21 April 2019

Futourist, verso un turismo sostenibile per valorizzare le montagne meno note

[ 0 ]

Al via il progetto “Futourist” Itat 2011, finanziato da Interreg V-A Italia Austria 2014-2020 (Fondi Fesr), realizzato dalla Camera di Commercio di Treviso-Belluno in collaborazione con i partner transfrontalieri Comune di Asiago e Tiroler Umweltanwaltschaft.
Si tratta di un progetto che cercherà di valorizzare le località alpine meno note e sconosciute al turismo di massa che si prestano perfettamente a nuovi format turistici, promuovendo un tipo di turismo “soft”, emozionale e tematico, che va di pari passo con la cura e la conservazione dei preziosi gioielli della natura e con l’educazione ambientale. 
Futourist si pone quindi l’obbiettivo di aumentare il numero di arrivi nell’area individuata dal progetto attraverso la promozione dell’asset transfrontaliero di itinerari tematici. All’interno di sette aree selezionate (tre in provincia di Belluno, una ad Asiago e tre in Tirolo) saranno infatti promossi 40 itinerari ed azioni tematiche, di interesse naturale, culturale, paesaggistico ed enogastronomico da valorizzare attraverso le attività progettuali.
Le destinazioni turistiche coinvolte del Veneto sono Asiago, Dolomiti Prealpi, Alpago ed Agordino, mentre quelle del Tiroler Umweltanwaltschaft sono le aree pilota di Brandenberg, Tiroler Gailtal e Tiroler Oberland.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti