19 July 2018

Olio d’oliva, tartufo e opere d’arte colorano l’autunno dell’Umbria

[ 0 ]

Gastronomia e prodotti del territorio, mostre e spettacoli musicali: è un autunno ricco quello che offre quest’anno l’Umbria, da Perugia a Spoleto, da Orvieto alla Valnerina. Tra i protagonisti spicca l’olio extravergine d’oliva con la manifestazione Frantoi Aperti, che si svolgerà dal 28 ottobre al 26 novembre. L’evento propone degustazioni, letture, visite guidate tematiche e itinerari alla scoperta del territorio. Trevi con Festivol, Giano dell’Umbria, Assisi sono alcune delle mete che permetteranno a visitatori e turisti di gustare l’olio novello.

Anche il tartufo sarà protagonista di fiere ed eventi a Città di Castello, dal 27 ottobre al 1 novembre, e a Montone  dal 28 ottobre al 1 novembre. Dal 10 al 12 novembre sarà invece la volta della Mostra mercato nazionale del Tartufo di Fabro, con 60 stand di produttori da tutte le regioni italiane. Così, oltre al tartufo bianco di Fabro, sarà possibile gustare olio e miele, vino e zafferano, funghi, norcineria e formaggi. Anche se l’attenzione sarà tutta, o quasi, per l’evento più curioso della kermesse: la frittata al tartufo più grande del mondo.

Si svolgerà inoltre nei sabati 8 e 14 novembre e 2 e 16 dicembre “Metti una sera al museo”, un evento fuori dall’ordinario che prenderà vita al Museo del Vetro di Piegaro con aperture straordinarie del percorso museale dedicate ai bambini dai 6 ai 10 anni. Ad Orvieto, invece, spazio alla filosofia con il festival Orvieto in Philosophia, dal 29 novembre al 1 dicembre. Tra gli ospiti che si alterneranno presso il Centro congressi del Palazzo del Popolo, Giulio Giorello e Massimo Cacciari. A Spoleto è invece tempo di Ospiti in Rocca: fino al 5 novembre, la Rocca Albornoziana ospiterà un nucleo di opere straordinarie tratte in salvo dal sisma che ha colpito il Centro Italia nel 2016, mostra legata alla campagna di raccolta fondi aperta per sostenere il restauro di opere danneggiate dal terremoto. Infine a Gualdo Tadino la chiesa medioevale di San Francesco, nel cuore del centro storico, ospita “Seduzione e potere – La donna nell’arte tra Guido Cagnacci e Tiepolo”, la mostra curata da Vittorio Sgarbi e visitabile fino al 3 dicembre 2017, mentre fino al 7 gennaio 2018 la Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia ospita una mostra che celebra Hans Hartung, una delle figure di spicco dell’astrattismo europeo del Novecento. Per ulteriori informazioni sugli eventi si può consultare il sito www.umbriatourism.it




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276290 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il grande nord della Danimarca è un'oasi di pace e tranquillità, immersa in una luce magica. VisitDenmark suggerisce in particolare Skagen, la città più a nord del Paese, vanta il maggior numero di ore di luce della Danimarca. Immersa in un fascino artistico bohémien, tra spiagge incontaminate e natura selvaggia, Skagen ha ospitato nell'Ottocento numerosi artisti internazionali e impressionisti danesi, attratti soprattutto da una luce in costante cambiamento e da un paesaggio indimenticabile. Lo Skagens Museum espone oltre 1800 opere di artisti danesi e internazionali relative al periodo tra 1870 agli anni '30, con opere di PS Krøyer e Anna Ancher. La primavera e l’estate sono ideali per visitare questa città della luce, godendo dei colori della natura e dei numerosi eventi, tra attività all’aperto, passeggiate a piedi o in bici o in moutain bike. Uno dei luoghi più iconici della Danimarca si trova proprio a Skagen ed è la penisola sabbiosa di Greenen, dove si incontrano il Mare del Nord e il Mar Baltico. Qui lo Skagarrak (Baltico) e il Kattegat (Mare del Nord) si incontrano ma non si mescolano, producendo un suggestivo effetto cromatico assolutamente naturale. Råbjerg Mile invece è la più grande duna in movimento del Nord Europa, che viaggia ben 15 metri all'anno. Altro posto da non perdere la Chiesa Insabbiata, costruita nella seconda metà del XIV secolo, di cui ora è visibile solo la torre. Ma Skagen è conosciuta anche per i suoi ottimi ristoranti di pesce e per le sue specialità gastronomiche nei piccoli locali sul porto, ideali per godere splendidi tramonti, soprattutto in estate. Il pittoresco centro storico invece è caratterizzato da casette gialle, costellato da bellissime gallerie d’arte e da caratteristici negozi di artigianato locale. Tra gli eventi si segnala Sankt Hans ( 23 giugno), quando i danesi si riuniscono con amici e famiglia intorno ai falò sulla spiaggia, intonando la canzone della notte di mezza estate, scritta nel 1885 dal poeta nazionale Holger Drachmann, mentre le fiamme si riflettono sul mare calmo e l’aria mite della sera comincia a rinfrescarsi. A Skagen si festeggia Sankt Hans sulla spiaggia Sønderstrand al Vippefyret – il primo faro di Skagen, costruito nel 1626, dal quale si ammira una splendida vista su Skagen e la costa. Da non perdere inoltre il festival di Skagen, dal 29 giugno al 2 luglio, dedicato alla musica popolare e folk, e lo Skagen Food & Design Market (25 e 26 agosto), dove produttori e artisti locali presentano il meglio della gastronomia e dell’artigianato. [post_title] => Danimarca, itinerario a Skagen tra le spiagge del nord [post_date] => 2017-04-21T15:30:53+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492788653000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275915 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Islanda sta diventando il prodotto di punta per 4Winds. «Aumenta di anno in anno la richiesta sull’Islanda, ed anche per l'imminente stagione estiva sembra confermata questa tendenza - dichiara Franco Fenili, fondatore del to capitolino - Abbiamo dovuto aumentare tutti gli allotment dei servizi a terra poiché quelli previsti in precedenza sono in gran parte già esauriti. Ci riferiamo in particolar modo ai soggiorni in fattoria e in alberghi con l’autonoleggio». E non si capacita del successo della destinazione. «Mi chiedo quali possano essere i motivi  che rendono una destinazione "di  moda" e quindi la facciano diventare la più venduta, mentre altre, che a loro volta erano molto apprezzate, ora si trovino in sofferenza». Secondo Franco Fenili, i motivi di attrazione delle destinazioni rimangono gli stessi nel tempo, tuttavia quello che oggi maggiormente determina certe scelte, è indubbiamente il concetto di sicurezza legato a una destinazione sulla base di quanto comunicano i media. «Sono spesso pregiudizi errati – considera Fenili -  poiché fraintendendo le informazioni, si penalizzano Paesi che sfortunatamente si trovano in area di conflitto ma da anni non  presentano alcun disordine né pericolo per i turisti entro i propri confini». La natura ed i paesaggi islandesi sono completamente diversi da quelli a cui siamo abituati: cascate, ghiacciai, gayser, piscine naturali di acqua calda si susseguono con frequenza. «Anche la remora del  cattivo tempo deve essere sfatata in quanto, grazie alla corrente del golfo, l’Islanda, nonostante la sua latitudine, gode di un clima abbastanza temperato. Proprio per fare fronte a questa grossa richiesta, per la prossima stagione estiva, metteremo un volo diretto settimanale da  Trieste, da martedì 6 giugno fino al  12 settembre, che si potrà abbinare ai vari pacchetti e sarà anche vendibile come solo volo». Per quanto riguarda il classico long week-end di autunno, periodo durante il quale vi sono ottime possibilità di ammirare l’aurora boreale, le partenze da Roma con volo diretto saranno due: una dal 1° al  5  Novembre e l’altra dal 6 al  10 dicembre, con quote minime da € 786 + spese. [post_title] => 4Winds: da maggio un volo diretto settimanale da Trieste  [post_date] => 2017-04-18T15:50:14+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492530614000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275927 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il festival delle Luci di Gerusalemme, in programma dal 28 giugno al 6 luglio, è un’occasione irripetibile per vivere l’accostamento tra storia millenaria e opere d’arte contemporanea. Cinque i percorsi disponibili, caratterizzati da una tonalità di colore diverso: verde, bianco, blu, rosso e viola. Migliaia i visitatori che camminano lungo le stradine della Città Vecchia di Gerusalemme e, all’esterno, costeggiandone le mura. Un’atmosfera magica resa ancora più indimenticabile grazie alle installazioni luminose, prodotte ed elaborate da artisti locali ed internazionali. Oltre alle installazioni, il festival propone anche spettacoli e presentazioni curati dagli stessi artisti, oltre a una fiera d’arte che consente di ammirare e comprare oggetti particolari. Il festival permette, inoltre, di visitare in via eccezionale, al calar del sole, alcune attrazioni della Città Vecchia normalmente chiuse dopo il tramonto.  Giunto alla sua nona edizione, l’evento è perfetto per turisti, famiglie con bambini e amanti dell’arte e l’ingresso è completamente gratuito. Tra gli spettacoli imperdibili si segnala Pyromania, una surreale sfilata di musicisti che si terrà tutte le sere, a ripetizione, presso il quartiere Armeno: il passaggio degli artisti sarà arricchito da luci, suoni e ritmi coinvolgenti, che invoglieranno i visitatori a ballare.  il to Go Asia propone il pacchetto Go Gerusalemme, Città Mozzafiato, 5 giorni / 4 notti, comprensivo di trattamento b/b presso il Dan Boutique Jerusalem 4 stelle, visita della Città Vecchia con guida e assicurazione di viaggio, a partire da 750 euro a persona. [post_title] => A Gerusalemme per il festival delle Luci [post_date] => 2017-04-18T15:24:14+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492529054000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275778 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Club Esse, per il quinto anno consecutivo, raduna i propri collaboratori per vivere giornate di aggiornamento professionale e di condivisione. L’appuntamento è dal 22 al 25 aprile 2017 al Club Esse Mediterraneo di Montesilvano (Pe). I direttori delle 14 strutture tra hotel e villaggi in Sardegna, Sicilia, Abruzzo, Calabria, Lazio e Valle d’Aosta, più gli chef, i responsabili dell’intrattenimento e degli altri reparti, oltre a tutte le figure operative, saranno aggiornati sulle iniziative ideate per arricchire e migliorare l’offerta della prossima estate. Ospiti d’eccezione saranno Mattia Inverni, performer del musical composto da Riccardo Cocciante “Notre Dame di Paris”, che sarà docente di una delle classi artistiche, e il comico Nando Timoteo, che presenterà il tour degli artisti di Colorado e Zelig nei Villaggi Club Esse. «Uno dei punti di forza di Club Esse - spiega una nota della catena alberghiera - sta proprio nella dedizione e nell’entusiasmo dei suoi professionisti, persone che vivono con passione il proprio lavoro, sempre capaci di accogliere col sorriso. Un’atmosfera che gli ospiti nazionali e internazionali avvertono e apprezzano. Il nome dell’evento “APP” esprime già tutta la sua natura di strumento rapido, efficace e moderno, studiato per essere allo stesso tempo occasione di team building e di arricchimento professionale». [post_title] => Torna APP 2017, la formazione targata Club Esse [post_date] => 2017-04-14T10:04:08+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492164248000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275693 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] =>  L'ente del turismo e della cultura di Abu Dhabi, con il patrocinio di Sheikh Mohamed Bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario e vice comandante supremo delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti, ha celebrato l'apertura di The Creative Act: Performance, Processo, Presenza esposta a  Manarat al Saadiyat sull'isola di Saadiyat. Con opere di oltre 25 artisti di diverse nazionalità e generazioni, la mostra esplora i relativi temi di performance, di processo e presenza attraverso una varietà di mezzi espressivi.  Aperta fino al 29 luglio 2017, The Creative Act è la seconda grande mostra di opere della collezione Guggenheim Abu Dhabi. Saif Saeed Ghobash, direttore generale di Tca Abu Dhabi, ha commentato: «The Creative Act offre una prospettiva transculturale sulla prospettiva dell'arte contemporanea, mettendo in evidenza le interconnessioni tra gli artisti che lavorano in vari luoghi del mondo dal 1960». [post_title] => Ad Abu Dhabi inaugurata la mostra The Creative Act [post_date] => 2017-04-13T12:03:55+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492085035000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275082 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Arriva il catalogo Oceano Pacifico di Hotelplan, che comprende Polinesia Francese, Fiji, Cook e Nuova Caledonia. «Siamo sempre alla ricerca di nuove idee - dichiara Paola Broggini, esperta Hotelplan Oceano Pacifico - e così nel nuovo catalogo abbiamo dato spazio a  escursioni, crociere e fly&drive che permettono di scoprire la cultura e le tradizioni, con l’inserimento di numerosi boutique hotel per vivere un'esperienza più autentica». Le isole della Polinesia Francese sono una meta top per i viaggi di nozze, sempre più spesso abbinate a destinazioni quali Usa, Cile e Giappone. A Moorea è possibile soggiornare presso il Moorea Beach Lodge, nato come villa privata e poi riconvertito in bed&breakfast, caratterizzato da uno stile marinaro/coloniale che gli conferisce un'atmosfera raffinata; a Rangiroa, invece, Hotelplan propone il Sauvage Private Island, dove si può vivere un'esperienza alla Robinson Crusoe: solo 5 bungalow - costruiti con materiali naturali come il legno di pandano e bambù – immersi in una piantagione di palme da cocco senza elettricità, ma solo con lampade ad olio. Non mancano poi in catalogo i classici hotel 4 o 5 stelle appartenenti a prestigiose catene alberghiere quali Conrad, St.Regis, Sofitel e Intercontinental; inoltre vi è la possibilità di scoprire la Polinesia Francese in crociera a bordo di catamarani e yacht. A tutti i clienti - da giugno a settembre – Hotelplan garantisce un servizio di assistenza italiana H24. Ma Pacifico vuol dire anche Fiji. Qui, ai clienti dell’operatore è riservata un’accoglienza speciale fatta di fiori, prodotti locali, acqua e salviette rinfrescanti. Se invece si desidera visitare le Cook, a Rarotonga è possibile soggiornare presso due boutique hotel: il Little Polynesian, piccolo e raccolto, dai colori pastello; e il Te Vakaroa Villa, un complesso di ville di lusso situate fronte laguna; ad Aitutaki, invece, Hotelplan propone l’Etu Moana, composto da 10 sistemazioni dotate di angolo cottura e beach front. A Rarotonga un assistente parlante italiano accompagna gli ospiti durante le escursioni alla scoperta della cultura Maori. Non poteva mancare la Nuova Caledonia, dove si può ammirare la laguna più grande al mondo e una barriera corallina seconda solo a quella australiana. E' possibile scoprire questa terra, con un avventuroso nuovo self drive, "Viaggio alla scoperta della Grande Terra", un viaggio di 10 giorni/9 notti in libertà, con alcuni pernottamenti in lodge, sull'isola Grande Terre. [post_title] => Hotelplan, arriva il nuovo catalogo Oceano Pacifico [post_date] => 2017-04-06T15:25:42+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491492342000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275075 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aprirà il prossimo 2 maggio un bando da 32 milioni di euro per finanziare interventi di riqualificazione su alberghi, bed & breakfast, ristoranti ed esercizi pubblici in Lombardia. Lo ha annunciato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini: «È la misura più importate della legislatura in questo ambito e arriva dopo un anno straordinario per il turismo. Il 2016 rappresenta infatti l’anno del successo internazionale del Floating Piers sul Lago d’Iseo, l’anno dell’affermazione della nostra grande vocazione turistica e, soprattutto, l’anno della svolta politica e amministrativa che abbiamo voluto imprimere a questo settore, che è uno degli ambiti più promettenti e in crescita dell’economia lombarda. Abbiamo predisposto una serie di misure organiche rivolte agli operatori per accompagnarli a consolidare questo trend positivo in un cammino dove la qualità delle strutture ricettive gioca una partita determinante. Per migliorare l’accoglienza stiamo inoltre rivoluzionando i nostri punti informativi sul territorio e offrendo agli operatori un percorso innovativo di formazione. E con uno stanziamento di ben 32 milioni di euro – ha concluso Parolini – completiamo questa prospettiva di cambiamento, presentando oggi agli imprenditori del settore l’opportunità di ricevere contributi fino a 40mila euro, a fondo perduto, per finanziare i loro progetti di riqualificazione». I destinatari del bando sono strutture ricettive alberghiere, extra-alberghiere gestite in forma imprenditoriale, ivi compresi i bed & breakfast, e pubblici esercizi intesi come attività dei servizi di ristorazione (bar, ristoranti, street food). I progetti di riqualificazione devono riguardare: enogastronomia & food experience; Natura & green; Sport & turismo attivo; Terme & benessere; Fashion e design; Business congressi & incentive. Spese ammissibili: arredi, impianti, macchinari, attrezzature, strutture (piscine, aree verdi, dehors, zone fitness); acquisto e installazione di hardware, software o tecnologie innovative; opere edili-murarie e impiantistiche. Contributo a fondo perduto: 40% dell’investimento ammissibile, fino ad un massimo di 40 mila euro, 15 mila per i bed & breakfast (investimento minimo di 20 mila euro). Le domande di contributo potranno essere presentate dalle ore 12 del 2 maggio 2017 fino ad esaurimento risorse attraverso il portele SiAge di Regione Lombardia. Maggiori dettagli sul bando sono disponibili a questo link. [post_title] => Lombardia, bando da 32 milioni per strutture ricettive e ristoranti [post_date] => 2017-04-06T15:25:26+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491492326000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 274930 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Club Med rafforza la sua offerta di alta gamma con il rinnovamento del resort 4ψ di Opio En Provence, situato nel Plateau de Valbonne, tra le colline provenzali del sud della Francia. Molte le novità che accoglieranno i clienti del resort francese per la stagione 2017, tra servizi rinnovati nei ristoranti e nelle camere, con la costruzione di nuovi balconi in vetro e un comfort abitativo ancora maggiore. Ma su tutto spicca la collaborazione con il Cirque du Soleil, già partner di successo per la struttura di Punta Cana (Repubblica Dominicana), che arriva per la prima volta in Europa per firmare Creactive, la scuola di circo di Opio. Grazie al supporto di G.O. professionisti preparati direttamente dallo staff del Cirque du Soleil – i Gentils Circassiens, secondo il vocabolario Club Med – grandi e piccini (dai 4 anni di età) potranno cimentarsi in un ampio ventaglio di attività acrobatiche: trampolino, high bungee, doppio trapezio volante, corsi di aerial silk e di equilibrio sulla corda ma anche in attività artistiche come il mask painting, la giocoleria, le percussioni e la danza. Più di 25 attività da sperimentare durante tutto l’arco dell’anno. Per gli amanti del mare, Club Med Opio en Provence offre un'altra novità: i clienti avranno la possibilità di fare un’escursione in una spiaggia esclusiva situata a Mandelieu (Costa Azzurra), distante circa 40 minuti dal resort e raggiungibile con transfer dedicato. Questa escursione arricchisce ulteriormente il ventaglio di proposte già disponibili, che comprende visite ai paesini provenzali di Grasse, Saint Paul de Vence, Nizza, Cannes e Saint Tropez. Opio en Provence offre inoltre un'area zen con piscina dedicata, dove rilassarsi nel silenzio assoluto e club per bambini dai 4 anni ai 17 anni, dove esperti G.O. si prenderanno cura dei più piccoli all’insegna di una vacanza senza pensieri. La stagione estiva a Opio sarà gestita dall’italiano Michele Staiano, in Club Med dal 1987, che avrà il compito di dirigere il resort e accompagnare il lancio delle importanti novità della stagione. [post_title] => Il Club Med Opio en Provence si rinnova con Cirque du Soleil [post_date] => 2017-04-05T15:38:15+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491406695000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 274912 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con un party alla Fabbrica del Vapore di Milano riservato alle agenzie di viaggio, Sportful Travel ha presentato la sua offerta di viaggi su misura che hanno come denominatore comune la passione per lo sport. Il tour operator fondato da Valeria Mantelli, che da settembre in poi ha previsto altri eventi dedicati al trade, annovera tra le destinazioni di punta gli Stati Uniti con proposte sci in Colorado, seguite da Maldive e Seychelles con programmi dedicati alle immersioni subacquee e alle crociere in barca a vela, ma anche lo Sri Lanka per appassionati di kite surf (da segnalare in proposito le tariffe super convenienti del periodo invernale). Seguono  Namibia, Madagascar, Repubblica Dominicana e isole della Grecia, Nuova Zelanda e Argentina, sempre all'insegna dello sport e delle attività all'aria aperta. Sportfultravel organizza inoltre vacanze nelle più belle destinazioni italiane come la Costiera Amalfitana, le Dolomiti e la Sicilia, con proposte - anche di due o tre giorni - come la traversata del Monte Bianco oppure le immersioni a Ustica. Dal tour nel deserto della Namibia al Triangolo d’Oro in Thailandia, dai soggiorni mare alle Maldive o a Barbados, le attività disponibili sono tantissime: bicicletta, climbing, equitazione, golf, kitesurf, pesca, safari, sci e snowboard, surf, trekking, vela e yacht, windsurf e molto altro. Tra i programmi già messi a punto per l'estate segnaliamo Santo Domingo - Cabarete per kiters da 1.190 euro a persona (7 notti Hb con volo), le vacanze per single in barca a vela in Costiera Amalfitana, Isole Flegree e Isole Pontine da 650 euro a persona, il tour tra parchi e mare in California (19 notti in hotel più auto a noleggio e trasferimenti da 2.500 euro a persona) e il diving nelle Filippine da 1.225 euro, con un pacchetto di 10 immersioni. Per prenotazioni contattare: booking@sportfultravel.com [post_title] => Sportfultravel, dallo sci alla barca a vela in tutto il mondo [post_date] => 2017-04-05T15:10:49+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491405049000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti