23 May 2019

Amadeus ora pensa da Google (ma resta b2b)

[ 0 ]
Gabriele Rispoli, Amadeus,

Un marketplace digitale, che includa hotel, servizi di transfer, pagamenti digitali e, ovviamente, tutto il trasporto aereo.

Si chiama live travel space ed è il nuovo corso di Amadeus, per “rispondere alla frammentazione dell’offerta che crea difficoltà alle agenzie di viaggio”come spiega il direttore commerciale Gabriele Rispoli.

Uno spazio “aperto, dinamico e connesso” come recita lo stesso claim che dia alle agenzie tutti gli strumenti per confezionare l’offerta su misura di cliente.
“Non tutti sanno che Amadeus ha un’offerta in grado di competere con le Olta – prosegue Rispoli -. La nostra risposta è proprio questa, mettiamo a disposizione un unico ambiente dove tutto è prenotabile a prescindere dalla fonte che introduce quel determinato prodotto sul mercato”.
Oltre ai canonici servizi gds che non mancheranno, prosegue il costante lavoro sull’Ndc e spicca l’Amadeus Value Hotels, in grado di offrire 300mila hotel in tutto il mondo, Amadeus b2b Wallet, che rivoluzione la forma dei pagamenti digitali, scegliendo, in autonomia in base alla piattaforma di acquisto da un portfolio di carte di credito, circuiti Visa e Mastercard, la carta più conveniente o che permette il migliore mark up. Arrivano anche i transfer nel mondo di Amadeus, con servizi disponibili in oltre mille destinazioni in 150 Paesi, sincronizzati con il Pnr e quindi gestibili in qualsiasi fase del viaggio del cliente.
Siamo di fronte a un nuovo modo di prenotare e di viaggiare e quindi di vivere l’esperienza di viaggio stessa – conclude il direttore commerciale -. Stiamo lavorando su fronti numerosi e diversi tra loro, la cosa in comune che hanno tutti però, è il nostro impegno nel garantire che l’innovazione tecnologica sia al servizio degli agenti di viaggio affinché continuino ad avere un ruolo chiave nella industry”.
Un’evoluzione dentro il cambiamento, si potrebbe dire, che porterà Amadeus ad avere un ruolo sempre più omnicomprensivo per gli adv, così che, nel medio termine, non avranno neanche bisogno di accedere a Google per trovare quello di cui hanno bisogno.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti