' possibile sposarsi anche di fronte alle rovine archeologiche di siti Maya, immersi in foreste rigogliose come nel parco nazionale di Tikal, in Guatemala, oppure alle rovine Maya di Belize, Copan in Honduras, San Andres e Joya de Ceren nel Salvador. [post_title] => Viaggi di nozze e matrimoni, le proposte del Centro America [post_date] => 2017-04-20T12:00:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492689609000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276082 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il sindaco di New York City, Bill De Blasio, ha annunciato che il nuovo servizio di traghetti Nyc Ferry sarà inaugurato il 1° maggio con un mese in anticipo rispetto a quanto annunciato, con l’attivazione della Rockaway Route, che connetterà via mare la famosa spiaggia di Rockaway, nel Queens, con Manhattan e Brooklyn. Il tragitto prevede tre fermate (Wall Street/Pier 11, Brooklyn Army Terminal e Rockaway) per un tempo di percorrenza totale di un'ora. Il 1° maggio entrerà nel circuito Nyc Ferry anche la tratta già esistente sull’East River (oggi conosciuto come East River Ferry), che connette diversi punti di Manhattan, Brooklyn e Queens. L’espansione del servizio proseguirà nel 2017 con l’apertura, il 1° giugno, della South Brooklyn Route, con fermate a Bay Ridge, Sunset Park, Red Hook e Brooklyn Bridge Park, e ad agosto dell’Astoria Route, che collega Manhattan con i quartieri di Astoria e Long Island City. Nel 2018, invece, saranno inaugurate la Lower East Side Route, con numerose fermate a Manhattan lungo l’East River fino a Long Island City, e la Soundview Routes, che permette di raggiungere il Bronx. Con 20 imbarcazioni e 22 punti d’approdo, Nyc Ferry offrirà a turisti e newyorkesi un nuovo modo per spostarsi in città. Ogni traghetto avrà una capacità di 150 persone e sarà provvisto di wi-fi. Il costo del biglietto sarà pari a quello della metropolitana, $2.75, incluso il trasferimento gratuito alle altre tratte del sistema. L’apertura della Rockaway Route consentirà di raggiungere con più facilità la spiaggia di Rockaway Beach, la più grande della città, che aprirà per la stagione estiva a partire dal weekend del Memorial Day. Rockaway Beach è la destinazione più amata per il surf: Beach 67 e Beach 87 sono infatti le uniche due spiagge nei cinque distretti con onde adatte a praticare questo sport. Attorno al Rockaway Beach Surf Club, locale vivace frequentato da hipster e surfisti, si trovano diverse scuole di surf come Boarders Surf Shop e Skudin Surf, che offrono lezioni e noleggio attrezzatura. Per gli sportivi, sono inoltre a disposizione numerosi campi da beach volley e basket, biciclette a noleggio per muoversi sul lungomare e aree giochi per bambini. Il quartiere è pieno di locali e ristoranti, dove godersi un buon pranzo o uno spuntino prima di rituffarsi in acqua. Dalla cucina messicana di Tacoway Beach, a quella tradizionale americana con hamburger e patatine fritte al Rippers, dalla cucina russa da Uma’s a quella thailandese daThai Rock. Per informazioni: www.ferry.nyc [post_title] => New York City inaugura il traghetto per la spiaggia di Rockaway [post_date] => 2017-04-19T15:52:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492617129000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276080 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si cammina su una striscia di legno posata per terra, nell’ufficio Informazioni Accoglienza Turistica del Porto Antico, si indossa un visore per la realtà aumentata e come per magia il pavimento sparisce: si rimane in bilico sul pozzo della torre di Porta Soprana.  Questa magia tecnologica si chiama Exploracity. E’ una piattaforma digitale pensata per offrire nuovi servizi per la valorizzazione dei beni culturali, che tutte le potenzialità offerte dalle più avanzate tecnologie e dai più recenti canali media. Utilizzando strumenti di geolocalizzazione e di realtà virtuale e aumentata, offre una gestione veloce e innovativa di contenuti e funzionalità consentendo, ad esempio, pianificazione di itinerari e localizzazione outdoor e indoor. Il progetto nasce dall’esperienza di Ett Spa, industria digitale e creativa genovese specializzata in innovazione tecnologica ed experience design, e vede in Genova il contesto ideale per realizzare e dimostrare le potenzialità delle nuove tecnologie al servizio del Cultural Heritage. Prima dell’estate sarà possibile scaricare sul proprio smartphone anche l’app, disponibile sugli store Android e iOs, in modo da poter pianificare al meglio la visita della città e, una volta arrivati a destinazione, scoprire la storia dei monumenti e cosa si trova nei dintorni. «Exploracity è un nuovo modo di presentare la città, anche all’estero – sottolinea Carla Sibilla, assessore al turismo comune di Genova – al prossimo incontro in Russia lo porterò per far vivere Genova ai nostri partner. Per il momento le spiegazioni sono in italiano e in inglese, ma da maggio saranno in quattro lingue. E’ un sistema utilizzabile da tutti, anche dalle persone che non sono nativi digitali, e per ogni spiegazione e su come utilizzare gli “occhialoni” virtuali basta chiedere al personale dell’ufficio Iat». [post_title] => Genova, con Exploracity alla scoperta dei tesori della città [post_date] => 2017-04-19T15:51:10+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492617070000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276068 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Rilancia da Palermo Ryanair con la sua programmazione per la winter 2017/18: in arrivo tre nuove rotte per Budapest, Milano Malpensa e Breslavia, e tre nuovi collegamenti invernali per Bucarest, Norimberga e Madrid. Da Palermo la compagnia conterà quindi per il prossimo inverno 19 rotte totali, 152 voli settimanali, con quattro aeromobili basati e l'obiettivo di trasportare 2,6 milioni di passeggeri all'anno (+13%), supportando 2.000 posti di lavoro in loco (secondo i dati Aci ogni milione di passeggeri crea fino a 750 posti di lavoro in loco negli aeroporti internazionali). Ryanair continuerà poi a collegare Palermo con le principali destinazioni turistiche e d'affari con frequenze elevate come Roma (5 voli al giorno) e Milano Bergamo (3 voli al giorno). «Per celebrare il lancio della nostra programmazione per l’inverno 2017/18 da Palermo - dichiara John F. Alborante sales & marketing manager della compagnia per l’Italia -,stiamo mettendo in vendita posti sulle rotte già acquistabili del nostro network europeo a partire da 19,99 euro per viaggiare a maggio, e prenotabili fino alla mezzanotte di giovedì 20 aprile». Fabio Giambrone e Giuseppe Mistretta, presidente e ad della Gesap, la società di gestione del Falcone Borsellino, aggiungono: «L’aeroporto sta puntando decisamente al mantenimento delle rotte per l’intero anno e Ryanair conferma questa tendenza, oltre al fatto che i collegamenti da e per Palermo stanno riscuotendo un notevole successo. Un segno tangibile dell’interesse turistico, culturale e storico della città, che attrae sempre più turisti da ogni parte del mondo». [post_title] => Ryanair amplia il network da Palermo: obiettivo 2,6 milioni di passeggeri [post_date] => 2017-04-19T15:07:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492614446000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275943 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Transavia apre domani, mercoledì 19 aprile, le prenotazioni per l’orario invernale 2017/18. L'operativo della winter prevede un aumento dei voli dell’8% dagli hub olandesi e francesi della compagnia rispetto a quello dello scorso anno. Il numero dei posti offerti per l’inverno 2017/18 dai Paesi Bassi è pari a 2.700.548 – ossia il 5% in più se paragonato allo stesso periodo dell’anno precedente. Anche il totale dei posti offerti dalla Francia cresce, attestandosi a 1.955.205, l’8% in più. «Per il prossimo orario invernale puntiamo soprattutto sui nostri hub nazionali in Olanda e in Francia, dove la percezione del nostro brand è particolarmente alta - ha commentato Hester Bruijninckx, vice president sales di Transavia -.  All’aeroporto di Amsterdam Schiphol, ad esempio, diventano annuali rotte che hanno preso il via durante l’orario estivo e che sono diventate molto popolari – come i collegamenti per Zurigo, Helsinki e Belgrado. Cresce anche il numero dei voli in partenza da Eindhoven, che si aggiudica per il prossimo orario invernale le rotte – già molto popolari da Schiphol tutto l’anno – per Marrakech, Siviglia e Tel Aviv. In generale, aumenta anche il numero dei voli che offriamo dagli aeroporti francesi di Lione, Nantes e Parigi Orly». In Italia, per la prima volta, il volo da Olbia per Amsterdam diventa annuale: il collegamento si è rivelato molto popolare nella stagione estiva e il prossimo inverno Transavia sarà l’unica compagnia ad offrire un volo diretto dall’Olanda alla Sardegna. Anche la rotte recentemente inaugurata da Venezia per l’aeroporto di Rotterdam/L’Aja verrà mantenuta per l’orario invernale 2017/2018. L’orario invernale entrerà in vigore il 1 novembre 2017 e durerà fino al 2 aprile 2017. [post_title] => Transavia apre le vendite per l'inverno. Annuale il volo Olbia-Amsterdam [post_date] => 2017-04-18T15:54:16+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492530856000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275927 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il festival delle Luci di Gerusalemme, in programma dal 28 giugno al 6 luglio, è un’occasione irripetibile per vivere l’accostamento tra storia millenaria e opere d’arte contemporanea. Cinque i percorsi disponibili, caratterizzati da una tonalità di colore diverso: verde, bianco, blu, rosso e viola. Migliaia i visitatori che camminano lungo le stradine della Città Vecchia di Gerusalemme e, all’esterno, costeggiandone le mura. Un’atmosfera magica resa ancora più indimenticabile grazie alle installazioni luminose, prodotte ed elaborate da artisti locali ed internazionali. Oltre alle installazioni, il festival propone anche spettacoli e presentazioni curati dagli stessi artisti, oltre a una fiera d’arte che consente di ammirare e comprare oggetti particolari. Il festival permette, inoltre, di visitare in via eccezionale, al calar del sole, alcune attrazioni della Città Vecchia normalmente chiuse dopo il tramonto.  Giunto alla sua nona edizione, l’evento è perfetto per turisti, famiglie con bambini e amanti dell’arte e l’ingresso è completamente gratuito. Tra gli spettacoli imperdibili si segnala Pyromania, una surreale sfilata di musicisti che si terrà tutte le sere, a ripetizione, presso il quartiere Armeno: il passaggio degli artisti sarà arricchito da luci, suoni e ritmi coinvolgenti, che invoglieranno i visitatori a ballare.  il to Go Asia propone il pacchetto Go Gerusalemme, Città Mozzafiato, 5 giorni / 4 notti, comprensivo di trattamento b/b presso il Dan Boutique Jerusalem 4 stelle, visita della Città Vecchia con guida e assicurazione di viaggio, a partire da 750 euro a persona. [post_title] => A Gerusalemme per il festival delle Luci [post_date] => 2017-04-18T15:24:14+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492529054000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275798 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Transavia inaugura oggi il nuovo collegamento da Pisa per Rotterdam/L’Aia. Il volo sarà operato quattro volte a settimana (martedì, venerdì, sabato e domenica) con tariffe a partire da 29 euro a tratta, tasse e spese incluse. Da Pisa, Transavia opera inoltre già per Amsterdam un collegamento di linea su base annua fino a 9 frequenze settimanali. «Nell’ultimo mese, in Transavia, abbiamo lavorato duramente per rafforzare ed espandere la nostra presenza a Rotterdam - sottolinea Anita Sunter, portavoce di Transavia - Rotterdam è la seconda città dei Paesi Bassi dopo Amsterdam in termini di popolazione, mentre L'Aia è la sede del governo olandese. Inoltre l’aeroporto di Rotterdam/L’Aia, come bacino di utenza, serve la parte meridionale dei Paesi Bassi, che lo rende un mercato in uscita interessante quando si tratta di raggiungere altre destinazioni in Europa, come, ad esempio, la splendida regione Toscana servita da Toscana Aeroporti. Viceversa, gli italiani che voleranno da Pisa avranno a disposizione un’ulteriore connessione per i Paesi Bassi, per viaggi di turismo o di lavoro». «Aggiungere una nuova destinazione aeroportuale - aggiunge Marco Carrai, presidente di Toscana Aeroporti - significa creare nuove opportunità di turismo e di lavoro in entrata e in uscita: è questa la più importante soddisfazione che premia il nostro lavoro quotidiano». Il collegamento è parte della nuova espansione Transavia all’aeroporto di Rotterdam, da dove la compagnia ha annunciato il lancio di cinque nuove destinazioni. L’aggiunta porta a 22 il totale delle mete servite dal vettore dall’aeroporto di Rotterdam/L’Aia. Allo scopo di servire le nuove destinazioni, come Pisa, Transavia ha stazionato un sesto Boeing 737 nella sua base di Rotterdam. Transavia offre già la rotta da Roma Fiumicino per Rotterdam, e ha iniziato a volare da Venezia a Rotterdam lo scorso 6 aprile 2017. [post_title] => Transavia apre oggi la rotta Pisa Rotterdam/L'Aia [post_date] => 2017-04-14T10:37:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492166269000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti