24 April 2019

Sempre più Emilia Romagna nelle proposte dei tour operator arabi e americani

[ 0 ]

Un momento del workshop

Al workshop “Buy Emilia Romagna“ in svolgimento a Bologna, l’opinione comune è “In Emilia Romagna c’è il meglio dell’Italia, facciamolo scoprire sempre di più”.
Questo è ciò che pensano i tour operator internazionali presenti oggi a Bologna al workshop della 24a edizione, promosso da Confcommercio Imprese per l’Italia dell’Emilia Romagna in collaborazione con Apt Servizi Emilia Romagna.
L’incontro commerciale vede la presenza di 75 buyer di 20 paesi e 70 operatori turistici regionali. In questi giorni i tour operator internazionali sono coinvolti in 12 educational tour giornalieri alla scoperta delle Destinazioni Turistiche regionali: “Bologna-Modena”, “Emilia” e “Romagna”. La prima impressione è quella che conta. E quella di Yousef Al Abdad, Sales Executive di Emirates Airlines (che ha un volo giornaliero Dubai-Bologna), per la prima volta in Emilia Romagna, è molto positiva: «L’Emilia Romagna è una destinazione molto interessante per il pubblico arabo: a una buona offerta turistica si unisce la piacevolezza delle persone. Questa è una regione predisposta al sorriso e all’accoglienza, elementi che un turista arabo può apprezzare moltissimo. Fino a oggi Italia era sinonimo di Roma, Venezia e Milano. Come Emirates ci impegneremo al massimo per promuovere Bologna come destinazione per il futuro». 
«Con questo evento Bologna e la regione rivendicano il proprio ruolo sulla mappa delle destinazioni turistiche, conferma Javed Chaudhary di Al-Suhaimi Travel & Tourism, importante Tour operator saudita – Inseriremo le destinazioni emiliano romagnole nella nostra offerta, proponendo Bologna come punto di partenza per la scoperta di un territorio eccellente dal punto di vista climatico, enogastronomico e lontano dal caos delle metropoli».
Buon cibo tipico, bellezze artistiche, forti tradizioni locali, design e creatività, accoglienza autentica: questa, e non solo, è l’Emilia Romagna e questa è l’idea di Made in Italy che piace al mondo.
«L’incontro tra operatori turistici e buyer al workshop del Buy Emilia Romagna – aggiunge l’assessore al turismo dell’Emilia Romagna Andrea Corsini – è l’occasione per raccontare al meglio chi siamo e valorizzare la nostra offerta sui mercati internazionali. La presenza di rappresentanti di mercati strategici, per le potenzialità e la capacità di spesa, come Stati Uniti e Arabia Saudita, oltre ai numerosi operatori europei, ci consentono senz’altro di creare ulteriori opportunità per le imprese della filiera turistica».
Dopo la conclusione del Workshop il Buy Emilia Romagna terminerà con “Bologna experience”, un ventaglio di proposte per i buyer fra shopping trainer, city sigthseeing e hotel inspections. Domani, giovedì 11 aprile, il gruppo dei sette tour operator dell’Arabia Saudita saranno coinvolti in un educational tour dedicato nella Destinazione Turistica Bologna-Modena. Dalla prima edizione ad oggi hanno preso parte al Buy Emilia Romagna oltre 3.000 buyer internazionali e più di 2.500 operatori turistici regionali che hanno reso possibile oltre 50.000 incontri d’affari. In questi anni sono stati organizzati, con i buyer presenti nelle diverse edizioni, oltre 250 educational tour che hanno fatto conoscere tutte le eccellenze turistiche emiliano romagnole. 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti