20 July 2019

iMontBlanc Magazine, tutto sull’estate a Courmayeur e dintorni

[ 0 ]

Skyway Monte BiancoDiffusa in questi giorni l’edizione estiva di iMontBlanc Magazine, la rivista per chi ama il Monte Bianco (versione sfogliabile on-line a questo indirizzo: https://goo.gl/UJ12r3), con tutte le news dell’estate a Courmayeur e dintorni. Gianluca Martinelli, editore e coordinatore di iMontBlanc, riporta nell’editoriale le caratteristiche di questo progetto:
«Il desiderio è di raccontare con belle immagini tutto ciò che è interessante nella zona italiana del Monte Bianco. Un’impresa affascinante ma impegnativa: non bastano le parole, non bastano le pagine (oltre 200) a raccontare questa meraviglia. Per questo, il numero estivo appare quasi come un libro, un volume fotografico, con la raccolta delle proposte di stagione di Courmayeur e delle meravigliose valli adiacenti, celebrate d’inverno ma non meno interessanti d’estate. Partite con noi alla scoperta del trekking con il Tour du Mont Blanc tra Italia, Francia e Svizzera, della spettacolare SkyWay, delle terme e della passerella panoramica di Pré Saint Didier, del golf incantato in Val Ferret, della pesca nei laghi e dei sorprendenti Vini Eroici. Non perdetevi gli avvenimenti sportivi e culturali: dalla SkyRace a Lamontblanc di ciclismo, dall’Enduro Mtb al Festival delle Nuove Vie.  Nelle pagine dedicate al “Top Living” si trova invece una rassegna delle eccellenze immobiliari e di arredo, oltre ai migliori alberghi, ristoranti e negozi in questa zona». iMontBlanc Magazine, in maxi formato (23 x 33 cm), è distribuito gratuitamente in oltre 140 punti selezionati ed è collegato alla App iMontBlanc, la guida gratuita per telefonini più diffusa e apprezzata in questa zona.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353901 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Due esperienze da vivere 'con il naso all'insù'. È la proposta alle agenzie di viaggi  fatta da 4 Winds, con focus su Islanda e Giordania. Per l'isola dei geyser l'operatore romano propone un programma di 5 giorni, dall'1 al 5 novembre, con volo Neos diretto da Roma a Reykjavik e due declinazioni diverse. "Un normale city break a Reykjavik - spiega Franco Fenili, direttore generale -, che comprende 4 pernottamenti e 4 escursioni, e un tour del Sud dell'isola, che include due pernottamenti in provincia e due a Reykiavik".  L'Islanda, unica nel suo genere, è un'isola caratterizzata da spettacolari paesaggi con vulcani,  acque termali calde, campi di lava e imponenti ghiacciai. "Nonostante la latitudine, grazie alla corrente del golfo, gode di un clima meno freddo di quanto si possa immaginare. D'inverno infatti la temperatura media si aggira intorno allo zero".  La seconda destinazione proposta è la Giordania. "Cogliamo l'occasione per mettere in risalto i nostri programmi di gruppo in partenza ogni settimana da Roma con voli Royal Jordanian, programmi che prevedono la sosta per una notte in campo tendato nel deserto del Wadi Rum, permettendo così di ammirare una volta stellata tra le più belle al mondo". Queste iniziative hanno la durata di una settimana e, oltre al deserto, includono la visita di Amman, Madaba, Monte Nebo, Beida, Petra, il Mar Morto, Jerash, i Castelli del Deserto, con possibilità di estensioni ad Awaba, sul Mar Rosso. La proposta prevede tour privati, con auto a noleggio, combinati con estensioni a Gerusalemme e altre possibilità visionabili sul sito dell'operatore.     [post_title] => Le esperienze 'con il naso all'insù' di 4 Winds [post_date] => 2019-05-31T15:45:25+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559317525000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353858 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Garibaldi Hotels, gruppo alberghiero con sede a Ostuni, in Puglia, si aggiudica il premio Industria Felix – La Puglia che compete. La società, che conta 10 strutture ricettive tra alberghi, villaggi, resort e dimore storiche in Puglia, Trentino, Sicilia e Sardegna,  si è distinta tra le eccellenze del tessuto turistico ed economico pugliese e sarà premiata questa sera, venerdi 31 maggio, presso L’Acaya Golf Resort, in provincia di Lecce,  in occasione della prima edizione di Industria Felix - L’Industria turistica pugliese che compete organizzata da Industria Felix Magazine, in collaborazione con Pugliapromozione, Cerved, Università Luiss Guido Carli. Garibaldi Hotels, in relazione ai bilanci dell’anno fiscale 2017, è risultata infatti tra le migliori per performance gestionali e affidabilità finanziaria perché rispetta l’algoritmo di competitività di Industria Felix ed è solvibile o sicura rispetto al Cerved Group Score, l’indicatore di affidabilità finanziaria di Cerved, una delle principali agenzie di rating in Europa. La società guidata da Egidio Ventimiglia, amministratore delegato, e Fabrizio Prete, direttore generale, si è imposta tra le 104 aziende che saranno premiate a seguito dell’indagine giornalistica condotta da Industria Felix Magazine e Ufficio Studi Cerved Group che hanno analizzato i bilanci dell’anno fiscale 2017 di oltre 12.000 società di capitali con sede legale in Puglia. [post_title] => Garibaldi Hotels tra le eccellenze con il premio Industria Felix-La Puglia che compete [post_date] => 2019-05-31T11:55:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559303736000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353582 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Produzioni, tradizioni e genuinità si incontrano al Vallebio Festival, che si terrà nei giorni 1 e 2 giugno a Varese Ligure, nel cuore del Biodistretto della Val di Vara La Valle del biologico. Una due giorni che lascia spazio agli stand degli espositori-produttori, lungo le vie centrali del paese che si stringono intorno al maestoso castello dei Fieschi, teatro di diversi appuntamenti. Previsti numerosi laboratori per adulti e bambini grazie ai quali confrontarsi e magari cimentarsi direttamente nelle  attività agricole o di trasformazione, come ad esempio occuparsi della semina o  fare il formaggio. Sabato sera è all'insegna della risata tutta ligure, con il cabaret nel Borgo Rotondo  di Enrique Balbontin e Andrea Ceccon. Per l'assessore all'agricoltura Stefano Mai : «Il biologico rappresenta  una delle eccellenze liguri che dobbiamo sostenere e promuovere. – dice – Iniziative di questo genere  contribuiscono a rilanciare il sistema dell'agricoltura ligure, composto  da molti piccoli produttori che possono garantire un livello di qualità altissimo, ma che hanno bisogno di fare filiera. Ciò vale anche per le produzioni biologiche».  L’assessore al turismo Gianni Berrino ha posto l’accento sull’importanza dell’attività biologica anche sul versante turistico: «Quella del Festival è un’idea magnifica, perché il biologico, specie nella sua terra naturale, assume una valenza importante dal punto di vista territoriale e turistico». Simone Sivori, vicepresidente del Biodistretto e sindaco di Zignago, uno dei sette Comuni del Distretto, puntualizza: «L'evento racchiude l'anima di sette Comuni, uniti dalla bellezza di territorio ed ambiente e dimostra le loro grandi potenzialità, che è importante possano  contare su infrastrutture adeguate, indispensabili anche per un  rilancio turistico della zona».       [post_title] => Liguria, 1-2 giugno Vallebio Festival per incentivare l'attività turistica [post_date] => 2019-05-29T12:42:42+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559133762000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353585 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mostre, concerti, fuochi d’artificio, musica in piazza e visite nei palazzi istituzionali. Così la Liguria celebra la festa della Repubblica. Il 2 giugno torna a Genova Palazzi svelati, l’apertura al pubblico, con molte novità, di ventotto sedi istituzionali normalmente chiuse al pubblico.  Grande attesa per l’apprezzatissima apertura del Palazzo della Regione Liguria, che quest’anno oltre alla collezione tradizionale, ospita due antiche copie del Caravaggio, una inedita e di eccezionale valore artistico, l’altra un capolavoro del grande pittore seicentesco Bernardo Strozzi. In tutta la città numerose le possibilità di entrare in luoghi di solito riservati agli addetti ai lavori come il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Forte San Giuliano, i depositi di Palazzo Bianco. Una grande giornata di festa che si concluderà nel cuore cittadino, nella suggestiva cornice di Piazza de Ferrari, dove a partire dalle 18.30 si brinderà con vino e focaccia, al ritmo di Radio Babboleo.  La giornata verrà coronata dai tradizionali e spettacolari fuochi d’artificio che alle 21.30 illumineranno il cielo di Genova. Tra i Palazzi aperti la Capitaneria di Porto (Via Magazzini Generali - Apertura dalle 9.00 alle 12.30); Complesso Monumentale Sant'Ignazio (Via S. Chiara, 28 r - Apertura dalle 10.00 alle 19.00 con visite guidate al Complesso Monumentale (ore 10,12,14,16,18) ed illustrazione di tecniche di restauro su documenti); Istituto Idrografico della Marina Militare (Passo dell’Osservatorio, 4 - Apertura dalle 9.30 alle 12.30 con visite guidate); Palazzo della Borsa (Via XX Settembre, 44 - Apertura dalle 15.00 alle 22.00). [post_title] => Genova, il 2 giugno Festa della Repubblica torna Palazzi Svelati [post_date] => 2019-05-29T12:42:23+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559133743000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353589 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal 30 maggio e fino all’8 settembre riprende il collegamento tra  Napoli e le Isole Eolie, con grandi novità, tra cui il restyling degli interni dell’unità veloce Snav e l’introduzione dell’Easy Boarding, che consente l’accesso diretto a bordo con la sola visualizzazione del biglietto dallo smartphone. «Sono orgoglioso di questa innovazione tecnologica - commenta Giuseppe Langella, direttore generale Snav - che porta i servizi della compagnia ad alti livelli, offrendo un prodotto molto richiesto da una clientela sempre più smart ed esigente». Per il lancio del servizio è previsto uno sconto del 50% (escluso supplementi e i diritti e valido su viaggi effettuati entro il 31 luglio) sui biglietti acquistati sul sito della compagnia, www.snav.it oppure contattando  il call center allo 081.4285.555 o in alternativa recandosi presso la propria agenzia di fiducia, utilizzando il codice sconto EOLIE2019, sconto valido fino al 31 maggio. [post_title] => Snav, riparte il collegamento tra Napoli e le Isole Eolie [post_date] => 2019-05-29T10:31:39+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559125899000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353411 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ostello Bello organizza per la prima volta un viaggio, accompagnando due gruppi di partecipanti alla scoperta della sua seconda casa: il Myanmar. Dodici giorni in giro tra i luoghi, le persone e i sapori di questa terra dove la catena di ostelli milanese è presente con quattro strutture. Il viaggio toccherà Yangon, Mandalay, Bagan e Inle Lake, usando come base le case di Ostello Bello e dando la possibilità di vivere la filosofia di viaggio di Ostello insieme ai ragazzi dello staff. Due i periodi di viaggio, dal 25 luglio all’6 agosto il primo e dall’8 al 20 agosto il secondo, a un prezzo più che competitivo (699 euro escluso i voli), che comprende spostamenti interni e soggiorni, drink in omaggio, tasse, cibo, escursioni e intrattenimenti. Il ritrovo sarà alla Shwedagon Pagoda di Yangon, dove il gruppo si formerà, per poi spostarsi a Mandalay, capitale commerciale del Paese e città ricca di spiritualità. Dopo alcuni giorni, si ripartirà alla volta di Bagan con la sua leggendaria Valle dei templi per completare il viaggio nell’incantevole area di Inle Lake, dove assaporare a pieno la vita quotidiana, i rituali e le tradizioni del popolo del Myanmar. Ai partecipanti sarà data l’opportunità di vivere alcune esperienze assolutamente uniche, possibili grazie alla profonda conoscenza del Paese di chi lavora negli Ostelli del Myanmar ormai da anni. «La filosofia di viaggio di Ostello Bello - commenta  Carlo dalla Chiesa, a.d. di Ostello Bello - è diversa da quella dei tour organizzati e delle vacanze-safari: questa nuova serie di viaggi vuole regalare a chi la vivrà con noi non solo la conoscenza dei luoghi del Myanmar che amiamo di più, ma l’esperienza e il valore dell’essere viaggiatori, non turisti, per assaporare al meglio le bellezze e le ricchezze dei paesi che ci ospitano ed entrare davvero in contatto con persone, usanze, culture e modi di vivere». [post_title] => Ostello Bello lancia i viaggi alla scoperta del Myanmar [post_date] => 2019-05-27T15:35:58+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558971358000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353313 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_353316" align="alignleft" width="300"] La facciata dell'Nh Capri[/caption] Nh Hotel Group gestisce due hotel che a La Avana rappresentano “qualcosa”: Nh Capri e Nh Collection Victoria La Habana. Sono due strutture di proprietà del gruppo Gran Caribe che offrono, per la ottima posizione, vista accattivante sia sulla città che sull'Oceano, ma soprattutto una posizione centrale nel cuore del quartiere del Vedado, luogo ideale per i viaggiatori d'affari e per chi è interessato a godersi il Malecón, interagendo con gli abitanti della capitale, restando sedotti dalle notti habanere. Un grande “classico” è l’ Nh Capri, 4 stelle, che nasce nel novembre 1957, combinando il suo stile anni '50 con il comfort e la modernità contemporanea, grazie ai tanti lavori di ristrutturazione subiti. L’offerta è di 220 camere spaziose e luminose, completamente attrezzate; due ristoranti, tre bar, piscina, sale per eventi, business center e servizi esclusivi che si trovano nei quattro piani dedicati all’executive plan. Uno degli hit del suo eccellente restauro è il ristorante selezionato La Florentina. [caption id="attachment_353317" align="alignright" width="300"] L'Nh Victoria Collection La Habana[/caption] L’altro gioiello di Nh è il piccolo, elegante e accogliente 4 stelle Nh Victoria Collection La Habana, consigliato soprattutto agli uomini d'affari, turisti e coppie in viaggio di nozze. L’hotel inaugurato il 14 Luglio 1928 si trova in un edificio sobrio dell'inizio del secolo scorso, in contrasto con i suoi arredi minimalisti e le decorazione d'interni . Dispone di 31 camere confortevoli e ben attrezzate, piscina, lobby bar e offre la connessione Wi-Fi in tutte le sue aree e una cucina squisita che ne arricchiscono il soggiorno. [post_title] => Nh Hoteles: la tradizione dell'hotelerie hispano/habanera [post_date] => 2019-05-27T11:39:14+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => fiereeventi ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Fiere&Eventi ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558957154000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353252 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una masseria polo di arte contemporanea su una collina che guarda a Matera, in Basilicata, tra infiniti campi di grano, lenticchie e un uliveto biologico. Rinata nel 2016 per mano dei fratelli baresi Fausta e Gianlorenzo Bolettieri, nel segno della buona accoglienza e della residenza per artisti, Fontana di Vite fu costruita nella seconda metà del 1700 in una delle tenute dei conti Gattini. A 7 chilometri dall’incanto delle chieste rupestri e dei Sassi d’argento di Matera, ha conosciuto il suo primo momento di celebrità nel 1975, quando il fotografo Beni Trutmann si trovò a passare tra queste colline al seguito di una Fiat 126 gialla. Lo svizzero fece qualche buono scatto. La Masseria apparve sulla pagina del mese di maggio del calendario Fiat di quell’anno in compagnia dei mulini olandesi e dei fari di Bretagna. Per Fontana di Vite, il progetto di recupero in chiave di ospitalità prende forma nel 2014 per volontà di mamma Annamaria Lorusso e papà Roberto Bolettieri.  La passione per l’arte contemporanea dei giovani proprietari della masseria fa nascere, nel 2018, il progetto Matera Artist Residency. Il suo scopo è fare dell’antica masseria lucana un hub culturale e un polo di arte contemporanea offrendo la possibilità, due volte l’anno, ad artisti da tutto il mondo, di alloggiare in masseria e lavorare nei grandi capannoni dove si essiccava il tabacco, con l’accordo di lasciare almeno un’opera d’arte al parco scultoreo della Masseria. Fontana di Vite ha 15 camere doppie di cui 1 suite e 1 junior suite distribuite tra il corpo principale e il fabbricato di “lamielle”, dotate di tv, minibar, aria condizionata, wifi e possibilità di letti aggiunti. La Masseria propone un ricco ventaglio di visite guidate a Matera e dintorni, lezioni di cucina, tour e noleggio biciclette e, in autunno, una partecipazione alla raccolta delle olive. I prezzi partono da € 80 per la camera doppia, in pernottamento con la prima colazione.   [post_title] => Masseria Fontana di Vite, come immergersi nella storia e scoprire Matera [post_date] => 2019-05-27T10:48:58+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558954138000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353241 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Il 2019 sarà l’anno della stabilizzazione: avevamo pianificato un +6% di crescita e ora siamo ad un +3%. La priorità adesso è quella di stabilizzare tutti i punti operativi e il focus principale è quello che guarda alla profittabilità». Steffen Weinstok, senior director sales Italia e Malta del Gruppo Lufthansa traccia i contorni caratterizzanti dell’anno in corso per il nostro mercato, «un mercato che cresce, anche se i prezzi aumentano e ci sono sono rotte penalizzate da un eccesso di capacità. «Tutte le grandi compagnie - anche low cost - si sono rese conto in questi primi tre mesi dell’anno che creare la crescita è una cosa, ma quando non è più profittevole occorre prendere provvedimenti. Sicuramente in seguito ci saranno opportunità ulteriori, ma noi possiamo aspettare». Sempre in piano il ruolo di Ndc: «Crediamo fortemente in questa tecnologia che una volta di più si dimostra fondamentale per gestire al meglio la vendita di prodotti diversi a tariffe diverse. E sì, in Italia ci saranno passi avanti anche quest’anno». [post_title] => Weinstok, Lufthansa sull’Italia: «Capacità a +3%, ora stabilizziamo» [post_date] => 2019-05-24T14:51:37+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558709497000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti