20 July 2019

Cilento in bici e tarantella con la Fiab

[ 0 ]

il-cilento-in-bici-01Fiab organizza dal 22 al 28 agosto il viaggio in bici “Cilento bike e tarantella” in cui le escursioni in bicicletta (ma anche in barca e a piedi) a contatto con la natura, con il mare e con i siti archeologici e culturali, si alternano a laboratori e serate di musica e danza a cura di Folk Italia, per vivere e apprendere la tarantella irpina, la cilentana, le ballarelle del matese, le ballarelle della terra di lavoro e dell’alta Ciociaria. Non manca un’attenzione speciale ai sapori e alle tradizioni gastronomiche e culinarie del Cilento. La sistemazione è in campeggio a Marina di Camerota e, tra le escursioni in bici incluse nel programma settimanale, quelle a Maratea, Pozzallo, Cala Bianca, Porto Infreschi, promontorio di Capo Palinuro e grotte, spiaggia del Mingardo al tramonto, Parco archeologico di Velia, Certosa di Padula e grotte di Pertosa, grotte dell’Area Marina Protetta, Marina di Camerota/Licusati, Paestum. La quota di partecipazione individuale è di 550 euro e include: sistemazione in campeggio per sei notti con tenda autonoma, 5 cene e due pranzi/degustazioni, corsi di danza, due serate musicali, incontri con ricercatori ed esperti della tradizione, ingresso ai siti archeologici, grotte di Pertosa e Certosa di Padula, supporto furgone per le escursioni e trasporto bagagli in pulmino, passaggi in treno e in pullman per le escursioni ove necessari, guide accompagnatrici e accompagnatore Fiab. Il BiciViaggio “Cilento bike e tarantella” è organizzato con la direzione tecnica di Top Travel Team e la collaborazione logistica di Fiab Camerota Cilentoinbici.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353759 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Clima mite tutto l’anno, offerta enogastronomica invitante, lunghe distese di sabbia e imponenti faraglioni: queste sono solo alcune delle meraviglie che il Portogallo regala, anche per una vacanza a misura di bambino. Ci sono moltissimi motivi per cui vale la pena organizzare una vacanza in Portogallo con la famiglia al completo. Ecco 5 idee alternative per scoprire il fascino portoghese insieme ai più piccoli. In Portogallo non è necessario recarsi al mare per trascorrere delle ore in acqua: in questo meraviglioso paese è possibile svagarsi nei numerosi parci acquatici sparsi su tutto il territorio e vivere esperienze mozzafiato su scivoli acquatici. L’Algarve ospita i parchi acquatici più popolari, come Slide & Splash e Aqualand Big One. Lo Zoomarine di Albufeira, sempre in Algarve, è, invece, un parco acquatico dove, tra uno scivolo e l’altro, delfini, leoni marini e foche intrattengono i turisti con spettacoli scenografici. Capitale cosmopolita, Lisbona rappresenta una meta che offre numerose attività capaci di soddisfare i turisti di ogni età. E' una città tutta da scoprire, a piedi o, perché no, in tram. Uno dei modi più autentici per visitare i quartieri tipici è, infatti, il tram numero 28, che percorre su e giù le vie più caratteristiche della città in vero stile portoghese. Al di fuori dei centri urbani, la bellezza di questo paese si rivela in tutta la sua varietà e un modo alternativo per visitare luoghi lontano dai classici circuiti turistici è organizzare un tour in bici.  Si possono percorrere diversi itinerari, ma l’Ecovia do Litoral è, senza dubbio, uno dei migliori percorsi che attraversa l’Algarve. Le Azzorre non sono solo sinonimo di relax e natura incontaminata, sono anche uno dei maggiori santuari al mondo di balene. Le loro acque, infatti, sono popolate da oltre 24 tipi diversi di cetacei ed esistono delle basi, sparse nelle 9 isole che compongono l’arcipelago. In Portogallo il surf è un tema serio.  Le località più note sono, senza dubbio, Nazaré, luogo ricercato dai surfisti più audaci e dove è stata cavalcata l’onda più alta in assoluto – 35 metri di altezza - ma anche Carcavelos, Ericeira o Peniche. Proprio qui, si trova un camp per impavidi bambini e ragazzi che vogliono imparare a sfidare le onde dell’Oceano. Non sarà difficile capire come il surf in Portogallo non è semplicemente uno sport, ma un vero e proprio stile di vita e i turisti che, anche solo per un giorno, abbracciano questo sport si sentiranno parte di questa popolazione solare.  [post_title] => Portogallo a misura di bambino, dai parchi ai bike tour fino al surf [post_date] => 2019-05-31T09:58:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559296689000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353252 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una masseria polo di arte contemporanea su una collina che guarda a Matera, in Basilicata, tra infiniti campi di grano, lenticchie e un uliveto biologico. Rinata nel 2016 per mano dei fratelli baresi Fausta e Gianlorenzo Bolettieri, nel segno della buona accoglienza e della residenza per artisti, Fontana di Vite fu costruita nella seconda metà del 1700 in una delle tenute dei conti Gattini. A 7 chilometri dall’incanto delle chieste rupestri e dei Sassi d’argento di Matera, ha conosciuto il suo primo momento di celebrità nel 1975, quando il fotografo Beni Trutmann si trovò a passare tra queste colline al seguito di una Fiat 126 gialla. Lo svizzero fece qualche buono scatto. La Masseria apparve sulla pagina del mese di maggio del calendario Fiat di quell’anno in compagnia dei mulini olandesi e dei fari di Bretagna. Per Fontana di Vite, il progetto di recupero in chiave di ospitalità prende forma nel 2014 per volontà di mamma Annamaria Lorusso e papà Roberto Bolettieri.  La passione per l’arte contemporanea dei giovani proprietari della masseria fa nascere, nel 2018, il progetto Matera Artist Residency. Il suo scopo è fare dell’antica masseria lucana un hub culturale e un polo di arte contemporanea offrendo la possibilità, due volte l’anno, ad artisti da tutto il mondo, di alloggiare in masseria e lavorare nei grandi capannoni dove si essiccava il tabacco, con l’accordo di lasciare almeno un’opera d’arte al parco scultoreo della Masseria. Fontana di Vite ha 15 camere doppie di cui 1 suite e 1 junior suite distribuite tra il corpo principale e il fabbricato di “lamielle”, dotate di tv, minibar, aria condizionata, wifi e possibilità di letti aggiunti. La Masseria propone un ricco ventaglio di visite guidate a Matera e dintorni, lezioni di cucina, tour e noleggio biciclette e, in autunno, una partecipazione alla raccolta delle olive. I prezzi partono da € 80 per la camera doppia, in pernottamento con la prima colazione.   [post_title] => Masseria Fontana di Vite, come immergersi nella storia e scoprire Matera [post_date] => 2019-05-27T10:48:58+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558954138000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353127 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mare, divertimento e gastronomia: ecco l'estate tra la Costa Daurada e Terres de l’Ebre. A solo un’ora da Barcellona troviamo la Costa Daurada: oltre ad essere desiderata da chi ama andare in bici, ha delle caratteristiche uniche: Cambrils è di fatto la capitale gastronomica  mentre Calafell è molto apprezzata dalle famiglie. Ottantuno chilometri di costa con 60 spiagge di sabbia fine e dorata formano il versante marittimo. La Costa Daurada è una destinazione ideale per la famiglia anche per la presenza del PortAventura World, uno dei parchi divertimento più grandi d’Europa e di cui fanno parte il PortAventura Park e il PortAventura Caribe Aquatic Park. E poi c’è il il Ferrari Land, l’unico parco in Europa dedicato al cavallino rampante. Il massiccio della Serra del Montsant, nella regione del Priorat, è invece simbolo di turismo sostenibile. Questo comprensorio è una vera e propria Cattedrale del Vino: comprende la DO Montsant e la DOQ Priorat, con prevalenza delle varietà di Cannonau Rosso e Carignana, con cui sono elaborati alcuni dei vini più pregiati del mondo. Ad essi bisogna aggiungere vini e spumanti delle DO Tarragona, Penedès, Conca de Barberà e Cava. Infine Tarragona, città Patrimonio Unesco, ma anche i monasteri cistercensi e Reus, la città di Gaudí e del Vermouth. Scoperta la Costa Daurada, la tappa è d’obbligo nelle Terres de l’Ebre, paradiso per gli amanti della natura, adatte per gli amanti del turismo slow. Le famiglie possono godere della bellezza e della vivacità del Parco Naturale del Delta: tante le attività che possibile svolgere, tra cui il bird watching, tour in bici ed escursioni in battello.  È una zona nota per la produzione del riso del Delta, la cui coltivazione è una delle attività agricole più importanti insieme ad agrumi, miele e vino. Dal 2013 la maggior parte del territorio delle Terres de l’Ebre è stato qualificato “Riserva della Biosfera”, un riconoscimento alla qualità di tutto l’ecosistema di cui l’Ebro è la spina dorsale, un fiume vivo e a tratti navigabile che svolge un ruolo di grande rilevanza. Ha ricevuto inoltre il riconoscimento Top 100 Sustainable Destinations, una delle 100 migliori destinazioni turistiche sostenibili del mondo. [post_title] => Catalunya, l'estate tra Costa Daurada e Terres de L'Ebre [post_date] => 2019-05-24T10:23:41+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558693421000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352955 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352956" align="alignleft" width="300"] L'albero della Luce[/caption] A completare l'arredamento d'avanguardia che caratterizza il Cocoon, resort di Azemar nell'isola di Ookolhufinolhu, atollo di Lhaviyani alle Maldive, vi sono diverse opere d'arte davvero uniche. Un esempio è l'installazione “Light” di Tomaso Schiaffino, art director di Bellaria Design, azienda specializzata in "mobili illuminati e prodotti di design unici": l'Albero della luce di Bellaria Design, presentato nel film vincitore del premio Oscar "The Great Beauty", è un'innovazione top-rated di Cocoon. Progettato e realizzato esclusivamente in Italia, l'Albero della luce ha ricevuto grande plauso. Ispirate come sono queste innovative installazioni luminose agli alberi, esse sono particolarmente apprezzate dagli ospiti per scatti degni di figurare nelle top di Instagram. [caption id="attachment_352957" align="alignright" width="300"] Tree of Wellbeing" di MyEquilibra[/caption] Responsabile dello sviluppo di Cocoon dalle sue primissime fasi, è Simona Fabini: capo architetto di Cocoon, vent’anni di esperienza alle spalle in progetti residenziali e turistici, ha guidato lo sviluppo di Cocoon, trasformandolo in quello che conosciamo oggi. Il suo talento è responsabile dell'integrazione e dell'armonizzazione dei vari elementi che costituiscono il resort, qui come al Gold Zanzibar Beach House & Spa: una lussuosa struttura a 5 stelle situata nell'isola delle spezie (Unguja) sempre di comproprietà Azemar. Un'altra caratteristica unica di Cocoon è il Tree of Wellbeing di MyEquilibra. Gian Luca Innocenzi e Vito Di Bari integrano l'allenamento all'aperto, la tecnologia, l'arte e la comunità: Tree of Wellbeing è il primo sistema di fitness all'aperto al mondo basato su movimenti istintivi del corpo, integrato in una struttura ispirata alla natura, modellato per emulare un'elegante opera d'arte, con dettagli raffinati, stile e sofisticatezza tecnologica, adatti a Cocoon. E con questo, Cocoon è il primo hotel delle Maldive con una palestra all'aperto completamente attrezzata. [post_title] => Cocoon di Azemar: un successo visivo che arricchisce il primo design resort maldiviano [post_date] => 2019-05-24T09:30:47+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558690247000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352776 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352780" align="alignleft" width="300"] Il ristorante H2O: vetrata panoramica[/caption] H2O, semplicemente la formula dell’acqua. Ma dietro a questa formula chimica c’è il nome dell’underwater restaurant della struttura maldiviana che Azemar propone fra le tante e che, aperta dal 1 marzo, promette di divenire uno dei must dell'arcipelago, fra i più di 120 resort operanti ognuno con le proprie peculiarità, ma difficilmente caratterizzati come grazie alla  personalissima "aura" dello You & Me by Cocoon. Adagiato 6 metri sotto il livello del mare, a circa trecento metri di distanza dal pontile del resort, isolato e raggiungibile sono in barca, offre un raffinatissimo ambiente dove consumare un pranzo o una cena esclusivi, attesi da una brigata di cucina eccellente circondati dalle finestre panoramiche affacciate sul fondo del mare che pullula di pesci multicolori, offrendo scene di vita sottomarina impagabili. [caption id="attachment_352779" align="alignright" width="300"] H2O: Giovanni De Ambrosis, assieme ai due giovani assistenti Daniele Provezza da Brescia, responsabile di H2O e Davide Bassi da Milano[/caption] Si arriva alla club house e, da lì, si scende, dopo avere attraversato una sala di benvenuto, con due rampe di scala a chiocciola o in ascensore, nella sala che prevede 9 tavoli per un totale di 24 coperti. Anche qui Veuve Cliquot declinato con tutti i sapori della raffinata cucina, in un ambiente naturale unico. L’H2O  è un ristorante sottomarino, "primo del suo genere", completamente sommerso, che regala, in un ambiente dagli arredi raffinatissimi sui toni del nero e del grigio, ai commensali, la veduta delle Maldive da sott’acqua, ma perfettamente asciutti, protetti da un guscio di spesso pexiglas, circondati da un mondo che pullula di vita. Un’osservazione stupefacente e privilegiata mentre ci si gode un pasto pregiato, con cinque portate a pranzo e sette a cena (180/280 usd). [caption id="attachment_352811" align="alignleft" width="285"] De Ambrosis presenta il menù. Alle sue spalle Laura Busnari H2O ambassador[/caption] E’ qui che l’equipe coordinata dal corporate chef, Giovanni De Ambrosis, assieme ai due giovani assistenti  Daniele Provezza da Brescia, che si occupa dell' H2O, e Davide Bassi da Milano entrambi venticinquenni e molto promettenti, mette in campo tutta la propria capacità di stupire i commensali con manicaretti molto sofisticati, ancora più apprezzabili per ambientazione, servizio e piacevolezza dei vostri anfitrioni, coordinati dalla deliziosa Laura Busnari, "H2O ambassador", riconoscibile dal papillon, bretelle, All star, tutto rosa. Un esempio di menù? Eccolo... Blinis al caviale Osetra, potage di ceci, gremolada e gamberi reali Plateau royal, olio al placton, citronella e ampolla di mango, di assoluta e unica creazione di De Ambrosis Risotto Carnaroli al tartufo e aragosta della laguna, Intermezzo tropicale al sentore di zenzero, Filetto di branzino con purea di piselli affumicata, Dolce "momento con sorpresa" ai due cioccolati Tutte le portate vengono servite con una colonna musicale “propria”, su un servizio disegnato e fatto produrre appositamente per H20 su idea dello chef, in prezioso vetro, a base di materie prime selezionatissime e fantasiosamente proposte. Il tocco di finezza finale lo dà il dessert servito in due piccole caffettiere con i colori di You & Me, poiché …anche il setting ha il suo peso! Non resta che provare per credere. [gallery ids="352782,352783,352784,352786,352787,352791,352789,352788,352792,352793,352794,352796,352812,352815,352881"]   [post_title] => Allo You & Me Maldives by Cocoon la vera esperienza sottomarina [post_date] => 2019-05-22T14:03:34+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558533814000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352277 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'orgoglio di una Vallata, la Val di Vara, si mette in mostra, esponendo produzioni e tradizioni, con la capacità di coinvolgere direttamente il visitatore-consumatore. E' questo, in sintesi il  Vallebio Festival che si svolgerà nei giorni 1 e 2 giugno 2019 a Varese Ligure, nel cuore del Biodistretto Val di Vara -Valle del Biologico. Gli stand dei produttori saranno allestiti nella piazza e nelle vie centrali della cittadina, che sorge intorno al maestoso castello dei Fieschi. Il maniero per l'occasione sarà visitabile. Molti i laboratori per bambini ed adulti che mostreranno direttamente ai visitatori  come si svolgono alcune delle operazioni dell'attività agricola e zootecnica. Nutrito il calendario di incontri e seminari dedicati a svariati argomenti. Tra gli altri, la birra agricola, il vino naturale e le erbe naturali commestibili. Il Festival, giunto alla seconda edizione, lascerà spazio anche ad una serata di cabaret dal carattere ligure. Il Vallebio è organizzato dal Biodistretto Val di Vara-Valle del Biologico insieme al  Comune di Varese Ligure, con l'adesione della Regione Liguria. I partner sono: AIAB Liguria, Slow Food Liguria, Coldiretti e  UGC     [post_title] => Val di Vara, gli eventi del Vallebio Festival 2019 dal 1° al 2 giugno [post_date] => 2019-05-20T15:29:00+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558366140000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352517 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Presentato ufficialmente il Masterplan definitivo per il rilancio e la riqualificazione dell’isola Palmaria. Il piano ha come obiettivo primario il rilancio e lo sviluppo sostenibile dell’isola a fini turistico ricettivi, nel pieno rispetto di un ambiente di singolare bellezza, particolarmente delicato e fragile nelle sue peculiarità paesaggistiche, dall’immenso potenziale, fino a oggi interessato in maniera marginale dai flussi turistici. Il complesso delle azioni previste dal Masterplan è volto a un rilancio a 360° dell’isola, non solo sotto il profilo turistico-balneare e ricettivo, ma anche dal punto di vista agricolo ed enogastronomico. È previsto inoltre un utilizzo museale e scientifico delle strutture esistenti: la Palmaria è infatti un sito di grande importanza dal punto di vista storico e militare, già da prima dell’Unità d’Italia. Uno dei punti cardine del Masterplan è il potenziamento dell’offerta turistica: il piano prevede infatti il recupero di una serie di immobili che la Marina Militare trasferirà al Comune di Porto Venere. «Si tratta di Forte Cavour, che si trova in vetta all’isola, delle batterie fortificate Umberto I, Schenello, Semaforo, Cala Fornace – spiega il presidente di Regione Liguria Giovannio Toti –, nonché di altri immobili di superficie meno estesa che dovranno essere recuperati e riutilizzati prevalentemente con la modalità dell’ospitalità diffusa. Puntiamo all’aumento dei posti letto sulla Palmaria, ma senza andare nella direzione del turismo di massa. Vogliamo un turismo di qualità per un luogo di immenso pregio, un’isola che a lungo è rimasta poco fruibile, meta di un turismo sporadico e limitato in virtù della presenza militare, e quindi praticamente intatta. Vogliamo rivitalizzare questo luogo riscoprendone la sua storia sotto vari profili, mantenendo l’ambiente inalterato e aprendo l’isola a un turismo non impattante, ma sostenibile, senza un centimetro cubo di cemento in più». [post_title] => Liguria, rilancio e riqualificazione per l’isola Palmaria [post_date] => 2019-05-20T13:21:57+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558358517000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351734 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il 2018 è stato un anno importante per il turismo pugliese: il 14% in più di arrivi di turisti stranieri in Puglia, addirittura il 19% in Basilicata provenienti soprattutto da Germania, Francia, Usa e Regno Unito. In occasione del meeting “Incoming Salento e Sud Italia: risultati e prospettive”, organizzato dalla Fiavet Puglia e dalla Fiavet Campania e Basilicata nel Robinson Club Apulia di Marina di Ugento (Le) con il supporto assicurativo della “B&T Insurance” di Marcello Alesse - Roma, sono stati messi in risalto dati e punti di forza. All’evento hanno partecipato importanti esperti del turismo del Meridione. Tra loro  Ivana Jelenic, presidente Fiavet Nazionale, Roberto Micera, Ricercatore Cnr- Iriss, Valentina Della Corte, Ordinaria di Economia e gestione Imprese nell’Università Federico II  di Napoli, Francesco Caizzi, Presidente Federalberghi Puglia, Barbara Neglia, presidente Ente Bilaterale del Turismo Puglia e Piero Innocenti, vicepresidente vicario nazionale e presidente pugliese della Fiavet. «La variegata offerta turistica pugliese e del Mezzogiorno in generale – ha detto Piero Innocenti - non teme confronti sui mercati nazionali ed internazionali e le cifre lo dimostrano. Ma non bisogna cantare vittoria: incalza, dopo anni, la concorrenza del Nord Africa, Egitto e Tunisia. Per ora, i risultati ottenuti si devono anche all'impegno delle agenzie di viaggio che hanno un importante compito di indirizzo, sempre più rivalutato, riuscendo a coniugare la qualità del territorio con offerte economiche competitive in un mercato difficile come l'attuale. Ma il merito della crescita va anche attribuito alle politiche attuate dall’assessore al turismo Loredana Capone nel perseguire gli obiettivi di allungamento della stagione, internazionalizzazione e qualità dell’accoglienza, soprattutto esperienziale». [post_title] => Salento e Sud Italia: turismo in crescita, grazie anche al supporto delle adv [post_date] => 2019-05-13T11:45:25+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557747925000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 350718 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Superfast Ferries, la compagnia rappresentata in Italia dal gruppo Morandi che ha rivoluzionato il settore passeggeri in Adriatico con traghetti di ultima generazione, e Webtours, il tour operator dello stesso gruppo specializzato da più di 10 anni sul prodotto Grecia, presentano il catalogo Grecia 2019 con una nuova stagione ricca di novità e di successi per la destinazione che continua a registrare una costante crescita. Superfast Ferries, del gruppo Attica, annuncia i nuovi collegamenti tra più di 40 destinazioni per l’estate 2019, con un sito sempre più friendly, le nuove promozioni e l’inclusione del supplemento carburante, e conferma le rotte da Ancona, Venezia e Bari per Igoumenitsa, Corfù e Patrasso con collegamenti diretti che, durante il periodo estivo, vengono potenziati soprattutto sulle rotte per Corfù. Il nuovo catalogo prevede proposte per soggiorni nelle strutture selezionate con più di 80 tipologie di sistemazioni e per ogni località la possibilità di personalizzare la vacanza con validi suggerimenti per un tour ideale e per scoprire curiosità e luoghi da non perdere.  Dopo il successo della scorsa edizione viene riproposto lo “speciale giovani Maturità 2019” a Corfù e Zante, con nave diretta su Corfù, per festeggiare la fine dell’anno scolastico in studios e resort con mezza pensione, escursioni, parties, discoteca, trasferimenti e assistenza. Ampliata anche l’offerta dei pacchetti con 20 tour a tema: dai viaggi a carattere religioso ai viaggi enogastronomici, ai tour culturali, storici e archeologici; e ancora pacchetti “Sport e Avventura” con originali proposte per arrampicate e trekking, tour in bici e in moto e Grecia in Barca a Vela.   [post_title] => In Grecia con Web Tours, collegamenti Superfast Ferries e 20 tour a tema [post_date] => 2019-05-10T11:18:06+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557487086000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti