17 July 2019

Barca a vela per cani e padroni da Ponza al Circeo

[ 0 ]

Sono arrivati i charter e le lezioni di vela per cani. Le uscite fanno base a Ponza, Circeo e al porto turistico di Roma per uscite quotidiane, per il fine settimana o per l’intera settimana; su richiesta si salpa anche in Sicilia, Campania, Toscana e Sardegna. A bordo i migliori amici dell’uomo riceveranno subito una ciotola d’acqua e un pesce sfilettato. I tragitti non saranno mai lunghi per permettere al cucciolo di avere dei break. I cani saranno sempre accompagnati dal tender a terra ogni volta che ne sentiranno il bisogno. Il costo parte da 100 euro a persona al giorno. Ci saranno anche mini-lezioni di vela per i padroni. E a terra degustazioni dei prodotti tipici locali, sempre bordo mare e accompagnati dal proprio miglior amico. Per ulteriori informazioni e prenotazioni silverio@aslowtravel.com e www.aslowtravel.com/dogsonboard.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353834 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce la ricaduta del turismo via mare sui territori toccati dalle navi, ma soprattutto aumenta il traffico complessivo della crocieristica, così come dei traghetti, degli aliscafi e dei catamarani. Più articolato, invece, il giudizio sulla nautica, mentre anche il comparto dei traghetti soffre ancora di un certo ritardo in tema di standard dell'offerta. Sono i risultati principali dell'ultima edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report, presentato ad Ancona da Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo, in apertura della quarta edizione dell'Adriatic Sea Forum - cruise, ferry, sail & yacht. Nel 2018 sono ammontate in particolare a 420 milioni di euro le spese turistiche a terra sostenute dai crocieristi e da chi sceglie di muoversi in traghetto, in aliscafo o in catamarano per le proprie vacanze in Adriatico (escursioni e visite, pernottamenti, pre-post viaggio, shopping e ristorazione...). In termini di traffico complessivo, le previsioni di Risposte Turismo per il 2019 parlano quindi di 5,52 milioni passeggeri movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 7,3% rispetto al 2018. In aumento pure le toccate nave (+7,2%), per un totale di 3.307 approdi. L’anno in corso dovrebbe invece chiudersi con Venezia saldamente al primo posto con 1,56 milioni di crocieristi movimentati (stabile rispetto al 2018) e 502 toccate nave (stabile), seguita da Corfù con 787 mila crocieristi (+7%) e 416 toccate nave (+0,7%), nonché Dubrovnik, con 745 mila crocieristi (+1,8%) e 475 toccate nave (+8,4%). Ma l'Adriatic Sea Tourism Report contiene anche un focus dedicato alla movimentazione passeggeri su traghetti, aliscafi e catamarani. L’anno in corso dovrebbe in particolare chiudersi con una leggero aumento ulteriore rispetto ai già positivi risultati registrati nel 2018 (19,74 milioni di passeggeri movimentati, +2,4% sul 2017): il migliore degli ultimi dieci anni. Tra i porti esaminati, le previsioni 2019 sono positive per Zara (2,43 milioni di passeggeri movimentati, + 1-2%), Durres (875mila, +2,6%), Dubrovnik (575mila, +3%), Sibenik (300mila, +3%), Rijeka (150mila, 16%) e Pola (12mila, +2,2% su rotte costiere e stabile sulle rotte internazionali). Stabile, al contrario, la movimentazione passeggeri prevista a fine anno nei porti di Ancona, Saranda, Porec, Trieste, Rovigno, Pesaro e Umago/Novigrad. Il rapporto, infine, prova a gettare uno sguardo anche sul comparto nautico dei sette Paesi che si affacciano sull'Adriatico. Tra questi, l’Italia conferma la propria leadership nell’area con 186 marine (56% del totale) e oltre 49 mila posti barca (il 65,6% del totale). A seguire Croazia (125 marine e oltre 17.400 posti barca) e la coppia Slovenia – Montenegro, con 8 marine e, rispettivamente, poco più di 3.100 e 2.800 posti barca. L’analisi del versante italiano dell’Adriatico fa tuttavia emergere uno scenario in chiaro scuro: se da un lato infatti alcune strutture stanno riscontrando un periodo di difficoltà, continuando tuttavia a operare in attesa di nuovi investitori e della ripresa del mercato, dall’altro sono in programma nel prossimo biennio importanti ampliamenti, per complessivi ulteriori 2.570 posti barca. «Nonostante i nodi da sciogliere su Venezia, il traffico crocieristico quest’anno crescerà significativamente in Adriatico grazie al lavoro compiuto da tutti gli operatori attivi nell’area – è il commento di di Cesare -. Viceversa, il comparto dei traghetti continua a prestarsi a una doppia lettura. Da un lato, infatti, si evidenzia la sua rilevanza nelle direttrici di spostamento dei turisti in Adriatico e le ampie potenzialità di crescita, dall’altro si registra ancora un ritardo rispetto agli standard, per esempio di offerta e di promozione, che altre soluzioni di trasporto hanno adottato da tempo. Per la nautica, infine, le indicazioni che abbiamo raccolto attraverso la nostra indagine fanno intravedere uno 2019 positivo. Ciò potrebbe tradursi in un maggior tasso di occupazione delle marine che oggi, per dimensioni e standard, sono già pronte ad accogliere livelli più elevati di traffico». [post_title] => Bene il turismo via mare in Adriatico ma i traghetti possono fare di meglio [post_date] => 2019-05-31T09:15:44+00:00 [category] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => adriatico [1] => francesco-di-cesare [2] => in-evidenza [3] => risposte-turismo ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Adriatico [1] => Francesco di Cesare [2] => In evidenza [3] => Risposte turismo ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559294144000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353679 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tutti gli indicatori lo confermano: gli italiani sono sempre più affezionati ai loro amici a 4 zampe. Secondo l’indagine Eurispes 2019 un terzo della popolazione vive con almeno un animale domestico, tendenzialmente cani e di gatti, e il 76,8% dei proprietari li considera a tutti gli effetti membri della famiglia. Un legame affettivo sempre più diffuso, che trova riscontro anche in ambito turistico. Sono infatti 7 milioni i “pet” che viaggiano ogni anno con la famiglia con cui vivono, afferma il rapporto Assalco del 2018, e quasi la metà dei proprietari (il 46%) ammette di scegliere destinazioni che siano pet welcoming. Non è un caso che questa tendenza abbia un impatto significativo anche sul numero di strutture ricettive che ospitano gli animali domestici, in crescita addirittura del 90% in alcune località della Riviera Romagnola. Da quest’anno Cervia, con Milano Marittima e tutto il territorio comunale, può dirsi ufficialmente Comune Pet Friendly. Il Comune di Cervia, Inodorina e Confesercenti hanno unito le forze per rendere il territorio sempre più accogliente nei confronti di cittadini e turisti proprietari di animali. Negozi, bar e ristoranti, spiagge e hotel del territorio sono infatti sempre più attrezzati per ospitare gli amici a 4 zampe, anche grazie al contributo di Confesercenti e Pet Village, azienda ravennate proprietaria del brand Inodorina. Se l’associazione ha raccolto la disponibilità di pubblici esercizi e strutture ricettive, Inodorina ha investito in interventi per rendere l’intera località turistica pet friendly. Tra le facilitazioni messe in campo figurano i dispenser con sacchetti igienici dislocati sul lungomare e in centro, importanti interventi di sostegno al canile cittadino e il miglioramento delle aree di sgambamento presenti sul territorio. Le attività commerciali che aderiscono al progetto “Cervia Milano Marittima Pet Friendly con Inodorina” partecipano alla realizzazione del programma distribuendo a cittadini e turisti materiali promozionali e di supporto all’iniziativa, tra cui un kit di benvenuto per gli animali. Sul fronte comunicazione sono previsti sito web e pagine social dedicati, su cui sarà possibile restare aggiornati sulle tante iniziative in programma durante la stagione estiva, come le sfilate amatoriali per gli amici a 4 zampe e l’organizzazione di spazi di accoglienza pet friendly in occasione di eventi già inseriti in calendario. [post_title] => Cervia e Milano Marittima: due località balneari amiche degli animali [post_date] => 2019-05-30T12:12:04+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559218324000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353562 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Traghettilines.it rilancia l’iniziativa dei coupon sconto in regalo a tutti i clienti che prenoteranno un traghetto per la Sardegna, con l'obiettivo di incentivare i flussi turistici verso l'isola. Per tutta la stagione estiva 2019 chi acquisterà un biglietto per la Sardegna su www.traghettilines.it riceverà in omaggio, poco prima della partenza, un carnet di coupon sconto da utilizzare presso le migliori attrazioni turistiche del luogo. «La scorsa stagione l’iniziativa è stata un grande successo - spiega Silvia Cioni, direttore generale dell’azienda –. I nostri clienti hanno apprezzato moltissimo e le attività convenzionate hanno ottenuto un buon ritorno di immagine e di clientela. Per questo motivo, per la stagione 2019 abbiamo non soltanto rinnovato tutte le attività proposte nel 2018 ma addirittura aumentato il numero delle aziende aderenti: parchi natura e parchi acquatici, mountain bike, trekking e snorkeling guidati, gite in barca tra le calette  più suggestive, degustazioni di prodotti tipici sardi, visite alle terme romane e molto altro. Ogni anno migliaia di persone viaggiano con un biglietto del traghetto emesso da noi, offrire un benefit ai nostri viaggiatori significa far loro trovare in mano molto più di un biglietto del traghetto: i presupposti di una vacanza speciale».   [post_title] => Traghettilines.it rilancia il coupon sconto per chi prenota la Sardegna [post_date] => 2019-05-29T09:10:19+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559121019000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352943 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mediterraneo, Nord Europa e Caraibi: ecco le tre destinazioni top dell’estate 2019 per i crocieristi italiani. È quanto emerge dall’indagine dell’Osservatorio Ticketcrociere di Taoticket, in collaborazione con le principali compagnie di crociera italiane. Sono sempre di più gli italiani che scelgono la crociera per le vacanze estive e il Mediterraneo la fa da padrone con il 70% delle prenotazioni di viaggiatori italiani. Seguono Nord Europa e Carabi, entrambi con percentuali del 15%.  In base al booking dell’agenzia di viaggi online Ticketcrociere, ecco i 10 porti preferiti, a partire da quello con più partenze: Genova, Venezia, Bari, Civitavecchia, Napoli, Savona, Miami (Florida), Palermo, Kiel e Amburgo (Germania). L’Osservatorio Ticketcrociere di Taoticket registra per l’estate alle porte un aumento delle prenotazioni del 18,6% rispetto allo stesso periodo del 2018. L’età media dei passeggeri è circa 42 anni. «L’estate 2019 segna un vero e proprio boom nel mercato crocieristico – dichiara l’amministratore di Ticketcrociere Nicola Lorusso – È soprattutto la destinazione Mediterraneo a interessare i turisti italiani nel periodo estivo, e questo anche grazie all’aumento di itinerari proposti e di navi che solcano il nostro mare. Cresce anche da parte dei crocieristi la richiesta di tour personalizzati e di ancillary a bordo e a terra. Ottime performance anche per l’extralusso; e che la domanda sia aumentata lo dimostrano anche gli investimenti delle compagnie per le navi luxury attualmente in costruzione nei cantieri italiani».     [post_title] => Osservatorio Ticketcrociere, in aumento gli italiani in crociera d'estate [post_date] => 2019-05-23T12:22:53+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558614173000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352941 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’operatore Horca Myseria prosegue con le proposte estive e i corsi di vela. Nel periodo estivo Horca Myseria si trasferisce in Sardegna. All’interno del Villaggio Isuledda, presso la base Hm, vengono tenuti i corsi di tutti i livelli riservati agli adulti. Una proposta articolata e concreta come il tour operator che l’ha formulata, dove poter apprendere tutti i segreti della navigazione ma anche passare divertenti serate con nuovi amici e compagni di avventura. Una full immersion di vela nella terra sarda, in piena Costa Smeralda, presso la base Horca Myseria di Isuledda (Cannigione di Arzachena): una splendida struttura a 4 stelle, un villaggio tra i più apprezzati della Sardegna, immerso nel verde, con 3 chilometri di spiagge private lambite da acque cristalline, animazione, discoteca, self service, pizzeria e ristorante, centro benessere, market interno, bar. La didattica è suddivisa in tre livelli con durata dei corsi di una o più settimane, cumulabili. Alloggio in casette mobili a 4/5 posti o, per costi low cost, in tende attrezzate con lettini da campo. Tra le proposte: Vela e divertimento-derive, 2° livello: un corso di perfezionamento svolto a bordo di scafi entusiasmanti. Tra spruzzi e planate scoprirete l’emozione di volare sull’acqua. La vela allo stato puro. Corsi settimanali / periodo: da luglio a settembre. Quota: da 430 euro alloggio compreso. Vela e velocità Derive, 3° livello: Sette giorni di vela adrenalinica in cui planare, scuffiare e ingaggiare gli altri equipaggi imparando le regole di regata. Corsi settimanali / periodo: da luglio a settembre; Quota: da 430 euro, alloggio compreso [post_title] => Horca Myseria: scuola di vela per adulti in Costa Smeralda [post_date] => 2019-05-23T10:52:13+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558608733000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352908 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un polo altamente competitivo sul fronte della biglietteria aerea, con un fatturato di partenza del solo ticketing di 40 milioni di euro, che consentirà per di più di ottenere importanti vantaggi a livello tariffario. E' l'intento alla base dell'operazione che ha portato il tour operator milanese Kkm Group ad acquisire Enjoy Travel Network: una rete di 79 agenzie di viaggi concentrate al Nord e Centro Italia. L’accordo, siglato a inizio maggio, prevede l’ingresso di Kkm Group nel capitale sociale del network al 60% e il mantenimento della governance originaria di quest'ultimo, con Giorgio Zuccati, già co-fondatore della rete, alla presidenza. «Kkm Group può così ora contare su un canale distributivo aggiuntivo, mentre i punti vendita Enjoy hanno la possibilità di migliorare il proprio portfolio prodotti, integrando i nostri pacchetti esclusivi, come quelli legati a Formula 1 Experiences, di cui siamo gli unici rivenditori autorizzati in Italia», ha commentato il presidente del to meneghino, Andrea Cani. Tra gli effetti della partnership rientra anche l’ingresso di Enjoy Travel Network in Team Valore, consorzio di imprese della distribuzione guidato da Mario Malerba, che vede tra i suoi membri anche Kkm Group. Pur mantenendo la propria identità commerciale e di brand, Enjoy potrà accedere a piattaforme di prenotazione finalizzate a migliorare le performance dei singoli punti vendita e approfittare di accordi ancora più vantaggiosi con tour operator e compagnie di navigazione. [post_title] => Kkm Group acquisisce Enjoy Travel Network [post_date] => 2019-05-23T09:00:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => andrea-cani [1] => enjoy-travel-network [2] => giorgio-zuccati [3] => in-evidenza [4] => kkm-group ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Andrea Cani [1] => Enjoy Travel Network [2] => Giorgio Zuccati [3] => In evidenza [4] => Kkm Group ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558602008000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352776 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352780" align="alignleft" width="300"] Il ristorante H2O: vetrata panoramica[/caption] H2O, semplicemente la formula dell’acqua. Ma dietro a questa formula chimica c’è il nome dell’underwater restaurant della struttura maldiviana che Azemar propone fra le tante e che, aperta dal 1 marzo, promette di divenire uno dei must dell'arcipelago, fra i più di 120 resort operanti ognuno con le proprie peculiarità, ma difficilmente caratterizzati come grazie alla  personalissima "aura" dello You & Me by Cocoon. Adagiato 6 metri sotto il livello del mare, a circa trecento metri di distanza dal pontile del resort, isolato e raggiungibile sono in barca, offre un raffinatissimo ambiente dove consumare un pranzo o una cena esclusivi, attesi da una brigata di cucina eccellente circondati dalle finestre panoramiche affacciate sul fondo del mare che pullula di pesci multicolori, offrendo scene di vita sottomarina impagabili. [caption id="attachment_352779" align="alignright" width="300"] H2O: Giovanni De Ambrosis, assieme ai due giovani assistenti Daniele Provezza da Brescia, responsabile di H2O e Davide Bassi da Milano[/caption] Si arriva alla club house e, da lì, si scende, dopo avere attraversato una sala di benvenuto, con due rampe di scala a chiocciola o in ascensore, nella sala che prevede 9 tavoli per un totale di 24 coperti. Anche qui Veuve Cliquot declinato con tutti i sapori della raffinata cucina, in un ambiente naturale unico. L’H2O  è un ristorante sottomarino, "primo del suo genere", completamente sommerso, che regala, in un ambiente dagli arredi raffinatissimi sui toni del nero e del grigio, ai commensali, la veduta delle Maldive da sott’acqua, ma perfettamente asciutti, protetti da un guscio di spesso pexiglas, circondati da un mondo che pullula di vita. Un’osservazione stupefacente e privilegiata mentre ci si gode un pasto pregiato, con cinque portate a pranzo e sette a cena (180/280 usd). [caption id="attachment_352811" align="alignleft" width="285"] De Ambrosis presenta il menù. Alle sue spalle Laura Busnari H2O ambassador[/caption] E’ qui che l’equipe coordinata dal corporate chef, Giovanni De Ambrosis, assieme ai due giovani assistenti  Daniele Provezza da Brescia, che si occupa dell' H2O, e Davide Bassi da Milano entrambi venticinquenni e molto promettenti, mette in campo tutta la propria capacità di stupire i commensali con manicaretti molto sofisticati, ancora più apprezzabili per ambientazione, servizio e piacevolezza dei vostri anfitrioni, coordinati dalla deliziosa Laura Busnari, "H2O ambassador", riconoscibile dal papillon, bretelle, All star, tutto rosa. Un esempio di menù? Eccolo... Blinis al caviale Osetra, potage di ceci, gremolada e gamberi reali Plateau royal, olio al placton, citronella e ampolla di mango, di assoluta e unica creazione di De Ambrosis Risotto Carnaroli al tartufo e aragosta della laguna, Intermezzo tropicale al sentore di zenzero, Filetto di branzino con purea di piselli affumicata, Dolce "momento con sorpresa" ai due cioccolati Tutte le portate vengono servite con una colonna musicale “propria”, su un servizio disegnato e fatto produrre appositamente per H20 su idea dello chef, in prezioso vetro, a base di materie prime selezionatissime e fantasiosamente proposte. Il tocco di finezza finale lo dà il dessert servito in due piccole caffettiere con i colori di You & Me, poiché …anche il setting ha il suo peso! Non resta che provare per credere. [gallery ids="352782,352783,352784,352786,352787,352791,352789,352788,352792,352793,352794,352796,352812,352815,352881"]   [post_title] => Allo You & Me Maldives by Cocoon la vera esperienza sottomarina [post_date] => 2019-05-22T14:03:34+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558533814000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352613 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352614" align="alignleft" width="225"] Mike Kupier al dive briefing[/caption] Nel nuovissimo resort di Azemar, nell’atollo di Raa il diving, come del resto in tutte le Maldive, è una cosa seria. Il centro di immersione è affidato alle cure di Mike Kupier, olandese, conoscitore dell’area con più di 10 anni di esperienza in queste acque. «Gli sport acquatici - spiega Kupier  - sono tutti presenti al centro nautico, mentre per la subacquea ce ne occupiamo noi di Emperor Divers, azienda con sede in UK, con una buona presenza anche in Egitto in tre località del mar Rosso. Il centro offre la didattica Padi, e rilascia tutti i brevetti a disposizione partendo dall’open water fino al massimo livello, incluso il Nitrox. Disponiamo di 20 set completi per vestire i nostri ospiti che non avessero portato la propria attrezzatura, tutto materiale di prima qualità (Scubapro) e soprattutto nuovissimo. Per le uscite disponiamo di un dhoni da 14 posti con il quale spesso facciamo immersioni doppie, e speedboat per dive privati o per gli sport nautici». L’atollo è ancora abbastanza “unspoiled” e per questo è difficilissimo incontrare altri gruppi di subacquei, ma soprattutto si stanno cercano altri interessanti punti di immersione oltre ai 18 già individuati. Fra questi spiccano 3 spot dedicati all’osservazione delle maestose mante e, proprio in uno di questi abbiamo provato questa emozionante esperienza di persona. «Il sito di Madi Gaa dista solo 5 km dallo You & Me - precisa Mike - circa 20 minuti di dhoni, poi ci si immerge e come per incanto vi troverete circondati da mante che qui vengono a pulirsi l’apparato attraverso il quale ingeriscono il plancton ed aquile di mare, oltre ad una quantità enorme di pesci multicolori». E così è stato, in un’immersione non profonda (massimo 17 metri) con 67 minuti di dive a 12 metri, 55 dei quali nel bel mezzo di un gruppo di mante, talmente tranquille ed a loro agio che pareva eseguissero la loro lenta e maestosa danza solo per noi osservatori, aggrappati al fondale. Mike ha mantenuto la promessa e, se con una sola immersione questo è ciò che abbiamo potuto ammirare, pensate con un’intera settimana a disposizione cosa si potrà incontrare. I diving spot sono molteplici come Broken Rock, un sito che va da 5 a 35 metri in cui si possono ammirare squali grigi del reef, barracuda, razze, o Nino Tila, dove la fanno da padrone piccole cavità ed un canyon che la taglia in due popolato di corallo soffice, oppure Lunboahanoo un po’ più a nord, circa un’ora di barca, che riunisce le caratteristiche dei precedenti. «Potrete immergervi con tre istruttori - conclude Kupier - che vi guideranno in inglese, cinese, russo, olandese, tedesco e, presto, speriamo anche in italiano». Le prossime tappe di sviluppo di Emperor Divers saranno: Emperor Raa, 5 stelle  adults only resort e Emperor Explorer  previsto per l'agosto 2019, ambedue alle Maldive e l' Emperor Harmoni che aprirà nel luglio 2020 in Indonesia. [gallery ids="352626,352625,352624,352623,352622,352621,352620,352619,352618"] [post_title] => Azemar: allo You & Me by Cocoon, il diving alle Maldive secondo Emperor Divers [post_date] => 2019-05-22T08:45:41+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558514741000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352435 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352436" align="alignleft" width="300"] You & Me by Cocoon, il welcome sign[/caption] E’ partita a tutti gli effetti la stagione per lo You & Me by Cocoon, l’idilliaco resort, naturalmente chic, situato a due ore di barca veloce dal Cocoon nell’atollo di Raa, nella parte nord dell’arcipelago maldiviano. Possiamo definirla una fuga romantica su un’isola lunga 345 metri, che offre tutto ciò che si può desiderare. L’ospitalità raffinata ma basica è offerta da 109 camere, delle quali 99 overwater e dieci beach, divise in sette livelli secondo esposizione e presenza o meno di piscina privata: dalle Manta Villas, Dolphin Villas, Dolphin Villas with Pool, Beach Suite with Pool, Aqua Suite, Aqua Suite with Pool, You & Me Suite. Quello che si deve fare qui è, semplicemente, godersi le meraviglie naturali che circondano il resort, lontano dallo stress quotidiano a diretto contatto con un oceano maestoso. You & Me by Cocoon è il posto perfetto per riappropriarsi del proprio io. E’ un nuovissimo resort a 5 stelle, nel nord delle Maldive, a solo 20 minuti in motoscafo da Ifuru aeroporto nazionale, o a 45 minuti di idrovolante dall'aeroporto internazionale di Malé. La peculiarità dell’isola è che è riservata a un pubblico adulto, specificatamente coppie, sposi in luna di miele e amici. Tranquillo, ritiro rilassante, lontano da altri hotel vi farà ritrovare in mezzo al nulla assoluto, mentre tutto sull'isola sarà concentrato per proteggere la vostra intimità e il contatto con la natura. Il servizio informale ma elegante contribuisce a creare un ambiente ideale dove rigenerare il corpo e l'anima. La ristorazione è basata sul concetto di “dine around”, per cui gli ospiti in mezza pensione, pensione completa od all inclusive, possono scegliere di pranzare e cenare in uno qualsiasi dei ristoranti, ma sempre “à la carte”. Questo offre agli ospiti un’ampia varietà di opzioni per la cena, e la possibilità di provare le varie gastronomie proposte dalla cucina di Giovanni De Ambrosis e i due giovani e promettenti assistenti Davide Bassi da Milano e Daniele Provezza da Brescia, entrambi venticinquenni. Le bevande nel momento del pasto sono incluse, ma c’è di più: questa è la prima “bubble island” alle Maldive: You & Me, infatti ha il piacere di annunciare una particolare partnership con il mondo della rinomata Champagne House Veuve Clicquot. Il ristorante subacqueo “H2O” e la spa by Elizabeth Arden, il centro diving Emperor dive, il centro sport completano un quadro entusiasmante che Azemar propone in varie formule, ma soprattutto basandosi su una linea di set up informale ma chic, rilassato ma completo, sofisticato ma flessibile per un concept innovativo e soprattutto completamente azzeccato per i molti mercati sui quali è presente. [gallery ids="352456,352440,352455,352454,352453,352452,352445,352448,352451,352449,352439,352450,352437,352457,352461"] [post_title] => You&Me by Cocoon Maldives: ottima partenza per il secondo gioiello maldiviano di Azemar [post_date] => 2019-05-20T10:19:30+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558347570000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti