25 April 2018

Petroniana viaggi e turismo: “In Cammino” verso il 2018 con le novità dell’incoming

[ 0 ]

Andrea Babbi, Mons. Zuppi, Andrea Corsini

Da 30 anni a Bologna, Petroniana viaggi e turismo propone un turismo fatto di viaggi a sfondo culturale e religioso ai bolognesi che hanno gratificato con una grande fidelizzazione il brand sotto l’egida della Curia Arcivescovile.
Andrea Babbi ne è Presidente e in un incontro con i clienti traccia il profilo dell’adv che funge anche da organizzatore, nello splendido scenario di Palazzo Boncompagni, casa di Ugo Boncompagni, divenuto il 226° Papa nel 1573, con il nome di Gregorio XIII.

«Siamo qui per raccontare l’evoluzione del nostro piccolo network formato da Petroniana viagg a Bologna e Ser Viaggi a Modena – spiega Babbi – sotto l’egida della Curia e di Mons. Zuppi il nostro attuale ispiratore. Il gruppo conta sull’apporto di 20 dipendenti e ha fatto partire, nel 2017, 13mila persone, dalla più anziana cliente di 93 anni, alla più giovane che deve compiere 3 mesi. Abbiamo numeri che parlano di 15mila segmenti aerei prenotati, per 140 differenti destinazioni, 300 tour in bus organizzati».

Le destinazioni più gettonate nel 2017 sono state Tel Aviv, in primis, Shanghai, Portogallo e incredibilmente Yangoon, Myanmar.

«Il 2018 porterà un’importante novità: Petroniana si dedicherà all’Incoming – prosegue Babbi – con una forte sinergia con l’Apt Emilia Romagna e l’Assessorato al turismo della Regione, per promuovere non solo le “valley” tematiche, come food valley, motor valley, wellness valley, ma anche i “14 percorsi religiosi” che, solcando tutt’Europa, arricchiscono di importanza l’Emilia Romagna in maniera turistica attraverso la Via Emilia».

Il plauso dell’Assessore al turismo regionale, Andrea Corsini non si è fatto attendere, come la benedizione di Mons. Matteo Maria Zuffi ispiratore dei modelli turistici religiosi di Petroniana, come ad esempio esplorare i territori, nemmeno troppo fantasiosi, del celeberrimo Don Camillo, personaggio del Guareschi.

«Avremo anche un occhio di riguardo per il congressuale sul fronte “modenese” di Ser Viaggi – conclude Babbi – e ci stiamo attrezzando per partecipare a quattro fiere di settore e incontrare 400 to stranieri specializzati in turismo religioso/culturale per proporre i nostri itinerari, con un investimento di circa 100mila euro, così come, in questi tempi di difficile lettura per il turismo a livello planetario, abbiamo abbracciato il network bolognese, Marsupio, per essere ancora più integrati nel sistema turismo e poter contare sull’appoggio di una struttura altamente professionale».




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti