24 April 2019

Tax Credit Digitalizzazione, istanze al Mibact entro il 24 febbraio

[ 0 ]

alberobelloNell’estate 2015 la Puglia è stata la seconda meta preferita dagli italiani: secondo l’Istat, infatti, le vacanze lunghe estive trascorse in Italia hanno avuto come destinazioni principali l’Emilia-Romagna (17,4%) e la Puglia (11,3%).  L’attuale situazione geopolitica nel Mediterraneo potrà ulteriormente favorire l’Italia e la Puglia, ma le imprese dovranno investire sempre di più sugli strumenti  digitali. Per organizzare le proprie vacanze, infatti, un turista italiano su tre si affida al web e il trend delle transazioni turistiche on line è in crescita esponenziale in tutto il mondo:  nel 2015 le vendite online hanno registrato un incremento record del +13% sull’anno precedente (Report e-marketer). Gli operatori turistici dunque dovranno tenerne conto e attrezzarsi. Per farlo quest’anno possono contare su uno stanziamento di 15 milioni di euro di tax credit, a cui si aggiungono oltre 6 milioni residui dell’anno precedente. Le spese agevolabili riguardano gli investimenti per la promozione e la commercializzazione on line, ad eccezione delle commissioni pagate agli intermediari commerciali. Allestimento di siti web, software per le prenotazioni, le campagne pubblicitarie sui social, wi-fi nelle strutture ricettive sono alcune delle spese più frequenti su cui si può richiedere l’agevolazione. C’è tempo fino al 24 febbraio per fare istanza sul portale Mibact. Il click day è fissato il 25 febbraio prossimo alle ore 10. Questo è, in sintesi, quanto è emerso a Bari nel corso del seminario “L’evoluzione digitale a portata di bonus – Tax Credit Digitalizzazione, come funziona e quali le opportunità per le imprese” organizzato dalla Associazione Italiana Confindustria Alberghi insieme alla sezione Turismo di Confindustria Bari e BAT con il supporto tecnico di HermesHotel.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti