22 February 2019

Trentino Ski Sunrise: come sciare dell’alba

[ 0 ]

Si ripropone, dopo il successo delle edizioni precedenti, il “Trentino Ski Sunrise”, una serie di tre appuntamenti al sorgere del sole organizzati dall’Apt Alpe Cimbra, per le prime due date, e Apt Rovereto e Vallagrina, per l’ultima. Le giornate saranno a Folgaria sabato 19 gennaio, (rifugio Stella d’Italia) domenica 3 febbraio, domenica 3 marzo (rifugio Baita Tonda), per una ricca colazione, all’alba in rifugio e prima discesa sulla neve immacolata sulle piste. Il programma prevede il ritrovo attorno alle ore 5.45 presso la biglietteria degli impianti di risalita, rispettivamente impianto Francolini per il primo, impianto Serranda, per gli altri due, con accredito e risveglio con tisane e tante buone cose.

Si sale quindi in quota per poter ammirare l’alba a 3000 metri, ricca colazione tipica a buffet e poi poco dopo le 7 apertura impianti e discese con i maestri di sci sino alle ore 8.30, per poi continuare una fantastica giornata sulle piste della Ski Area per un divertimento sulla neve totale.

L’hashtag della manifestazione, per chi volesse seguirlo sui social è #TrentinoSkiSunrise 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275810 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il comprensorio Pontedilegno-Tonale indica l’inverno 2016/2017 come la miglior stagione di sempre a livello di incassi. La stagione si chiude con una crescita complessiva del 4% rispetto all’anno scorso, che rappresenta il miglior risultato di sempre per il comprensorio. Un successo, costruito soprattutto sui prodotti più brevi da uno a tre giorni. I motivi sono da un lato la rinascita del turismo del week-end, con una clientela italiana e soprattutto lombarda, riconducibile in gran parte ai proprietari delle seconde case. Dall’altro lato, anche il turista straniero ha modificato il modo di concepire la vacanza, privilegiando soggiorni più brevi da quattro e cinque giorni al posto della classica “settimana bianca” e questo richiederà da parte degli operatori formule sempre più flessibili. A livello di passaggi, si confermano gli 11 milioni che sono un dato consolidato nell’ultimo triennio, un’ulteriore conferma della sciabilità in una stagione così avara di neve. Repubblica Ceca, Polonia e Danimarca rappresentano mercati consolidati e anche quest’anno hanno fatto registrare molte presenze. A questi mercati si affiancano Inghilterra e Belgio, un po’ più in sofferenza. Infine, tra i mercati emergenti Israele e Svezia, due nicchie che stanno crescendo. Adesso si continua a sciare sul ghiacciaio Presena, che rimarrà aperto fino al 4 giugno. La nuova cabinovia Presena, che porta in 8 minuti a 3.000 metri di quota, i due nuovi rifugi e più in generale la bonifica ambientale che è stata effettuata sul ghiacciaio hanno sicuramente contribuito al buon andamento della stagione invernale. [post_title] => Pontedilegno-Tonale archivia la "miglior stagione di sempre" [post_date] => 2017-04-14T10:52:25+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492167145000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275711 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha debuttato negli aeroporti milanesi di Linate e Malpensa la "Book Fly Zone", un’iniziativa organizzata da Sea con l’associazione degli editori Aie e il Comune di Milano in vista della fiera «Tempo di libri» (dal 19 al 23 aprile) per promuovere uno scambio di libri secondo la pratica del book-crossing. Per i prossimi mesi quindi Linate e Malpensa saranno forniti di nove postazioni di book-crossing, nove librerie in cui i viaggiatori potranno lasciare e prendere libri. Per i passeggeri appena atterrati sarà possibile trovare nell'area degli arrivi le postazioni dove lasciare il libro appena finito durante il volo in cambio di uno diverso lasciato da un altro lettore. «È un atto di generosità, un consiglio a uno sconosciuto di un libro che ci è caro» sottolinea Filippo Del Corno, assessore alla cultura del Comune. Gli scaffali delle librerie, in attesa del responso positivo dei viaggiatori, sono stati riempiti da una selezione di 6.000 volumi donati dall’associazione NoiSea e dall’associazione italiana editori in occasione del progetto #ioleggoperché. Tutti hanno all’interno un codice personale che permetterà ai lettori più curiosi di ricostruire, grazie al sito internet dedicato, il viaggio attraverso gli aeroporti internazionali che li ha portati nelle loro mani. «Milano è sempre più una città di prime volte - aggiunge Pietro Modiano, presidente Sea -. Prime volte che si traducono in grandi iniziative e tante altre che prendono forma in piccole iniziative come quella che avviamo oggi con orgoglio». [post_title] => A Malpensa e Linate decolla la "Book Fly Zone" [post_date] => 2017-04-13T12:59:32+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492088372000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275581 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con l’estate alle porte si palesano già quelle che saranno le tendenze del cuore dell’alta stagione. Tra le tante incertezze del comparto, una consapevolezza pare farsi strada: sarà un’estate italiana. I player del tour operating, grandi e piccoli, così come i protagonisti del comparto alberghiero, stanno accendendo i riflettori sulla Penisola, le sue spiagge e i suoi mari. Per capire se anche in agenzia il protagonista dell’alta stagione sarà il Mare Italia, la redazione di Travel Quotidiano invita tutti i suoi lettori a prendere parte al nuovo sondaggio. I risultati saranno pubblicati all’interno dello speciale Mare Italia sul numero del 28 aprile. Ecco il link per partecipare! [post_title] => Mare Italia: partecipa al nuovo sondaggio del Gruppo Travel [post_date] => 2017-04-12T15:28:04+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492010884000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275394 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una dimora storica e di charme, unico hotel 4 stelle di Tirano (Sondrio), entra nel gruppo Saint Jane, che porta così a tre gli alberghi in gestione: i tre stelle Hotel Bernina e Hotel Corona, e adesso l’Hotel Centrale. Fanno inoltre parte del gruppo alcune eleganti e confortevoli dependance a Tirano, ispirate a Paesi come Giappone, Marocco, Dubai, Thailandia, Kenya, New York. In totale il gruppo Saint Jane gestisce oggi a Tirano 110 camere e 290 posti letto, figurando tra i primi in Valtellina. Un'altra nuova struttura, Binario Zero, è in fase di completamento, con apertura prevista entro l’estate 2017, con suites che si affacciano direttamente sui binari della stazione da dove parte il famoso Trenino Rosso del Bernina, Patrimonio mondiale dell’Umanità. Saint Jane Hotels & Suites, oltre agli hotel di Tirano, gestisce altre strutture e villaggi turistici mare e montagna in Italia per un totale di 2.800 posti letto. [post_title] => L'Hotel Centrale di Tirano entra nella collezione Saint Jane [post_date] => 2017-04-11T14:24:14+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491920654000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275295 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’indice di fiducia del viaggiatore italiano, elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l’Istituto Piepoli, registra, nella rilevazione di marzo, una leggera diminuzione fino a raggiungere 63 punti. Il valore è sempre nella fascia della sufficienza e registra una sostanziale stabilità.  Nel mese di marzo, il valore è stato pari a 63 punti, identico a quello registrato nello stesso mese del 2016 e superiore di un punto rispetto a marzo del 2015. Il settore turistico continua quindi ad essere un driver importante della crescita economica italiana ma l’inizio del processo di Brexit desta qualche preoccupazione. Oltre un Italiano su tre pensa che esso comporterà una diminuzione della stabilità economico-politica all’interno dell’Unione Europea. I più preoccupati per questa situazione sono i giovani, che evidenziano nell’analisi forti incertezze circa il futuro dell’Unione Europea. Il presidente di Confturismo-Confcommercio Luca Patanè ha affermato: «Le incertezze dovute alla Brexit non sono da sottovalutare, ma il settore turistico continua ad essere in territorio positivo e a spingere l’economia nazionale». L’indagine demoscopica evidenzia che per oltre un terzo degli Italiani la Brexit provocherà una diminuzione della stabilità economico-politica all’interno dell’Unione Europea, con delle chiare conseguenze anche per il nostro Paese. Sono i giovani che mostrano un minore scetticismo rispetto alla situazione economica italiana, gli stessi che indicano come loro meta preferita gli Stati Uniti. Infatti, nella categoria tra 18 e 34 anni, quasi uno su quattro vorrebbe visitare questa destinazione nel corso del 2017. Per i connazionali l’Italia continua a rimanere la meta preferita. Quasi quattro su cinque hanno intenzione di restare nel Paese per trascorrere le proprie vacanze. Toscana, Lazio ed Emilia Romagna sono in cima alle preferenze nel prossimo trimestre, seguite da Puglia e Campania. Per le tre prime destinazioni si evidenzia che la motivazione principale di viaggio è quella culturale-artistica. I prossimi mesi risultano caratterizzati da vacanze relativamente corte, in media 3,6 notti per viaggio, in leggera crescita rispetto allo stesso mese del 2016. Fra gli Italiani che viaggeranno nel prossimo trimestre quasi sei su dieci trascorreranno fuori casa 3 notti o più. Un ulteriore elemento che emerge dalla rilevazione è che oltre un Italiano su due è influenzato dal fattore eco-sostenibile sia quando sceglie la propria meta di viaggio sia per l’individuazione del mezzo di spostamento e della struttura ricettiva. [post_title] => Osservatorio Confturismo-Piepoli: l'indice della fiducia rimane positivo [post_date] => 2017-04-10T14:11:31+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491833491000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275236 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => India Tourism, attraverso la sua sede milanese diretta da C. Gangadhar, ha diffuso le informazioni necessarie per la richiesta del visto elettronico (EV) sul sito https://indianvisaonline.gov.in, ottimizzato per Mozilla Firefox, Google Chrome, Internet Explorer (Windows) con versione 9.0 e superiori. Il richiedente, dopo aver compilato il modulo di richiesta, per poterlo  scaricare e stampare deve avere installato sul proprio Pc il programma Adobe Acrobat Reader versione 7.0 o superiore. Il visto elettronico ha tre sottocategorie: visto elettronico turistico (ETV), visto elettronico affari (EBV) e visto elettronico medico (EMV). Un cittadino straniero potrà richiedere tutte e tre le categorie di visto elettronico allo stesso tempo. I richiedenti dei paesi ammessi possono procedere on-line minimo 4 giorni prima della data prevista per l’arrivo in India, con una finestra massima di 120 giorni: ad esempio, se si fa richiesta il 1° settembre, la data di arrivo andrà dal 5 settembre al 2 gennaio. Per compilare il modulo si dovrà caricare una recente fotografia con sfondo bianco e la foto della pagina del passaporto contenente dati personali come nome, data di nascita, nazionalità, data di scadenza ecc. Inoltre, in base al tipo di visto elettronico, sarà necessario caricare anche gli altri documenti richiesti. Se i documenti caricati e la fotografia non sono chiare come richiesto, la domanda può essere respinta. L’importo della tassa per il visto elettronico (che dipenderà dal paese da cui viene richiesto) e le commissioni bancarie del 2,5%  saranno addebitate in aggiunta al costo applicato per il visto elettronico. La quota dovrà essere versata almeno 4 giorni prima della data prevista per il viaggio, altrimenti la richiesta non verrà elaborata. Per conoscere la tariffa applicabile per l'Italia bisogna cliccare su sito https://indianvisaonline.gov.in/evisa/etv_revised_fee_final.pdf [post_title] => Visto elettronico per l'India, come richiederlo online [post_date] => 2017-04-10T13:48:34+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491832114000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275178 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aerolineas Argentinas e Via dell’Abbondanza hanno firmato un accordo secondo cui la compagnia aerea sarà sponsor della sesta edizione del Malbec World Day, che ricorda il giorno in cui nel 1853 il presidente argentino Domingo Faustino Sarmiento iniziò la sua missione per trasformare radicalmente l’industria vinicola argentina. In quegli anni l’esperto francese Michel Aimé Pouget portò in Argentina nuove varietà dal vecchio continente. Verso la fine del XX secolo, oltre 100.000 acri erano dedicati alla cura di questo vigneto, trasformando il Malbec argentino in un vino pregiato ed esportato in tutto il mondo. Nella sesta edizione italiana del Malbec World Day, che si svolgerà il prossimo 19 aprile all’Hotel Westin di Milano, verrà selezionato e premiato il miglior Malbec argentino in Italia tramite una degustazione alla cieca, tra oltre 40 Malbec argentini. Contemporaneamente sarà allestita una sala dove sarà possibile degustare tutti i 60 Malbec. I vini in degustazione sono rappresentativi di tutte le latitudini, dalla Patagonia, passando per le Provincie di Mendoza e San Juan, fino ai quasi 3.000 metri nella provincia di Salta. «Siamo entusiasti di poter partecipare a questo straordinario evento che mette in risalto le eccezionali potenzialità dell’Argentina, con i suoi innumerevoli siti di interesse culturali ed eno-gastronomici e con panorami così diversi che non finiscono mai di sorprendere, tutti raggiungibili con la moderna flotta e la rete capillare di Aerolineas Argentinas» ha commentato Claudio Neri, direttore per l’Italia di Aerolíneas Argentinas. [post_title] => Aerolineas Argentinas è sponsor del Malbec World Day a Milano [post_date] => 2017-04-07T14:47:02+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491576422000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275175 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una prima volta di grande rilievo. Castel Valer, sito culturale privato trentino, apre le porte ai visitatori. A partire da oggi, 7 aprile infatti, l’antica dimora sarà disponibile alle visite esterne, grazie all’accordo tra il comune di Ville d’Anaunia, l’Apt della Val di Non e il proprietario, il conte Ulrico Spaur. Questa apertura che dota la Val di Non e il Trentino di un’ulteriore preziosa risorsa legata al turismo segna un importante precedente in tutta la provincia di Trento: è la prima volta in assoluto che un progetto di valorizzazione di un sito culturale privato è stato gestito interamente da un Apt. «Castel Valer è un bene straordinario. Impossibile da immaginare fino a quando non si varchino le sue porte - commenta Giulia Dalla Palma, direttrice dell’Apt Val di Non -. Racconta un pezzo di storia e, dato non secondario, anche grazie alla preziosa opera di tutela del suo patrimonio di inestimabile valore effettuata dalla famiglia Spaur, testimonia come la nostra valle sia stata costantemente in relazione con un contesto internazionale. Abbiamo accolto con grande favore la decisione definitiva del Conte di ritirarlo dal mercato e ci siamo subito messi al lavoro, insieme, per farlo diventare un nuovo importante attrattore nell’ambito del panorama turistico della provincia di Trento. È una bella sfida che ci vede impegnati 145 giorni all’anno con obiettivi importanti. Puntiamo, infatti, a coinvolgere complessivamente 12.000 visitatori con una media giornaliera di 90 biglietti staccati. Siamo molto soddisfatti del progetto e dell’intesa raggiunta anche perché è la prima volta che un accordo come questo prende forma in Trentino». Il castello sarà visitabile ogni mese - tranne a novembre in cui sarà chiuso - da un minimo di 6 a un massimo di 18 giornate (6 visite quotidiane) mensili. A luglio e ad agosto le visite saranno giornaliere. Biglietto intero comprensivo di visita guidata: 10 €. Gratuità e sconti per gruppi, famiglie e scolaresche.   [post_title] => Trentino: Castel Valer apre le porte ai visitatori [post_date] => 2017-04-07T14:11:08+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491574268000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275037 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Comiso entra nel vivo della summer 2017 con diverse novità. Soaco, la società che gestisce lo scalo nel ragusano, informa che sul fronte dei collegamenti nazionali sono confermati fino al 29 ottobre i voli Ryanair con destinazione Milano Malpensa (rotta quotidiana), Roma Fiumicino e Pisa. Mentre, in coincidenza con il picco dell’alta stagione, dal 3 giugno al 30 settembre Alitalia garantirà il collegamento bisettimanale (sabato e domenica) con Milano Linate. Sul fronte internazionale, in aggiunta al volo annuale Ryanair per Bruxelles Charleroi (lunedì e venerdì) arriva il sabato quello sul secondo scalo (Zaventem, dal 3 giugno al 30 settembre). Fra le nuove rotte anche Birmingham (il mercoledì, dal 3 maggio al 25 ottobre). Le due tratte sono servite rispettivamente da Brussels Airlines e Thomas Cook Airlines. Fino al 27 ottobre sarà attiva la rotta su Londra Stansted (Ryanair, lunedì e venerdì) sospesa durante la stagione invernale; bisettimanale anche il collegamento con l’Irlanda: Dublino sarà raggiungibile il martedì e il sabato dal 3 giugno e fino al 30 settembre. Anche il mercato tedesco beneficerà di due collegamenti con lo scalo di Comiso: in aggiunta al volo annuale per Frankfurt Hahn (giovedì e domenica) dallo scorso 27 marzo e fino al 27 ottobre c'è anche quello per Dusseldorf Weeze (lunedì e venerdì). Segno più, infine, anche per l’attività dei charter che vedrà dal 27 giugno e fino al 14 ottobre, ogni sabato, un collegamento da/per la Polonia e Varsavia, destinazione che si aggiunge ai collegamenti con Parigi Charles de Gaulle, Parigi Orly, Lione, Marsiglia, Lille e Ginevra già in calendario. Ad oggi sono oltre 350 i movimenti aerei charter programmati per la summer 2017 nello scalo ibleo. [post_title] => Comiso amplia il network delle destinazioni per la summer 2017 [post_date] => 2017-04-06T13:02:45+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491483765000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti