22 November 2017

Trentino: Castel Valer apre le porte ai visitatori

[ 0 ]

Castel Valer, Trentino, Una prima volta di grande rilievo. Castel Valer, sito culturale privato trentino, apre le porte ai visitatori. A partire da oggi, 7 aprile infatti, l’antica dimora sarà disponibile alle visite esterne, grazie all’accordo tra il comune di Ville d’Anaunia, l’Apt della Val di Non e il proprietario, il conte Ulrico Spaur. Questa apertura che dota la Val di Non e il Trentino di un’ulteriore preziosa risorsa legata al turismo segna un importante precedente in tutta la provincia di Trento: è la prima volta in assoluto che un progetto di valorizzazione di un sito culturale privato è stato gestito interamente da un Apt. «Castel Valer è un bene straordinario. Impossibile da immaginare fino a quando non si varchino le sue porte – commenta Giulia Dalla Palma, direttrice dell’Apt Val di Non -. Racconta un pezzo di storia e, dato non secondario, anche grazie alla preziosa opera di tutela del suo patrimonio di inestimabile valore effettuata dalla famiglia Spaur, testimonia come la nostra valle sia stata costantemente in relazione con un contesto internazionale. Abbiamo accolto con grande favore la decisione definitiva del Conte di ritirarlo dal mercato e ci siamo subito messi al lavoro, insieme, per farlo diventare un nuovo importante attrattore nell’ambito del panorama turistico della provincia di Trento. È una bella sfida che ci vede impegnati 145 giorni all’anno con obiettivi importanti. Puntiamo, infatti, a coinvolgere complessivamente 12.000 visitatori con una media giornaliera di 90 biglietti staccati. Siamo molto soddisfatti del progetto e dell’intesa raggiunta anche perché è la prima volta che un accordo come questo prende forma in Trentino».

Il castello sarà visitabile ogni mese – tranne a novembre in cui sarà chiuso – da un minimo di 6 a un massimo di 18 giornate (6 visite quotidiane) mensili. A luglio e ad agosto le visite saranno giornaliere. Biglietto intero comprensivo di visita guidata: 10 €. Gratuità e sconti per gruppi, famiglie e scolaresche.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti