20 May 2019

American Express: “millennial – influencer”, ancora esclusi dal top management

[ 0 ]

Solo una minima parte (non si arriva al 15%) dei viaggiatori d’affari coinvolti nell’indagine condotta da Diciottofebbraio, per conto di American Express sui nuovi trend del business travel, conosce il fenomeno del “bleisure”. Pur sperimentando in prima persona la combinazione dei viaggi d’affari con il leisure (soluzione sostenuta dalla medie imprese nei confronti dei propri dipendenti) i top manager delle 104 aziende coinvolte, di cui il 10,3% fatturano fino a 10 milioni e il 38,7% oltre 200 milioni di euro, si dimostrano di fatto poco inclini alle opportunità della sharing economy. In realtà il 44% delle imprese italiane che supera i 5000 dipendenti si dimostra sensibile a creare efficienza nei costi delle trasferte e per quanto siano diffuse le opportunità offerte proprio dalla sharing economy, la sua reale implementazione è ancora limitata ad alcune categorie di servizi e alle scelte personali di ciascun dipendente. Per esempio, alle scelte dei dipendenti millennial, altro topic indagato fra i trend dell’indagine, che dimostrano di essere fra i principali utilizzatori delle soluzioni di sharing economy, oltre a svolgere un ruolo positivo in termini di innovazione dei servizi. Per il 36,2% delle aziende, i millennial sono veri influencer delle politiche gestionali, tuttavia almeno per quanto riguarda il mercato italiano sono ancora lontani dall’assumere ruoli chiave all’interno delle governance aziendali.

La fotografia del mondo dei viaggi d’affari scattata da American Express attraverso l’indagine di David Jarach, a capo di Diciottofebbraio, ritrae un settore in fase di sviluppo da molti punti di vista. Tra gli altri il tema legato alle forme di pagamento. «La gestione dei viaggi d’affari non è ancora sistematizzata all’interno delle aziende. Per questa ragione American Express lancia il format Business Travel 360 – dichiara Carlo Liotti, vice president & gm Italy and Spain di American Express Global Commercial Services -. Un percorso di aggiornamento su temi specifici, con l’obiettivo di stimolare il confronto tra i vari attori e offrire la possibilità di fare networking. Con Business Travel 360 si vuole rispondere alle esigenze di chi si occupa della gestione e della mobilità dei viaggi d’affari all’interno delle aziende». Prima tappa a Bologna 3 aprile, poi Milano 16 aprile, Torino 7 maggio, Vicenza 21 maggio, Firenze 29 maggio e infine Roma12 giugno.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti